Hands on: Technogym myWellness Key

| |

Hands on: Technogym myWellness Key 1L’articolo è stato pubblicato un paio di giorni fa su Wired.it all’indirizzo gadget.wired.it/news/outdoor/2012/08/02/technogym-mywellness-key.html. Quello che vedete qui di seguito è il pezzo originale senza modifica alcuna, buona lettura! :-)

Portachiavi, cercapersone, chiave USB, l’hanno identificata in ogni modo possibile e quelli appena citati sono solo quelli più utilizzati (cercapersone soprattutto, con tanto di “antico” ben scolpito sulla mia testa!), in realtà si tratta dell’ennesimo “geek tool” attraverso il quale una nota azienda romagnola si prefigge di sconfiggere le cattive abitudini di chi vive sempre seduto davanti ad un monitor. Si tratta di Technogym myWellness Key!

Hands on: Technogym myWellness Key 2

In test dal mese che ha preceduto l’inizio delle olimpiadi di Londra ad in concomitanza con la mia iscrizione in palestra (si, era decisamente arrivato il momento, ndr), myWellness Key (mWK per comodità) è uno strumento nato da un’idea non certo nuova ma pur sempre valida: tenere sotto controllo i nostri movimenti dandoci un motivo in più per stare attivi e non abbandonarci alla pachidermica vita d’ufficio, un problema che oggigiorno vede protagonisti molti di noi, me per primo.

Piccola, leggera, venduta con un’apposita e robusta custodia che la protegge lasciando comunque visibile il piccolo monitor e grazie alla quale è possibile tenerla sempre attaccata alla cintura (così da monitorare l’attività con il minimo fastidio). Essenziale nell’aspetto, calcola i “Move” (vedi: mywellness.com/wellnessportal/Public/CustomNavigation_WhitePaper/tabid/8428/Default.aspx) attraverso un accelerometro interno e propone la conversione in tempo reale in calorie premendo l’unico pulsante disponibile, lo stesso grazie al quale sarà possibile dare un’occhiata anche al traguardo da raggiungere nel giorno in corso.

La leva posta sopra il pulsante che quasi non si vede non è altro che una slitta per permettere di far uscire l’attacco USB, così sarà possibile connettere mWK al PC e configurarla la prima volta o scaricare i dati in seguito, lo stesso dicasi per ricaricare la batteria interna, i consumi sono davvero ridicoli. Una sola carica (che la prima volta richiederà qualche ora senza interruzioni) basterà a mandarla avanti una settimana intera e forse più, l’esatto opposto dei moderni cellulari ;-)

Sul sistema operativo andrà scaricato ed installato un piccolo client rilasciato dalla stessa Technogym sul sito web ufficiale della chiave, il quale permetterà il riconoscimento di mWK e l’interazione tra l’hardware e il software che traccerà la vostra attività, completamente online e sempre accessibile da qualunque postazione, lo stesso attraverso il quale potrete tenere d’occhio i progressi che vi verranno inoltre recapitati in formato PDF nella vostra casella di posta elettronica con tanto di giudizio sull’operato, un servizio indubbiamente impeccabile che merita un voto positivo per l’impegno!

Il client installato sul sistema sarà anche capace di aggiornare il firmware della chiave nel caso in cui il produttore corregga degli errori o voglia inserire delle novità nel gioco, cosa successa ben due volte da quando ho la mWK:

Hands on: Technogym myWellness Key 3

Riesce a seguirmi ovunque?

La risposta è ovviamente no, non provate ad attaccare mWK al costume da bagno, potrebbe mostrarvi gocce d’acqua al posto dei Move appena usciti dalla piscina. Lo stesso vale per l’allenamento sulla panca o seduti sugli attrezzi che la stessa azienda romagnola mette a disposizione degli avventori delle più moderne palestre in giro per la penisola, eppure sembra averci pensato e colmato la lacuna permettendo una modifica manuale dell’attività della giornata: una volta scaricati i dati (non è necessario farlo ma può convenire) potrete completare il quadro specificando l’attrezzo usato, il tempo, le calorie bruciate o qualsiasi altro dato utile al tracciamento finale del vostro movimento.

Nel caso in cui abbiate a che fare con attrezzi di un altro produttore potrete cercare l’attività generica e compilare i dati richiesti. A conti fatti, qualche minuto perso in più per ottenere un risultato davvero affidabile a fine settimana.

Hands on: Technogym myWellness Key 4
myWellness Key: utilizzo da cintura

Le macchine da cardiofitness dello stesso produttore hanno inoltre un attacco USB che dovrebbe poter scaricare i dati su mWK, a patto che venga riconosciuta. Dico così perché ho provato a farlo su un paio di Excite+ senza successo, magari è necessario un aggiornamento firmware o qualcosa di simile a patto che venga richiesto dalla proprietà della palestra, davvero un peccato non poter sfruttare appieno la vecchia (ma sempre tanto comoda) funzione del “plug&play“.

Andiamo al sodo

Penso di avervi descritto in modo sufficientemente completo quello che potreste ritrovarvi a valutare per voi stessi o per la vostra azienda. Mi conoscete, preferisco sempre andare al sodo e descrivere bene anche i punti deboli di un prodotto, soprattutto quando ci sono di mezzo degli investimenti, piccoli o grandi che siano.

Ho qualche dubbio: il rilevamento del movimento sembra talvolta impreciso. L’accelerometro può essere ingannato con movimenti che non equivalgono ad un passo, quindi non si tratta di un vero e proprio consumo utile al traguardo giornaliero, viene fatto molto affidamento “all’onestà” di chi indossa mWK, nulla che possa realmente misurare con un trascurabile errore quello che è il reale sforzo giornaliero portato a termine, senza contare che viene fatto riferimento ad un algoritmo studiato dalla stessa Technogym senza dettagliare a sufficienza di cosa si tratta, sarebbe bello poter approfondire questo aspetto.

La diffusione è tutto: se non posso attaccare la chiave agli strumenti del produttore vengo a perdere la comodità di un semplice gesto fatto in modo del tutto automatico. Se posso scaricare i dati di camminata, corsa o pedalata in strada voglio poterlo fare con precisione anche sulle macchine in palestra, a prescindere che queste siano tenute aggiornate dal proprietario o meno, così come l’ipotetica possibilità di essere riconosciuto e seguito con il goal giornaliero / settimanale a video. Se posso già guardare la TV satellitare mentre pedalo penso che questa possa essere una feature facilmente realizzabile e potenzialmente graditissima dai possessori del giocattolo!

In conclusione

Buona l’idea, sufficiente la prima realizzazione fisica dello strumento di misurazione, valida l’interfaccia web che permette di tenere d’occhio i traguardi o completare il proprio profilo e le attività quotidiane non tracciabili dalla chiave. Se dovessi valutare l’oggetto come un primo passo verso qualcosa di più preciso e completo ne penserei bene. Quello che mi auguro e chiedo all’azienda è di non abbandonare mWK e mettere in cantiere una nuova versione che possa catturare meglio l’attenzione oltre che l’attività fisica della persona, magari con l’aiuto di feature suggerite dagli early-adopter e qualche buona idea dello staff che ha lavorato all’attuale chiave.

A voi va il mio personale in bocca al lupo e ringraziamento per avermi coinvolto nell’operazione di “lancio“.

Prima di chiudere voglio dedicare un piccolo spazio a questo tweet dedicato alle olimpiadi, è geniale, polemiche a parte ;-)

Buone olimpiadi a tutti!

La regia vi ha gentilmente offerto i consigli per gli acquisti:

Avete appena letto un post nato grazie alla collaborazione con aziende terze. Vi ricordo che le mie recensioni sono oggettive, in nessun modo contenenti baggianate gratuite solo perché qualcuno mi offre il gadget di ultima generazione o investe in questo piccolo blog. Leggete come sempre con fiducia, non mi risparmio per nessuno! ;)

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Disclaimer (per un mondo più pulito)

Gli articoli che appartengono al tag "Banco Prova" raccontano la mia personale esperienza con prodotti generalmente forniti da chi li realizza. In alcuni casi il prodotto descritto rimane a me, in altri viene restituito. In altri casi ancora sono io ad acquistarlo e decidere di pubblicare un articolo in seguito, solo per il piacere di farlo e di condividere con te le mie opinioni.
Ogni articolo rispetta -come sempre- i miei standard: nessuna marchetta, solo il mio parere, riporto i fatti, a prescindere dal giudizio finale.
Se vuoi leggere le altre recensioni del Banco Prova fai clic qui.

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
Subscribe
Notify of
guest

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments