SONY Walkman WS613

L’andare in palestra o piscina è ormai una delle voci a calendario di molti di noi, e anche se il sottoscritto è stato obbligato ad un periodo di fermo per recuperare una spalla non esattamente al massimo della sua forma, la tecnologia continua a correre sempre veloce tentando di andare a soddisfare esigenze che spesso non sappiamo neanche di avere. La presenza di SONY nel campo audio è una delle punte di diamante del colosso giapponese, vi ho già parlato di loro prodotti in passato e questo è uno dei due che ho attualmente in prova, specificatamente pensato per gli sportivi ma adatto proprio a tutti, si tratta del SONY Walkman WS613.

WS_std-ccw_b (press)_SONYWalkmanWS613

Leggero, comodo da indossare (molto meno per chi possiede una folta chioma, penso soprattutto alle donne), robusto quanto basta e con una batteria che non ti molla quando sei all’apice della tua corsa o quasi al termine delle tue vasche, è uno dei classici prodotti affidabili della famiglia SONY. Vediamo insieme qualche dettaglio in più.

Double face e sempre pronto

Un modo strano per definirlo, ne sono consapevole, ma non c’è nulla di meglio per permettervi di capire la versatilità di questo prodotto che può rapidamente trasformarsi da “semplici” auricolari bluetooth connessi al vostro telefono per godersi un suono pieno e appagante senza alcun filo (tipicamente molto scomodo durante una qualsivoglia sessione sportiva) a vera e propria memoria di massa integrata, all’interno della quale potrete memorizzare le vostre canzoni preferite nel caso in cui il vostro telefono non si trovi nel raggio di portata del bluetooth. Si parla di 4GB di memoria nel modello provato e recensito, ma si arriva fino a 16GB nel modello WS615, entrambi in grado di riprodurre file mp3, WMA, PCM lineare e AAC per i puristi che ricercano un suono superiore. Manco a dirlo gli auricolari integrano un microfono così da permettervi ancora una volta di non dover prendere il telefono ma continuare a fare ciò che state facendo, comodamente. Con un’ora e mezza circa di tempo per caricarli completamente riuscirete ad ascoltare musica fino a 4 ore in bluetooth o 8 ore se utilizzate i file memorizzati al suo interno. Per chi non ha tempo SONY mette a disposizione la funzione di carica rapida attraverso la quale potete ricaricare la batteria del SONY Walkman WS613 per circa 3 minuti che vi permetteranno di ascoltare musica per circa un’ora (occhio però: è tutto un po’ più limitato, si parla di riproduzione di mp3 su memoria interna con un bitrate massimo di 128 kbps).

Guarda mamma, senza mani!

Magari non proprio senza mani ma sicuramente quel suo “telecomando” migliora molto la vita. Non vi citerò il Signore degli Anelli perché sarebbe una battuta troppo stupida persino per me, ma SONY ha pensato proprio a questa forma per racchiudere i comandi fondamentali del suo prodotto. Un piccolo anello completamente impermeabile vi permetterà di avviare una canzone, andare avanti e indietro, alzare o abbassare il volume oppure accettare, rifiutare o terminare una chiamata.

SONYWalkmanWS613_RunRing

Forse non è del tutto estetico e la chiusura potrebbe essere ostica e inizialmente scomoda ma ci farete l’abitudine, soprattutto inizierete ad amarlo perché così non sarete costretti a ricordarvi la posizione dei tasti sugli auricolari mentre li state indossando, non ci riuscirete facilmente, non almeno nei primi tempi ;-)

Gestire la musica (PC, Android, iOS)

Come già detto, il SONY Walkman WS613 permette di portare con se canzoni non necessariamente presenti sul telefono, fondamentali soprattutto quando non si può utilizzare la connessione bluetooth (come in vasca, ndr). La sua memoria da 4GB (16 nel modello superiore) viene vista da Windows come un disco esterno, basterà collegarlo via USB (tramite la stessa culla di ricarica) e copiare al suo interno i file. Per leggere quei file basterà semplicemente accendere il WS613 e metterlo in play, ammesso che non vogliate sfruttare il vostro telefono e Spotify, ancora più comodo se potete sfruttare NFC per portare a termine l’accoppiamento con un semplice gesto! ;-)

WS_fea-nfc_b (PRESS)-SONYWalkmanWS613

Se volete pilotare il vostro ascolto o semplicemente scoprire cosa avete a disposizione sulla memoria interna del prodotto potete anche scaricare e utilizzare l’applicazione ad-hoc sviluppata da SONY, Songpal, disponibile gratuitamente per Android e iOS:

L’applicazione gestirà SONY Walkman WS613 una volta connesso, c’è davvero bisogno di dirlo?

In conclusione

Si tratta di un buon prodotto che migliora l’esperienza sportiva da palestra o all’aperto (e vi risparmierà qualche imprecazione quando nella quotidianità il cavo degli auricolari tende a stare sempre in mezzo) durante una corsa o una nuotata, non è importante la scelta, diventa importante la vostra forza di volontà unita a tutti gli strumenti che riterrete opportuno utilizzare. Occhio ai limiti imposti (soprattutto di impermeabilità, classe IPX5, protetto quindi dalla polvere e dai getti d’acqua, non pensate di poterci andare in immersione totale per chissà quanto tempo, sono comunque perfetti per l’attività in piscina), il resto sta solo a voi. La scatola contenente il SONY Walkman WS613 (così come per il fratello maggiore WS615) comprende gli auricolari, il caricabatterie che farà anche da “culla” e la solita serie di adattatori di gomma affinché possiate trovare quelli giusti per il vostro padiglione auricolare.

Il prezzo? Variabile, si passa dai 118€ circa di Amazon e si può arrivare fino a 150€ su svariati altri listini che ho potuto trovare online ed offline. Qualche euro di più è ovviamente richiesto per il modello W615 con i 16GB di spazio sulla memoria interna. Forse un pelo troppo per quanto messo a disposizione? La qualità ha sempre il suo prezzo.

Microsoft Office 2013: cambiare la Product Key da prompt dei comandi

office13iconUna cosa molto semplice che permette di risparmiare del tempo se si pensa a quanto ce ne si impiegherebbe passando dalla “modifica dell’installazione” via Pannello di Controllo, ho avuto necessità di modificare il Product Key di un Office 2013 che avevo temporaneamente licenziato con un diverso codice rispetto a quello previsto. L’operazione si completa da un prompt dei comandi (lanciato come amministratore macchina o di dominio) passando da un VBScript già presente all’interno della cartella di installazione di Office, esattamente come suggerito nel forum di Microsoft.

Portatevi dentro la cartella di installazione di Office in base al sistema operativo utilizzato e al pacchetto di installazione di Office stesso:

  • Se avete installato Office 2013 a 64 bit su un sistema a 64 bit lo troverete sotto %ProgramFiles%\Microsoft Office\Office15
  • Se avete installato Office 2013 a 32 bit su un sistema a 32 bit lo troverete sotto %ProgramFiles(x86)%\Microsoft Office\Office15

Da qui lanciate un semplice cscript OSPP.VBS /inpkey:%NUOVOPRODUCTKEY% avendo cura di sostituire %NUOVOPRODUCTKEY% con il codice di licenza vero che avete acquistato per attivare il vostro Office 2013.

ofc13 - cambio product key

L’operazione è rapidissima, aprite ora un qualsiasi programma della suite Office e procedete con l’attivazione via internet, tutto dovrebbe filare liscio come l’olio :-)

Enjoy!

Adobe Flash Player: aggiornamento in batch della versione 16

Flash Player (AdobeUpdater)Nuovo giro di aggiornamenti per Adobe che da poco tempo ha cominciato la distribuzione della versione 16 di Flash sia ActiveX che plugin per altri browser.Ho quindi provveduto ad aggiornare il codice del tool e caricare online la nuova versione del Flash Player Updater. Ancora una volta non è cambiato nulla rispetto all’ultima volta, tranne che -ovviamente- il “16” all’interno degli URL che richiamano gli ultimi pacchetti di installazione per Internet Explorer e per gli altri browser in circolazione. Rimane quindi valida la discussione del forum Adobe dove si parlava dell’argomento: forums.adobe.com/message/3967370 e questo è il codice aggiornato:


wget http://download.macromedia.com/get/flashplayer/current/licensing/win/install_flash_player_16_active_x.exe
wget http://download.macromedia.com/get/flashplayer/current/licensing/win/install_flash_player_16_plugin.exe
start "Installazione Flash Player ActiveX" /wait install_flash_player_16_active_x.exe -install
start "Installazione Flash Player Plugin" /wait install_flash_player_16_plugin.exe -install
del /S /Q install_flash_player_16_active_x.exe
del /S /Q install_flash_player_16_plugin.exe

Lo stesso codice è disponibile come al solito nel Wiki all’indirizzo public.gfsolone.com/wiki/doku.php?id=batch:flashupdater. Il batch fa parte di un pacchetto eseguibile unico che contiene al suo interno anche il wget.exe. Lanciandolo come amministratore farà tutto automaticamente assicurandosi di forzare la chiusura di eventuali browser rimasti aperti (il controllo viene effettuato per Internet Explorer, Firefox, Opera e Chrome).

Voi come sempre potrete scaricare il pacchetto eseguibile di aggiornamento direttamente dall’URL:

app.box.com/s/ec0x3vhxh1p0uggrdeyv

o dal neonato gfsolone.com/adobeupdater (che verrà tenuto aggiornato di release in release).

Buon lavoro :-)

App: Nights Keeper (non disturbare)

Android's Corner è il nome di una raccolta di articoli pubblicati su questi lidi che raccontano l'esperienza Android, consigli, applicazioni, novità e qualsiasi altra cosa possa ruotare intorno al mondo del sistema operativo mobile di Google e sulla quale ho avuto possibilità di mettere mano, di ritoccare, di far funzionare, una scusa come un'altra per darvi una mano e scambiare opinioni insieme :-)

nightskeeper_iconSi lo so, le rubriche sono quelle cose che bisognerebbe cominciare e portare avanti a vita ma come ben sapete questo è il mio spazio, non tutte le regole sono fatte per essere rispettate e probabilmente anche questo angolo dedicato ad Android vedrà puntate spuntare fuori senza una vera e propria cadenza regolare. Facciamo che quando trovo qualcosa di davvero interessante ve ne parlo :-)

Questo primo articolo voglio dedicarlo ad una delle prime applicazioni che mi sono trovato a scaricare e utilizzare sul sistema di Google per sopperire ad una lacuna che su iOS Apple stessa aveva provveduto a colmare. Si chiama Nights Keeper e permette di emulare in tutto e per tutto (e decisamente meglio) la funzione “Non disturbare” di iOS che ho sempre utilizzato per zittire le notifiche del telefono durante la notte.

Si, è gratuita nella sua versione di base che già arricchisce di molto ciò che diversamente non avreste a disposizione, permette di stabilire date e orari di silenzio durante i quali verranno disattivate le notifiche di posta o messaggi, pur lasciando la possibilità di far passare determinate telefonate grazie alla funzione di Whitelist che si appoggia ad un gruppo di contatti che potete preparare su GMail e far ereditare in seguito all’applicazione. Anche questo come “Non disturbare” permette di identificare una chiamata di “emergenza” nel caso in cui la stessa persona provi a contattarvi più volte in un breve intervallo di tempo:

Tutte le impostazioni sono semplici da comprendere e da modificare secondo proprie abitudini ed esigenze, sono immediate e anche senza le caratteristiche premium (l’app nella sua versione Pro costa 2,40€, direttamente acquistabile dalle Informazioni di sistema dell’applicazione gratuita).

Assolutamente consigliata, come già detto inizialmente, sostituisce e migliora di parecchio la funzione “Non disturbare” presente da tempo sui dispositivi iOS, potete scaricarla sfruttando il widget con i dettagli e il QR Code diretto disponibile poco sopra. Disponibile anche in versione Beta potenzialmente instabile seguendo le istruzioni messe a disposizione dallo sviluppatore tramite il sito web ufficiale: nightskeeper.com/?page_id=73.

Skype sempre online: come effettuare un logout remoto da tutte le postazioni in un solo colpo

Si tratta di una delle caratteristiche più fastidiose del nuovo Skype di Microsoft inteso come servizio di presenza online, chat e collaborazione come foste connessi h24 365gg all’anno e 366 nei bisestili. Tutto molto bello sia chiaro, eppure diventa insopportabile per chi -come i genitori- ti considerano attivo anche quando non lo sei e si lamentano perché “non hai risposto all’ultima chiamata“. Ci sono cose che pur se spiegate decine di volte non vengono recepite correttamente, a quel punto è meglio tagliare la testa al toro e utilizzare il caro vecchio “se sono disconnesso non mi chiamerai certamente” poiché non sarò disponibile nella lista degli utenti connessi al sistema.

SkypeLogo-ExtendedBanner

Tutti i comandi che si possono lanciare in una finestra di chat di Skype sono disponibili (e sempre aggiornati) all’indirizzo support.skype.com/it/faq/FA10042/cosa-sono-i-ruoli-e-i-comandi-chat. Tra questi si nascondono anche i due che ci interessano per questo specifico caso:

  • /showplaces che permetterà di elencare altre istanze in cui il vostro utente Skype risulta attualmente collegato (così da capire dove lo avete “lasciato aperto”).
  • /remotelogout per terminare tutte le altre istanze, ad eccezione di quella corrente. In questo modo non verranno ricevute le notifiche push sugli altri client che prima risultavano connessi al sistema ma soprattutto non verrete più visti “online” se anche l’ultimo client verrà chiuso.

I comandi devono essere inseriti in una qualsiasi finestra di chat mantenendo lo slash iniziale (/), non produrranno risultati visibili al vostro contatto e vi restituiranno la risposta in maniera che soltanto voi possiate leggerla (lo noterete dal colore grigio chiaro del testo, ndr), come in immagine:

SkypeShowPlaces

Una volta lanciato il “/remotelogout” non otterrete alcuna conferma a video ma ovviamente il “/showplaces” vi restituirà una sola connessione, quella del PC attuale dal quale avete operato la modifica.

Enjoy.

Page 1 of 33512345»...Last »