Tag Archive - Mozilla Firefox

Firefox 13 e i problemi con Flash Player

Nuovo giro, nuovi problemi. Con l’arrivo di Flash 11.3 e Firefox 13 molti utenti hanno lamentato l’impossibilit√† di visualizzare video basati su player scritti in flash disponibili su una moltitudine di siti web internazionali, YouTube in primis.

Il problema √® stato analizzato e risolto sul forum, rilevando un bug nel funzionamento della nuova Sandbox introdotta da Adobe per cercare di proteggere il pi√Ļ possibile il suo software dagli attacchi di terze parti: blogs.adobe.com/asset/2012/06/inside-flash-player-protected-mode-for-firefox.html.

Il bug è ora noto e la lavorazione porterà da ambo i lati al rilascio di nuovi versioni delle rispettive applicazioni. Nel frattempo per risolvere i colleghi di gruppo hanno localizzato la documentazione che serve a spiegarvi passo-passo il da farsi, già disponibile da giorni su SUMO: support.mozilla.org/it/kb/problemi-dopo-aggiornamento-flash-firefox.

Dato che un’ultima serie di passaggi suggeriti chiede di mettere mani all’interno delle cartelle del sistema operativo ho pensato di realizzare un piccolissimo script che possa aiutarvi nell’operazione automatizzandola. Ci√≤ creer√† un file di backup delle attuali impostazioni Flash della vostra macchina e ne inserir√† di nuove in un file pulito che vanno poi ad escludere l’utilizzo dell’ancora poco compatibile Sandbox. Mi riferisco in particolare al paragrafo “Disattivare la modalit√† protetta per il plugin Flash” della documentazione italiana.

Firefox 13: Fix Flash Protected Mode for Firefox

Questo il codice:


:MMSCFGFOLDER
echo Verifica struttura sistema ...
if exist %windir%System32MacromedFlashmms.cfg set FOLDER=%windir%System32MacromedFlash
if exist %windir%syswow64MacromedFlashmms.cfg set FOLDER=%windir%syswow64MacromedFlash
if exist %FOLDER%mms.cfg ren %FOLDER%mms.cfg mms.cfg.backup && goto MODCFG
echo;
goto NOTFOUND
:MODCFG
echo Modifica file di configurazione ...
echo AutoUpdateDisable=0 >> %FOLDER%mms.cfg
echo SilentAutoUpdateEnable=1 >> %FOLDER%mms.cfg
echo ProtectedMode = 0 >> %FOLDER%mms.cfg
echo;
echo Provare ora a riaprire Firefox e verificare il corretto funzionamento di Flash.
goto END
:NOTFOUND
echo;
echo Non ho trovato il file di configurazione di Flash.
echo Chiedi supporto sul forum di Mozilla Italia
echo http://forum.mozillaitalia.org
echo;
pause
:END

Il fix gi√† compilato (doppio clic e via) √® disponibile all’indirizzo:

gfsolone.com/fix/Fx13-FlashFix.exe

Attenzione: il fix va lanciato come amministratore locale della macchina (o di dominio, se necessario), e accertatevi di aver chiuso¬†Firefox prima di confermare l’avvio.

Una volta effettuata la verifica dell’esistenza della cartella sui sistemi a 32 e 64 bit, procede con il salvataggio del file di backup per poi inserire le stringhe di configurazione in un file pulito creato proprio dal fix. Riaprendo Firefox il problema non dovrebbe pi√Ļ presentarsi e i video torneranno a funzionare come in precedenza.

Entro breve Mozilla dovrebbe rilasciare Firefox 13.0.1 che permetterà alla nuova modalità di protezione Flash di funzionare correttamente. Nel frattempo potete adottare questo metodo che non necessita di ore di attesa per il rilascio ;-)

Buon lavoro!

Aggiornamento del 23/06/12
Per tutti coloro che avevano sperato in una risoluzione del problema grazie a Firefox 13.0.1, questo è un messaggio pubblicato stamane sul forum di supporto ufficiale:

Just a heads up that we are considering a 13.0.2 this weekend to help with the uptake of the new Flash update. Internal testing has had some very positive feedback on the reduction of crashes with the latest Flash update. I’ve been requesting feedback from the community on this and I haven’t seen anything substantial. This is specifically for crashes, not the other Flash issues with RealPlayer. If you have any info on the new Flash update, please let me know.

Aspettiamoci quindi un nuovo aggiornamento (Firefox 13.0.2) entro breve, con la speranza che possa finalmente mettere d’accordo la nuova modalit√† di Sandbox Adobe e il panda rosso di casa Mozilla.

Aggiornamento del 27/06/12
E ancora …

Just a note: because of the risk in taking the fix into 13.0.2, we’re delaying that while the fix is pushed to beta. It went out yesterday so we’ll be monitoring feedback for Firefox 14 for a few days to see if it regresses anything with plugins. In particular, we should pay attention to more obscure plugins like Java.

Disinstallare un plugin da Firefox

Breve articolo tecnico per spiegarvi come disinstallare un plugin specifico di Firefox in caso di necessit√†. Tutto questo nasce a causa di un problema lamentato da alcuni utenti sul forum di Mozilla Italia: dopo l’aggiornamento di Firefox (versione 13 rilasciata un paio di giorni fa), i contenuti flash di alcuni siti web diventano immediatamente non visualizzabili, problema che rientra passando ad una versione precedente del browser: forum.mozillaitalia.org/index.php?topic=55250.15.

Pare che il problema sia legato ad un vecchio plugin “Mozilla ActiveX Control” presente tra quelli ancora installati. Disattivandolo (o eliminandolo completamente) il problema si risolve e tutto torna a funzionare regolarmente. Non c’√® bisogno di creare nuovi profili o reinstallare Firefox. Baster√† ritoccare il comportamento della schermata about:plugins attraverso l’about:config. Vediamo nello specifico.

ATTENZIONE: Prima di eseguire qualsiasi modifica ai vostri file e/o dispositivi siete pregati di effettuare un backup di questi. Solo cos√¨ sarete capaci di tornare indietro ponendo rimedio ad eventuali errori di distrazione. L’articolo e l’autore non possono essere ritenuti responsabili di alcun danno subito dalla vostra strumentazione. Buon lavoro.

Expose full path

Se digitate about:plugins nella barra dell’URL (e premete invio) otterrete la lista dei plugin installati nel vostro Firefox:

Firefox - about:plugins prima

Facendo clic sull’immagine per ingrandirla potrete notare (evidenziato in rosso) il nome del file fisico che identifica il plugin installato sul proprio browser, ma non la sua esatta posizione nel disco fisso. Questo pu√≤ aiutarvi poco a meno di non lanciare una ricerca su tutto il disco con il nome della DLL incriminata.

A questo punto baster√† semplicemente modificare una variabile di configurazione per far comparire ci√≤ che manca. Digitate about:config nella barra dell’URL (quindi premete invio) e accettate il messaggio di attenzione a video. Cercate ora la variabile “plugin.expose_full_path” e con un doppio clic portatela a “true“, di default questa dovrebbe infatti essere “false“:

Firefox: Expose full path (Plugins)

La modifica √® immediata, per questo motivo se provate a tornare all’about:plugins di prima (se lo avete lasciato aperto baster√† aggiornare la pagina) noterete cos√¨ la differenza:

Firefox - about:plugins dopo

A questo punto non vi resta che aprire la cartella interessata, chiudere Firefox e cancellare o spostare altrove quel file, così che il browser al successivo riavvio non lo trovi e non lo carichi.

Nel caso specifico di “Mozilla ActiveX Control” il file DLL sembra trovarsi nella cartella “plugins” di Firefox, in C:Programmi (vedi forum.mozillaitalia.org/index.php?topic=55250.msg365239#msg365239).

Buon lavoro! :-)

Aggiornamento delle 15.45
Doverosa integrazione suggerita sul forum. Secondo il documento disponibile nella KB italiana https://support.mozilla.org/it/kb/Risoluzione%20dei%20problemi%20relativi%20ai%20plugin:

Fare di nuovo doppio clic sulla preferenza plugin.expose_full_path nella pagina about:config per riportare il suo valore a false in modo da evitare che il percorso dei plugin venga comunicato ai siti web.

Sapete gi√† dove mettere le mani, vi baster√† solo qualche clic in pi√Ļ ;-)

Navigazione dei minori: come proteggere i propri figli dal web con Procon

Pare che l’iniziativa di ospitare un “Guest blogger” su Gioxx’s Wall sia piaciuta in passato, riproporla di tanto in tanto mi sembra quindi giusto. Oggi l’argomento √® particolarmente delicato ed interessante: proteggere la navigazione dei minori. Nonostante l’argomento sia “trito e ritrito” a parlarne √® un “esperto“, diventato tale proprio per necessit√†. Ci sono ottimi spunti di riflessione e suggerimenti che potranno aiutarvi nella scelta per raggiungere un unico obiettivo: proteggere i pi√Ļ piccoli da quello che il web pu√≤ “tirare fuori dal cappello“, buona lettura :-)

Sul forum di Mozilla Italia, nel topic Navigazione protetta dei¬† minori, troverete una guida per utilizzare l’estensione ProCon Latte di Firefox che permette di bloccare siti di contenuto esplicito per adulti.

Vi siete mai chiesti, per√≤, perch√© uno degli autori di quel tutorial (io) ha utilizzato proprio quell’estensione e non un altro sistema?

Internet pullula di soluzioni per proteggere i nostri piccoli dalle insidie di Internet stessa, ma non c’√® una guida univoca che analizzi tutte le soluzioni proposte e che alla fine decreti la soluzione migliore: in questo blog ho tentato di farlo io, quindi iniziamo subito a confrontare le varie proposte.

Router

La prima soluzione, a monte, √® quella di filtrare i contenuti direttamente dal router, cio√® da quell’apparecchio – posto tra la presa telefonica della linea ADSL e la presa ethernet del PC¬† – che permette il collegamento ad Internet.

Sembra un’ottima soluzione, ma non lo √®, per me presenta troppi svantaggi e troppe limitazioni anche se talvolta si tratta di filtri accurati, proposti direttamente dai grandi costruttori di router (D-Link, Netgear, eccetera). E poi io non sono uno che ama mettere le mani in un programma non proprio user friendly come la gestione del proprio router… basta un nonnulla per bloccare chiss√† che cosa e addio connessione…

Riepilogo quindi i vantaggi (pochi) e gli svantaggi  (per me tanti) di questa soluzione.

Vantaggi: filtro totale (ma potrebbe essere uno svantaggio per gli adulti), filtro permanente (anche questo potrebbe essere uno svantaggio per gli adulti), non comporta costi aggiuntivi.

Svantaggi: impostazioni non semplici se non si è esperti di software del router, disattivazione del filtro non immediata (bisogna daccapo entrare nelle impostazioni del router), limita la navigazione degli adulti, le impostazioni non sono migrabili ad un altro router (a meno che non si utilizzi lo stesso identico modello), le impostazioni si possono perdere in caso di cambio del router (ad esempio, cambiando un gestore telefonico con un altro che obbliga a utilizzare un proprio router).

DNS (Domaine Name System)

La seconda soluzione, a monte, è quella di filtrare i contenuti direttamente dai DNS, cioè Рperdonatemi la descrizione grossolana e approssimativa Рda quei database di connessione che permettono il dialogo tra il router e il nostro PC e quindi il collegamento ad Internet.

Utilizzare dei DNS “sicuri” (cio√® forniti da societ√† specializzate nella sicurezza come ad esempio Comodo) √® una garanzia di aggiornamenti e accuratezza dei contenuti; inoltre esistono persino DNS dedicati allo specifico problema della salvaguardia dei minori sul Web, come ad esempio i DNS di ScrubIt.

Sembra anche questa un’ottima soluzione, ma non lo √®, per me presenta ancora troppi svantaggi e troppe limitazioni anche se si tratti di DNS “robusti”. Prima di tutto anche qui bisogna mettere le mani in un programma non proprio user friendly come la gestione dei propri DNS (via sistema operativo o via o router); insomma basta un piccolo errore di trascrizione di un numero, ad esempio, per causare blocchi indesiderati, anche se porvi rimedio √® molto semplice (bisogna sovrascrivere i dati numerici e confermare).

Vantaggi: filtro totale, filtro permanente, non comporta costi aggiuntivi.

Svantaggi: impostazioni non proprio semplici se non si è almeno volenterosi  nel gestire il software del sistema operativo,  disattivazione del filtro non immediata (bisogna daccapo entrare nelle impostazioni del sistema operativo), limita la navigazione degli adulti, le impostazioni non sono migrabili ad un altro PC (anche se si fa parte di una rete).

Sistema operativo: controllo parentale

La terza soluzione, a monte, è quella di affidarsi agli strumenti che il proprio sistema operativo mette a disposizione.

All’epoca della mia ricerca, sei anni fa, non c’era un sistema operativo che fosse realmente efficace nel filtrare determinati contenuti (il problema non √® tanto filtrare i contenuti illeciti… quanto non fare bloccare i contenuti leciti!). Poco tempo fa ho letto qualcosa dei controlli parentali del nuovo sistema operativo di Microsoft, il successore di Windows 7 (forse si chiamer√† Windows 8). Orbene, sono stato impressionato favorevolmente, sembra tutto un altro pianeta rispetto ai Linux Mint o ai Windows XP che utilizzo attualmente, ma ovviamente √® troppo presto per presentarvi i vantaggi e gli svantaggi di questa soluzione.

A proposito: un utente con Tiger (Mac OS X) mi ha scritto tempo fa che¬† comunque la soluzione Firefox + ProCon Latte √® di gran lunga migliore della funzione “Controlli Censura” del suo sistema operativo e questo √® molto significativo.

Programmi dedicati

La quarta soluzione – ed entriamo nell’area dei programmi “a valle” –¬† √® quella di utilizzare programmi dedicati al blocco della navigazione su determinati siti web.

Qui si apre un mondo quasi infinito: programmi di controllo parentale inclusi nelle varie suite di sicurezza (Avast, Norton, eccetera), programmi che permettono di controllare quello che viene eseguito sui PC in rete (casa o, meglio, ufficio),¬†programmi che prevengono la navigazione su siti pericolosi o per adulti, programmi che limitano il tempo di navigazione o impediscono solo la connessione a determinati siti (Facebook, YouTube, eBay, chat varie…), programmi che agiscono a livello di hosts, eccetera.

Tanti programmi sono freeware, ma tanti sono anche a pagamento (ed in pi√Ļ disponibili solo in inglese). Alcuni programmi di controllo dei bambini, poi, si comportano come keylogger e quindi provocano falsi positivi negli allarmi degli antivirus.

Esempi: AnyWebLock, Cyberpatrol, Cybersitter, K9 Web Protection (per molti il migliore), KidLogger, Internet Security Controller, Limity PC, Net Nanny, PGsurfer, PicBlock (software molto particolare poiché possiede una funzione di sfocatura automatica di foto con contenuti per adulti) e altri.

Ovviamente, data la mia secolare antipatia per le toolbar, ho volutamente omesso queste ultime da ogni considerazione.

Vantaggi: filtro totale (ma potrebbe essere uno svantaggio per gli adulti),  filtro permanente (ma potrebbe essere uno svantaggio per gli adulti), facilità (relativa) di utilizzo.

Svantaggi: alcuni software (ad esempio il celebre Naomi, del quale non ho pi√Ļ un link valido) non vengono pi√Ļ aggiornati nel tempo oppure sono in un “limbo” di incertezza dello sviluppo (SurfWatch), molti software free sono solo in inglese, alcuni software rallentano la navigazione, generalmente questi software non sono multipiattaforma (funzionano cio√® su un determinato sistema operativo e se si cambia sistema operativo bisogna trovare un software simile poich√© lo stesso di prima non esiste), i software non distinguono nel bloccare la navigazioni dei vari browser o dei vari profili, generalmente questi software non sono freeware, questi software possono essere attaccati da virus in ambiente Windows, non sono software portatili e pertanto¬†le impostazioni non sono migrabili ad un altro PC, codice chiuso (per cui un determinato software, se abbandonato, anche se √® valido non pu√≤ essere sviluppato da nessun’altra persona).

Browser dedicato: la soluzione migliore

La quinta soluzione, per me la migliore, è quella di utilizzare un browser dedicato al blocco della navigazione su determinati siti web.

Mi sembra logico, infatti, che se lo strumento per navigare √® un browser allora √® proprio quello (il browser) che bisogna utilizzare e non altri escamotage…

Ovviamente per la mia scelta non ho preso in considerazione browser insicuri, dall’incerto sviluppo, in inglese, non multipiattaforma. Quindi il candidato n¬į 1 non pu√≤ che essere Firefox con l’estensione ProCon Latte e la lista Miele, comunque voglio descrivervi anche una soluzione alternativa, visto che in questo campo occorre essere obiettivi e non sempre di parte (seguo l’assistenza di Firefox e quindi non posso che parlarne bene).

L’alternativa italiana √® un browser di nome Il Veliero, che si basa sul concetto di navigazione guidata esclusivamente tra un elenco di siti selezionati e catalogati.

Credo che sia un buon prodotto, tanto che nonostante tanto tempo esiste ancora, creato da¬† una onlus che fornisce anche un filtro che opera sulla connessione escludendo l’accesso a siti inadatti e sconvenienti, Davide. Tuttavia non √® open source, √® a pagamento (ma √® un’inezia: 24 ‚ā¨ per un anno, come dire 2 euro al mese…) ma soprattutto √® un browser che opera solo su Windows.

Per la navigazione dei pi√Ļ piccoli √® forse da preferire a Firefox con ProCon, ma parliamoci chiaro: quando i nostri bambini hanno da 3 a 6-7 anni, secondo me, la loro navigazione deve essere sempre assistita da un adulto, non c’√® filtro, browser o altro che tenga… I rischi di una navigazione senza l’assistenza di un adulto vanno da un eccessivo tempo di navigazione (per la gioia degli ottici infantili…) a un possibile attacco di crisi epilettica (il PC diventa davvero un ossessione per i pi√Ļ piccoli). Quindi, riepilogo fino ad annoiarvi, per me, Davide sar√† pure un ottimo strumento, ma senza la presenza di un adulto non dovrebbe mai essere utilizzato se si hanno bambini da 3 a 6-7 anni.

Tornando quindi alla premessa iniziale (la guida per utilizzare ProCon latte di Firefox che permette di bloccare siti di contenuto esplicito per adulti) ecco che quindi siamo arrivati al motivo razionale di tale scelta.

Firefox + ProCon Latte significa avere un browser sicuro, dallo sviluppo costante , in italiano, multipiattaforma e per di pi√Ļ dalle caratteristiche facilmente esportabili su un altro PC e addirittura su un altro sistema operativo!

Vantaggi: filtro (profilo di navigazione) dedicato ad un determinato utente,  relativa facilità di utilizzo, filtro personalizzabile, multipiattaforma (nel caso di Firefox), non comporta costi aggiuntivi (nel caso di estensioni di Firefox), aggiornamento costante e futuro (il codice è aperto),  le impostazioni sono migrabili ad un altro PC (con qualunque sistema operativo).

Svantaggi: i browser possono essere attaccati da virus in ambiente Windows, impostazioni iniziali non immediatamente facili.

Dopo avere capito i motivi che ci spingono alla scelta finale, eccovi delle varie considerazioni.

  • L’uso di PICS (Platform for Internet Content Selection) consiste in protocolli in linea creati da diverse organizzazioni (religiose, civili e educative) che catalogano il materiale presente sulla rete, segnalandone la maggiore o minore affidabilit√† e adeguatezza alla consultazione da parte dei minori. Questo servizio non √® stato preso per√≤ da me in considerazione perch√© √® attualmente in una fase di sperimentazione.
  • La lista Miele √® una specie di¬† lista X-Files per l’estensione¬†AdBlock Plus, cio√® √® una lista italiana pensata per i bambini italiani che navigano in prevalenza su siti italiani. Non √® una lista infallibile, miracolosa, onnisciente, ma la sto utilizzando da sei anni con successo. Potrete partire da questa lista per crearne una vostra personalizzata, eventualmente da mettere in una chiavetta USB e da utilizzare su PC di altri amici del vostro bimbo.
  • La lista Miele √® adatta per bambini da 7 anni fino a 14 anni circa. Perch√© questa impostazione? Sia perch√© √® questa la fascia attuale dei miei bambini e sia perch√© prima dei 7 anni occorre sempre la presenza di un genitore durante la navigazione, mentre dopo il filtro inizia ad essere troppo rigido in determinate attivit√† del bambino (si pensi a ricerche scolastiche o a letture di quotidiani online). Ah, non dovrei dirlo, ma ci sono bambini scaltri che a 14 anni riescono a scavalcare qualsiasi filtro… per fortuna che a scuola oggi determinati argomenti non sono pi√Ļ vietati e vengono quindi discussi con i professori, rendendo i ragazzi pi√Ļ consapevoli. Aggiungo, con mio sommo dispiacere, che a 14 anni √® quasi impossibile riuscire a frenare il proprio figliuolo a iscriversi ad un social network, con tutto il materiale che ne consegue; quindi il profilo della lista Miele rischia di essere bypassato (leggasi¬† inutilizzato) dal minore smanioso di apparire sul suo social network preferito… Che poi io sia riuscito a frenare i miei figli da questo “bisogno impellente” √® tutto un altro discorso…
  • So perfettamente che non bisognerebbe mai lasciare i propri figli davanti al PC, poich√© il PC non √® una baby-sitter coscienziosa. Ma so anche perfettamente che √® molto difficile fare coincidere gli orari di navigazione dei bambini con il tempo libero dei genitori che lavorano.
  • Non scrivete per dirci: “Ho letto la guida di ProCon Latte su Mozilla Italia, ma √® troppo difficile per me, non sono esperto di PC, mi date una mano?”. Io vi risponderei cos√¨: “Caro genitore di uno sfortunato minore, sappi che la guida √® scritta nella maniera pi√Ļ semplice possibile del mondo! Se non vuoi sbatterti un po’ per tuo figlio, perch√© magari sei impegnato a rimbambire con i programmi televisivi del digitale terrestre o a caricare le tue stupidissime foto delle vacanze su Facebook, allora fai una cosa: spegni il PC e lascia che tuo figlio diventi un ignorante informatico quanto vuoi esserlo tu!”. Non c’√® peggior sordo di chi non vuol sentire: nell’articolo sono spiegate – in maniera semplice e completa – tante cose utili che non fanno mai male conoscere (creazione di un nuovo account del sistema operativo, creazione di un profilo, trasformare un determinato profilo creato in un profilo predefinito, inibizione degli altri profili ad aprire file .html).

√ą tutto dal vostro “blogger nomade“…

gfsolone.Com ospita una pagina dedicata alla lista Miele, con le specifiche e il collegamento diretto alla sottoscrizione:

mozilla.gfsolone.com/procon

AdBlock: X Files 20120604

E’ ora disponibile la terza versione stabile di X Files del 2012, che in perfetto “orario” chiude il bilancio con 210 segnalazioni analizzate e chiuse e tante nuove voci per migliorare la vostra esperienza di navigazione quotidiana. Per i pi√Ļ curiosi √® disponibile il file readme di questa nuova versione, mentre sar√† possibile consultare i precedenti file readme collegandosi all’indirizzo mozilla.gfsolone.com/readme e selezionando quello desiderato.

X Files 20120604 propone 118 nuovi filtri. I bug segnalati e riconosciuti sono stati raccolti -come al solito- sotto la categoria TRAC di gfsolone.Com, questo mese ci sono state diverse segnalazioni ex-novo integrate rapidamente nel ramo /DEV :-)

QUANTO VALE PER VOI ABP X FILES?
PayPal
X Files √® e rimarr√† gratuita, ma perch√© non offrire un caff√® a colui che puntualmente vi fornisce ‚Äúfiltri freschi‚ÄĚ per evitare che la pubblicit√† invada la vostra quotidiana navigazione? Potete andare direttamente alla pagina delle donazioni PayPal cliccando semplicemente qui.Chiunque effettuer√† una donazione durante il periodo tra un rilascio e un altro comparir√† nella pagina dei donatori, a patto che lo voglia ovviamente. In futuro alcuni ‚Äúservizi aggiunti‚ÄĚ donationware vi ricompenseranno per questa fiducia nei miei confronti ;-)
DIVENTA FAN DI ABP X FILES!
FacebookE’ disponibile su Facebook la pagina ufficiale di ABP X Files
, i fan sono i benvenuti, lo stesso vale per i suggerimenti, le critiche costruttive e tutto quello che vi passa per la testa. Facebook √® il canale attraverso il quale pubblico notizie e aggiornamenti riguardo il progetto, il modo pi√Ļ veloce per raggiungere tutti gli utilizzatori (attuali e futuri!).
SEGUI ABP X FILES SU GOOGLE CURRENTS :-)
Google CurrentsHo parlato di Google Currents in questo mio articolo scritto e pubblicato qualche tempo fa. Anche ABP X Files possiede una sua edizione digitale ottimizzata per il reader di Mountain View, ed è possibile sottoscriverne la lettura semplicemente andando alla pagina mozilla.gfsolone.com/currents.

Ma passiamo ora alle specifiche:

Dettagli sul rilascio

  • versione: 20120604
  • rilasciata il: 4 giugno 2012 (previsto: 4 giugno 2012)
  • voci incluse: 2294
  • voci nuove: 118
  • occupazione su disco: 80.4 KB
  • richiede: ABP 2.0.3 per Firefox (o compatibile anche con le vecchie versioni e / o altri browser supportati)

Sottoscrivi ABP X FilesSottoscrivi Abp X Files ora!

Rimanere aggiornati grazie a Currents

Google Currents √® il metodo pi√Ļ semplice e veloce per approdare su smartphone e tablet con un look accattivante e i contenuti prodotti quotidianamente tramite il proprio blog o altre fonti “sociali“. ABP X Files √® anche questo, modifiche continue in lista /DEV, segnalazioni, bug corretti o novit√† introdotte. E’ per questo motivo che ho pensato potesse essere bello realizzare una versione Currents del progetto, √® con grande piacere quindi che vi introduco ufficialmente ABP X Files “Digital Edition” per Google Currents:

Ho abbondantemente parlato di Google Currents in questo articolo: gioxx.org/2012/04/26/google-currents-faidate.

Voi potete sottoscrivere questa edizione andando all’indirizzo mozilla.gfsolone.com/currents o semplicemente scattando una foto al codice QR qui di fianco direttamente da cellulare :-)

Simple AdBlock: le novità

E’ stata rilasciata la nuova versione di Simple AdBlock per Internet Explorer e ci sono alcune novit√† che vorrei discutere con voi, anche perch√© alcune di queste non sono poi molto belle!

Versione Pro a pagamento

Forse la novit√† pi√Ļ importante e pi√Ļ fastidiosa di un tool partito con il piede giusto e che non ha resistito alla limitazione delle proprie funzionalit√† nel caso in cui l’utente finale scelga di non pagare un obolo per il suo sfruttamento. La pagina my.simple-adblock.com/user_activate.php parla chiaro: la versione free continuer√† a rimanere tale ma permetter√† di intercettare e bloccare 200 adrequest giornaliere. Questo vuol dire che a met√† mattinata potreste ricominciare a vedere le pubblicit√† che invadono il web, soprattutto se il vostro lavoro √® costituito da massiccia dose di navigazione su internet.

Costo della licenza: poco meno di 30$, al cambio sempre variabile giorno per giorno.

Geolocalizzazione del filtraggio

Grazie alla funzionalit√† da poco introdotta, √® possibile “geolocalizzare” la scelta dei propri filtri. Questo nel caso in cui utilizziate il componente affidandovi alle liste “prescelte“. E’ possibile capire cosa andare a toccare semplicemente visitando la pagina principale del sito e scorrendola fino in fondo (simple-adblock.com).

Simple Adblock: geolocalizzazione della lista

Resta tutto completamente invariato per chi ha scelto di usare il downloader sviluppato per X Files e Simple Adblock ;-)

Una valida alternativa

E’ esattamente ci√≤ che sto cercando. Ci sono differenti alternative, tutte con i loro pro e i loro contro. Sono tutt’ora sotto analisi e spero di potervene proporre una al prossimo rilascio di X Files. Invito tutti coloro che utilizzano il browser Microsoft a suggerirmi un sostituto di Simple Adblock nel caso lo abbiano gi√† trovato, l’area commenti √® a vostra totale disposizione, il contributo di ciascuno di noi √® fondamentale per portare avanti questo progetto :-)

Cosa c’√® in cantiere

Entro breve tempo rilascer√≤ una nuova lista dedicata a Adblock Plus che permetter√† una navigazione pi√Ļ sicura, bloccando siti web potenzialmente dannosi ma ancora “visibili” poich√© non realizzati per portare a termine attacchi di phishing. Sono casi eclatanti italia-programmi.net, flycell.it e tanti altri ancora.

Lancerò come sempre una fase di test nella pagina ufficiale di ABP X Files su Facebook e nel forum di Mozilla Italia.

Schedulazione del nuovo rilascio

La data del prossimo rilascio è fissata (attualmente, salvo problemi) per lunedì 3 settembre 2012, (quasi) fine estate che di consueto vede tornare tutti dietro la scrivania, un aggiornamento di bentornato in un certo senso, con la speranza che possiate trascorrere delle buone ferie :-)

Potete -come sempre- dare una occhiata al nuovo file readme che ogni venerd√¨ verr√† automaticamente modificato con le nuove segnalazioni trattate, √® disponibile all’indirizzo mozilla.gfsolone.com/readme/abpxfiles20120903.html.

Domande & Risposte: lo sapevi che?

Dal 22 agosto 2011 √® disponibile una pagina unica dedicata ai casi pi√Ļ comuni o interessanti analizzati fino ad ora. Il tetto unico sotto il quale trovare spiegazioni pi√Ļ approfondite ai vostri dubbi, alle vostre segnalazioni, alle domande pi√Ļ comuni:

mozilla.gfsolone.com/cases

La pagina viene aggiornata -quando necessario- in base ai nuovi casi che continuate a proporre quotidianamente.

Bug tracker, l’importanza della segnalazione

Ancora una volta sottolineo che √® importante segnalare immediatamente malfunzionamenti dovuti alla lista, cos√¨ che possa mettere mano ai blocchi “di troppo” togliendoli di mezzo (o semplicemente correggendoli) in lista “dev“, ed in seguito nella stabile che verr√† poi rilasciata per tutti.

Gli utilizzatori di Mozilla Firefox potranno ora utilizzare il nuovo sistema di reporting integrato in AdBlock Plus. Tutti gli altri potranno aprire un nuovo bug tramite Google, l’operazione richiede un minuto (forse meno) del vostro tempo:

code.google.com/p/abpxfiles/issues/list

Domande frequenti

A partire dal mese di dicembre 2009 (circa) ho ritenuto opportuno mettere in piedi una sezione “Domande frequenti” all’interno della pagina web ufficiale di ABP X Files, cos√¨ da poter rispondere ai dubbi degli utenti che utilizzano la lista. Per poter consultare le domande potete puntare il vostro browser all’indirizzo:

gfsolone.com/abp-xfiles/faq

E’ possibile inoltre consultare la serie di articoli “domande & risposte” pubblicati su questo blog: gioxx.org/tag/xfilesfaq.

Nel caso in cui vogliate sapere qualcosa che non è ancora presente in quella serie di domande, vi invito ad aprire un ticket di assistenza su Google o scrivermi una mail (giovanni@solone.it) o ancora -se preferite- lasciare un commento a questo post.

Aggiornamento automatico

Nel caso in cui la vostra sottoscrizione punti correttamente a mozilla.gfsolone.com/filtri.txt, Firefox dovrebbe automaticamente aggiornare la lista all’avvio, facendo risultare come data di ultimo aggiornamento quella del rilascio (oggi, 01 dicembre 2010):

In caso contrario leggere il paragrafo seguente (Aggiornamento manuale) ed assicurarsi di aver sottoscritto la lista dall’indirizzo mozilla.gfsolone.com.

Aggiornamento manuale

  • Dal pulsante di AdBlock presente nella toolbar di Firefox cliccare sulla freccia verso il basso e selezionare “Impostazioni“;
  • Fare clic con il tasto destro del mouse sulla sottoscrizione X Files e selezionare la voce “Aggiorna la sottoscrizione ora

L’aggiornamento manuale (o quasi) √® inoltre necessario per aggiornare i vostri filtri per Internet Explorer e Simple AdBlock, come gi√† spiegato nei precedenti articoli. Per coloro che non dovessero sapere o ricordare il da farsi, suggerisco di dare un’occhiata all’articolo dove ne ho parlato o di guardare il video caricato su YouTube.

Per qualsiasi problema non esitate ad aprire un nuovo ticket di assistenza, così che possa correggere i problemi prima del prossimo rilascio ufficiale.

Buon aggiornamento! :-)

20110418-MOD-Fotolia

Mozilla Italia Release2Zip: crea la distribuzione ZIP dei prodotti Mozilla in autonomia

Molti degli utilizzatori di Firefox o di Thunderbird hanno a che fare quotidianamente con postazioni aziendali, tipicamente blindate o per lo meno molto limitate in quanto utilizzate con account non amministrativi. Difficile in queste condizioni contattare il proprio supporto IT, a meno che i software Mozilla non vengano riconosciuti come aziendali, e quindi si possa chiedere assistenza per un aggiornamento automatico.

Per questo motivo noi di Mozilla Italia scegliamo di rilasciare versioni ZIP dei software in concomitanza con ogni nuova versione del browser o del client di posta. Sulla nostra pagina download potrete sempre trovare un collegamento diretto ai file ZIP ospitati su Sourceforge, che vi permetteranno cos√¨ di avere l’ultima versione del software desiderato senza la necessit√† di passare dal setup.

Release2Zip √® un’idea nata da Sandrogialloporpora‘ per cercare di automatizzare l’operazione di pacchettizzazione del software, tipicamente eseguita a mano dal sottoscritto o da un collega in quanto molto semplice e veloce. Il piccolo progetto ha visto poi me intervenire per alcuni miglioramenti e correzione negli script che vi descriver√≤ in questo articolo e che sono disponibili sulla pagina ufficiale su mozilla.gfsolone.com/r2z.

Vi spiego di cosa si tratta!

Come realizzare il pacchetto ZIP partendo dall’installer

La procedura si basa su Mozilla Firefox ma rimane la stessa identica sia per Thunderbird che per Seamonkey, vi basterà semplicemente avere 7-Zip installato sulla vostra macchina.

Una volta scaricata l’ultima versione disponibile dal nostro sito web o da “getfirefox.com” vi baster√† fare clic sul file con il tasto destro quindi scegliere 7-Zip / Apri. Tutti i file contenuti all’interno della cartella “core32” costituiscono la versione scaricata del programma, facendo partire Firefox.exe questo si aprir√† creando (a meno che non esista gi√†) la cartella del profilo e vi permetter√† di iniziare a navigare sul web con l’ultima versione del software!

Questo è il semplice metodo attraverso il quale vi forniamo archivi sempre aggiornati.

Automatizzare l’operazione

Automatizzare l’operazione vuol dire tradurre quanto appena detto in poche righe in codice che faccia -con un semplice doppio clic- tutto il lavoro sporco, consegnandovi come risultato il file ZIP contenente il nuovo software, senza aspettare una nostra pubblicazione.

I server utilizzati per effettuare il download del software sono quelli di Mozilla, i primi quindi a rendere disponibile l’ultima versione dei propri prodotti, non c’√® modo di sbagliarsi n√© tanto meno di arrivare secondi! Il resto √® puro codice, ve lo ripropongo qui prendendo ad esempio quello che si occupa di pacchettizzare Firefox (fx2zip.bat):


@echo off
set app=Firefox
set lowerapp=firefox

cls
echo Mozilla Italia Release2Zip Suite
echo %app%2Zip 0.3
echo Scarica e crea il pacchetto ZIP per l'ultima versione di %app%
echo Applicazione rilasciata as-is, per info consultare http://noads.it/r2z
echo ---
echo;

REM inizio
set useragent="MozillaItalia-Downloader/1.0"

REM Acquisizione della configurazione dal file config.txt
FOR /F "delims=== tokens=1,2" %%i in (config.txt) do set %%i=%%j

REM Se vengono specificati il secondo e terzo parametro da commandline vengono sovrascritte le impostazioni del file di configurazione
REM relative al tipo di archivio e al livello di compressione

if "%2" neq "" set archivetype=%2
if "%3" neq "" set level=%3

if "%1"=="" goto noparams

:normal:
set ver=%1
set url=http://pv-mirror02.mozilla.org/pub/mozilla.org/%lowerapp%/releases/%ver%/win32/%lang%/%app%%%20Setup%%20%ver%.exe

goto buildarchive

REM Gestione del mancato download del file da parte di wget
:wgeterror:
echo;
echo ATTENZIONE
echo Si e' verificato un errore cercando di scaricare il file
echo Riprova piu' tardi o contatta gli sviluppatori se il problema persiste
echo;
goto end

:noparams:
set url=http://releases.mozilla.org/pub/mozilla.org/%lowerapp%/releases/latest/win32/%lang%/
wget -U %useragent%  %url% -O temptemp.html
if %errorlevel% neq 0 goto wgeterror

ssed -n -e "/<a href=.*.exe[^.]/{s/.*<a href=.(.*.exe)[^>]*>[^0-9]*([0-9.]*).exe</a>.*/1;2/;p}" temptemp.html > temptemp.txt
for /F  "delims=; tokens=1,2" %%i in (temptemp.txt) do (
	set url=%url%%%i
	set ver=%%j
	)

del temptemp.txt
del temptemp.html

:buildarchive:
wget -U %useragent% %url% -O temptemp.exe
if %errorlevel% neq 0 goto wgeterror
set output=%lowerapp%-%ver%-%lang%.win32.%archivetype%
7z x temptemp.exe core
sleep 3
if exist %lowerapp% rd /S /Q %lowerappapp%
ren core %lowerapp%

if %includedict%==false goto createarchive
if not exist dictionaries dwdict %lang%

:packdict:
md %app%dictionaries
md %app%hyphenation
copy dictionarieshyph*  %app%hyphenation
copy dictionaries* %app%dictionaries
REM rd /s /q dictionaries

if %includelauncher%==false goto createarchive
set sed="s/#app#/%lowerapp%/"
ssed -e %sed% launcherlauncher_prototype.bat > %app%launcher.bat
xcopy /E launcher* %app% /exclude:exclude.txt

:createarchive:
7z a -t%archivetype% "%output%" %lowerapp% %level%
sleep 3
if exist %lowerapp% rd /S /Q %lowerapp%
if exist %app% rd /S /Q %app%
del temptemp.exe
move "%output%" archive
sleep 3
if exist core rd /S /Q core
REM md5sum %output% > md5.txt
echo;
echo OK, verificare che il pacchetto sia correttamente funzionante.
:end:
echo.

Al meno esperto basti sapere che eseguendo il file con un doppio clic (come qualsiasi altro programma), partirà il download del software e la sua pacchettizzazione in file ZIP, come mostrato in questo video che ho catturato dal mio desktop:

YouTube Preview Image

A quello pi√Ļ smaliziato e a cui piace studiare il codice dedico giusto un paio di righe per far notare che lo script pu√≤ prendere in ingresso pi√Ļ di un parametro, utile per indicare la versione di Firefox da scaricare, il tipo di archivio da creare (quale estensione utilizzare) e con quale compressione.

Nel caso in cui non si voglia specificare nessun parametro particolare, i valori di default prevedono che la versione da scaricare sia l’ultima disponibile (del ramo stabile), creando un file ZIP con compressione normale, per un totale di circa 20MB di occupazione disco nella maggior parte dei casi (e da diverse versioni a questa parte).

Non c’√® possibilit√† di fare danni, nel caso in cui cancellaste un file necessario per il funzionamento del codice potrete sempre scaricare nuovamente l’archivio script dalla pagina ufficiale del progetto.

Sandro ha voluto arricchire ulteriormente il downloader dando la possibilità di includere nel pacchetto anche i file del dizionario, semplicemente modificando un file di configurazione che viene analizzato dallo script batch originale.

Questa e molte altre funzioni sono descritte all’interno del file Readme che entrambi modifichiamo ogni volta che mettiamo mano allo script aggiornando, modificando o togliendo funzionalit√†. Dalla pagina del progetto c’√® un collegamento diretto al file readme pi√Ļ aggiornato, preso direttamente dalla cartella di sviluppo comune, impossibile non essere al nostro stesso passo! :-)

D&D: Download & Divertimento

Potete fare quello che volete, gli script sono stati realizzati per velocizzare quello che √® il nostro pacchettizzare Firefox (e Thunderbird o Seamonkey), consentendovi cos√¨ di scaricare un file ZIP sempre nuovo da Sourceforge. Abbiamo voluto condividere con voi questo codice affinch√© si possano aggiungere sempre nuove persone che in piena autonomia riescano a eseguire un lavoro pulito senza la necessit√† di cercare in Google il “HowTo” di turno. Avere l’ultima versione del software Mozilla senza la necessit√† di credenziali amministrative che lancino il setup √® una delle richieste pi√Ļ comuni nel forum di supporto, almeno in passato.

Suggerimenti? Idee? Critiche? Potete dirci ciò che volete semplicemente lasciando un commento qui o se preferite sul nostro forum.

http://noads.it/r2z

Buon divertimento :-)

AGGIORNAMENTO 23/05/2012
Il progetto approda su GitHub! D’accordo con Sandro e dietro giusta proposta dei colleghi in Mozilla Italia, ho aperto un account attraverso il quale ho poi creato un nuovo repository che ospita ora r2z. Trovate tutti i codici sorgenti su github.com/gioxx/r2z, ho anche provveduto ad aggiornare la pagina ufficiale del progetto con i nuovi riferimenti.
Page 6 of 34« First...«45678»...Last »