Di quando TIM (in APN wap) e Spotify non vanno d’accordo

Gioxx  —  08/06/2017 — 2 Comments

Vai in palestra, apri Spotify sul tuo smartphone ed ecco l’amara sorpresa, non si connette. Prima pensi a un problema del tuo smartphone, provi il classico off-on della connessione dati, poi forse un riavvio. Ti accorgi che nulla di tutto questo è servito a rimetterlo in pista, quindi chiedi e magari scopri che qualcuno insieme a te ha lo stesso problema:

Tutto sembra risalire proprio a ieri, l’anomalia si verifica solo con SIM di TIM che si appoggiano al punto di accesso wap.tim.it, quello che parecchie SIM utilizzano come predefinito (perché arriva direttamente dal carrier telefonico). Anche il mio Samsung Galaxy S8 lo utilizza, e a nulla serve il mio switch manuale su ibox.tim.it (il secondo punto di accesso, non predefinito). A questo punto non resta che modificare il primo profilo e mettergli lo stesso APN del secondo. Così facendo, infatti, il problema si risolve, e si può tornare ad ascoltare le tracce in streaming da Spotify.

Ora che si fa?

Ora la palla passa a TIM, cosa è successo e quando risolverà il problema lo sa solo il carrier telefonico, io posso solo tenere aggiornato questo articolo in base alle novità che salteranno pubblicamente fuori :-)

Buon ascolto!

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
  • Carlo Zacconi

    Mi pare di aver visto che TIM ha disabilitato i server WAP. Ad una amica ho cancellato l’APN wap e, sull’altro, nel tipo APN, ho messo “default,supl,dun”. Così funziona.
    Ogni tanto i profili si autoaggiornano e va rifatto tutto da capo.

  • Ciao Carlo, è proprio quello il problema. Se fai un ripristino dei punti di accesso ti arrivano direttamente da TIM, problema dell’APN WAP compreso (quindi da modificare ancora una volta). Bisogna farci attenzione e avere la pazienza per tornare a metterci le mani dentro ogni volta che serve. Speriamo in una risoluzione un po’ più centralizzata! :-S