Non esiste un client di posta elettronica predefinito oppure il client di posta elettronica corrente non può soddisfare la richiesta di messaggistica. Eseguire Microsoft Outlook e impostarlo come client di posta elettronica predefinito.

| |

Un messaggio tanto fastidioso quanto comune sui sistemi x64 (a quanto pare), che salta fuori in diverse occasioni ma che sembra aver fatto una particolare comunella con il software di casa Adobe, in particolare l’Acrobat Reader (DC se ultima versione, ma anche IX e X). Utilizzare l’invio a mezzo posta elettronica dei PDF aperti (tramite l’apposita icona nella toolbar principale del programma Adobe, ndr) porta all’errore mostrato in immagine:

Non esiste un client di posta elettronica predefinito oppure il client di posta elettronica corrente non può soddisfare la richiesta di messaggistica. Eseguire Microsoft Outlook e impostarlo come client di posta elettronica predefinito.

Ciò che si scopre con qualche ricerca è che sembra esserci una particolare incomprensione tra Office installato a 64 bit e i programmi di terze parti a 32, Acrobat Reader compreso. Una soluzione ideale li vede andare d’accordo e arrivare all’obiettivo di aprire un nuovo messaggio di Outlook con già pronto l’allegato da spedire. Sfortunatamente però, nonostante Outlook sia il programma di posta predefinito per il sistema, questo sembra non bastare, tanto da necessitare di una modifica al registro di Windows per poter riuscire nell’impresa che, un ultimo appunto prima di lasciarvi ai riferimenti, non è riproducibile con esatta formula, capita a “macchia di leopardo“.

Questi i riferimenti che ho trovato per capire qualcosa di più sull’argomento:

In soldoni, pare che occorra creare una specie di ponte tra le applicazioni a 32 bit e quell’Outlook x64 diversamente “invisibile“. Questo ponte è stato chiamato senza troppa fantasia “Outlook64Bridge” e si riassume in queste due chiavi di registro con rispettivi valori:

Windows Registry Editor Version 5.00

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Clients\Mail]
@="Outlook64Bridge"

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Clients\Mail\Outlook64Bridge]
"DllPathEx"="C:\Program Files\Microsoft Office 15\Root\Office15\OLMAPI32.DLL"
"DLLPath"="C:\WINDOWS\system32\mapi32.dll"

Cosa c’è di diverso rispetto a quanto visto nei riferimenti (ammesso che li abbiate aperti)? Semplice. Il puntamento della variabile DllPathEx che si basa su un’installazione di Office 365 ProPlus, al contrario di quanto suggerito svariate volte (il work-around prevede che si punti alla stessa mapi32.dll presente in C:\Windows\System32).

Chiamatelo quindi Outlook64Bridge per Office 365 e approfittate del batch che ho rapidamente scritto per aggirare l’ostacolo:

if not exist C:\reg_MailExp.bak REG EXPORT HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Clients\Mail C:\reg_MailExp.bak

REG ADD HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Clients\Mail /d Outlook64Bridge /f
REG ADD HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Clients\Mail\Outlook64Bridge /v DllPathEx /d "C:\Program Files\Microsoft Office 15\Root\Office15\OLMAPI32.DLL" /f
REG ADD HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Clients\Mail\Outlook64Bridge /v DLLPath /d "C:\WINDOWS\System32\mapi32.dll" /f

Questo si occupa di effettuare un backup delle chiavi esistenti così da evitare possibili danni difficili poi da riparare, che potrete in qualsiasi momento ripristinare (rinominando il file reg_MailExp.bak, che si trova in C:\, in reg_MailExp.reg, quindi doppio clic con conferma di scrittura valori nel registro), poi di creare quel ponte che permetterà di mettere d’accordo tra di loro le parti.

Ho trasformato il batch in eseguibile, così che lo possiate scaricare direttamente da app.box.com/s/i57d22b2i39e53f9ayv40lfs17x2pf6t e lanciare –come amministratori– sulle macchine che ne necessitano.

Attenzione però: se Outlook è impostato per essere il programma predefinito di posta con controllo ad ogni suo avvio, il valore (Default) della chiave “Mail” verrà nuovamente sovrascritta, facendo spuntare fuori il problema ancora una volta. Ricordate quindi di andare a togliere il segno di spunta alla voce “Imposta Outlook come programma predefinito per la posta elettronica, i contatti e il calendario” nelle opzioni di Outlook:

Non esiste un client di posta elettronica predefinito oppure il client di posta elettronica corrente non può soddisfare la richiesta di messaggistica. Eseguire Microsoft Outlook e impostarlo come client di posta elettronica predefinito. 1

Ma, soprattutto, ricordate che questa modifica potrebbe perdersi con l’arrivo di nuove patch da Windows Update. Tenete a portata di mano il batch / eseguibile nel caso dovesse servire ancora e occhio ai problemi che potrebbe invece dare alle applicazioni che giustamente girano a 64 bit, Esplora Risorse del sistema operativo compreso! Non è mai tutto oro quello che luccica nei work-around, bisogna capire quanto importante è un invio di una mail da Acrobat Reader rispetto al più classico tasto destro sul file / Invia a destinatario posta ;-)

Cheers.

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: