MediaWorld, Apple, cortesia e puntualità?

| |

MediaWorld, Apple, cortesia e puntualità? 1Non so se avete presente il tipo di auricolari In-Ear proposti da Apple alla modica cifra di 79 euro (Dio NON vi benedica figlioli!), questi per la precisione:

store.apple.com/it/product/MA850G/B?fnode=MTY1NDA0Ng&mco=MTE0Mjg5NDA

Li ho acquistati circa un anno fa a Milano, presso il Saturn di Assago, avevo pubblicato un tweet per chiedere consigli in merito e le poche risposte arrivate erano tutte positive, anche perché era ancora abbastanza difficile trovare auricolari in-ear decenti che includessero anche il microfono per poter essere utilizzati quotidianamente con iPhone.

Acquistati, utilizzati, trattati bene come tutto ciò che utilizzo regolarmente. Giusto poco prima della fine dell’anno scorso l’auricolare destro perde potenza, il telecomando e il microfono (posti sullo stesso lato) continuano a funzionare correttamente. Ho aspettato il 7 gennaio per andare presso il Mediaworld di Ravenna, stesso identico gruppo di vendita (Mediamarket S.p.a.). Ho provato a sfruttare un amico che lavora in quella sede per far mandare in riparazione gli auricolari e ce l’ho fatta, non è stato necessario tornare a Milano (avevo prima chiamato Apple Italia per capire se potevo portarli in riparazione e mi hanno consigliato di passare da chi me li ha venduti, ndr). Il 14 gennaio successivo ho ottenuto un nuovo paio di auricolari, sostituiti in garanzia da Kronos, azienda forlivese autorizzata alla vendita ed all’assistenza di prodotti Apple. Estremamente soddisfatto di Mediaworld e grato all’amico per avermi evitato la bega del dover passare dal Saturn di Milano.

La storia si ripete

La storia ha la brutta abitudine di ripetersi troppo spesso per i miei gusti.

Agosto di quest’anno: l’auricolare destro perde potenza fino a non produrre alcun suono, ancora una volta. Anche in questo caso microfono e telecomando perfettamente funzionanti. Squadra che vince non si cambia, torno quindi da Mediaworld martedì 10 agosto e faccio compilare la richiesta per l’assistenza (ancora Kronos ovviamente). Mi viene immediatamente specificato che essendo agosto un mese di chiusura delle attività commerciali, fino al 31/08 gli auricolari non sarebbero stati consegnati all’assistenza. Poco male, rimanevano giusto 2 settimane prima che riaprissero tutti. A quel punto ho semplicemente pregato l’addetta di far consegnare gli auricolari nei primissimi giorni di settembre così da poterli riavere verso la metà del mese.

Ho pazientemente atteso fino al 16/09 prima di chiamare Mediaworld e chiedere lo stato di avanzamento della mia “riparazione” (sostituzione in garanzia, roba da pochi giorni davvero, vedi il primo caso), ottenendo in risposta che gli auricolari erano stati già consegnati da qualche giorno e che il centro di assistenza si prendeva ancora un po’ di tempo per poterli riparare o attendere i nuovi da far avere a Ravenna. Da li a breve sarei potuto rientrare in possesso del mio oggetto, fantastico!

Nuovo giro, nuova attesa, martedì 28 settembre nuova chiamata per sapere se a distanza di 10 giorni circa i miei auricolari erano riusciti a trovare la via di casa. Ci sono novità, il centro di assistenza ha dato il benestare per il ritiro. Ho sfruttato ancora una volta un’amicizia, un collega di lavoro ha chiamato la sede di Kronos di Forlì chiedendo notizie in merito ai miei auricolari. Dalla data di consegna sarebbero bastati semplicemente 3 giorni per fornirmi dei nuovi auricolari.

Sono stato contattato da Mediaworld mercoledì 29 settembre (24 ore dopo circa) per il ritiro del pezzo sostituito ma sono riuscito a fare un salto la sera del giorno dopo causa altri impegni. Vorrei mostrarvi uno scatto fatto con il mio iPhone, in “primo piano” c’è l’adesivo che indica la data della presa in carico da parte di Kronos:

MediaWorld, Apple, cortesia e puntualità? 2
Consegna auricolari al centro di assistenza Kronos

Sembrerebbe proprio che la data del mio primo sollecito corrisponda a quella di consegna dell’oggetto difettoso al centro di assistenza. A questo punto mi chiedo perché mentire quando probabilmente sarebbe stato più semplice un sincero “si, non ho ancora portato perché oggi gira così!“. E mi viene anche da pensare che se bastano davvero 3 giorni per la sostituzione degli auricolari, altri 10 giorni siano stati persi “tanto per“. Voglio credere che i viaggi per andare a consegnare / ritirare i pezzi rotti / riparati siano sporadici, ma davvero serve tenere all’oscuro il cliente? Davvero serve così tanto tempo per fare circa 30 km?

Cortesia e qualità della prima volta contro negligenza e false informazioni fornite alla seconda occasione, palla al centro, speriamo non capiti più.

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
Subscribe
Notify of
guest

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

9 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments