Nella testa di Forrest…

| |

Ricordate Forrest Gump? Un film che ha fatto storia e che ha colpito tantissime persone per la sua dolcezza e per il suo forte significato nascosto nelle battute del giovane Forrest che, non per suo volere, nasce e cresce diversamente rispetto a tutti quelli della sua età (oggi verrebbe identificato come “Handicappato“). Tra le sue tante frasi una ne ricordo in particolare: “Stupido è chi lo stupido fa“… Ancora oggi, stranamente, si tratta di una verità che nessuno è in grado di “smontare” con nessun tipo di motivazione esistente.

E’ la stessa cosa che capita a me in questo momento. Ho a che fare con tante persone ogni giorno e, di persona in persona, il comportamento cambia così come il modo di fare e reagire a battute e/o frasi particolari. Ho un gruppo affiatato di amici che non mollerei mai, una morosa alla quale tengo più della mia vita e una famiglia che mi sopporta (e supporta) in tutto e per tutto.

Direte voi… e la pecca dove sta? Beh… provate a capire cosa manca all’appello… già … il lavoro, quel posto che ti permette di guadagnare qualche soldo per tirare avanti e cercare di vivere una vita quanto più agiata possibile. Qualsiasi posto voi ricopriate avrete sempre e comunque a che fare con altre persone (il vostro capo, il vostro collega, il vostro cliente…) e venite quindi a creare un parco di antipatie/simpatie a seconda di chi vi sta di fronte.

Stare male nel proprio posto di lavoro non vuol dire solo non rendere abbastanza, ma anche rovinarsi la giornata e dandola vinta al cattivo umore, cosa non troppo bella per poter arrivare fino a sera. E’ grosso modo la cosa che caratterizza le mie giornate dal lunedì al venerdì… un “cattivo umore” che oscura le “8 ore” e che placa il mio normale carattere (a dire degli amici solare e sempre aperto al divertimento, serio quando serve).

Nonostante io abbia provato a parlare con la persona artefice di tutto questo, sembra non cambiare assolutamente nulla… e la cosa mi dispiace un bel pò…  questo altro non vuol dire che continueremo ad agire sulla stessa identica via, facendo trascorrere le giornate allo stesso modo e – soprattutto – senza la benchè minima speranza di miglioramento da parte mia e sua… se solo si pensasse a litigare meno e sorridere un pò di più… vivremmo tutti in un mondo migliore…

×

Attenzione

Nella testa di Forrest... 1Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: