Logitech MX 3200 Laser

Gioxx  —  13/09/2007 — 18 Comments

Ieri sera stavo cambiando le batterie al mio mouse. Distrattamente, per sbloccare una delle due rimasta impigliata, ho danneggiato il pezzo di plastica che teneva fermo il tasto sinistro al resto dello scheletro (in pratica il tasto balla più del dovuto). Se a questo si aggiunge il fatto che alcuni tasti multimediali non funzionavano in Vista causa driver datati e non più aggiornati dalla casa madre, si capisce che era davvero arrivato il momento di dire “stop“.

Dopo 5 anni di onorato servizio ho dovuto perciò dire arrivederci al mio kit Logitech Cordless Desktop EX 100 (che sarà riutilizzato in ufficio) e cercare una valida alternativa che offrisse qualcosina in più sul mio sistema operativo. Nera così come il mio case, il mio UPS, il mio hag fastweb, le mie casse e la poltrona da ufficio comprata oggi per sostituire la vecchia ormai distrutta (si ho rinnovato un pò di roba :P ).

Nuova tastiera Nuovo mouse
( foto originale kit EX 100 / MX 3200 )

Oltre a scattare qualche foto durante l’unboxing, ho effettuato dei test su strada che mi hanno permesso di valutare sommariamente i pro e i contro di questo kit targato Logitech, unica marca utilizzata dal sottoscritto per quel che riguarda tastiere e mouse (pc di casa, portatile aziendale e mac). Velocemente, la lista dei punti chiave:

PRO

  • Tastiera più che comoda. Tasti morbidissimi e molto silenziosi durante la digitazione. Scrivere diventa un assoluto piacere. Occorre anche considerare il cuscinetto poggia-polsi già tutt’uno con il resto dell’hardware. Comodo, in plastica morbida effetto simil-pelle, riposante durante le lunghe digitazioni.
  • Mouse ergonomico. Le scanalature permettono una presa perfetta che occupa tutta la mano facendola stare in una posizione particolarmente comoda e “a tiro” dei tasti speciali disponibili sul lato sinistro e sul dorso dell’hardware.
  • Numerosi tasti funzione extra. Tra controlli multimediali, collegamenti veloci ad applicazioni / cartelle / pagine web, controlli VoIP (Skype) e tasti programmabili a piacimento, la tastiera sembra una plancia di un’astronave dalla quale controllare qualsiasi cosa.
  • Programmabile. Grazie all’utilità di configurazione inclusa nel pacchetto (cd driver). Quasi tutte le funzioni possono essere modificate a proprio piacimento con pochi click.
  • Con display dedicato. Un piccolo display LCD in cima alla tastiera permette di avere orario e data sempre a disposizione, visualizzare volume, livello batterie e funzioni veloci richiamate.
  • Spegnimento automatico. Entrambe le periferiche si spengono dopo un breve periodo di inutilizzo. Si possono tornare ad utilizzare anche immediatamente, non ci si accorgerà di “cosa sta accadendo nella scatola chiusa“.
  • Indicatori luminosi. Per segnalare quando la batteria sta per terminare la sua carica. La tastiera lo farà attraverso il suo display integrato, il mouse è fornito di led posto sul dorso.

CONTRO

  • Funzioni Ricerca e Zoom dinamico. Forse una chicca per coloro che fanno spudorato utilizzo di programmi di grafica e/o per ipovedenti, meno per normali utilizzatori. Lo zoom dinamico permette di ridimensionare qualsiasi cosa a monitor semplicemente passando il dito sulla barra touchpad laterale. Prenderla in pieno durante la digitazione sarà una cosa normale. Meglio disabilitarla o cambiargli funzione (come spiegherò in un prossimo post).
  • Tasto standby. E’ stato posizionato subito sopra il “” del tastierino numerico ed immediatamente a fianco di quello realizzato per richiamare la calcolatrice. Chi usa spesso l’ottimo strumento integrato in Windows o un foglio di calcolo, potrebbe incappare in ripetute pressioni e –di conseguenza– imprecazioni contro lo standby del sistema operativo :P .
  • Tasti F1..12. Maledettamente piccoli anche più del portatile. Brutta abitudine della precedente tastiera dove erano identici a quelli dell’alfabeto. Durante i primi tempi non sarà difficile mancarne qualcuno, sopportabile.
  • Una bega per gli abitudinari tradizionalisti. E’ la prima volta che ho deciso di comprare un kit di fascia alta. Mi sono sempre trovato più che bene con gli entry level o medium al massimo. Arrivare ad un MX 3200 vuol dire abituarsi a qualcosa di nuovo con tastiera leggermente spostata più a destra a causa dei tasti funzione inseriti all’estrema sinistra. Possono volerci diverse ore prima di reimpostare correttamente le mani.
  • Prezzo. Da listino Logitech presente sul sito ufficiale costerebbe € 99,95 iva inclusa. Acquistata da MediaWorld a € 89 con una differenza di circa 10 euro, nulla di particolarmente conveniente.

Un prodotto certamente notevole sotto ogni punto di vista. Qualitativamente eccellente come la quasi totalità dei prodotti realizzati da Logitech. Un tantino costoso se si pensa che la stessa casa sforna kit di media/bassa importanza a prezzi stracciati (ancora peggio sarebbe stato un MX 5000 o superiore, certo). Voci di corridoio dicono che tale corredo abbia un’ottima gestione delle batterie incluse in mouse e tastiera (cosa normale considerando lo spegnimento automatico previo inutilizzo), staremo a vedere con il passare dei giorni.

La garanzia dura 5 anni, altro notevole punto a favore del produttore.

In definitiva: volete fare un buon regalo di natale al vostro nipote smanettone appassionato di computer? Forse avete trovato la valida alternativa al maglione di lana :P (lo so, manca ancora tanto al Natale ma ci si riduce sempre all’ultimo minuto!).

×

Attenzione

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Gioxx's Wall Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon
Condividi l'articolo con i tuoi contatti: