Archives For AUKEY Quick Charge 2.0

Del Samsung Galaxy S6 avrai (spero) già letto il pezzo che ho pubblicato poco tempo fa. Del fatto che lui possa essere ricaricato più velocemente però non ne avevo ancora parlato. Credo di non doverti spiegare cos’è la tecnologia Quick Charge (ma posso rimandarti a un buon articolo pubblicato sul sito web di Fastweb, tanto per dire), passerò direttamente a una panoramica su alcuni accessori che ho avuto modo di acquistare per sostituire il set di caricabatterie che ho in casa, in ufficio e in auto, per non rimanere mai a secco di energia.

Quick Charge: auto, casa, ufficio

Ho scelto di tenere il caricabatterie originale Samsung a casa, così da poter caricare rapidamente il mio Galaxy S6 quando necessario. Ho poi acquistato 3 prodotti con tecnologia Quick Charge su Amazon. Uno di questi è tornato all’ovile e mi ha fatto rinunciare all’opzione senza fili, gli altri due sono entrati nel quotidiano, tra pro e contro.

In ufficio: TBS®3518 Qi Wireless Charger

Buona la costruzione (nulla di particolare, valida, nulla più), contenutissimo il costo (in pratica 15€), molto compatto e con il cavo microUSB incluso nella confezione. Prime, con consegna il giorno dopo rispetto all’acquisto. Il TBS®3518 Qi Wireless Charger mi era sembrata la soluzione a metà tra qualità e prezzo per l’ufficio dove -solitamente- mi alzo abbastanza spesso dalla scrivania, portando con me lo smartphone, soggetto quindi al più fastidioso dell’attacca-stacca continuo. Mi ha sempre dato fastidio, volevo risolvere il problema, non ci sono riuscito.

Quick Charge: auto, casa, ufficio, in viaggio

Lo smartphone si è riscaldato molto durante ogni test, in qualsiasi condizione. Ho tolto la custodia, ho tenuto la custodia, ho rimosso il pezzo di metallo che utilizzo per sfruttare al meglio il magnete per il supporto in auto (ne ho parlato qui), ho tenuto quel pezzo (spostandolo dalla posizione centrale a quella più o meno in coda), ho lasciato il telefono poggiato senza mai toglierlo (per più tempo rispetto a quello previsto dal caricabatterie Quick Charge da muro ma anche dal tradizionale 5V 1A di iPhone), e anche togliendolo e rimettendolo più volte nel corso della giornata. Un risultato mai soddisfacente, ma proprio mai. La qualità del prodotto non era evidentemente la migliore, non potevo aspettarmi le stelle (perché S6 non prevede Quick Charge senza fili, ho preso un prodotto senza proprio per saltare a piè pari il problema) ma non ero pronto neanche alle stalle. Neeeeext.

In viaggio: AUKEY Quick Charge 2.0 (1 Quick-AiPower 1 AiPower)

Si tratta di un caricabatterie dalle dimensioni non poi tanto contenute, ma a un prezzo abbordabile (13€ a ora) e che permette di portare con sé un solo dispositivo da attaccare a muro, anche se gli smartphone da caricare sono due. Due come le porte USB, una con tecnologia Quick Charge 2.0 & AiPower, l’altra AiPower ma senza Quick Charge, 30W in totale, perfetto per tenere a bada contemporaneamente Galaxy S6 e iPhone 6. Anche in questo caso consegna Prime in un giorno dopo l’acquisto. AUKEY è una marca già provata e recensita in passato, mi fido, i prodotti sono validi e ne acquisto di nuovi ben volentieri.

Quick Charge: auto, casa, ufficio, in viaggio 1

Messo alla prova (su entrambe le porte USB) svolge il suo mestiere alla perfezione. L’unica pecca è quella già citata qualche riga fa, le dimensioni sono tutto tranne che contenute. Il prodotto ha un suo peso importante, seppur non esagerato, ma risolve il problema del doversi portare due caricabatterie da muro e -di conseguenza- cercare altrettante prese, spesso (per esempio in albergo) un problema, se si vuole tenere gli smartphone sul comodino. Nella scatola del prodotto ho trovato anche un cavo microUSB adatto alla carica rapida.

In auto: AUKEY Quick Charge 2.0 (2 Quick-AiPower)

Ho sostituito il mio precedente Aukey 4.8 Dual USB Car Charger con questo. Ho portato così anche in auto la possibilità di caricare più rapidamente lo smartphone Android, fermo restando che iPhone continuerà invece a caricarsi secondo tempi e modalità che ha sempre avuto. Anche questo, come il fratello maggiore da muro, ha il suo più grande difetto nelle dimensioni. È grande, non sparisce affatto nella presa accendi sigari, è diventato scomodo accedere al controllo degli specchietti della mia vettura.

Lo si acquista da Amazon, anche lui con consegna Prime in un giorno, il prezzo attuale si aggira sugli 11€. Io ho approfittato di uno sconto temporaneo che mi ha permesso di risparmiare un paio di euro circa sul prezzo finale. La scatola contiene due cavi microUSB adatti alla ricarica rapida, un plus che probabilmente altri prodotti non offrono. Messo alla prova, non ha mostrato alcun segno di cedimento o di fatica. Con Galaxy S6 collegato, in funzione e modalità navigatore (che genera il suo bel consumo, nda) e l’iPhone 5S di Ilaria, entrambi hanno giovato della possibilità di lavorare ma non vedere andare a terra la batteria.

In conclusione

Pur avendo rimandato al mittente il primo prodotto, tu potresti trovarlo adatto alla tua specifica esigenza, ignorando i suoi contro che ho rilevato durante i test.

Con una spesa che si aggira sulla 30ina di euro (non considerando il Wireless Charger, nda), dovresti riuscire a portarti a casa due accessori ben realizzati, che possono migliorare l’esperienza d’uso dei tuoi device e velocizzare i loro tempi di ricarica, sfruttando quei tempi “morti” che spesso si creano (per esempio) in auto, quando ci si sposta per lavoro o per andare a fare la spesa, tenendo vivo il tuo smartphone e dandogli un giusto livello di carica contemporaneamente, quello che ti permetterà di arrivare in tranquillità a casa, dove ti aspetta il tuo caricabatterie da muro che porterà a termine il lavoro, e che potrai portare con te ogni volta che lasci casa per qualche giorno.

E tu? Hai suggerimenti o consigli riguardo l’acquisto di altri accessori che potrebbero tornare particolarmente comodi nella quotidianità? Al solito, l’area commenti attende solo il tuo intervento :-)

Disclaimer per un mondo più pulito
Gli articoli che appartengono al tag "Banco Prova" riportano la mia personale esperienza con prodotti generalmente forniti da chi li realizza. In alcuni casi il prodotto descritto rimane a me, in altri viene restituito. In altri casi ancora sono io ad acquistare il prodotto e decidere di pubblicare un articolo ad-hoc in seguito, solo per il piacere di farlo e condividere con voi i miei pensieri. Ogni articolo rispetta -come sempre- il mio standard: nessuna marchetta, solo il mio parere, riporto i fatti, a prescindere dal giudizio finale.

Prodotto: tutti acquisti Amazon, la mia carta di credito ne sa qualcosa.
Condividi l'articolo con i tuoi contatti: