Apple Let’s Rock: cosa c’è di nuovo

Gioxx  —  12/09/2008 — 2 Comments

E’ da un pò di tempo che non riesco a seguire gli eventi Apple Live, come ai “vecchi tempi“. Poco male, in Italia fortunatamente ci sono esimi colleghi blogger che svolgono alla perfezione questo “lavoro“: Kiro, Filippo, lo staff di The Apple Lounge sono 3 tra i nomi che più apprezzo. Grazie a loro ho potuto leggere di quanto introdotto da Apple durante l’evento Let’s Rock tenutosi alle 10 di mattina dello scorso 9 settembre allo Yerba Buena Center for The Arts di San Francisco (le 19 in Italia, ndr).

Quello che vado ad esporvi è quindi un veloce resoconto (al loro confronto poco ma sicuro) delle novità introdotte dalla mela morsicata sul mercato internazionale.

iPod Nano – Quarta Generazione

Forse l’oggetto che più sta stuzzicando la mia fantasia e la voglia di cambiare il 2G (seconda generazione) che fa da un anno e mezzo il suo sporco lavoro al mio fianco. Torna lo stile allungato al posto del quadrato da non tutti apprezzato e nuove feature ereditate dai fratelli maggiori.

Schermo da 2 pollici in widescreen con risoluzione 240 x 320 pixel per 204 pp. Dimensioni 90,7 x 38,7 x 6,2 mm, quindi 0,3 mm più sottile della precedente generazione, l’iPod più sottile mai realizzato. Il peso è ancora una volta piuma: meno di 40 grammi (36,8 per essere precisi).

Due le versioni (taglio disco) disponibili: 8 e 16 GB (quest’ultimo per la prima volta nel campo Nano), rispettivamente disponibili su Apple Store al prezzo di 139 e 189 euro.

Shake Me

Avete presente quella funzione particolare vista qualche tempo fa nei cellulari Sony-Ericsson? Scuotendo l’iPod è possibile cambiare traccia (scelta casualmente tra tutte quelle inserite via iTunes). Una chicca simpatica e sicuramente utile quando si vuole cambiare canzone in “una sola mossa” :)

Accelerometro

Da esclusiva per iPod Touch e iPhone a eredità per la nuova gamma Nano. Grazie all’accelerometro sarà possibile “capovolgere” i video per poterseli godere “orizzontalmente in Widescreen” e –spero– per eventuali nuove funzioni che verranno introdotte in firmware futuri. Ottimo anche per scorrere tutti gli album conservati utilizzando la funzionalità CoverFlow già introdotta nella precedente generazione.

iPod Touch – Seconda Generazione

La seconda succosa novità è l’introduzione dell’iPod Touch 2G, rivisitazione dell’iPod “di punta“, fratello minore (per poco) dell’iPhone, la scelta giusta per tutti coloro che non necessitano di un tutto-fare che “per sbaglio faccia anche chiamate voce” :P

Scocca elegante con retro lucido (ancora una volta per la felicità delle ditate), dimensioni pressoché invariate (110 x 61,8 x 8,5 mm e 115 grammi di peso), tagli da 8, 16 e 32 GB rispettivamente a 219, 279 e 379 euro. iPod Touch 2G integra in “anteprima” il firmware 2.1 con il quale Nike+ approda nativamente sulla nuova gamma di lettori multimediali portatili della mela.

iTunes 8

Aggiornamento corposo anche per il software che permette di gestire la propria libreria musicale ed amministrare facilmente gli iPod (o iPhone). La novità maggiore è Genius, piccolo software integrato che studia le preferenze dell’ascoltatore (dando autorizzazione ad Apple prima che questo entri in funzione) riuscendo poi a generare delle playlist “consigliate“, teoricamente gradite proprio perché basate sui nostri gusti.

Nello stesso “pacchetto” è inclusa la sidebar che interfaccerà iTunes con l’iTunes Store proponendoci canzoni che non abbiamo mai acquistato ma che potrebbero interessarci.

Nella release è inoltre stato inserito pieno supporto ai contenuti video HD (show), sfortunatamente non ancora disponibili in Italia. La pecca? Sembra dare non poche rogne a dispositivi bloccati!

Conclusioni & Links

Tra le novità minori segnalo il nuovo taglio da 120 GB per iPod Classic al prezzo di 229 euro (contro i 249 per gli 80 GB della generazione precedente), design invariato, pieno supporto al nuovo sistema Genius di iTunes 8. Oltre a questo approdano nelle confezioni dei nuovi iPod gli auricolari rinnovati con il controllo del volume tramite “telecomando“, acquistabili separatamente (per chi possiede un dispositivo di precedente generazione) alla non troppo modica cifra di 25 euro.

E ora? Aspettiamo la presentazione dei nuovi prodotti di punta, magari durante il MacWorld Expo del 2009 o magari il prossimo 14 ottobre come rumors comandano!

Come già detto all’inizio del post, le notizie pubblicate “in diretta” sono state tantissime come tanti sono ormai i blog che si sono specializzati nel seguire e scrivere velocissimamente le informazioni rilasciate sul palco da Steve & colleghi. Tra i tanti vi segnalo:

P.S. Ieri sera sono passato da MediaWorld (Ravenna) e non ho trovato “nulla di nuovo“, spero di poter acquistare il Nano 4G la prossima settimana a Milano! :P

×

Attenzione

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: