Qshino, il cuscino smart da automobile di UnipolSai

| |

Tralasciando la fantasia del reparto marketing che ha scelto un nome discutibile per questo prodotto, io e mia moglie stavamo cercando un’alternativa al già in uso Babyguard di Foppapedretti (nella vettura e seggiolino principale) quando ci siamo imbattuti nella sua spudorata copia firmata da UnipolSai. Qshino è un cuscino smart per l’automobile che serve come antiabbandono dei minori obbligatorio per legge fino ai 4 anni di vita della piccola creatura.

Qshino, il cuscino smart da automobile di UnipolSai

Qshino di UnipolSai

Quello che fa Qshino è molto banale quanto necessario per sottostare agli obblighi di legge, e lo fa piuttosto bene considerato che – messo volutamente alla prova – si è allarmato allertando in maniera fastidiosa (ed è giusto così) lo smartphone della mamma e contattando immediatamente a mezzo SMS il mio di smartphone, con tanto di posizione ultima rilevata, utile nel caso in cui ci si trovi a distanza e si voglia raggiungere quanto più rapidamente possibile la vettura (altrettanto utile nel caso in cui l’auto sia troppo lontana e si voglia chiedere l’aiuto delle forze dell’ordine o dei vigili).

Il funzionamento è quello che già avevamo “studiato” per la sua alternativa Foppapedretti (cuscino che abbiamo ricevuto in omaggio con l’acquisto del primo duo passeggino e culletta per l’automobile) ma anche di diversi altri competitor sul mercato, e si basa sull’uso del bluetooth. Qshino andrà installato come appoggio della seduta del pargolo (aggiungerà dello spessore tra lui e la seduta del seggiolino), bloccato grazie all’attacco centrale della cintura, e – una volta sentito il peso – resterà in allerta fino a quando riuscirà a raggiungere (via bluetooth, appunto) lo smartphone che sta eseguendo in quel momento l’applicazione ufficiale (che rimarrà attiva come servizio in background, a patto di non inserirla tra le applicazioni da ottimizzare per evitare il consumo incontrollato di batteria).

Se si esce dal raggio di comunicazione del bluetooth, scatterà l’allarme per abbandono del minore in auto, portando al massimo il volume dello smartphone (anche se questo viene magari impostato su silenzioso) e facendolo suonare all’impazzata per qualche secondo, mostrando a video il messaggio di allerta per andare a recuperare quanto prima la creatura e – al contempo – avvisando via SMS anche qualsiasi altro parente o conoscente designato come ulteriore contatto di emergenza.
Come già detto qualche riga più sopra, chi riceverà il messaggio SMS avrà accesso inoltre a una posizione su Google Maps che indicherà il punto in cui la  vettura si trova, con una precisione abbastanza accettabile che non richiederà chissà quale grande sforzo per ritrovare il mezzo (soprattutto se lo si conosce già, in alternativa si potrà sempre comunicare alle FdO targa, modello e colore dell’auto per rendere più semplici le cose).

La prima attivazione di Qshino andrà gestita proprio da applicazione ufficiale e bisognerà togliere la linguetta di sicurezza che si trova all’interno del vano batteria per evitare che questa venga consumata fino a quando il prodotto non viene acquistato e messo in funzione. Apri la cerniera lampo di Qshino, delicatamente stacca le parti a strappo che tengono fermo il pannello interno e togli la linguetta, da quel momento Qshino sarà attivo.

Qshino
Qshino
Developer: UnipolTech S.p.A
Price: Free
‎Qshino
‎Qshino
Developer: UnipolTech S.p.A
Price: Free

Al primo avvio dell’applicazione potrai far partire la ricerca del più vicino Qshino disponibile, accoppiarlo, aggiornare il firmware se necessario (io l’ho fatto) e configurare ogni opzione disponibile, è fondamentale non lasciare spazio vuoto in quella che è la sezione dedicata agli ulteriori contatti di emergenza. Altrettanto fondamentale è – se si possiede uno smartphone Android che opera ottimizzazioni batteria – ricordarsi di andare a escludere l’applicazione di Qshino facendo sì che questa possa sempre funzionare, rimanendo attiva in background e trattenendo uno spazio permanente tra le notifiche di sistema.

Comprendo il “fastidio” che questo può generare, ma ti assicuro che diversamente questo prodotto non avrebbe senso alcuno di esistere. Il consumo di batteria quando Qshino non è in uso è molto vicino allo zero e vedere quella notifica permanente prima o poi diventerà talmente normale che neanche ci farai più caso. Inutile forse dirlo ma è chiaramente passaggio obbligatorio tenere il bluetooth attivo, almeno quando si è in auto, cosa che non dovrebbe procurare fastidio o fatica considerato (spero) che sfrutterai certamente il sistema multimediale della vettura per rispondere o fare telefonate senza toccare lo smartphone, ormai è un “optional non più optional” da qualche anno a questa parte (la cosa viene a meno se stai guidando ancora la Fiat Panda del 1992 di tuo nonno, ma per questo posso farci molto poco).

Qshino ha un costo di 29,90€ se lo si chiede all’agenzia UnipolSai di fiducia (prezzo confermato direttamente dal mio assicuratore), durante lo scorso Black Friday veniva venduto a 9,90€ in promozione (quando però non ne avevamo ancora l’esigenza, dannazione) e ho trovato un’alternativa su Amazon che mi ha permesso di portarlo a casa per circa 15€. A oggi che sto scrivendo l’articolo, lo stesso venditore ha applicato uno sconto del 50% portando il prezzo allo stesso che si trovava durante il Black Friday (qualcuno direbbe “tacci tua“), lo puoi comprare quindi a meno di 10€:

Qshino By Unipolsai Assicurazioni Dispositivo Antiabbandono Universale Per Seggiolini Auto, Blu, 22.0 X Cm X 26.6 X Cm X 0.8
  • Dispositivo antiabbandono universale: si adatta a tutti i modelli di seggiolino auto
  • Conforme alle prescrizioni tecniche costruttive/funzionali del decreto 2 Ottobre 2019, n. 122

Qshino, in conclusione

Nonostante si assomiglino un po’ tutti, e Qshino non fa certo eccezione, è lo scopo finale quello che conta. C’è una legge, va rispettata a prescindere che tu possa mai nella vita dimenticarti tuo figlio/a in auto, e per farlo puoi avvalerti di questi strumenti che fanno il loro lavoro correttamente.
Quello di UnipolSai lo svolge al meglio delle sue capacità e – se si rispettano le poche e semplici regole che ne permettono un corretto funzionamento – noterai che lo scopo è raggiunto con il minimo sforzo e impegno economico.
Siamo assolutamente soddisfatti dell’acquisto (un po’ meno del giochetto sulla cifra oggi al 50% di sconto, ma tant’è) e certamente ci sentiamo di consigliarlo a chi oggi si trova nella nostra stessa situazione e necessità.

Valutazione finale: 4

Se hai dubbi in merito sai ormai bene dove trovare l’area commenti, è poco più sotto ;-)

#StaySafe

Disclaimer (per un mondo più pulito)

Gli articoli che appartengono al tag "Banco Prova Baby" raccontano la mia personale esperienza con prodotti generalmente forniti da chi li realizza. In alcuni casi il prodotto descritto rimane a me, in altri viene restituito. In altri casi ancora sono io ad acquistarlo e decidere di pubblicare un articolo in seguito, solo per il piacere di farlo e di condividere con te le mie opinioni.
Ogni articolo rispetta -come sempre- i miei standard: nessuna marchetta, solo il mio parere, riporto i fatti, a prescindere dal giudizio finale.
Se vuoi leggere le altre recensioni del Banco Prova fai clic qui.

Prodotto: acquistato in autonomia su Amazon.

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
Subscribe
Notify of
guest

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments