Forza Horizon 2: lasciati pervadere dall’odore dell’asfalto rovente

| |

Lo ammetto: nutrivo grandi speranze, riponevo a scatola chiusa una fiducia pressoché smisurata nell’esperienza di Turn 10 affinché questo nuovo Horizon fosse il titolo giusto al momento giusto, e parlando qualche giorno fa con un’amica a tal proposito il primo giudizio dopo qualche ora di gioco è stato “è più di ciò che avrei potuto chiedere a quel team“. È così che giudico in una sola rapida frase l’ultima fatica di Turn 10, Playground Games e Microsoft Studios, più di quello che mi aspettavo e che avrei preteso, Forza Horizon 2 è pura goduria che cola sulle vostre quattro ruote.

Forza Horizon 2: lasciati pervadere dall'odore dell'asfalto rovente

Posso quasi immaginare le vostre facce e quel modo un po’ milanese di intonare un “Si vabè, ciao” quasi schifato, ma questo è il mio personale e soggettivo giudizio, il giudizio di una persona che ama follemente l’automobile in tutti i suoi componenti, nella complessità meccanica tanto quanto nelle sinuose linee talvolta più sexy di una Belen Rodriguez che è ormai diventata inflazionata e più trasparente di una Molinari. L’elettronica, i grandi cerchi e quei tubi di scarico in grado di emettere sinfonie spesso scambiate per rumori da chi proprio non ce la fa a considerare questo mezzo di trasporto la libertà più pura seconda solo alle vostre gambe e i vostri piedi.

Tutta l’esperienza acquisita negli anni si sposa perfettamente a una potenza di calcolo che è cresciuta tanto e che è ora disponibile racchiusa nella scocca di Xbox One (utilizzata per il test, anche se il titolo uscirà anche per Xbox 360 utilizzando un diverso engine e meno dettagli rispetto allo stesso titolo next-gen), il tutto condito con dei panorami assolutamente mozzafiato che -non me ne vogliano gli amici dall’altro lato “della costa”- non hanno nulla a che vedere con quelli messi a disposizione nel precedente capitolo di Horizon. A metà tra la Francia e l’Italia questo Forza Horizon 2 offre kilometri di sterrati, strade cittadine e coste da percorrere in modalità free-roaming, permettendo così di prendervi il vostro tempo, salire a bordo della macchina dei sogni e -seppur virtualmente- sentire quell’adrenalina che sale tra una derapata in curva e quella scogliera che lascia posto ad uno squarcio di sole che illumina con i suoi raggi le splendide spiagge che nessun altro può vantare al mondo.

Forza Horizon 2 è una festa di colori, suoni e automobili in grado di far venire i brividi con qualche semplice gesto: un controller tra le mani che grazie alle sue vibrazioni sposta il peso in base a ciò che state facendo fare alla vettura, un suono che riproduce fedelmente motore e scarichi per la maggior parte dei modelli disponibili, il mare, i gabbiani, la terra che si alza, le sportellate agli avversari quando necessario e quei treni di pneumatici consumati con il loro tipico odore che solo chi ha avuto la fortuna di scendere in pista può comprendere. Certo vale anche fare il pirla con un burnout nel parcheggio del supermercato per fare il figo con gli amici e con le ragazzine ma non è la stessa cosa.

Forza Horizon 2: lasciati pervadere dall'odore dell'asfalto rovente 1

Tutto mi ha convinto della modalità single mode di Forza Horizon 2, non c’è stato -almeno attualmente- molto tempo per provare a fondo la sua modalità multiplayer senza la necessità di alcuna lobby o preparazione del party se non per i raduni (che permettono di farsi conoscere, dare un’occhiata alle macchine degli avversari e dei drivatar e -perché no- prendere spunto per i prossimi acquisti tra autosalone e personalizzazione in officina) o per le sfide testa a testa (ma in questo caso bastano i drivatar che abbiamo già visto in Forza Motorsport 5). Il titolo permette ad amici e giocatori sparsi per il globo di essere connessi al sistema e giocare insieme nella moltitudine di luoghi e kilometri a disposizione nelle zone del festival, spero di poter rimettere mano a questa recensione (o creare un articolo integrativo) per poterne parlare ancora in futuro (si, mi sono lasciato prendere la mano dalla storia e dalle sfide secondarie!).

Prima di poter arrivare a concorrere per la finale del festival Horizon, ciascuno di voi dovrà affrontare una serie di campionati in giro per le location scelte, per l’esattezza si tratta di vincere 15 campionati in base anche al tipo di macchina utilizzata. Come sempre si partirà guidando “il sogno” (Lamborghini Huracán LP 610-4, ndr) per poi svegliarsi e scegliere la compagna di viaggio iniziale. Durante il percorso non mancheranno certo le occasioni per vincere altre vetture o acquistarne di nuove per il vostro garage presso l’autosalone. Sarà poi sempre possibile passare in officina per un miglioramento che sia funzionale, estetico o di potenziamento. Quest’ultimo potrà essere gestito in maniera completamente manuale o automatica in base alle vostre necessità, alle conoscenze del motore (fondamentali, assetto, ecc.) o più semplicemente al voler perdere tempo anche dietro questa caratteristica del titolo! Calcolando che le zone disponibili sono 6 e che ognuna di queste offre diverse piste per diversi tipi di auto, il tutto percorribile quante volte si vuole, si arriva a cifre (di possibili gare da disputare) che sfiorano le 700 totali, impressionante considerando che si tratta del single mode, togliendo poi dal risultato finale altri tipi di competizione come le “Sfide imperdibili” che vi permetteranno di guidare inimitabili bolidi di oggi e di ieri proponendovi difficoltà sempre maggiori per raggiungere un traguardo in un determinato tempo o raggiungere (e mantenere in media) una velocità di punta o ancora gareggiare contro ogni tipo di altro mezzo di trasporto, frecce tricolore italiane comprese, di giorno, di notte, con il caldo sole di mezzogiorno o con la pioggia in grado di modificare sensibilmente le caratteristiche di tenuta (ma non solo) della vostra automobile!

Forza Horizon 2 gode inoltre di una colonna sonora davvero ricca e adatta a ogni gusto grazie alla possibilità di “sintonizzarsi su diverse stazioni radio” che propongono i tipi di musica più apprezzati durante la guida (dipende molto da voi, in effetti). E ricordate che in qualsiasi momento (o quasi) se doveste aver necessità di una mano alla guida potrete sempre parlare con Kinect e abilitare così Anna, l’assistente / navigatore installata a bordo del sistema di infotainment della vostra vettura (qualunque essa sia). Un ricco sistema di bonus guida, vantaggi (da aggiungere a quanto guadagnato in strada) e slot machines vi accompagnerà per tutto il corso delle vostre sessioni di gioco. Arrivare alla finale di Horizon e conquistarla è sicuramente importante per terminare la campagna single-mode, godersi il gioco fregandosene di quella finale (almeno per un po’) e abbandonarsi così a tutta la ricchezza di contenuti che gli sviluppatori sono stati capaci di realizzare è ancora meglio.

Si ma ti prego, falla breve!

E così sia, soprattutto per coloro che non hanno avuto la pazienza di leggere l’intero pezzo. Forza Horizon 2 è colori, musica, passione e velocità, adrenalina, ricerca della perfezione e nostalgia quando si sale a bordo di pezzi di storia dell’automobilismo internazionale. È rispetto per la quattroruote in ogni sua sfaccettatura e ogni suo dettaglio, è libertà, è odore di asfalto che brucia sotto le vostre gomme, è quasi come salire realmente a bordo della vettura dei vostri sogni, sentire il ruggito tra motore e tubi di scarico e pensare che tutto là fuori possa scorrervi addosso senza farci caso una volta tanto, almeno per una manciata di minuti. Forza Horizon 2 è IL titolo di automobilismo di questo ultimo caldo trimestre del 2014.

×

Attenzione

Forza Horizon 2: lasciati pervadere dall'odore dell'asfalto rovente 1Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

×

Disclaimer (per un mondo più pulito)

Gli articoli che appartengono al tag "Banco Prova" o "Banco Prova Console" raccontano la mia personale esperienza con prodotti generalmente forniti da chi li realizza. In alcuni casi il prodotto descritto rimane a me, in altri viene restituito. In altri casi ancora sono io ad acquistarlo e decidere di pubblicare un articolo in seguito, solo per il piacere di farlo e di condividere con te le mie opinioni.
Ogni articolo rispetta -come sempre- i miei standard: nessuna marchetta, solo il mio parere, riporto i fatti, a prescindere dal giudizio finale.

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: