Archives For System Administrator

Più che un vero articolo, si tratta sul serio di appunti pubblici, riflessioni e domanda finale che completa il pacchetto. Sì perché se c’è una cosa che odio, è dover fare da tramite per operazioni anche molto banali, come seguire un feed o accedere a una pagina contenente informazioni che possono essere di dominio più o meno pubblico. Questo è il caso di Office 365 e del servizio di Health Status, diventato accessibile per i soli clienti, senza apparente possibilità di facile condivisione.

Appunti su Health Status di Office 365 e utenti non amministratori

Tu che gestisci un tenant Exchange in cloud, sai di cosa sto parlando, vero? Hai a che fare con sedi periferiche della tua azienda? Colleghi che sanno capirti quando parli e ai quali fanno capo anche altri utenti che generalmente non si interfacciano con te? Come hai superato l’ostacolo nato lo scorso giugno? In breve: Microsoft ha scelto di disabilitare il feed RSS che permetteva di rimanere informati sullo stato di salute della sua infrastruttura da qualsiasi dispositivo, browser o client di posta elettronica. Sul tenant del mio gruppo, gestiamo alcuni utenti non amministratori ma che raccolgono le richieste di supporto degli utenti per le relative sedi, trovandosi in difficoltà nel caso in cui il servizio di Office 365 abbia qualche problema.

Il risultato? Arriverà a me (o a un collega) una mail o una telefonata di richiesta informazioni e toccherà inviare una risposta basata sul semplice copia-incolla dalla Dashboard amministrativa di Microsoft.

L’azienda di Remond spiega che basterà fare uso di un ruolo amministrativo ad-hoc, o passare dalla sua Mobile App che però non accetta nessuno fuorché un amministratore (anche limitato): support.office.com/en-us/article/How-to-check-Office-365-service-health-932AD3AD-533C-418A-B938-6E44E8BC33B0?ui=en-US&rs=en-US&ad=US&fromAR=1

Office 365 Admin
Price: Free
Office 365 Admin
Price: Free

Un amministratore ad-hoc

Io a quei ruoli ho dato un’occhiata, ma non ho trovato nulla che mi portasse al documentato “Service Health Admin Role“. Mi sono dovuto “accontentare” del Service Administrator, il quale però ha anche accesso alla lista di tutti gli utenti registrati nel tenant, con relativi dettagli di licenza, alias e molto altro ancora, seppur in sola lettura. I ruoli attualmente disponibili si trovano alla pagina support.office.com/en-us/article/About-Office-365-admin-roles-da585eea-f576-4f55-a1e0-87090b6aaa9d.

La domanda è quindi …

… hai avuto la necessità di gestire questa particolarità? Se si, come hai fatto? Ho provato ad aprire una richiesta di supporto in Microsoft senza però successo. Sarà probabilmente finita in quel calderone di feedback dei clienti che ogni tanto vengono aperti, controllati e richiusi, in attesa che il team di sviluppatori possa integrare questa necessità generata da una loro decisione, da una loro limitazione imposta.

L’area commenti è aperta e disponibile a ricevere ogni possibile consiglio, ovviamente graditissimo.

Grazie a tutti!

G

Seeweb: una panoramica sui servizi più richiestiPiù che una vera novità, questo vuole essere un riepilogo sui servizi più importanti e richiesti di Seeweb, società della quale vi ho già parlato in passato e che continua a collaborare con il sottoscritto per promuovere prodotti e servizi che altri competitor non offrono (o lo fanno a diverso prezzo e magari con un’assistenza tecnica non sempre puntuale, pro-attiva e disponibile).

Seeweb è stata tra i primi fornitori di cloud computing in Italia (nel 2009 presentarono i primi prodotti in cloud), con quattro Data Center di proprietà (due a Milano e altrettanti a Frosinone), per un totale di 2500 mq di spazio dedicato a servizi di cololocation e cloud computing. A luglio dello scorso anno, hanno inoltre costituito una holding atta a testare un nuovo mercato, quello sud-est europeo.

Seeweb: al via Dominion Hosting Holding – DHH

Tra i vari prodotti e servizi su cui l’azienda punta, tre in particolare vengono costantemente spinti e proposti poiché considerati fiori all’occhiello del gruppo laziale, ve ne ho anche parlato in passato. “Cloud Server” (ne parlavo qui),  il programma “System Assurance” e lo “SLA Seeweb” (ne parlavo in un articolo, che racchiude anche il Pre-Sales, unico che vi propongo qui di seguito):

Seeweb: necessità di aiuto? Ecco i sistemi di Pre-Sales, System Assurance e la garanzia sull’uptime (SLA)

Non è (solo) il ferro a fare di un servizio il giusto partner tecnologico, bisogna soprattutto poter fare affidamento a una squadra di persone capaci, informate, che sappiano fare il loro mestiere e che possano quindi supportare (e sopportare, in alcuni momenti critici) le richieste di un cliente spesso non preparato, che ignora come tutto il suo palcoscenico possa stare in piedi senza perdere un colpo. Un palcoscenico dove ogni attore porta a casa la sua pagnotta, facendo allontanare soddisfatti gli spettatori a fine spettacolo. Il mestiere del provider non è mai semplice.

Provate ad immaginare migliaia (e più) di clienti, i più disparati casi di supporto, problemi legati ad aggiornamenti che spesso non vengono eseguiti nella giusta maniera, possibili falle che possono essere sfruttate da chi ha intenzioni ben poco amichevoli nei confronti del vostro sito web, e di conseguenza verso il server che vi ospita (spesso mettendo in pericolo altri clienti, se non opportunamente isolati e protetti). Chi vive il web da anni dovrebbe saperne qualcosa (me per primo).

Seeweb: una panoramica sui servizi più richiesti 1

Ma perché va così di moda parlare di Cloud, SLA & co.?

Perché l’innovazione tecnologica che stiamo vivendo ormai da qualche anno a questa parte, consente ad aziende come Seeweb (e non solo, ovviamente) di fornire un supporto più puntuale, preciso, rapido. Risorse costantemente scalabili secondo le esigenze del cliente finale, mai banale quando si tratta di tenere a bada siti web particolarmente impegnativi, che potrebbero crescere fino a superare quel pacchetto inizialmente pensato, valutato e acquistato presso il provider scelto. E se domani doveste avere necessità di più GB su disco? E se crescete a tal punto da giustificare un aumento di banda mensile che non avreste mai pensato di raggiungere? Essere online significa poter contare su un partner che assicuri una raggiungibilità pressoché eterna, sempre disponibili, h24, 365gg / anno e 366 nei bisestili. Essere offline vuol dire perdere visibilità, forse clienti, sicuramente visitatori.

Ecco perché è importante valutare provider che offrano servizi di uptime garantito, dietro condizioni di SLA che possano rimborsare una giusta cifra nel caso in cui un servizio non funzioni a dovere.

Perché mi deve interessare lo SLA?

E se proprio i tecnicismi non fanno per voi, che per tirare a campare sviluppate un sito web affidabile e bello da vivere, ricordate che ci sono persone decisamente più capaci nella valutazione di una buona struttura hardware in grado di rispondere correttamente a ogni richiesta della vostra creatura:

Seeweb: una panoramica sui servizi più richiesti 2

System Assurance: 9 motivi per sceglierla

Lo avrete capito: il partner scelto è importantissimo per la buona salute del vostro progetto. Voi chi avete scelto? Avete già avuto esperienze con Seeweb? Se si, come vi siete trovati? L’area commenti è sempre a vostra totale disposizione, anche senza obbligo di registrazione.

Avete scelto di mettere on-line la vostra attività perché i costi di un affitto, delle bollette e di tutto ciò che vi serve per mantenere in vita il vostro progetto inizia a costituire un’importante fetta di ciò che quel foglio di calcolo indica nel campo “totale” a fine mese. Forse un buon hosting condiviso è ciò che può fare per voi inizialmente ma grazie al “savoir-faire” avete in breve costituito una buona base clienti in costante crescita che può mettere in difficoltà il vostro sito web. Risposte sempre più lente, down di tanto e chissà cos’altro, il tutto si traduce in una quasi certa perdita del cliente e -di conseguenza- dei vostri introiti. È per questo motivo che volete passare ad una soluzione più congeniale per l’esigenza ma non sapete da dove cominciare, benvenuti nel club di coloro che hanno davvero voglia di fare ma non ne hanno le possibilità tecniche vista la preparazione di altro tipo, siete tra coloro che sceglieranno una soluzione gestita, ciò che offre anche Seeweb nel proprio pacchetto prodotti.

Provate a pensarci: siete pienamente consapevoli della necessità di qualcosa di più performante e stabile ma non conoscete i termini, le soluzioni. Google potrebbe certamente aiutarvi così come i forum specializzati ma cosa ci può essere di meglio di una attività presales Seeweb se è questo il partner scelto per portare avanti la vostra attività?

Disegni-Infrastruttura

Sarà una persona esperta a consigliarvi come è meglio orientarsi, basandosi su dati certi, per avere così la sicurezza di dormire sonni tranquilli evitando l’agitazione causata da un down che avrà portato via chissà quanti clienti e possibili vendite. E se è un server la giusta spiaggia sulla quale approdare potete sempre pensare di affidarne la completa gestione allo stesso identico partner che vi permetterà –tramite “System Assurance Seeweb– di selezionare il pacchetto che fa per voi, per ottenere così un’assistenza sempre disponibile qualsiasi sia la vostra preoccupazione o reale problema, ma anche una base di conoscenza che vi permetta di ottenere consigli per ottimizzare il sito web, installare un software che vi permetta di inviare le mail di offerte ai clienti (tanto per fare un esempio) o magari portare a termine l’aggiornamento del sistema operativo senza preoccuparsi che qualcosa vada storto, una sorta di guanciale sulla quale si può avere la sicurezza di sprofondare senza però soffocare. È importante che voi possiate contare su un team di esperti sempre in grado di fornire risposte quando per voi ci sono solo domande e preoccupazioni.

Seeweb è solo una tra le tante aziende nel settore che oggi fornisce anche un accordo SLA (Service Level Agreement) che vi garantisce la piena raggiungibilità del sistema pari al 99,90% del tempo di uptime su base mensile. Cosa vuol dire? Vuol dire che i vostri sistemi non dovranno mai essere irraggiungibili per più di 43 minuti nell’arco dei 30 (28/31) giorni che compongono il mese. Se per qualche motivo questo dovesse capitare, sarà l’azienda a dover pagare voi, rimborsando le vostre perdite fino all’ultimo centesimo.

Disegni-SLA

Queste (ma non solo) sono le soluzioni che vi permettono di essere tranquilli e pensare esclusivamente a far crescere il vostro business, con la certezza di poter contare sull’affidabilità di un partner tecnologico che dovrà sopperire alle vostre mancanze in fatto di preparazione informatica. Sarete voi a scegliere fino a che punto spingervi, sempre voi che dovrete scegliere come svilupparvi in meglio (e far di tutto per rendere contenti i vostri clienti), al resto ci penserà quel team di persone che ha studiato (e continua a farlo quotidianamente) per permettere al vostro business di volare alla giusta altezza e velocità, con la costante capacità di scalare le risorse e spesso anticipare quelle che saranno le necessità del cliente intermediario (voi) indicandogli la giusta via da intraprendere, per una costante raggiungibilità e disponibilità del proprio sito web.

Prima di concludere vi lascio qualche riferimento al blog ufficiale di Seeweb dove loro stessi spiegano queste soluzioni e perché dovrebbero interessarvi:

Ah, prima di chiudere (stavolta sul serio, promesso) vi invito anche a leggere l’ultimo dei loro articoli sul blog che parla di vicinanza al cliente facendo un confronto molto preciso con uno dei competitor più difficili da battere sul mercato internazionale, Amazon: Si fa presto a dire “prossimità ai clienti”: Seeweb VS Amazon, è sempre il dettaglio a far la differenza.