Guida galattica per autoreferenziali

| |

Guida galattica per autoreferenziali 1Ho tenuto questo post fermo nelle bozze per svariate ore. Perché non farmi i fatti miei ogni tanto? Perché devo sempre stare a lamentarmi come un bambino al quale viene tolto il suo pupazzo preferito prima della nanna?

Mi sto crucciando da ieri sera ma ho deciso di tirare fuori il rospo dopo aver letto e capito di non essere il solo a notare una “situazione squallida buffa” all’interno della blogosfera italica.

Mettetevi comodi bambini, lo zio Gioxx sta per raccontarvi una storiella che genererà certamente una polemica a colpi di freddure, code di paglia facilmente infiammabili ed effetti speciali gentilmente offerti dalla premiata ditta “Marvin & figli“.


Una volta si chiamavano “meme” e consistevano in innocenti catene di S.Antonio fatte partire da una fonte a caso. Queste scoppiavano generando approvazioni da parte di altri autori che partecipavano di spontanea volontà riproponendo il fenomeno sui propri blog.

Tutto ciò generava qualcosa di armonioso ma poco redditizio per l’inventore della catena. Perché mai proseguire questo cammino poco fruttuoso?

Esse si trasformarono in “meme forzati“. A differenza dello stadio 1.0 questo includeva la possibilità di citare altri blogger nel contenuto della notizia affinché questi si sentissero in dovere di dare una loro risposta generando un nuovo post con le stesse caratteristiche e ringraziando il primo autore per aver cominciato il giro.

Tutto ciò generava una mole di traffico e di link in ingresso uscita non ancora soddisfacente. Si doveva certamente inventare qualcosa di nuovo e rivoluzionario.

Noi siamo precursori del web 2.0, siamo fighi nel midollo e nessuno ci ferma. Siamo sempre pronti a sacrificare tempo, risorse e denari in ciò che crediamo (alcuni ci definirebbero idioti). Chiamiamoli “Contest” e facciamo si che le giovani leve piuttosto che qualche anziano ben visto possa davvero cambiarci la vita a colpi di link in ingresso!

Tutto ciò genera un traffico notevole e utilissimo per risalire classifiche, fare qualche soldino (ho detto qualche, non cifre astronomiche) con gli adv e –di conseguenza– acquisire quella tacchetta di (finta) notorietà in più che ci consente di andare in giro dicendo “ehi bimbo, io sono XX di XX`blog, come fai a non conoscermi?“.

Se tutto questo non dovesse bastare, si può ricorrere in “calcio d’angolo” alla soluzione “scambiamoci il link, tanto chettefrega?“.

Un buon amico mi chiedeva qualche giorno fa “Giò, perché non partecipi al mio contest?”… la risposta non sono riuscito a dargliela via Skype in quanto mi trovavo in ufficio collegato dall’altro account. Voglio darla qui pubblicamente senza fare preciso riferimento al buon Daniele in particolare:

Perché mi sono rotto i coglioni della gente che acquista link o ci prova in qualsiasi modo pur di risalire una fottutissima classifica che non sta a significare che sei figo o capace

Ripeto: la risposta non è riferita in particolare a Daniele. E’ la stessa identica che do in un solo colpo a tutti quei blog che percorrono questa strada per risalire “il fiume“. Lo fanno i “grandi” già ampiamente conosciuti nel settore, lo fanno i più piccoli e quelli appena nati pur di farsi conoscere ed entrare “nel giro che conta” (ma cosa conta poi?).

A tal proposito ricordo bene due post di due vecchie mie conoscenze:

In principio fu Geekissimo a colpi di mela. Arrivò poi Dema che lanciò la moda con la sua simpaticissima idea. Ora è “la normalità” applicata da qualsivoglia persona abbia a disposizione un blog e dei soldi/materiali “da investire“. Solo qualche giorno fa ho notato sul blog di Luca l’ennesima vaccata (non volermene vecchio mio). Dando poi una occhiata ad una veloce ricerca fatta su BlogBabel ci si rende conto dell’entità di questa moda. D’accordo farne uno ogni tanto, ma ora si esagera diamine!

Il buon Alberto suggerisce:

  1. scrivere contenuti di qualità con uno stile personale;
  2. scrivere con regolarità senza farsi ossessionare dalla quantità;
  3. scrivere con passione, con autorità, con uno scopo, con materiale di supporto, in modo originale;
  4. presentare il tuo blog al mondo in modo chiaro e deciso;
  5. ottimizzare il blog, anche per i motori di ricerca;
  6. creare una rete di link interni ai tuoi post
  7. entrare a far parte di una comunità di blogger per confrontarsi e comunicare(tipo MyBlogLog);
  8. provare a creare e coltivare un una rete sociale di persone intorno al blog;
  9. mirare alla qualità dei commenti piuttosto che alla quantità.

Ancora ci chiediamo perché in Italia non veniamo considerati e visti con lo stesso peso dell’America o altri paesi del mondo? Non è un problema di lingua né tanto meno di notizie troppo localizzate, ma un difetto di club a numero chiuso. Ricordate quei famosi 4 amici al bar? Ecco, cosa vi suggerisce tutto questo?

Probabilmente dopo questa mia scenata mi ritroverò con una vagonata di disapprovazioni e “amici virtuali” in meno. Non importa granché, dovreste ormai saperlo che non ho poi molti peli sulla lingua. Il tutto è stato pensato e scritto in rigoroso “IMHO Style“, l’area commenti è a vostra totale disposizione.

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
Subscribe
Notify of
guest

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

74 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
Best of Week #14 « Gioxx’s Wall
16/09/2007 01:02

[…] ed il reale valore dei backlinks Come dare torto a Gianni? Pochissimo tempo fa ho generato una polemica riguardante contest e facilità di cercare/ottenere link per l’innalzamento di livello nelle […]

Daniele Salamina
Daniele Salamina
01/09/2007 14:44

@Maxime :-) Qualcuno che ha capito come dovrebbero funzionare le cose allora esiste ;-)

@Gioxx, forse non a tutti interessano queste caxxo di classifiche… per me non è un obbiettivo e non me frega una merita mazza!!!

Daniele Salamina
Daniele Salamina
01/09/2007 14:46

(dimenticavo, oggi qualcuno mi ha fatto notare che ho scalato una sacco di posizioni in wikio… sono troppo felice ;-) )

gioxx
gioxx
01/09/2007 14:54

Daniele: se non ti interessano non sentirti preso in causa cacchio! :D Il mio maledetto discorso è stato generalizzato e ho preso te & Luca solo perché eravate i “due del momento“!! E’ un discorso che faccio da tanto tempo! ;) Buon per le tue posizioni su Wikio ;)

gioxx
gioxx
01/09/2007 14:20

Max: ottimo intervento. Come già avrai capito però il post non è stato generato né dall’invidia né dal risentimento verso coloro che ho citato nelle mie righe. Sono entrambi bravi ragazzi e mie vecchie conoscenze che mi fa piacere avere.

Scalare le classifiche non deve essere un obiettivo da raggiungere a colpi di caciotte o link vucumprà, IMHO. E, cosa ancora più importante, non sono le uniche ragione di vita di un blog o la scusa per realizzare meme e contest ogni sabato come le promozioni al supermercato ;)

Comunque “te rasò“, la blogosfera è bella perché varia ;)

Maxime
Maxime
01/09/2007 08:58

Boh, secondo me la blogosfera è bella proprio perché ognuno è libero di fare un po’ quello che cazzo gli pare (sempre nei limiti del rispetto e della correttezza, e “fatti salvi i diritti di terzi”). Il tuo è un parere ovviamente condivisibile (personalmente ho partecipato a qualche contest, ma non ne ho mai proposto uno), ma molti potrebbero confonderlo con l’invidia ed il risentimento di chi teme di rimanere dietro in classifica rispetto a chi inventa certi metodi per scalarle. Polemizzare e cercare di regolamentare la blogosfera secondo me è sbagliato, non puoi pretendere che tutti diventino “alti, magri e con gli occhi verdi”, nè puoi addossare su questi episodi la colpa del fatto che i blog italiani siano considerati poco autorevoli. Il blog possono aprirlo cani e porci in cinque secondi (e sono liberissimi di farlo, non è che c’è una clausola nel contratto che li obbliga a scrivere solo cose intelligenti, utili ed indispensabili per l’umanità), ci sono quelli che valgono 0 e quelli che valgono 10: tu fai la media ottenendo come risultato 5, ma dovresti semplicemente fare un cernita considerando solo quelli che valgono 10, ecco tutto. :P

trackback
pseudotecnico:blog » DMoz, Wikio e BlogBabel
01/09/2007 07:31

[…] c’è in posizione 29, con un salto in avanti di 97 posizioni… L’autore dell’ennesima buffonata accatta link che viene amabilmente definito contest (nulla di personale contro l’autore, non […]

trackback
Dario Salvelli’s Blog » Blog Archive » Occhio allo Tsunami 2.0 (che magari è una net-tavola)
03/09/2007 21:18

[…] antipatico e futile scambio link che tra contest ed altro si sviluppa di continuo con solite polemiche e quant’altro. Dare del valore ai backlink mi sembra alquanto […]

marco
marco
03/09/2007 11:17

sono d’accordo con la storia dei “4 amici al bar” :-D
un po’ meno con il discorso dei contesti
comunque bel post!

ciao! :-)

trackback
rubriche » Blog Archive » Il (mio?) team SEO ideale [Simone Carletti’s Blog]
03/09/2007 10:41

[…] i meme (si chiamano così?) ma mi piaciono le idee simpatiche, creative e quelle […]

Lobotomia
Lobotomia
03/09/2007 11:37

Sono d’accordo su ciò che dici, noi nel nostro blog cerchiamo di pubblicare notizie (spesso anche solo segnalazioni se non abbiamo tempo per gli articoli) ma, almeno per il momento, evitiamo “stranezze :)

gioxx
gioxx
03/09/2007 11:55

Marco: chiaramente ciascuno di noi ha la propria idea in merito ai contest, diciamo che “il troppo stroppia” ;)

Lobotomia: non le considererei stranezze, piuttosto modi di fare troppo frequenti e monotoni a lungo andare :D

trackback
stefanoframbi.com » Blog Archive » Considerazioni bloggose
04/09/2007 02:41

[…] che a loro modo di vedere non rispecchiano per nulla la natura della blogosfera e vedono sotto una cattiva luce i […]

maxanima
maxanima
04/09/2007 12:22

Concordo. Solo un appunto. Se uno apre un blog da poco, può anche scrivere cose interessanti, ma non le leggera nessuno, tranne gli amici….certo poi c’è il passa parola, ma si rischia rimangono tesori nascosti…quindi un minimo qualcuno deve fare per mostrarsi un pò…poi saranno gli altri a giudicare.
Se un blogger fa cosi e leggendo i suoi post li trovo interessanti, allora mi può star bene…altrimenti finisce nel dimenticatoio e la sua fama è una fama effimera e inutile :-)
Per il resto, nei blog primi in classifica, sinceramente molti sono delle emerite BIP BIP :-)

gioxx
gioxx
04/09/2007 13:00

Eheh sacrosante parole. Calcola comunque che anche questo blog è partito dal nulla (senza tirare in ballo altre mie realizzazioni o progetti conosciuti per i quali collaboro), eppure ora è seguito da diverse persone grazie al passaparola ed alla costante presenza nel web.

Non è necessario acquisire link in maniera “poco consona“, basta e avanza la partecipazione ad altri blog e la presenza fisica a qualche evento sociale come barcamp o conferenze & simili! :) Il contatto fisico è sempre fondamentale!

elena
elena
30/08/2007 10:49

Mapporca miseria, mi dovrei far fare un link per tutte le volte che usate una parola INVENTATA da me! Il celhopiùlunghismo. :)

Almeno scrivetela bene, così io e feba tra qualche anno andiamo sulla Treccani.

Per i contest.. bah. Diciamo che ci sono le cose divertenti davvero.. e le cose spudoratamente marchettare. Dema era divertente, si è pure impegnato.. il free link day assolutamente inutile.. ad esempio.
Io non credo di aver partecipato a nessuno di questi (quelli che ritengo inutili), anche perchè, diciamocelo.. che ne ottengo se il link al mio blog è tra mille? Chi mai verrà a leggerlo incuriosito proprio da quel link?
Mi dà molta più soddisfazione se qualcuno mi cita perchè ho detto una cosa interessante: quello è un link sensato. Tutto il resto è fuffa da classifiche.
E celhopiùlunghismo.

ninna_r
ninna_r
30/08/2007 10:59

Ho un blog tra tre anni…e questo aspetto della blogosfera è l’unico che continuo a non condividere…
I blog hanno bisogno di contenuti interessanti e originali…i numeri, i link e la blogbabel di per se sono estremamente relativi…
Hai ragione…basta guardare la classifica: tra i primi 100 ce ne sono al massimo una decina che vale la pena leggere e seguire…gli altri parlano tutti della stessa roba…
E questo la dice lunga…

Daniele
Daniele
30/08/2007 11:14

Elena, hai ragione, “celhopiùlunghismo” altrimenti la Treccani si confonde :)

Lorenzo Strambi
Lorenzo Strambi
30/08/2007 11:46

Sono completamente d’accordo a metà con te!

Leggo molti feed, scrivo poco sul blog (tempo, voglia ecc…), non guardo mai blogbabel e ho smesso di sperare di fare soldi col blog (sono a 21$ in più di un anno). Insomma ho perso interesse, se mai l’ho avuto, ad aggiornare il mio blog che ho iniziato in un momento della mia vita in cui avevo pochissimo da fare durante il giorno.

guidone
guidone
30/08/2007 13:07

Sono d’accordo con te, parlavo di qualcosa di simile anche sul mio blog.
Piu’ i blog sono letti piu’ tendono a parlarsi addosso, a controllare ossessivamente le classifiche, a cercare lo scoop scimmiottando i giornalisti.
Il valore aggiunto dei blog sono le opinioni personali, non il fatto che ci sia qualche blog star che e’ letta da centomila persone. Un’opinione da sola vale quasi zero, assieme a tutte le altre e’ inestimabile.

Sbaglio o la definizione “blog star” esiste solo in Italia?

arwenh
arwenh
30/08/2007 13:14

concordo. per come la vedo basta:
1) scrivere di cazzate su tette culi gossip trash, assciurandoti chi surfa per non lavorare :)
2) scrivere l’N esimo post su qcosa di linux, assicurandoti una categoria che su wordpress e’ in maggioranza

i post seri sul mio blog non li caga nessuno, il piu’ cliccato da me e’ quello di Ugly Betty…

Daniele
Daniele
30/08/2007 13:31

@PaulTheWineGuy visto che mi hai linkato perchè non scegli un numero ? Non vorrai mica sprecare i 0,011689497716894977168949771689498 Euro ??? ;-)

gioxx
gioxx
30/08/2007 14:25

shor: abbastanza sta “per troppo” vero? :P

p@sco: idem io, ormai mi considerano l’helpdesk ufficiale di 3 :P

maestroalberto: la mia osservazione era un pò più “andante sull’etico” ma grosso modo le due impressioni si assomigliano molto ;)

Giovy: lo so bene come la pensi e sapevo “della tua approvazione“. Mi sento onoratissimo del tuo intervento e attendo un eventuale/prossimo tuo post :lol: :P

Daniele: ecco, il riassunto “mignotte” mi sembra il più adatto ma volevo evitare di citarlo nel post perché qualcuno si sarebbe potuto offendere ;) Sulla scommessa lasciamo perdere, non importa se si è d’accordo o meno, sarebbe bello cambiare e voltare pagina ;)

Napo: hai ragione anche tu. Il modo “giusto” di bloggare è quello che ciascuno di noi adotta, più comunemente conosciuto come “a casa mia faccio quello che voglio” proprio come ho fatto io scrivendo questo post di osservazioni personali ;)

S.B.: va bene il gioco, ma non siamo mica a Mediaset che ne deve proporre uno al giorno per campare! :D

Andrea: il tuo caso infatti “è a parte” e non è stato citato proprio perché non c’è stata quella richiesta “di link in cambio” per poter partecipare.

Paul / Cristiano / elena / ninna_r & tutti gli altri: condividete la mia stessa idea.

P.S. Daniele, niente numero grazie, sto bene anche con i prodotti calabresi che manda mia nonna, tu che dici? ;) :P

Fabrizio
Fabrizio
30/08/2007 14:52

Ammetto di aver partecipato ad un paio di contest non molto tempo fa. L’ho fatto per provare (era una novità per me). Poi quando mi sono reso conto che era solo un mero tentativo di scalare classifiche, guadagnare spicci e altro, ho smesso. E ora sono nella fase “fastidio” ogni volta che vedo un contest.
Concludendo: sono della tua stessa idea.

Ottimo post!

Daniele
Daniele
30/08/2007 15:01

Per non creare confusione, qui parlano 2 persone con lo stesso nome. Uno sono io (Daniele Medri) e l’altro è Daniele Salamina. :)

Giuseppe D'Alessio
Giuseppe D'Alessio
30/08/2007 15:42

LOL, io la penso come napo … a casa mia faccio come dico io :D
Wow questa bufera è scoppiata proprio al momento più inopportuno! Mancano pochi giorni al lancio del mio contest…:D

PseudoTecnico
PseudoTecnico
30/08/2007 15:46

Eccomi di ritorno da 7 ore di buio totale (cliente senza portante ADSL, una marea di lavoro da fare).

Credo che sia già stato detto tutto, in particolare

Facciamo una scommessa? Gioco un euro cent sul fatto che al termine di questo post tutti o quasi saranno concordi con le critiche di Gioxx, ma non cambierà nulla. Anzi, forse partirà un nuovo meme..

Sante parole ;-)

Tom
Tom
30/08/2007 15:48

Mi spiace per gioxx, che non conosco, ma è palese che si attacca a questo, lui stesso, per fare clamore ed attirare accessi…

Comunque, da esterno a questo “giro”, se posso esprimere una opinione, rilassatevi ragazzi! Avere un blog è per quasi tutti un passatempo!!!

kOoLiNuS
kOoLiNuS
30/08/2007 16:15

@PseudoTecnico, ti sei sprecato col commento :-D

markingegno
markingegno
30/08/2007 16:26

Ho scritto cose simii, ma con toni piu’ morbidi :) in un post dal titolo “Le mode non mi attraggono”, ma forse si puo’ compiere un passo ulteriore, a partire da quanto scritto da Gioxx:

sappiamo che c’e’ una parte della blogosfera che difficilmente rinuncera’ a meme, contest, e simili, ed una parte che invece li considera qualcosa di molto simile ad una aberrazione; allora semplicemente chi la pensa nel secondo modo, ed io sono tra quelli, dovrebbe limitarsi ad ignorare i meme, contest e simili, evitando di dare loro ulteriore visibilita’.

Se l’unico fine e’ il link, anche uno di critica e’ un successo.
Nessuna guerra di religione, pacatamente non linko.