Conexant AppFollower: quando il controllo audio diventa un pelo invasivo

| |

Con la massiccia migrazione delle attività lavorative tra le mura casalinghe (o alternative, nel caso in cui tu abbia la fortuna di possedere uno studio o uno spazio in una location di co-working), sono aumentati a dismisura anche i meeting svolti con l’aiuto di software come Zoom o Microsoft Teams. Tutto molto bello dirai tu, assolutamente sì confermerò io. Il problema infatti non è il meeting di lavoro con webcam, cuffie e microfono, quanto un fastidioso popup che fa parte del pacchetto driver di Conexant, generalmente installato sulle macchine HP (ma non solo), che richiama ogni volta l’applicazione “AppFollower” che consente di regolare il comportamento del microfono quando si utilizza quello integrato nel PC.

Design meeting
Photo by Charles Deluvio on Unsplash

Sul motivo per il quale stai utilizzando il microfono integrato nel PC anziché un headset come si deve (che poi vanno spesso bene anche gli auricolari di un iPhone o altro telefono, nonostante non brillino per qualità) non mi soffermo, è capitato anche a me di aver staccato le cuffie dalla porta USB e ricevere una telefonata alla quale – a quel punto – ho risposto “in vivavoce” pur di non perderla. Il problema nel mio caso è quindi molto relativo e limitato, ma è comunque scocciante quando si presenta.

Conexant Flow is a software component of Conexant SmartAudio II by Conexant. Conexant SmartAudio II is an audio driver interface for audio chipsets manufactured by Conexant, which is installed in many HP Computers. Many Conexant problems are due to the driver not being up to date. AppFollower.exe is known as AppFollower and it is developed by Conexant Systems, Inc.

L’applicazione “Flow” – in seguito agli aggiornamenti – ha cominciato a essere avviata in maniera automatica dal Sistema, il popup (che dipende proprio dal processo AppFollower.exe) compare invece quando parte una chiamata o un meeting che utilizza il microfono integrato nel laptop, esattamente come ti dicevo poco sopra. La brutta abitudine – chissà dove l’avrà imparata, signora mia! – è che si propone in primo piano, nonostante tu abbia altre finestre più interessanti a cui badare (e no, non puoi sovrapporgli nulla addosso):

Conexant AppFollower: quando il controllo audio diventa un pelo invasivo

L’applicazione può essere bellamente terminata (c’è anche una certa soddisfazione nel farlo), puoi intervenire dalla Gestione attività di Windows oppure puoi crearti un banale file batch che lo farà al posto tuo quando richiamato:

taskkill /IM AppFollower.exe /F

Il software si trova all’interno della cartella C:\Program Files\CONEXANT\Flow, puoi sempre scegliere una via più drastica e decidere di rinominare il file eseguibile se pensi che non avrai mai bisogno di ritoccare il comportamento del pick up del microfono (stabilire cioè se vuoi che vengano catturate tutte le voci intorno al microfono o se quest’ultimo deve essere più direzionale e catturare la voce di colui che sta davanti al foro generalmente posto vicino la webcam integrata nel monitor del laptop, scelta che – se proprio vuoi rimanere in vivavoce – consiglio caldamente):

Conexant AppFollower: quando il controllo audio diventa un pelo invasivo 1

Si tratta di una modifica che non avrà alcun impatto. Certo genererà un errore nel Visualizzatore eventi di Windows, ma credo che tu e la tua scarsa pazienza possiate farvene una ragione. Io ho scelto la strada un attimo meno drastica del batch che termina il processo con un rapido doppio clic (o un richiamo dal menu Start di Windows), lascio a te invece decidere cosa fare nella tua condizione e sul tuo laptop personale (o di lavoro).

#StaySafe


Crediti:
processchecker.com/file/appfollower.exe.html
Immagine di copertina Annie Spratt on Unsplash
Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: