Archives For Mozilla Thunderbird

Le ferie finiscono prima o poi, e noi con quella faccia che “manco quello della pubblicità di Costa Crociere che è appena tornato” ci accingiamo a riprendere posto negli uffici, sui cantieri, per strada, ovunque ci porti quotidianamente il nostro mestiere e il nostro datore di lavoro. Durante la vostra assenza ho mandato in pubblicazione alcuni articoli che probabilmente vi sarebbero tornati utili (o avrebbero stimolato curiosità e discussione). Vorrei riproporveli brevemente, sarete poi voi a decidere cosa leggere e quando, d’altronde il feed è “recuperabile nel tempo” ed è sempre disponibile!

Disqus: abilitare le notifiche per ogni nuovo commento

Disqus: abilitare le notifiche per ogni nuovo commento al vostro blog

Alla scoperta delle notifiche di Disqus, per non perdere neanche un commento sul nostro blog o sito web. Un lavoro che vi ruberà poco più di un minuto e che vi renderà la vita sicuramente più facile nella gestione delle discussioni che vi riguardano.

Leggi l’intero articolo.

Release2Zip-20150817

(addio al vecchio ftp.mozilla.org)

Release2Zip-20150817 (addio al vecchio ftp.mozilla.org) 1

Lo scorso 27 luglio Mozilla ha pubblicato una notizia sul blog “IT & Operations” riguardo il trasferimento di tutti i dati pubblici da FTP (ftp.mozilla.org) al cloud AWS di Amazon. Per questo motivo è stato necessario aggiornare e rilasciare una nuova versione della suite per la pacchettizzazione autonoma dei prodotti Mozilla che non necessitava di ritocco (piccoli bug a parte) dal 2012!

Leggi l’intero articolo.

Car Sharing: che combinano car2go ed Enjoy?

Car Sharing: che combinano car2go ed Enjoy?

Delle novità introdotte nei servizi non sembrano essere state digerite particolarmente bene dagli utilizzatori della città di Milano. Il Comune scrive, gli utenti protestano, questo è quello che è cambiato a partire dallo scorso 17 agosto (relativamente a Car2Go).

Leggi l’intero articolo.

Xperia Z2, Android 5.1.1: la microSD non salva i dati? Occorre formattarla

Android_Logo_2014

Un possibile problema dovuto all’upgrade della build 5.1.1 di Xperia Z2 (23.4.A.0.546) mi ha creato un piccolo rompicapo affatto simpatico con la scheda microSD del telefono. Ho dovuto ricorrere alla formattazione, non prima di aver spostato le applicazioni sulla memoria del telefono. “Storie di vita Android vissute“.

Leggi l’intero articolo.

Facebook: modificare le notifiche da ricevere (approfondimento)

Wordpress: niente immagine di anteprima su Facebook? Risolvere il problema 2

Alla scoperta delle Notifiche di Facebook, un’arma a doppio taglio che vi permette di rimanere sempre aggiornati e forse troppo incollati al noto Social Network. Conoscerle e limitarle è sicuramente un bene, qui è dove discutiamo insieme il da farsi, con qualche mio suggerimento basato sull’esperienza personale maturata nel corso del tempo.

Leggi l’intero articolo.

Sony SRS-X11: Speaker wireless portatile con Bluetooth

Sony SRS-X11: Speaker wireless portatile con Bluetooth 1

Può una buona qualità audio e uno splendido design fare al caso vostro? Musica in mobilità con connettività bluetooth / NFC e AUX, 12 ore di batteria, vivavoce per lo smartphone e la possibilità di fare ponte verso un secondo oggetto identico. Questo è il mio personale test di Sony SRS-X11, speaker wireless portatile simbolo delle ferie estive di quest’anno :-)

Leggi l’intero articolo.

Lo scorso 27 luglio Mozilla ha pubblicato una notizia sul blog “IT & Operations” riguardo il trasferimento di tutti i dati pubblici da FTP (ftp.mozilla.org) al cloud AWS di Amazon:

As promised, the FTP Migration team is following up from the 7/20 Monday Project Meeting where Sean Rich talked about a project that is underway to make our Product Delivery System better.

As a part of this project, we are migrating content out of our data centers to AWS. In addition to storage locations changing, namespaces will change and the FTP protocol for this system will be deprecated.

blog.mozilla.org/it/2015/07/27/product-delivery-migration-what-is-changing-when-its-changing-and-the-impacts (il post è stato poi aggiornato nel tempo).

MozillaBanner

Per questo motivo tutti i vecchi segnalibri o altri riferimenti che puntavano al protocollo FTP (ftp://ftp.mozilla.org) hanno smesso di funzionare, così come il software scritto ormai anni fa da me e Sandro che permette a chiunque di pacchettizzare la versione desiderata di Firefox, Thunderbird e Seamonkey, Release2Zip. Ho provveduto così a correggere alcuni errori nei batch (e nei file di configurazione dei singoli prodotti) e modificare i puntamenti per permettere a tutti di continuare a utilizzare il software passando dall’URL che continua (e continuerà in futuro) invece a funzionare benissimo (http://ftp.mozilla.org).

Il resto è rimasto identico ed invariato. Ci sono ancora problemi nel riconoscimento di alcuni canali e vi toccherà specificare la versione del prodotto Mozilla da scaricare (via riga di comando) ma i batch fanno il loro mestiere consegnandovi il file ZIP pronto per essere spostato e utilizzato su qualsiasi chiave USB (o SD o altro tipo di memoria, dove potrete ovviamente salvare anche il profilo), togliendo di mezzo ciò che non è necessario per il funzionamento di Firefox, Thunderbird o Seamonkey. Anche l’URL per il download non è cambiato, trovate Release2Zip-20150817 su noads.it/r2z/latest.

Chiaramente tutti i file coinvolti sono stati aggiornati anche su GitHub, così da permettervi di visualizzarli se siete curiosi: github.com/gioxx/r2z.

Buon lavoro!

Avete mai a che fare con operazioni che vanno ripetute periodicamente ma delle quali vi dimenticate facilmente? Ecco, io si. Nello specifico si tratta di una casella di posta che devo tenere sotto controllo non quotidianamente, ma neanche una volta al mese!

Per questo motivo ho voluto scrivere qualche riga di codice che, opportunamente associata alle operazioni schedulate di Windows, fa comparire un messaggio a video che chiede di aprire il programma da me scelto, con la possibilità di accettare e proseguire o non procedere affatto evitando l’apertura del software.

Il codice è davvero semplice:

'*****************************************************
' Can I Open The Application?
' GSolone 2012 - dev@gfsolone.com
' Script piuttosto semplice fatto per essere
' associato ad un task schedulato e chiedere di
' aprire un'applicazione. Nel mio caso il client di
' posta per verificare nuove mail in una mailbox
' utilizzata raramente.
'*****************************************************

set WshShell = CreateObject("WScript.Shell")
strQuestion = "Posso lanciare EarlyBird per la verifica della posta arrivata?"
answer= msgbox (strQuestion, vbYesNo)
if answer= vbYes then
Command = "%UserProfile%\thunderbird\thunderbird.exe"
WshShell.Run Command
end if
wscript.quit

Nella variabile “strQuestion” è possibile specificare la frase che comparirà a video ogni volta che verrà eseguito il VBScript, chiaramente modificabile secondo propria esigenza.

Nella variabile “Command” va specificato il percorso dell’eseguibile da lanciare. Nel mio caso si tratta di una versione portable di Mozilla EarlyBird (Thunderbird in versione Aurora, ndr) che verrà aperta solo rispondendo positivamente al messaggio che compare a video.

Programmare l’operazione

Un modo rapido e semplice per far si che Windows proponga il messaggio a video ogni volta che ne avete necessità. Fate clic su Start e cominciate a scrivere “Utilità di …” fino a quando Windows non vi proporrà l’Utilità di Pianificazione:

A questo punto basterà selezionare dalla destra la voce “Crea attività di base“, dargli un nome ed una descrizione (quest’ultima non necessaria) e programmare ogni quanto farla entrare in funzione, quindi scegliere “Avvio programma” come azione predefinita e attraverso lo “Sfoglia” andare a ripescare il file VBS che avrete precedentemente salvato sul vostro PC.

A questo punto la finestra finale riepilogherà il vostro percorso e le scelte fatte per l’attivazione dello script:

VBReminder: schedulazione avvio

Il gioco è fatto, non dovrete fare altro che attendere il giorno e l’ora dell’attivazione per poter avere il vostro promemoria personalizzato!

Inutile dire che modificando lo script o creandone diverse copie potrete avere più promemoria e più avvii di applicazioni pronti per essere schedulati ed utilizzati come meglio credete :-)

Il codice sorgente sempre aggiornato ed eventuali modifiche saranno disponibili sul Wiki pubblico di gfsolone.Com all’indirizzo public.gfsolone.com/wiki/doku.php?id=vbreminder

Buon lavoro!

Molti degli utilizzatori di Firefox o di Thunderbird hanno a che fare quotidianamente con postazioni aziendali, tipicamente blindate o per lo meno molto limitate in quanto utilizzate con account non amministrativi. Difficile in queste condizioni contattare il proprio supporto IT, a meno che i software Mozilla non vengano riconosciuti come aziendali, e quindi si possa chiedere assistenza per un aggiornamento automatico.

Per questo motivo noi di Mozilla Italia scegliamo di rilasciare versioni ZIP dei software in concomitanza con ogni nuova versione del browser o del client di posta. Sulla nostra pagina download potrete sempre trovare un collegamento diretto ai file ZIP ospitati su Sourceforge, che vi permetteranno così di avere l’ultima versione del software desiderato senza la necessità di passare dal setup.

Release2Zip è un’idea nata da Sandrogialloporpora‘ per cercare di automatizzare l’operazione di pacchettizzazione del software, tipicamente eseguita a mano dal sottoscritto o da un collega in quanto molto semplice e veloce. Il piccolo progetto ha visto poi me intervenire per alcuni miglioramenti e correzione negli script che vi descriverò in questo articolo e che sono disponibili sulla pagina ufficiale su mozilla.gfsolone.com/r2z.

Vi spiego di cosa si tratta!

Come realizzare il pacchetto ZIP partendo dall’installer

La procedura si basa su Mozilla Firefox ma rimane la stessa identica sia per Thunderbird che per Seamonkey, vi basterà semplicemente avere 7-Zip installato sulla vostra macchina.

Una volta scaricata l’ultima versione disponibile dal nostro sito web o da “getfirefox.com” vi basterà fare clic sul file con il tasto destro quindi scegliere 7-Zip / Apri. Tutti i file contenuti all’interno della cartella “core32” costituiscono la versione scaricata del programma, facendo partire Firefox.exe questo si aprirà creando (a meno che non esista già) la cartella del profilo e vi permetterà di iniziare a navigare sul web con l’ultima versione del software!

Questo è il semplice metodo attraverso il quale vi forniamo archivi sempre aggiornati.

Automatizzare l’operazione

Automatizzare l’operazione vuol dire tradurre quanto appena detto in poche righe in codice che faccia –con un semplice doppio clic– tutto il lavoro sporco, consegnandovi come risultato il file ZIP contenente il nuovo software, senza aspettare una nostra pubblicazione.

I server utilizzati per effettuare il download del software sono quelli di Mozilla, i primi quindi a rendere disponibile l’ultima versione dei propri prodotti, non c’è modo di sbagliarsi né tanto meno di arrivare secondi! Il resto è puro codice, ve lo ripropongo qui prendendo ad esempio quello che si occupa di pacchettizzare Firefox (fx2zip.bat):

@echo off
set app=Firefox
set lowerapp=firefox

cls
echo Mozilla Italia Release2Zip Suite
echo %app%2Zip 0.3
echo Scarica e crea il pacchetto ZIP per l'ultima versione di %app%
echo Applicazione rilasciata as-is, per info consultare http://noads.it/r2z
echo ---
echo;

REM inizio
set useragent="MozillaItalia-Downloader/1.0"

REM Acquisizione della configurazione dal file config.txt
FOR /F "delims=== tokens=1,2" %%i in (config.txt) do set %%i=%%j

REM Se vengono specificati il secondo e terzo parametro da commandline vengono sovrascritte le impostazioni del file di configurazione
REM relative al tipo di archivio e al livello di compressione

if "%2" neq "" set archivetype=%2
if "%3" neq "" set level=%3

if "%1"=="" goto noparams

:normal:
set ver=%1
set url=http://pv-mirror02.mozilla.org/pub/mozilla.org/%lowerapp%/releases/%ver%/win32/%lang%/%app%%%20Setup%%20%ver%.exe

goto buildarchive

REM Gestione del mancato download del file da parte di wget
:wgeterror:
echo;
echo ATTENZIONE
echo Si e' verificato un errore cercando di scaricare il file
echo Riprova piu' tardi o contatta gli sviluppatori se il problema persiste
echo;
goto end

:noparams:
set url=http://releases.mozilla.org/pub/mozilla.org/%lowerapp%/releases/latest/win32/%lang%/
wget -U %useragent% %url% -O temptemp.html
if %errorlevel% neq 0 goto wgeterror

ssed -n -e "/<a href=.*.exe[^.]/{s/.*<a href=.(.*.exe)[^>]*>[^0-9]*([0-9.]*).exe</a>.*/1;2/;p}" temptemp.html > temptemp.txt
for /F "delims=; tokens=1,2" %%i in (temptemp.txt) do (
 set url=%url%%%i
 set ver=%%j
 )

del temptemp.txt
del temptemp.html

:buildarchive:
wget -U %useragent% %url% -O temptemp.exe
if %errorlevel% neq 0 goto wgeterror
set output=%lowerapp%-%ver%-%lang%.win32.%archivetype%
7z x temptemp.exe core
sleep 3
if exist %lowerapp% rd /S /Q %lowerappapp%
ren core %lowerapp%

if %includedict%==false goto createarchive
if not exist dictionaries dwdict %lang%

:packdict:
md %app%dictionaries
md %app%hyphenation
copy dictionarieshyph* %app%hyphenation
copy dictionaries* %app%dictionaries
REM rd /s /q dictionaries

if %includelauncher%==false goto createarchive
set sed="s/#app#/%lowerapp%/"
ssed -e %sed% launcherlauncher_prototype.bat > %app%launcher.bat
xcopy /E launcher* %app% /exclude:exclude.txt

:createarchive:
7z a -t%archivetype% "%output%" %lowerapp% %level%
sleep 3
if exist %lowerapp% rd /S /Q %lowerapp%
if exist %app% rd /S /Q %app%
del temptemp.exe
move "%output%" archive
sleep 3
if exist core rd /S /Q core
REM md5sum %output% > md5.txt
echo;
echo OK, verificare che il pacchetto sia correttamente funzionante.
:end:
echo.

Al meno esperto basti sapere che eseguendo il file con un doppio clic (come qualsiasi altro programma), partirà il download del software e la sua pacchettizzazione in file ZIP, come mostrato in questo video che ho catturato dal mio desktop:

A quello più smaliziato e a cui piace studiare il codice dedico giusto un paio di righe per far notare che lo script può prendere in ingresso più di un parametro, utile per indicare la versione di Firefox da scaricare, il tipo di archivio da creare (quale estensione utilizzare) e con quale compressione.

Nel caso in cui non si voglia specificare nessun parametro particolare, i valori di default prevedono che la versione da scaricare sia l’ultima disponibile (del ramo stabile), creando un file ZIP con compressione normale, per un totale di circa 20MB di occupazione disco nella maggior parte dei casi (e da diverse versioni a questa parte).

Non c’è possibilità di fare danni, nel caso in cui cancellaste un file necessario per il funzionamento del codice potrete sempre scaricare nuovamente l’archivio script dalla pagina ufficiale del progetto.

Sandro ha voluto arricchire ulteriormente il downloader dando la possibilità di includere nel pacchetto anche i file del dizionario, semplicemente modificando un file di configurazione che viene analizzato dallo script batch originale.

Questa e molte altre funzioni sono descritte all’interno del file Readme che entrambi modifichiamo ogni volta che mettiamo mano allo script aggiornando, modificando o togliendo funzionalità. Dalla pagina del progetto c’è un collegamento diretto al file readme più aggiornato, preso direttamente dalla cartella di sviluppo comune, impossibile non essere al nostro stesso passo! :-)

D&D: Download & Divertimento

Potete fare quello che volete, gli script sono stati realizzati per velocizzare quello che è il nostro pacchettizzare Firefox (e Thunderbird o Seamonkey), consentendovi così di scaricare un file ZIP sempre nuovo da Sourceforge. Abbiamo voluto condividere con voi questo codice affinché si possano aggiungere sempre nuove persone che in piena autonomia riescano a eseguire un lavoro pulito senza la necessità di cercare in Google il “HowTo” di turno. Avere l’ultima versione del software Mozilla senza la necessità di credenziali amministrative che lancino il setup è una delle richieste più comuni nel forum di supporto, almeno in passato.

Suggerimenti? Idee? Critiche? Potete dirci ciò che volete semplicemente lasciando un commento qui o se preferite sul nostro forum.

http://noads.it/r2z

Buon divertimento :-)

AGGIORNAMENTO 23/05/2012
Il progetto approda su GitHub! D’accordo con Sandro e dietro giusta proposta dei colleghi in Mozilla Italia, ho aperto un account attraverso il quale ho poi creato un nuovo repository che ospita ora r2z. Trovate tutti i codici sorgenti su github.com/gioxx/r2z, ho anche provveduto ad aggiornare la pagina ufficiale del progetto con i nuovi riferimenti.

Casistica che non avevo mai visto prima, capitata sul netbook di Ilaria durante il fine settimana. Mozilla Thunderbird 3.0.4 aggiornato giusto una manciata di tempo fa, forti rallentamenti causati da CPU costantemente fissata al 50% di utilizzo per il processo thunderbird.exe e RAM in costante aumento con picchi di quasi 700 MB!

Una veloce ricerca su Google mi ha permesso di arrivare a diversi post che descrivono lo stesso identico problema su GetSatisfaction.com. Il sunto? La funzione di indicizzazione dei messaggi di posta elettronica è sicuramente comoda (soprattutto quando si va a cercare una particolare mail in un mare di posta), un mezzo disastro invece per coloro che hanno decine di migliaia di mail da scaricare dai server di Google (in IMAP) dopo la prima configurazione del programma. Non è proprio il caso di Ilaria ma l’operazione (valida per alcune centinaia di messaggi) metteva comunque in difficoltà CPU e RAM della macchina.

A questo punto, se non si ha necessità di impiegare pochissimi secondi durante la ricerca di una particolare mail, si potrà tranquillamente disabilitare l’indicizzazione preventiva dei messaggi, facendo rientrare completamente lo spreco di memoria e di potenza di calcolo della macchina. Per poterlo fare basterà andare in Strumenti / Opzioni / Avanzate / Generale e togliere il segno di spunta dalla voce:

Attiva la ricerca globale e l’indicizzazione

Per poter completare l’operazione si potrà anche cancellare il DB con l’indicizzazione eseguita fino a quel punto. Chiudere Thunderbird e –nella cartella del proprio profilo– andare a rimuovere il file:

global-messages-db.sqlite

Ora sarà possibile riaprire Mozilla Thunderbird  e godersi quei pochi MB di RAM consumata, CPU al 2% massimo (e non sempre) ;-)

Buon lavoro.