Android: abilitare il riconoscimento facciale di Google Foto

Gioxx  —  09/09/2015 — Leave a comment

Come qualcuno probabilmente saprà, Google Foto ha introdotto il riconoscimento volti all’interno delle fotografie che sono salvate (quindi backuppate) sui loro server, una funzione che però sembra non essere ancora disponibile in Italia a meno di ricorrere ad un piccolo trucco perfettamente funzionante che consiste nell’utilizzo di una VPN. Scopriamo insieme come fare, sempre che non vogliate attendere l’arrivo ufficiale della feature! :-)

Android: abilitare il riconoscimento volti su Google Foto

Prima di partire: sapete in cosa consiste una VPN? Vi propongo un estratto della voce sul sito di Symantec:

Una rete VPN (Virtual Private Network) permette a computer ubicati in sedi fisiche diverse di stabilire un collegamento tramite Internet. Questa soluzione elimina la necessità di ricorrere a costose linee dedicate poiché la connessione a Internet permette di collegare sia sedi diverse sia utenti remoti. Poiché le connessioni a Internet sono connessioni pubbliche, e quindi non protette per definizione, sono esposte al rischio che i pirati informatici possano intercettare e modificare i dati trasmessi sul Web. Con una rete VPN è tuttavia possibile crittografare i dati e inviarli solo ad un computer (o gruppo di computer) specifici o, in altre parole, di creare una rete privata che è accessibile solo agli utenti autorizzati a differenza del Web che è accessibile a tutti. La rete in questione è però una rete virtuale poiché il collegamento tra i computer remoti non è fisico ma basato sul Web. Per poter utilizzare un’applicazione installata sui sistemi della propria azienda, i dipendenti che lavorano fuori sede devono semplicemente collegarsi ad un sito Web specifico e immettere una password.

Senza particolari password o difficoltà tecniche, su Android è possibile utilizzare un software ad-hoc come TunnelBear che vi permetterà di stabilire una connessione VPN con i server dell’omonima azienda sparsi per tutto il globo:

TunnelBear VPN
TunnelBear VPN
Developer: TunnelBear, LLC
Price: Free+
  • Installatela, avviatela, puntate verso gli Stati Uniti come destinazione della vostra connessione e accendete l’interruttore. Dopo aver dato il consenso all’applicazione di stabilire una connessione VPN (verifica di sicurezza obbligatoria di Android Lollipop), il vostro cellulare si connetterà ad internet come fosse fisicamente ubicato negli US ;-) (immagine 1).
  • A questo punto sarà necessario terminare Google Foto e cancellare tutti i suoi dati (non vi preoccupate, non perderete alcuna immagine già presente su Google Foto, non verranno toccati neanche gli scatti presenti sulla card SD o nella memoria del telefono!) (immagine 2).
  • Avviando nuovamente Google Foto ed eseguendo la prima procedura di accesso e scelta profilo di backup, noterete nelle impostazioni la nuova opzione “Raggruppa volti simili” (immagine 3).

Date ora qualche minuto alla piattaforma per svolgere il suo lavoro. Dimenticatevi per qualche tempo del cellulare e poi riprendetelo, tornate in Google Foto e lanciate una ricerca (il pulsante della lente di ingrandimento nella schermata “Foto”, ndr). Noterete un primo blocco, nuovo, dove verranno raccolti i volti riconosciuti e quindi raggruppati automaticamente dal servizio:

Android: abilitare il riconoscimento facciale di Google Foto 3

Ora potete godere di un ulteriore tipo di ricerca molto rapida e precisa, i casi di errore rilevati sono davvero rari (qualche foto sfuggita dove il volto non era ben riconoscibile).

Ancora non utilizzate Google Foto? E perché vi volete così male? Installatelo subito! :-)

Google Foto
Google Foto
Developer: Google LLC
Price: Free
×

Attenzione

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Gioxx's Wall Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon
Condividi l'articolo con i tuoi contatti: