Archives For Test Hw/Sw

Ciao, articolo di servizio per dirti che – se mi stai leggendo per temponon devi aggiornare il plugin BackupWordPress allaneonataversione 3.9 rilasciata una manciata di ore fa (circa 16 a ora che sto scrivendo l’articolo), questa causa un errore fatale che manderà in crash il tuo blog e che ti costringerà a passare dalla porta di servizio per rimediare (la porta di servizio è quella offerta dal nuovo servizio di Recovery integrato in WordPress 5.2).

Non aggiornare BackupWordPress alla versione 3.9 (per il momento)

Il bug viene minuziosamente descritto qui su GitHub, segnalato da un utente che si è ritrovato nella medesima situazione del sottoscritto: github.com/xibodevelopment/backupwordpress/issues/1206. Come già successo in passato (vedi l’articolo Possibile problema in BackupWordPress 2.3) il modo di rimediare c’è e lo si può mettere in atto facilmente connettendoti in FTP al tuo spazio web e rinominando la cartella del plugin (wp-content/plugins/backupwordpress) in backupwordpress_ (per esempio, ma vale qualsiasi altro nome), questo non permetterà al tuo WordPress di trovare i file del plugin e di conseguenza disattiverà quest’ultimo consentendoti di far tornare operativo il sito web.

Rimanere con la vecchia versione fino a nuovo ordine

Se vuoi rimettere in pista la vecchia versione di BackupWordPress in attesa che ne venga rilasciata una nuova che corregge il bug puoi scaricarla direttamente dal repository ufficiale all’indirizzo downloads.wordpress.org/plugin/backupwordpress.3.8.zip. Scompatta il file ZIP, cancella la cartella attuale di BackupWordPress sul tuo spazio web e carica quella che hai appena scompattato, le impostazioni sono salvate nel tuo database e non verranno quindi perse.

Correggere il bug presente e rimanere con la 3.9

Un thread nel forum di supporto del plugin suggerisce una via alternativa per risolvere il problema generato dal nuovo BackupWordPress: wordpress.org/support/topic/how-i-fixed-3-9-crash.

Puoi lanciare l’aggiornamento alla versione 3.9 (quindi il tuo WordPress diventerà momentaneamente non funzionante), nel frattempo scarica e scompatta il contenuto della versione 3.8 (downloads.wordpress.org/plugin/backupwordpress.3.8.zip), quindi carica via FTP le cartelle backdrop e whitelist-html sovrascrivendo quelle presenti. Al contrario delle vecchie, le nuove cartelle sembrano infatti non contenere i file necessari per il funzionamento del plugin. Sovrascrivendole farai nuovamente funzionare BackupWordPress ottenendo un “ibrido” tra le versioni 3.8 e 3.9.

Sembra proprio che qualcuno abbia avuto un pelo troppa fretta nel preparare la nuova versione del plugin, il tutto senza accorgersi di nulla e senza dare il giusto peso alle numerose segnalazioni di malfunzionamento già pervenute tra GitHub e forum di supporto WordPress. A questo punto non resta che attendere il rilascio della nuova versione del plugin che correggerà questa anomalia.

12/6/19

Tutto come previsto: è stata da poco rilasciata la versione 3.10 che corregge il bug letale della sfortunata e ben poco duratura 3.9 😉
Puoi tornare ora ad aggiornare il plugin senza strani (ma perfettamente funzionanti) work-around.

BackUpWordPress
BackUpWordPress
Developer: XIBO Ltd
Price: Free
× Le pillole del Dr.Mario

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!
Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Con la posta elettronica ci lavori, comunichi, ti relazioni con il mondo in maniera rapida e semplice. È uno strumento universalmente riconosciuto e ha già resistito più e più volte a bollettini di morte che lo davano per spacciato, perché allo stato attuale non esiste null’altro che abbia lo stesso valore (e non dirmi che Telegram o WhatsApp possono sostituire facilmente il tutto perché così non è).
Proteggere il proprio dominio e relativo server di posta diventa quindi un obbligo e un dovere morale verso tutti coloro che ricevono email che sembrano essere spedite dal tuo account quando in realtà si tratta di attacchi di phishing e / o comunicazioni di spam che si basano su spoofing di qualsivoglia indirizzo di posta elettronica esistente sulla faccia della Terra, tuo compreso.

Posta elettronica: come calcolare il proprio punteggio Spam

Quello di oggi non è il mio solito articolo, è un rilancio verso un lavoro già esistente, ben fatto, in italiano, alla portata di chiunque. Opera di Emanuele che leggo sempre con piacere, è stato pubblicato lo scorso 28 febbraio. Nulla è cambiato rispetto ad allora, vale tutto, nel frattempo è così che mi sono accorto di essermi perso per strada il record DMARC del dominio principale che utilizzo per ricevere e spedire posta elettronica, ho provveduto a metterlo a posto (grazie Manu!).

Perché la protezione della propria posta elettronica è così importante?

Ti auguro buona lettura: DMARC, SPF e DKIM per proteggere la tua identità.

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Non è un nuovo articolo, chiariamolo subito. In molti dei miei pezzi dedicati a Windows 10 (e non solo) capita spesso di doversi appoggiare a un supporto di installazione da avviare in fase di accensione del PC. Avere una chiave USB pronta a disposizione è sempre consigliato ma è anche vero che – nel caso tu non l’avessi – puoi facilmente rimediare creandone una sul momento (a patto di avere un supporto con almeno 8 GB di spazio disponibile, perché i 4 GB non sono più sufficienti, insieme a una connessione veloce a Internet).

Ti riporto quindi le banali istruzioni per procedere, queste mi tornano utili per poterle richiamare laddove ne avessi ancora necessità.

Bloccare l'installazione driver su Windows 10

Media Creation Tool (ufficiale)

La soluzione ufficiale di Microsoft è anche la più semplice da mettere in piedi e utilizzare ogni volta che ne hai necessità, per questo motivo è la mia preferita, dovrebbe essere così anche per te 😏
Scarica lo strumento di creazione supporti di Windows 10 (Media Creation Tool) dal sito web di Microsoft (microsoft.com/it-it/software-download/windows10), avvialo e scegli di creare una chiave USB con tutto il necessario, attendi che il processo termini.

Windows 10: cambiare la password dell'amministratore 2

All’interno di questa chiave puoi sempre tenere altri strumenti da utilizzare secondo necessità. In una chiave USB con 8 GB di spazio, un po’ di questo rimane a tua disposizione per inserire ulteriori utilità che possono certamente tornare comode quando ti trovi in difficoltà, da richiamare anche da riga di comando.

In alternativa

Posso suggerirti diversi metodi, alcuni dei quali coinvolgono anche Grub, Linux e alternative a Windows che ti portano in ogni caso al raggiungimento dell’obiettivo. In questo caso gli articoli esistono già, mi basta richiamarli qui di seguito.

Windows 10: preparare una chiave avviabile (no-Media Tool Microsoft)

Installare Windows da chiave USB (WinToFlash)

WinSetupFromUSB: installare un sistema operativo da chiave

Questo è ciò che posso attualmente metterti a disposizione. Se hai ulteriori alternative da suggerire sappi che l’area commenti è a tua totale disposizione e che ogni contributo è ben accetto.

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Una pillola appresa senza volerlo da Lifehacker e che – in tutta onestà – non avevo mai considerato, dando per scontato che “così fosse by design“, adattandomi ogni qualvolta avessi la necessità di aprire più programmi presenti nelle tile o nella lista applicazioni di Windows 10 (nel menu di Start). Di cosa sto blaterando? Hai mai provato ad aprire due programmi dal menu di Start di Windows 10 senza che questo si chiudesse? Non è possibile, giusto? Così non è, il trucco è anche banale come non bastasse.

Aprire programmi senza chiudere il menu di Start 1

Apri il menu di Start, tieni premuto ora il pulsante Windows sulla tastiera (quello con il logo di Windows, questo per capirci: ) e ora seleziona con il puntatore del mouse quanti programmi vuoi. Si apriranno tutti in background rispetto al menu di Start (dietro di lui, facciamola semplice) e il menu continuerà a rimanere aperto fino a quando non toglierai il dito dal tasto Windows sulla tastiera.

Comodo, rapido, banale.


Fonte: lifehacker.com/how-to-open-multiple-programs-at-once-in-windows-start-1833836965
× Le pillole del Dr.Mario

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!
Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Nulla di diverso da quanto spiegato nell’ormai archiviato 2017 riguardo la modifica dell’aspetto di base di Firefox (Firefox 57: modifica dell’aspetto (di base)), c’è solo quella punta di novità riguardante il fenomeno cinematografico degli ultimi 10 anni che continua a macinare consensi al botteghino, Avengers: Endgame. Che io sia fan di Marvel e dell’intero MCU è ormai cosa scritta anche sulle porte dei bagni in Autogrill, è evidente, per questo motivo ho ritoccato la nuova tab del mio Firefox ancora una volta, abbandonando il mio storico sfondo che regnava sovrano dal 2017 (anch’esso ispirato a MCU e nello specifico a Iron Man).

Un tocco di Avengers: Endgame al tuo Firefox

Ho preso e modificato uno sfondo già facilmente raggiungibile via Google Immagini (per spostare la parte interessante sulla sinistra, nda), ho ritoccato i colori del testo della nuova tab ed ecco che il risultato è ciò che volevo per la nuova tab di Firefox. Poco o nulla cambia rispetto al passato, ma ho preferito realizzare un piccolo pacchetto che ti permetta di mettere immediatamente in piedi la modifica. Scarica il necessario da go.gioxx.org/fxavengersendgamezip, scompatta il contenuto del file ZIP all’interno della cartella chrome del tuo profilo Firefox. Per farlo segui questi passaggi:

  • digita about:profiles nella barra dell’URL di Firefox e premi invio.
  • Fai clic sul pulsante “Apri cartella” in corrispondenza di “Cartella radice” nel paragrafo dedicato al tuo profilo in uso (generalmente è quello che per forza riporterà la dicitura Non è possibile eliminare il profilo attualmente in uso.)

Un tocco di Avengers: Endgame al tuo Firefox 1

  • Cerca la cartella chrome. Se non esiste creala. Al suo interno sposta i due file che fanno parte dell’archivio ZIP che hai scaricato (userContent.css e wallpaper.jpg). Se hai già un file userContent.css all’interno della tua cartella chrome è possibile che tu abbia già implementato modifiche all’aspetto del tuo Firefox in passato, evita di sovrascriverlo e integra il necessario copiando e incollando il contenuto del mio userContent.css all’interno del tuo. Ho caricato su GitHub una pagina dedicata a questa modifica, la stessa contiene il codice del quale ti sto parlando per una più comoda azione di copia-incolla.
  • Riavvia Firefox.

Salvo errori, potrai ora goderti la tua nuova tab ispirata ad Avengers: Endgame.

Buon divertimento 😉👍

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: