Internet Explorer 11 non installato, rollback degli aggiornamenti

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Internet-Explorer-11-LogoUn problema nell’installazione di Internet Explorer 11 invalida un intero ciclo di Windows Update non permettendo all’utente di lavorare perch√© ogni volta che la macchina viene riavviata per aggiornare servizi e file diversamente bloccati dal sistema arriva al post-reboot e notifica l’errata operazione di aggiornamento, facendo quindi rollback delle modifiche e riavviando ancora una volta il PC. Questo errore persiste, moltiplicatelo quindi per il numero di volte che riavvierete la postazione di lavoro e otterrete quintali di frustrazione e considerazioni poco dolci del reparto IT che comunque poco c’entra se non viene immediatamente notificato della cosa.

Esiste un file di log dell’upgrade a Internet Explorer 11, Microsoft lo conserva in C:\Windows e si chiama “IE11_main.log“, √® un file non nascosto e lo si pu√≤ aprire con blocco note. Scorrendolo fino alle ultime righe potreste notare che l’errore viene dettagliato, cos√¨ da permettervi di individuare bene il colpevole:


00:03.058: INFO:    Waiting for 8 prerequisite downloads.
00:08.471: INFO:    Prerequisite download processes have completed. Starting Installation of 8 prerequisites.
00:08.518: INFO:    Launched package installation: C:\Windows\System32\dism.exe /online /add-package /packagepath:C:\Windows\TEMP\IE16953.tmp\KB2834140\Windows6.1-KB2834140-v2-x86.cab /quiet /norestart
00:28.190: INFO:    Process 'C:\Windows\System32\dism.exe /online /add-package /packagepath:C:\Windows\TEMP\IE16953.tmp\KB2834140\Windows6.1-KB2834140-v2-x86.cab /quiet /norestart' exited with exit code 0x800F081F (-2146498529)
00:28.190: ERROR:   Error installing prerequisite file (C:\Windows\TEMP\IE16953.tmp\KB2834140_x86.MSU): 0x800f081f (2148468767)
00:28.798: INFO:    PauseOrResumeAUThread: Successfully resumed Automatic Updates.
01:19.951: INFO:    Link clicked, opening URL in new window:'http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=299206'
01:19.966: INFO:    Setup exit code: 0x00009C57 (40023) - Prerequisites failed to install.
01:20.044: INFO:    Scheduling upload to IE SQM server: http://sqm.microsoft.com/sqm/ie/sqmserver.dll
01:24.085: INFO:    SQM Upload returned 403
01:24.896: INFO:    Cleaning up temporary files in: C:\Windows\TEMP\IE16953.tmp
01:25.239: INFO:    Unable to remove directory C:\Windows\TEMP\IE16953.tmp, marking for deletion on reboot.
01:25.239: INFO:    Released Internet Explorer Installer Mutex

Nel pezzo di log qui sopra √® possibile notare che Windows6.1-KB2834140-v2-x86.cab genera l’errore. La soluzione? Scaricare e installare manualmente quella patch cercandola banalmente su Google (verrete reindirizzati alla sezione download del sito Microsoft nel 99,9% dei casi, se non lo foste cercate un collegamento ad un sito Microsoft, non usate portali o blog di altro tipo per la vostra sicurezza).

Provate ora a riavviare la macchina e reinstallare Internet Explorer 11, magari senza passare da Windows Update ma scaricandolo da Microsoft e installandolo da pacchetto stand-alone: windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/ie-11-worldwide-languages.

Nel caso in cui questo metodo non fosse risolutivo questo ottimo quanto breve articolo vi indica un’ulteriore possibilit√† di uscita dal tunnel: mitchellenright.com/2014/01/15/solved-internet-explorer-11-windows-7-code-9c47-error.

Buon lavoro!

Adobe Flash Player: aggiornamento in batch della versione 15

Flash Player (AdobeUpdater)Nuovo giro di aggiornamenti per Adobe che da poco tempo ha cominciato la distribuzione della versione 15 di Flash sia ActiveX che plugin per altri browser.Ho quindi provveduto ad aggiornare il codice del tool e caricare online la nuova versione del Flash Player Updater. Ancora una volta non √® cambiato nulla rispetto all’ultima volta, tranne che -ovviamente- il “15” all’interno degli URL che richiamano gli ultimi pacchetti di installazione per Internet Explorer e per gli altri browser in circolazione. Rimane quindi valida la discussione del forum Adobe dove si parlava dell’argomento: forums.adobe.com/message/3967370 e questo √® il codice aggiornato:


wget http://download.macromedia.com/get/flashplayer/current/licensing/win/install_flash_player_15_active_x.exe
wget http://download.macromedia.com/get/flashplayer/current/licensing/win/install_flash_player_15_plugin.exe
start "Installazione Flash Player ActiveX" /wait install_flash_player_15_active_x.exe -install
start "Installazione Flash Player Plugin" /wait install_flash_player_15_plugin.exe -install
del /S /Q install_flash_player_15_active_x.exe
del /S /Q install_flash_player_15_plugin.exe

Lo stesso codice √® disponibile come al solito nel Wiki all’indirizzo public.gfsolone.com/wiki/doku.php?id=batch:flashupdater. Il batch fa parte di un pacchetto eseguibile unico che contiene al suo interno anche il wget.exe. Lanciandolo come amministratore far√† tutto automaticamente assicurandosi di forzare la chiusura di eventuali browser rimasti aperti (il controllo viene effettuato per Internet Explorer, Firefox, Opera e Chrome).

Voi come sempre potrete scaricare il pacchetto eseguibile di aggiornamento direttamente dall’URL:

app.box.com/s/6j3kx6h2hxic36wpfnmf

Buon lavoro :-)

Outlook 2013 (GPO): disabilitare Lync Meeting Add-in for Microsoft Office 2013

Non avete installato (e non lo volete neanche) il sistema di Unified Communication di Microsoft ma vi beccate in pieno il client e i suoi componenti aggiuntivi in giro per il vostro disco e negli startup dei programmi. In Outlook Lync piazza un pulsante nella parte dedicata al calendario e che serve a fissare un meeting sulla piattaforma di Microsoft. Quel pulsante corrisponde ad una libreria DLL caricata in avvio, poca roba certamente, ma √® pur sempre un qualcosa che rallenta potenzialmente l’avvio di Outlook.

Ho creato una policy GPO che va ad intervenire sul registro di sistema per bloccarne il caricamento. Riprodurla è molto semplice e posso già fornirvi il necessario per accelerare i tempi di realizzazione.

lync-2013

Create la nuova policy navigando fino a User Configuration / Preferences / Windows Settings / Registry.

A questo punto il da farsi √® sempre lo stesso e ha due possibili vie: si porta tutto a termine a manina inserendo i valori di registro, le chiavi, ecc, oppure si trasforma un file .reg in XML cos√¨ da poterlo incollare all’interno della finestra della GPO come nulla fosse, saltando a pi√® pari la rogna. Provate ad indovinare cosa vi suggerisco di fare :-)

Giusto per completezza sappiate che il valore da andare a modificare per disattivare il componente aggiuntivo in fase di avvio programma √® il LoadBehavior, da portare a “2” (esadecimale) come descritto nel documento ufficiale di Microsoft all’indirizzo msdn.microsoft.com/en-us/library/bb386106.aspx. Altro aspetto al quale fare attenzione (come nel mio caso) √® il tipo di installazione effettuata (di Office 2013, ndr) che se distribuito tramite portale Microsoft con la modalit√† Click-to-Run prevede una seconda location dove trovare ulteriori chiavi da andare a ritoccare, come riportato in un documento di KB sempre di Microsoft (support.microsoft.com/kb/2916599).

A questo punto le chiavi di registro da ritoccare sono le seguenti:


Windows Registry Editor Version 5.00

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Office\15.0\ClickToRun\REGISTRY\MACHINE\Software\Microsoft\Office\Outlook\Addins\UCAddin.LyncAddin.1]
"LoadBehavior"=dword:00000002

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Office\Outlook\Addins\UCAddin.LyncAddin.1]
"LoadBehavior"=dword:00000002

Che ho trasformato già per voi in codice XML per essere copiate e incollate direttamente nella GPO:

Vi ricordo che il tool di trasformare da file di registro (reg) a codice XML √® disponibile pubblicamente all’indirizzo public.gfsolone.com/tools/reg2gpo, baster√† avere a portata di mano il file da caricare e inserire i dettagli della GPO, lui penser√† al resto e vi proporr√† il download del file XML (che potrete direttamente aprire con un blocco note).

Il gioco √® gi√† fatto, assegnate la policy agli utenti desiderati (o a tutta l’azienda trattandosi di un componente aggiuntivo per una piattaforma che magari non avete e che non metterete in piedi in un secondo momento) et voil√†.

Buon lavoro.

Adobe ID: scaricare i prodotti acquistati in passato

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Acrobat Reader ACR_App_file_documentA imperitura memoria dell’ufficio “Premiate complicazioni e complessit√† intrinseche” salvo sul blog ci√≤ che serve per scaricare vecchio software Adobe licenziato che magari non √® pi√Ļ reperibile dalle pagine web ufficiali dell’azienda stessa.

Per la cronaca e per farla semplice: mi serviva scaricare Adobe Acrobat Professional 8 e non avevo modo di recuperare il CD di installazione. Fortunatamente pare che entrando in adobe.com/it/account/account-orders.html con il proprio Adobe ID (almeno questo dovreste riuscire a recuperarlo dai!) si riesca accedere alla cronistoria dei propri ordini e scaricare così il prodotto (o i prodotti) che anche se ormai arcaico. Nella stessa pagina sarà possibile trovare il codice seriale per la registrazione del prodotto (così il copia & incolla vi farà risparmiare ulteriori 5 minuti di tempo) . La procedura è grosso modo spiegata anche in questo thread nel forum ufficiale: forums.adobe.com/thread/1006208.

Spero di avervi risparmiato qualche bestemmia piazzata.

Powershell: rimuovere tutti gli utenti di un gruppo di distribuzione

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Powershell_512px-GWallArticolo mordi e fuggi che può tornare utili agli utilizzatori di Exchange in cloud (quindi Office 365). Ho avuto la necessità di fare repulisti di un gruppo di distribuzione non dinamico e approfittando di una sessione di Powershell avviata sulla macchina ho scritto tre righe di semplice codice per leggere tutti gli appartenenti al gruppo quindi eliminarli con un foreach molto banale. Il comando di rimozione del singolo utente è il Remove-DistributionGroupMember e questo è ciò che vi serve:

Dove la prima stringa andr√† modificata (e solo quella) per integrare l’indirizzo di posta assegnato al vostro gruppo che vorrete svuotare, le altre due potranno rimanere completamente invariate. Il tempo impiegato dal server per eseguire il comando dipende dalla quantit√† di utenti e risorse che popolano il gruppo, portate giusto un attimo di pazienza ;-)

Buon lavoro!

Page 1 of 33012345»...Last »