Archives For LiveCD

Da quando nei nuovi PC è stata introdotta la possibilità di effettuare il boot da una periferica USB la vita è nettamente migliorata, inutile negarlo. E’ possibile installare una live minima di Windows su una comoda chiavetta facilmente trasportabile ed ecco che il gioco è fatto.

Dove sta la fregatura? Elementare miei cari lettori: nelle periferiche USB perennemente collegate alla macchina. Durante la fase di riconoscimento periferiche iniziale vengono incluse tastiera & mouse ma, come nel mio caso, anche hard disk esterni, chiavi USB e qualsiasi altro dispositivo di memorizzazione non collegato con interfaccia IDE o $-ATA.

Fino a quando il dispositivo mette a disposizione poche centinaia di MB si può anche ragionare, la fase di riconoscimento dura qualche secondo in più ma nulla di preoccupante. Il problema vero e proprio nasce nel momento in cui si passa all’analisi di un WD MyBook da 1 TB già occupato per circa 600 GB. L’analisi dura troppo e costringe l’utilizzatore –dopo qualche minuto– a togliere alimentazione al dispositivo e resettare la macchina per far ripartire in successione il controllo BIOS ed il sistema operativo.

Così facendo sarà difficile gestire il PC da remoto, o almeno sarà improponibile effettuare un reboot nella speranza che questo torni operativo dopo pochi minuti. A questo punto ho provato a differenziare la ricerca dell’hardware senza i risultati sperati. Ecco quindi che si è costretti a fare una scelta: USB on Boot si o no?

Per il momento ho pensato di poterne tranquillamente fare a meno. Il backup del PC principale dove ho questo tipo di problema ha il proprio backup salvato su DVD auto-avviante. Nel caso in cui accada qualcosa si può sempre e comunque andare a modificare le impostazioni includendo il riconoscimento delle periferiche USB nella fase di controllo BIOS. Per capire dove andare a mettere le mani non occorre essere esperti. La soluzione è facilmente scovabile navigando nelle opzioni del proprio BIOS o andando a leggere qualche documento nei forum internazionali:

Fate attenzione a ciò che toccate, non è difficile ma dal BIOS potete comunque procurare danni alla vostra apparecchiatura.

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: