Prink Ink: ricaricare la cartuccia

| |

Stamattina tra le mille cose da fare spunta fuori la dolce metà con la frase “ah sai amore, a casa è finita la cartuccia nera“. Avevo acquistato l’ultima cartuccia per la sua stampante circa 3 mesi fa. Per di più ero passato dal mio spacciatore di fiducia per scegliere quella da 16 ml, 6 ml in più dello standard HP!

Prink Ink: ricaricare la cartuccia 1

Ragiono in modo strano talvolta. Utilizzo ben volentieri cartucce nere rigenerate ma rifiuto di utilizzare la stessa tecnologia per quelle a colori. Penso che i colori “di fabbrica” siano migliori di quelli disponibili da qualsiasi store online o fisico che si occupa di cartucce rigenerate.

Tornando al nero: per la prima volta ho ricaricato manualmente una cartuccia. Pensavo potesse trattarsi di una operazione “rischiosa” per l’hardware ma ho dovuto ricredermi. Sono andato in uno store Prink di Ravenna (questo per la precisione) e le ragazze mi hanno consigliato di acquistare il kit di ricarica anziché una nuova cartuccia rigenerata.

Carica da 20 ml di inchiostro nero, un ago da posizionare sul flaconcino che all’occorrenza si trasforma in siringa:

prink.it/on-line/Home/Prodotti/PrinkInk.html

Ho speso 6 euro in totale e ho a disposizione due cicli di ricarica (la cartuccia tiene 10 ml contro 20 del flaconcino acquistato).

Come ricaricare

Sfortunatamente ho dimenticato di fare fotografie del procedimento, mea culpa. Come si dice da queste parti “non ci vuole la scala“, è fin troppo facile:

  • Svitando il tappo applicato sul flaconcino si nota l’attacco adatto all’inserimento dell’ago: procedere.
  • Togliere l’adesivo dalla parte frontale della cartuccia da ricaricare. Un consiglio? Toglietelo partendo dalla parte superiore della cartuccia, troverete un “buco” centrale da sfruttare per l’operazione. Se togliete l’intero adesivo vedrete 5 buchi in totale di cui “quello superiore isolato rispetto alle altre due coppie“: occorre usare quello.
  • Inserire l’ago fino in fondo al buco e iniziare a fare pressione sulla parte bassa del flaconcino / siringa per cominciare l’iniezione di inchiostro.
  • Arrivati alla soglia dei 10 ml (c’è il misuratore laterale sul flacone) smettere di iniettare.
  • Togliere l’ago (lavarlo), chiudere il flaconcino e far riposare la cartuccia per 30 minuti circa.
  • Montare la cartuccia all’interno della stampante e lanciare una stampa di prova / copia di prova nel caso in cui sia una multifunzione con scanner e stampante all-in-one.

Così facendo ho ottenuto un’ottima qualità di stampa in bianco/nero, nessuna sbavatura, procedimento concluso senza problemi.

Comodo, economico, facile: consigliato.

P.S. Il post non è sponsorizzato, sono soddisfatto davvero del prodotto e ne parlo ben volentieri. Sig. Prink (che mi abiti anche “dietro casa” a Castel Bolognese), se leggi questo post al massimo ringrazia e manda qualche kit di ricarica colori che sacrifico volentieri una cartuccia se riesci a farmi ricredere! :mrgreen:

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: