Poste.it: quando l’innovazione crea più danni che benefici

| |

Poste.it: quando l'innovazione crea più danni che benefici 1Le Poste Italiane hanno da poco rinnovato il loro sito web introducendo quotidianamente piccoli ritocchi grafici per –evidentemente– meglio apparire agli occhi dei suoi clienti e non. Sotto al cofano tutto sommato ciò che serve al cliente resta identico, con la sola esclusione della vecchia PosteMail (gratuita vita natural durante per i clienti BancoPosta, BancoPosta Click e PostePay) che lascia spazio alla nuova “Postemailbox”, gratuita solo per i primi 36 mesi, una PEC nata dagli accordi ormai datati tra governo e questo tipo di istituzioni nel campo dei servizi al cittadino, ne aveva parlato abbondantemente Roberto diverso tempo fa (a tal proposito vi suggerisco di dare un’occhiata al sito web più completo).

Ilaria mi ha chiesto una mano giusto due giorni fa, quando a sua volta non era stata capace di entrare nel sito web delle Poste Italiane per due giorni. Specifico che sia io che lei utilizziamo parecchio l’area clienti BancoPosta per poter tenere d’occhio i conti correnti e spostare denaro all’occorrenza, fare ricariche telefoniche, bonifici, pagamento bollette e bollo auto, quello che qualunque cittadino con un conto corrente ed un’interfaccia web funzionante dovrebbe poter fare.

Il risultato? La mia utenza continua a funzionare correttamente dalla home page di Poste.it, Ilaria viene rimbalzata con un’autenticazione fallita.

Poste.it: quando l'innovazione crea più danni che benefici 2
Poste.it - Autenticazione fallita

Dopo aver fatto qualche altra prova e partendo dal presupposto che lei conosca bene la sua password (salvata anche in un database KeePass, per sicurezza), ho deciso di sentire qualcuno del call center di Poste Italiane (qui i contatti). Da qui in poi ci è sembrato di vivere un’esperienza dell’altro mondo. Contro l’operatrice convinta dell’assoluta incapacità di Ilaria (e anche della mia, ovviamente) abbiamo provato a scherzarci su dicendo che “a questo punto sarà entrato un uomo misterioso a cambiarmi la password“, scatenando a quel punto l’ira funesta della stessa che ha cominciato a dire quanto fosse sicuro l’accesso al sito delle Poste e di quanto fosse impossibile bucare tali protezioni (beata ignoranza, back in time). Provando a ricostruire un dialogo accettabile siamo riusciti ad ottenere solo l’assoluta incapacità di risolvere il problema posto: “mi dispiace signorina, nel suo contratto non compare il numero di telefono, non posso mandarle un messaggio per il recupero della password“. Inutile dire che sul contratto il numero di cellulare di Ilaria compare chiaramente, vero? Ah, questo è il recupero password di Poste Italiane:

Poste.it: quando l'innovazione crea più danni che benefici 3
Poste.it - Recupero password via SMS

e questo è il recupero del codice cliente che servirà a sua volta a recuperare l’eventuale nome utente perso:

Poste.it: quando l'innovazione crea più danni che benefici 4
Poste.it - Recupero codice cliente

Ma a questo punto interviene l’operatrice con il suo intervento davvero risolutivo (… sigh!): dalla home page del sito web bisogna selezionare la tab “Privati” quindi “PosteMail” nel box “Servizi Online“, che nulla ha a che fare con ciò che serve a noi. Indovinate un po’ … anche in questo caso nulla di fatto. Telefonata terminata con un’operatrice scocciata dalla nostra incapacità e l’invito ad andare presso una filiale di Poste Italiane (possibilmente quella dove è stato aperto il conto corrente) per risolvere il problema di persona, nel frattempo son fatti tuoi se non riesci ad accedere ai tuoi soldi da web.

Quello che ho scoperto in autonomia

Affidarsi ad un call-center al sabato pomeriggio è evidentemente controproducente, motivo per il quale ho deciso di approfondire l’argomento e cercare di risolvere il problema. Come? Beh, un paio di modi per aggirare il problema li ho trovati.

Login dalla vecchia PosteMail

Partendo dal suggerimento della poco riposata operatrice, ho ben pensato di passare dalla porta di retro. Da Privati / Servizi Online ho selezionato Postemail, inserito quindi le credenziali di Ilaria per arrivare così alla schermata di avviso della dismissione della vecchia casella di posta elettronica (dimostrando così che le credenziali erano giuste e che la colpa non era certo della nostra incapacità). In barba al passaggio sulla nuova bacheca (che NON funziona e manda in loop la schermata riportando Ilaria alla home page) ho voluto fare accesso alla vecchia Postemail. Da li mi è bastato cliccare su “myPoste” in alto a destra per accedere all’amministrazione del conto corrente. Ecco quindi il primo modo per aggirare l’ostacolo.

Login diretto a BPOL: BancoPosta OnLine

La via più semplice è tanto spesso anche la migliore. Perché quindi passare dalla porta principale se è possibile passare da una porta secondaria diretta? Il sottodominio dedicato a BPOL esiste e funziona ancora perfettamente, perché non sfruttarlo quindi?

https://bancopostaonline.poste.it

Poste.it: quando l'innovazione crea più danni che benefici 5
Poste.it - Accesso a BPOL

Entrerete così nuovamente in possesso del vostro conto on-line, almeno fino al prossimo fantastico e funzionale aggiornamento da parte del personale di Poste Italiane, lo pensano anche le centinaia di persone che hanno commentato su Facebook :-)

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
Subscribe
Notify of
guest

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

80 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Stefano
Stefano
19/09/2011 20:32

Grande!!! stavo impazzendo da giorni anch’io e stavo aspettando che questa situazione si sbloccasse anche se ritengo che il servizio sia pessimo in ogni settore e credo che abbandonerò presto questo conto perchè sono inefficienti. Grazie comunque per questo topic!!!
Stefano

Lorenzo
Lorenzo
19/09/2011 21:06

Io ormai sono passato da piú di un anno a ING Direct e mi ci trovo benissimo! Poi fra poco apriranno anche piú di 20 filiali “fisiche”.

Emanuele
Emanuele
20/09/2011 09:34

Ma in effetti l’errore è in partenza. Definire le Poste una banca online, con un sito che va offline di notte… :-|
Ciao,
Emanuele

Lucky
Lucky
20/09/2011 11:04

Il problema di Poste è che al callcenter ti prendono degli emeriti “deficienti”, allo sportello si parlano due lingue diverse. Gli stratagemmi per aggirare il problema li ho provati, ma nel caso di una registrazione fatta per mia moglie a seguito dell’acquisto di un postepay (senza bancoposta online) seppur si logga da bancoposte online non mi fa entrare in postepay, risultato ho una postepay che non serve a nulla.

Dario Salvelli
Dario Salvelli
20/09/2011 11:14

Se me lo chiedevi ti avrei detto di usare il secondo, da una vita ho quello nei bookmark…speriamo non fanno redirect :((

Riccardo
Riccardo
20/09/2011 21:42

Sei veramente un grande. Sia per aver reso noto questo casino che hanno combinato per mettere due figure sul sito(condivido subito tutto l’articolo su facebook) sia per avermi salvato con il metodo della “porta di retro”!

Emanuele
Emanuele
23/09/2011 10:47

Gioxx, davvero è cambiata? Mi vien da dire “e finalmente!”. Non ho BancoPosta quindi non sono aggiornato al secondo… ma è assurdo ci siano stati anni per cambiare una cosa simile!
Ciao,
Emanuele

trackback
Best of my feed #118 | Vita di un IO
24/09/2011 08:03

[…] proposito di casini informatici, eccovi una brutta avventura con Poste Italiane raccontata da Gioxx. Per la cronaca io non ho avuto accesso al sito per […]

Tony
Tony
24/09/2011 11:44

Ti devo un caffè

Elisa
Elisa
26/09/2011 08:19

GRAZIE!!!!!! da circa due settimane non avevo più accesso al mio conto online. Ho provato a contattare il callcenter delle poste ma CASO STRANO non risponde nessuno o sono tutti impegnati.. ho chiamato all’ufficio postale e mi hanno detto che dovevo chiamare il callcenter.
Finalmente ho risolto grazie ai tuoi consigli!!
Grazie ancora!!

luca
luca
26/09/2011 15:52

La guida online di Postemail dice: “Per inoltrare i messaggi in arrivo nella tua casella E-mail a un differente indirizzo di posta elettronica, sufficiente inserire l’ indirizzo nell’ apposito campo”. Dove si trova “l’apposito campo”?

Davide
Davide
27/09/2011 22:43

Fino a ieri sera il login dal sottodominio bancoposta funzionava… ora nemmeno questo! E, a differenza che dall’home page, non dà neppure un messaggio di errore, il nulla più assoluto.

Se continua così, sabato mi tocca andare in ufficio postale… vedi mai che devo chiamare i CC per poter disporre dei miei soldi.

kingx
kingx
28/09/2011 09:30

confermo da ieri alle 12.00 non si puo accedere nemmeno da banco posta online bisogna trovare una soluzione i call center non risponde più dicendo che ce un alto traffico di chiamate, da qui mi sorge il dubbio ma se nessuno riesce a contattarli nemmeno da dal call center alle 8.00 di mattina, chi è che li chiama dalla mattina alla sera?, io proporrei una bella denuncia alle IENE o a striscia la notizia

kingx
kingx
28/09/2011 09:51

@ Gioxx:
si ma non è possibile che noi cittadini dobbiamo subire in silenzio tutto ciò , senza nemmeno far sentire la nostra voce, io come credo anche altri siamo stufi, e non hanno il coraggio di darci delle spiegazioni o delle tempistiche alla risoluzione del problema

umberto
umberto
28/09/2011 16:32

grazie anche da parte mia…purtroppo abbiamo a che fare con un servizio pessimo

Natascia
Natascia
29/09/2011 11:30

Avevo trovato anch’io questo bellissimo accesso che, ora, mi accorgo non andare più.
Le poste fan sempre più schifo.
Beati voi che siete riusciti a parlare con qualcuno del call center, per quanto ineducato, io ogni volta che ci provo mi sento dire che ci sono le linee intasate.. meraviglioso -.-

olanic
olanic
29/09/2011 13:25

Ad oggi non si riesce ancora ad accedere al sito da nessun form (assurdo da ben tre giorni!) e non si degnano nemmeno di scrivere un messagio (anche senza scuse) di malfunzionamento. Con il call center sono riuscito a parlarci sia il 27 che il 28: il 27 una gentil voce femminile mi spiega che vi era un sovraccarico del server causato dagli stessi dipendenti di poste italiane che erano li a guardarsi lo stipendio (ah!!ah!!); il 28 che erano GIA’ operativi a risolvere il problema (ah!!ah!!).

kingx
kingx
29/09/2011 15:59

Allora, alle poste sono tutti occupati, ma io sono tra i fortunati che sono riusciti a parlare col call center dove una ragazza molto gentile mi ha spiegato il segreto:

andare su http://www.poste.it, cliccare sulla scheda privati, accanto ad home, si viene indirizzati ad un’altra pagina, da li, a destra sotto la pubblicità, si va ad “accedi ai servizi online” e si dovrebbe entrare.

Elisa
Elisa
29/09/2011 16:19

A me non funziona più nemmeno da bancopostaonline.. e da poste.it facendo il procedimento descritto da kingx non mi fa accedere comunque.. uffaaaa….

Elisa
Elisa
29/09/2011 16:21

Ora funziona invece con la procedura descritta da Kingx.. finalmente.. dopo vari tentativi mi ha fatto accedere.. :)
Grazie! :)

kingx
kingx
29/09/2011 16:30

ora appena posso chiudo il conto con sti deficenti delle poste, finalmente sono stufo di sti incapaciiiiiiiiiiiiiiiii