Twitter: tra utilità e curiosità (Pikaso, Make it a Quote e Hashflags)

| |

Continuiamo con articoli che permettono una ripartenza soft. Parliamo di Twitter e di servizi curiosi e/o che possono tornare utili. Mi riferisco in particolar modo a tutto ciò che è il mondo delle automatizzazioni tramite bot (ne è pieno Twitter e sono ben differenti dagli utenti fake, i falsi, quelli sono decisamente una piaga per il Social Network dei cinguettii azzurri) e a quei servizi che sfruttano in qualche maniera ciò che la (ex) creatura di Dorsey tira fuori dal cilindro di tanto in tanto.

Oggi mi focalizzo su tre curiosità in particolare, sono quelle che ti ho riportato nel titolo di questa pillola: Pikaso (@pikaso_me, @MakeItAQuote e – come extra – hashflags.io).

Il primo (@pikaso_me) serve a salvare uno screenshot di qualsiasi tweet tu voglia. Sai benissimo che chiunque può pubblicare un tweet e poi cancellarlo, giusto? Ecco, con questo strumento puoi fare in modo che quel tweet rimanga visibile anche in futuro, sotto forma di immagine. Un esempio? Ne ho catturato io uno qualche tempo fa: twitter.com/pikaso_me/status/1558361633138753537. Per poter usare questo bot dovrai prima seguirlo su Twitter e – quando lo desideri – chiamarlo in causa chiedendogli di catturare un’istantanea, così: twitter.com/Gioxx/status/1558361598397485060.

Il secondo (@MakeItAQuote) serve invece a creare un’immagine che riporti il testo di un tweet in maniera “artistica“, come fosse un’importante citazione. Un esempio (stupido) lo trovi all’indirizzo twitter.com/MakeItAQuote/status/1549318937162170368. Per crearne uno tu, dovrai semplicemente rispondere al tweet che vuoi “incorniciare” e chiamare in causa il bot, non è necessario seguirlo, si fa così: twitter.com/lucassl___/status/1549318895894421506. Se lo preferisci, puoi usare l’interfaccia web messa a disposizione dallo sviluppatore di questo bot: makeitaquote.com. Esiste anche un metodo automatizzato per eliminare eventuali quote che ti vedono protagonista, basterà passare tramite @RemoveMyQuote.

Il terzo e ultimo di questa pillola (che in realtà è più cicciotta del solito) è dedicato a Hashflags (@hashflagsio) che raccoglie tutti quegli hashtag che aggiungono una piccola immagine automaticamente in coda, collaborazioni tra Twitter e marchi importanti e/o eventi particolari. C’è un archivio che racconta questa pratica dal 2018 a oggi su hashflags.io. Oltre a ciò, il sito web “colleziona” e riporta anche tutte quelle variazioni animate del tasto Like che si sono susseguite nel tempo, all’indirizzo hashflags.io/branded-likes.
Curiosità: puoi utilizzare il pulsante che mostra la data per scoprire quando quegli hashflags sono stati mostrati su Twitter, si tratta infatti di collaborazioni generalmente “a tempo limitato“, così come i Branded Likes:

Twitter: tra utilità e curiosità (Pikaso, Make it a Quote e Hashflags)
(1): Attiva / Disattiva le date
(2): Ti porta ai Branded Likes

Hai altre curiosità sui bot di Twitter (e i servizi terzi legati alle sue novità) che ti piacerebbe leggere su questo blog? Fammelo sapere, l’area commenti è a tua totale disposizione! :-)

#StaySafe


Immagine di copertina: Jeremy Bezanger on Unsplash

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato agli articoli "a bruciapelo"!
Se vuoi leggere le altre pillole fai clic qui.

Twitter: tra utilità e curiosità (Pikaso, Make it a Quote e Hashflags) 1 GWall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Puoi usare Satispay, PayPal, Buy Me A Coffee o Patreon :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
Subscribe
Notify of
guest

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments