Come promesso stasera vi parlo di Footprint. Idea ed ora progetto in fase di sviluppo sullo StartupBus che avrete ormai imparato a conoscere. Si tratta di un’app che permette di analizzare i dati che ogni giorno gli utenti generano tramite la loro presenza all’interno dei Social Network frequentati, rendendoli disponibili prima di tutto ai proprietari stessi, raccolti in una sorta di repository privato (una parola che abbiamo pressoché dimenticato), che possa così farci ripercorrere in maniera esteticamente comprensibile le giornate che costituiscono la nostra quotidianità.

Wordpress: niente immagine di anteprima su Facebook? Risolvere il problema

Ho parlato con Hugo (sviluppatore e team leader di una delle squadre a bordo), il quale mi ha raccontato che, a partire da tutto il rumore che ogni giorno noi utenti generiamo con i nostro tweet, like, condivisioni e visualizzazioni, vorrebbe creare un pattern melodico, e mostrarci chi davvero siamo all’interno dei Social Network, un’impronta digitale che verrà plasmata attraverso infografiche di alta qualità.

Si tratta di uno strumento che in una differente salsa (e magari in diversi moduli, sviluppi ed esigenze) è già a disposizione di aziende che si occupano di analisi dei Social Network e brand-reputation (qualcuno effettivamente mi passa per la mente…) ma che allo stato attuale non credo esista per noi comuni mortali.

Con un team costituito da Anas Radouani, Ivan Jelušić, Alberto Conte e Federico Paroduzzi (per la parte business, analytics & creative), Hugo Perez e Federico Sanson (per la parte di sviluppo), il loro motto è “Se la fortuna non bussa, costruisci una porta“. Seriamente intenzionati a vincere e con sempre più ore di sviluppo già alle spalle (a discapito di quelle di sonno, ormai perse inesorabilmente), dovrebbero riuscire a portare una prima bozza funzionante del loro progetto al Pirate Summit di Colonia dove lo StatupBus sarà già arrivato nel corso della tarda serata di ieri.

Anche se la realizzazione approderà dapprima su dispositivi iOS (campo nel quale la parte di sviluppo di questo team è specializzata), si spera presto di poter portare la stessa esperienza di utilizzo e contenuto anche su Android, a prescindere dall’esito della gara.

A Hugo e al suo team va un grande in bocca al lupo, manca poco ormai al completamento di questa splendida avventura (a dire dello stesso Hugo), della quale sono certo gioveremo tutti noi semplici utilizzatori (spesso seriali!) di Social Network.

Questo articolo nasce da un progetto in collaborazione con Ford Italia. Puoi seguire tutti gli sviluppi attraverso il tag #ThinkInProgress.

Di cosa si parla, in breve:
25 ragazzi, un unico sogno: l'entusiasmo e le idee che saliranno a bordo dello StartupBus in partenza da Bologna dovranno arrivare fino a Colonia (Germania). Lungo il percorso dovranno affrontare tutte le sfide verso la realizzazione, dimostrare il proprio valore e tentare il grande passo per diventare impresa. Segui lo StartupBus: ogni giorno una sfida, alla ricerca di talenti e idee per regalare loro un’opportunità.

Le ferie finiscono prima o poi, e noi con quella faccia che “manco quello della pubblicità di Costa Crociere che è appena tornato” ci accingiamo a riprendere posto negli uffici, sui cantieri, per strada, ovunque ci porti quotidianamente il nostro mestiere e il nostro datore di lavoro. Durante la vostra assenza ho mandato in pubblicazione alcuni articoli che probabilmente vi sarebbero tornati utili (o avrebbero stimolato curiosità e discussione). Vorrei riproporveli brevemente, sarete poi voi a decidere cosa leggere e quando, d’altronde il feed è “recuperabile nel tempo” ed è sempre disponibile!

Disqus: abilitare le notifiche per ogni nuovo commento

Disqus: abilitare le notifiche per ogni nuovo commento al vostro blog

Alla scoperta delle notifiche di Disqus, per non perdere neanche un commento sul nostro blog o sito web. Un lavoro che vi ruberà poco più di un minuto e che vi renderà la vita sicuramente più facile nella gestione delle discussioni che vi riguardano.

Leggi l’intero articolo.

Release2Zip-20150817

(addio al vecchio ftp.mozilla.org)

Release2Zip-20150817 (addio al vecchio ftp.mozilla.org) 1

Lo scorso 27 luglio Mozilla ha pubblicato una notizia sul blog “IT & Operations” riguardo il trasferimento di tutti i dati pubblici da FTP (ftp.mozilla.org) al cloud AWS di Amazon. Per questo motivo è stato necessario aggiornare e rilasciare una nuova versione della suite per la pacchettizzazione autonoma dei prodotti Mozilla che non necessitava di ritocco (piccoli bug a parte) dal 2012!

Leggi l’intero articolo.

Car Sharing: che combinano car2go ed Enjoy?

Car Sharing: che combinano car2go ed Enjoy?

Delle novità introdotte nei servizi non sembrano essere state digerite particolarmente bene dagli utilizzatori della città di Milano. Il Comune scrive, gli utenti protestano, questo è quello che è cambiato a partire dallo scorso 17 agosto (relativamente a Car2Go).

Leggi l’intero articolo.

Xperia Z2, Android 5.1.1: la microSD non salva i dati? Occorre formattarla

Android_Logo_2014

Un possibile problema dovuto all’upgrade della build 5.1.1 di Xperia Z2 (23.4.A.0.546) mi ha creato un piccolo rompicapo affatto simpatico con la scheda microSD del telefono. Ho dovuto ricorrere alla formattazione, non prima di aver spostato le applicazioni sulla memoria del telefono. “Storie di vita Android vissute“.

Leggi l’intero articolo.

Facebook: modificare le notifiche da ricevere (approfondimento)

Wordpress: niente immagine di anteprima su Facebook? Risolvere il problema 2

Alla scoperta delle Notifiche di Facebook, un’arma a doppio taglio che vi permette di rimanere sempre aggiornati e forse troppo incollati al noto Social Network. Conoscerle e limitarle è sicuramente un bene, qui è dove discutiamo insieme il da farsi, con qualche mio suggerimento basato sull’esperienza personale maturata nel corso del tempo.

Leggi l’intero articolo.

Sony SRS-X11: Speaker wireless portatile con Bluetooth

Sony SRS-X11: Speaker wireless portatile con Bluetooth 1

Può una buona qualità audio e uno splendido design fare al caso vostro? Musica in mobilità con connettività bluetooth / NFC e AUX, 12 ore di batteria, vivavoce per lo smartphone e la possibilità di fare ponte verso un secondo oggetto identico. Questo è il mio personale test di Sony SRS-X11, speaker wireless portatile simbolo delle ferie estive di quest’anno :-)

Leggi l’intero articolo.

Mentre volge al termine la seconda giornata dello StartupBus in viaggio verso Colonia, ho modo di raccontarvi quello che è accaduto nella giornata di ieri e nelle prime ore a cavallo tra notte e nuova alba.

Partiti da Bologna come vi avevo raccontato nel primo articolo di presentazione, i ragazzi dello StartupBus hanno subito raggiunto una prima tappa molto vicina, il TIM #WCAP della capitale emiliano-romagnola. Qui è stato per loro possibile effettuare un pitch di partenza, che gli ha consentito di presentarsi e parlare dei singoli progetti.

Una prima votazione ha scelto i progetti più interessanti, stabilendo così i team leader che hanno poi formato le loro squadre, quattro in totale contrariamente a quanto inizialmente previsto (a causa di alcune assenze dell’ultimo minuto), 21 partecipanti con un jolly assegnato, magari per fare la differenza ;-)

L’intervento dell’Head TIM #WCAP Accelerator Bologna, Marco Lotito, ha dato il via ufficiale ai lavori. Solo allora lo StartupBus si è rimesso in strada in direzione Milano, una seconda tappa che ha permesso ai protagonisti di far visita al Copernico Coworking della capitale lombarda, dove Ford Italia ha illustrato loro la partnership con l’iniziativa StartupBus (per il secondo anno consecutivo) e svelato il premio che la società americana costruttrice di automobili ha messo in palio: 3 mesi nell’incubatore Talent Garden. Sono intervenuti Daniela Melella (Social Media Specialist) e Giorgio Signori (Team PR).

Il bus è poi ripartito alla volta di Zurigo, un tour de force che vi descriverò domani, basandomi sulle parole di uno dei protagonisti che ha potuto raccontarmi la sua idea e quanto è già sul fuoco per poter arrivare a Colonia e convincere (e vincere, ovviamente!) :-)

Questo articolo nasce da un progetto in collaborazione con Ford Italia. Puoi seguire tutti gli sviluppi attraverso il tag #ThinkInProgress.

Di cosa si parla, in breve:
25 ragazzi, un unico sogno: l'entusiasmo e le idee che saliranno a bordo dello StartupBus in partenza da Bologna dovranno arrivare fino a Colonia (Germania). Lungo il percorso dovranno affrontare tutte le sfide verso la realizzazione, dimostrare il proprio valore e tentare il grande passo per diventare impresa. Segui lo StartupBus: ogni giorno una sfida, alla ricerca di talenti e idee per regalare loro un’opportunità.

Dello StartupBus ne ha parlato WebNews lo scorso 3 agosto per la prima volta e Ford Italia mi ha contattato giusto qualche giorno fa per dare maggiore spazio a questo progetto tecnologico che coinvolge menti brillanti, provenienti da più paesi, pronte a mettersi in gioco. Riporto:

25 ragazzi, un unico sogno: l’entusiasmo e le idee che saliranno a bordo dello StartupBus in partenza da Bologna dovranno arrivare fino a Colonia (Germania). Lungo il percorso dovranno affrontare tutte le sfide verso la realizzazione, dimostrare il proprio valore e tentare il grande passo per diventare impresa. Webnews segue lo StartupBus e gli sforzi dei ragazzi impegnati nella realizzazione delle proprie speranze: ogni giorno una sfida, alla ricerca di talenti e idee per regalare loro un’opportunità. Per tutti soltanto pochi giorni di tempo lungo la via dell’innovazione, ove solo le buone idee fanno strada: quale sarà quella vincente?

StartupBus 2015: dall'Italia alla Germania per una sfida tecnologica 3

Bologna (giusto oggi, 29 agosto), Milano, Zurigo, Aquisgrana (Aachen), Amsterdam e Colonia. Questo è il set completo delle tappe che il bus, in corsa a 100km/h, toccherà da oggi fino al prossimo 2 settembre. L’obiettivo finale è lo stesso per tutte le squadre coinvolte ed è quello di veder realizzata la propria idea. Prendete un hackaton e moltiplicate quella formula per un totale di 72 ore, una tre giorni che vale un investimento, quella che per tanti viene vista come la svolta per la propria vita (lavorativa, ma non solo).

Giusto per chiarire: nulla di nuovo sotto al sole. L’idea non è infatti nuova ed è ereditata da un format statunitense che è stato portato in Europa, e che raggiungerà Colonia non a caso. La Germania infatti sarà protagonista tramite l’edizione 2015 del suo Pirate Summit, una tappa finale che metterà in mostra non solo un’idea, ma anche la sua struttura (finita, o di quanto più vicino possa esserci alla stabilità) e la sostenibilità finanziaria (un senso del marketing che deve necessariamente far parte del progetto).

Potete seguire gli account consigliati su Twitter che vi aggiorneranno durante l’intero arco della giornata, oppure l’hashtag ufficiale dell’iniziativa, #thinkinprogress. È inoltre disponibile un sito web per raccogliere tutto il materiale prodotto nelle varie tappe, lo trovate all’indirizzo startupbus-italia.webnews.it e bit.ly/thinkinprogress.

Ogni giorno un recap, un rapido articolo che possa aggiornarvi su quanto accaduto, approfondimenti, idee dei team e qualsiasi altra notizia possa tenervi aggiornati in merito. Allo stato attuale le squadre non sono ancora state formate, ancora un po’ di pazienza :-)

Vi lascio al comunicato rilasciato da Ford Italia sull’evento per il quale ha voluto fare da sponsor per il secondo anno consecutivo:

Parte nel segno della ‘gamification’ l’edizione italiana 2015 di StartupBus, l’incubatore in movimento Powered By Ford

Roma, 29 agosto 2015 – Ford è partner per il 2° anno consecutivo dell’edizione italiana di StartupBus, il programma che in tutto il mondo offre ai giovani creativi la possibilità di vivere un’esperienza di 72 ore on the road nel corso della quale concepire e sviluppare il proprio progetto di startup. Il percorso, durante il quale i partecipanti saranno affiancati da ‘mentor’ hi-tech ed esperti nella creazione di business, si distribuisce in tappe durante le quali gli ‘startupper’ incontreranno realtà imprenditoriali, incubatori aziendali e sviluppatori del mondo digitale.

Nel corso del programma, i nuovi ‘buspreneurs’ visiteranno il Centro Europeo di Ricerca Ford di Aachen, in Germania, e potranno lasciarsi ispirare dalle tecnologie e dall’innovazione che caratterizzano uno dei centri di sviluppo più avanzati del settore automotive. Il viaggio, partito oggi da Bologna, toccherà anche Milano, Zurigo, Amsterdam e terminerà la sua corsa a Colonia in occasione del Pirates Summit Festival, per emergere nel più importante appuntamento dell’ecosistema europeo delle startup.

Anche per l’edizione 2015 sarà assegnato il riconoscimento Ford Italia al team che svilupperà l’idea più originale. Con il tema di quest’anno, la ‘gamification’, i buspreneurs saranno chiamati ad applicare i principi e i meccanismi dei videogame alle molteplici declinazioni del mondo automotive, contendendosi la possibilità di sviluppare la propria idea nell’incubatore di startup Talent Garden.

“Per Ford la ‘gamification’ è un invito a pensare al di fuori degli schemi convenzionali per trasformare alcuni aspetti dell’esperienza quotidiana”, ha dichiarato Riccardo Magnani, Direttore Marketing di Ford Italia. “Gli startupper potranno confrontarsi con la sfida di applicare questo principio al mondo dell’auto, provando a ripensarne i canoni”.

Ford ha individuato nella ‘gamification’ una delle modalità attraverso le quali definire alcune delle direzioni  verso  cui  indirizzare  la  mobilità  del  domani,  e  di recente, al Gamescom di Colonia, la kermesse dedicata al mondo del videogame, ha annunciato un contest internazionale invitando le community di sviluppatori a implementare funzioni ed elementi ludici all’interno di soluzioni di smart mobility.

Ford affiancherà i ‘buspreneurs’ italiani nel corso del loro viaggio raccontando sui propri canali social le storie, le emozioni e le speranze dei protagonisti. A bordo dello StartupBus sarà presente, al fianco del team dell’Ovale Blu, anche la vincitrice di uno dei workshop organizzati alla recente Social Media Week di Roma, una delle occasioni in cui Ford Italia trasforma il talento in opportunità interagendo continuamente con il mondo della rete e il contesto social e digital italiano.

“In più occasioni abbiamo sottolineato come gli eventi e gli appuntamenti degli scenari social e digital rappresentino occasioni importanti di dialogo che permettono a influencer e innovatori di rapportarsi diversamente con i brand rispetto al passato”, ha aggiunto Magnani. “Con i workshop della Social Media Week siamo andati oltre questo concetto, coinvolgendo alcune giovani menti in progetti reali e appassionanti, come lo StartupBus”.

I racconti, le foto e i momenti più rappresentativi di questa sfida per un futuro da imprenditori hi-tech saranno pubblicati sulla pagina Facebook e sui profili Twitter e Instagram di Ford Italia, e possono essere seguiti attraverso l’hashtag #ThinkInProgess.

Vi aspetto domani per un nuovo aggiornamento, in attesa di poter conoscere qualche dettaglio in più direttamente dalla voce di quello che sarà il team leader italiano :-)

Questo articolo nasce da un progetto in collaborazione con Ford Italia. Puoi seguire tutti gli sviluppi attraverso il tag #ThinkInProgress.

Di cosa si parla, in breve:
25 ragazzi, un unico sogno: l'entusiasmo e le idee che saliranno a bordo dello StartupBus in partenza da Bologna dovranno arrivare fino a Colonia (Germania). Lungo il percorso dovranno affrontare tutte le sfide verso la realizzazione, dimostrare il proprio valore e tentare il grande passo per diventare impresa. Segui lo StartupBus: ogni giorno una sfida, alla ricerca di talenti e idee per regalare loro un’opportunità.

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Storie di .NET Framework: Culture name 'sr-latn-cs' is not supported.È solito capitare laddove c’è un vecchio .NET framework 2.0 (x86), quindi prevalentemente su sistemi Xp ormai non più supportati, ma l’errore che compare nel titolo di questo articolo potrebbe presentarsi davanti a voi e lasciarvi un po’ spiazzati in attesa di poter essere risolto. Si, il sistema sul quale stavo lavorando era un Xp Sp3 e si, effettivamente sulla macchina c’era installato esclusivamente il vecchio Framework 2.0 (con relative patch).

Non giriamoci troppo attorno: risolverete il vostro problema andando ad installare (senza disinstallare il .NET Framework 2.0) la quarta versione del pacchetto Microsoft, disponibile anche per Windows Xp e liberamente scaricabile all’indirizzo microsoft.com/en-us/download/details.aspx?id=29053.

I pacchetti possono chiaramente convivere e -rilanciando il software che fa uso del Framework- stavolta l’errore non dovrebbe comparire, permettendovi così di poter lavorare tranquilli.

Cheers.