Addio, è stato bello!

Gioxx  —  21/12/2012 — 4 Comments

L'apocalisse?

Come dite? State leggendo questo post? Ciò vuol dire che nessuno è ancora morto e che l’apocalisse è in ritardo? Abbiamo ancora la terra sotto ai piedi, la solita Italia governata alla meno peggio, le catastrofi e il Papa su Twitter?

Maledetti maya, oggigiorno non ci si può proprio fidare di nessuno, e ora chi glielo dice ai lettori che io sono ancora qui a scrivere queste boiate sul blog a mezzanotte e un minuto? Ma -soprattutto- che dovrei riuscire a farlo ancora e ancora per gli anni a venire?

Vabè io torno a dormire eh, grazie lo stesso e svegliatemi quando è ora di morire!

ATTENZIONE: Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
  • miki64

    Permettimi di riportare quanto scritto da Paolo Attivissimo, caro Giovanni.
    Ricordatevelo, la prossima volta che qualcuno annuncia la fine del mondo. Sto guardando voi, redazione di Mistero. Sto guardando te, Roberto Giacobbo, con le tue centocinquantamila copie di paccottiglia di pseudoscienza terroristica. E sto guardando soprattutto voi, responsabili della programmazione televisiva. State riempiendo di letame la mente della gente e soprattutto dei giovani. Spero che vi sentiate a posto con la coscienza.
    Concordo in pieno con Paolo Attivissimo: è scandaloso quello che ci ha proposto la televisione italiana a riguardo di questa profezia. Servizi televisivi inutili, servizi televisivi inutili, servizi televisivi inutili e servizi televisivi inutili.
    L’unico che ha trattato in maniera scientifica l’argomento, caro Giovanni, è stato come al solito uno della vecchia guaedia, cioè Piero Angela nel suo SuperQuark, tempo addietro.
    Tu non hai la mia età e quindi non hai conosciuto la TV degli anni ’60 e ’70, quando c’era davvero la CULTURA e queste pseudonotizie non avrebbero MAI avuto un tale spazio forse neppure sui giornali (in TV sicuramente no, comunque).

    Ecco perché non guardo più la TV da ventenni, ormai.
    Mi fa piacere che un nostro amico comune, tal Gabriele, mi abbia confessato che dove è emigrato non segue più la TV italiana e che si sia reso conto quindi di quanto siamo tutti condizionati da una TV-spazzatura che spara immonde bestialità.

    Beh, forse non è il commento che volevi leggere tu, Giovanni, ma mi rendo sempre più conto che la gente è diventata – nell’anno 2012- sempre più credulona, guardona, morbosa e passiva prprio a causa della TV.

    Se avesse parlato solo un sito, anche famosissimo, della fine del mondo prevista dai Maya ecco che nessuno ne avrebbe discusso.
    Ma se ne parla la Televisione ecco fiumi e fiumi di pagine rimepite con il nulla e ore e ore di trasmissioni vuote come la zucca degli spettatori!

  • Pingback: Merry Christmas from Gioxx’s Wall | Gioxx's Wall()

  • @ miki64:
    non è una novità che il mainstream possa fare in qualsiasi momento del “danno” senza neanche passare dal via. Nonostante tutta la buona volontà ed una nuova generazione web-based, la TV resta lo strumento vincolante della maggior parte delle cose buone e cattive di questa nostra terra.

    Tutto quello che passa per quella scatola viene preso più o meno sul serio, a prescindere dal fatto che realmente lo sia. Tutto questo per dirti che non mi meraviglio e che certamente Paolo ha ragione.

    Il mio post infatti è stato pensato e scritto proprio come presa per i fondelli di tutta questa teoria che si era venuta a creare attorno all’argomento Maya solo perché qualcuno all’epoca aveva evidentemente terminato inchiostro e carta! ;-p

  • miki64

    Parlando in maniera seria di catastrofi globali, l’unica catastrofe che noi esseri umani conosciamo sul nostro pianeta è quella dovuta al frammento dell’asteroide Baptistina che nella notte dei tempi si scagliò contro la Terra ed esplose con la forza di un milione di bombe nucleari.
    Mandò in fiamme l’intera biomassa, surriscaldò l’atmosfera, le polveri oscurarono il sole e provocò l’estinzione in massa dei dinosauri.
    Era un evento rarissimo dovuto alla casuale concomitanza di condizioni eccezionali: cambiamento climatico repentino, anomala composizione dell’atmosfera e agente ecologico particolarmente invasivo che produce l’innesco (allora fu una meteorite, ma potrebbe essere anche un’eruzione vulcanica furiosa).

    E’ proprio questo che oggi accade al nostro pianeta: infatti – Maya o non Maya, Giacobbo o non Giacobbo, RAI o non RAI – le emissioni provocate dall’uomo hanno ormai fortemente alterato la composizione dell’atmosfera, ricca di anidride carbonica ed altri gas facilmente combustibili, il clima comincia a risentirne e…
    …E manca il fattore scatenante… Vulcano? Esplosione di una centrale nucleare? Tsunami planetario?

    Noi umani abbiamo la capacità di distruggerci e per asserire questo non ci vuole una profezia Maya, la strada che stiamo percorrendo per la nostra fine è comunque quella giusta, purtroppo.

    Potremmo salvarci, se lo volessimo veramente. La scienza insegna come salvarci… manca però il buonsenso…

    Se nel frattempo però non c’è questo famoso innesco, nulla ci salverà però dall’illusione di conoscere una data precisa, di perdere per sempre Giacobbo e di spegnere definitivamente la TV spazzatura che ci affligge quotidianamente.
    “Nulla”?
    Non è detto… basta mettere un po’ in moto il cervello, tutti quanti. E fare un bel po’ di passi indietro su certe scelte scellerate.

    [C’è più cultura in questo post che nelle ore e ore sprecate per una profezia trasmessa da servizi televisivi inutili…] :P