Acronis True Image 2016: scaricare l’immagine ISO

Gioxx  —  27/11/2015 — 22 Comments

Non è certo un segreto: Acronis e EaseUS producono due dei software che più utilizzo per lavoro (e non solo). Non è una novità ma dato che potrebbe tornarvi (e tornarmi) utile, lo sapevate che la prima citata ha pubblicato la ISO della versione 2016 di True Image direttamente sul loro spazio web?

Trovate infatti la ISO (masterizzabile su supporto ottico o integrabile su chiavetta USB bootabile) di Acronis True Image 2016 all’indirizzo dl.acronis.com/s/AcronisTrueImage2016.iso.

Acronis True Image 2016: scaricare l'immagine ISO 1

Inutile ricordarvi che la ISO è ovviamente limitata nelle funzioni e che serve esclusivamente a portare a termine operazioni di base sui dischi come la copia di una specifica partizione o la clonazione di un intero disco, o ancora la formattazione sicura di un supporto. È uno strumento da non farsi mai mancare e da portare con sé come fosse un coltellino svizzero. Nel caso in cui il collegamento alla ISO su server Acronis non funzioni, potete passare dal mio spazio Dropbox sul quale ne ho salvato una copia: dropbox.com/s/r1xctcnwg3s4rtc/AcronisTrueImage2016.iso?dl=1.

Buon lavoro!

ATTENZIONE: Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :)

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!
Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
  • miki64

    Ti ringrazio, Gioxx, per aver condiviso il file di 518 MB con tutti noi e anche la (bella ) notizia, sperando che funzioni per sempre (con questa versione, Acronis ha messo a disposizione un prodotto GIA’ COMPLETO e già sufficiente per le esigenze della maggior parte di noi!).
    Aggiungo che all’avvio con determinati hardware potrebbe non funzionare il mouse: per scegliere la lingua dall’elenco a discesa è sufficiente premere il tasto Tab e poi dare l’invio, alla schermata successiva il mouse risulterà finalmente sbloccato e si potrà proseguire con il backup o il ripristino del sistema operativo Windows.
    Però ho controllato: sbaglio o supporta anche finalmente Linux e il suo EXT4?
    Vedere l link http://www.acronis.com/it-it/personal/computer-backup/#section_block-views-product-requirements-block

  • Non ho mai avuto necessità di clonare dischi formattati in EXT4 fino a oggi con Acronis 2016. I test sono stati effettuati per clonare dischi Windows, quindi non riuscirei a darti conferma ;-)

  • miki64

    Allora, ti specifico questo in base alle prove che ho fatto.

    – Fermo restando che il miglior software era, è e sarà sempre Clonezilla
    e fermo restando che prima o poi mi deciderò a farne una guida voce per
    voce, visto che la riga di comando è ostica, con relative immagini e
    che mi stamperò questa guida in casi di emergenza;
    – fermo restando che per i vecchi hardware anche io consiglio di non
    buttare via i programmi che si sono utilizzati in precedenza, quindi
    nel mio caso Paragon 9 (che non era rivolto al solo mondo Windows, ma
    creava anche delle immagini dei filesystem fino a Ext3);
    ho provato personalmente Acronis 2016.

    PREGI:

    1. la ISO funziona. Funziona sul mio hardware vecchio, anno 2003
    (BIOS classico e Windows XP) e funziona ovviamente sull’hardware più
    recente (testato su BIOS UEFI/SecureBoot e Windows 8.1);
    2. riconosce e fa il backup dell’intera partizione Linux EXT4;
    3. la clonazione di un intero disco e la formattazione sicura di un supporto sono permesse (promessa Acronis);
    4. non si tratta di una versione di prova limitata nel tempo (promessa Acronis);
    5. pur avendo delle funzioni limitate (non salva in cloud e altre
    cose del genere) ha TUTTO quello che serve per un utente domestico,
    le classiche funzioni base quindi non mancano ed è più che soddisfacente
    sotto questo punto di vista;
    6. ha un’interfaccia grafica intuitiva, è possibile selezionare la
    lingua in italiano. Qualora sui mouse più recenti (quelli complicati per
    il gaming, ad esempio) non dovesse funzionare, con il tasto TAB si
    seleziona dall’elenco a discesa la lingua italiana e poi si dà l’invio; a
    questo punto alla schermata successiva il mouse riprenderà a
    funzionare.
    DIFETTI:

    1. pur riconoscendo e copiando la partizione Linux EXT4, in realtà fa
    il backup dell’intera partizione e non della sola immagine di Linux.
    Questo significa che la mia partizione di Linux di 80 GB è stata copiata
    settore per settore e quindi i file finali (sono più di uno perché ho
    impostato una grandezza massima della capienza di un DVD) hanno una
    dimensione di 80 GB.

    Diciamo quindi che per le mie esigenze personali di backup di Windows, Acronis 2016 va bene, però per il backup ed il restore di Linux non è il programma adatto, dovrò trovare altre soluzioni free.

    Ciao.

  • AmRoald

    Grazie Giovanni per la segnalazione. Con questa ISO ho creato un CDRom di avvio ma purtroppo il boot si ferma alla finestra DOC con il prompt GRUB>, in attesa di un comando. Con le versioni precedenti invece, andava regolarmente all’interfaccia grafica. Sai dirmi da cosa dipende?

  • Ciao. Posso consigliarti l’utilizzo di WinSetupFromUSB che si occupa di tutto? Tu gli dai in pasto il supporto, l’immagine ISO (Grub compatibile) e se formattare o meno il supporto direttamente da applicazione (ti consiglio di farlo). Io ho fatto così e ho la chiave USB di boot con Acronis perfettamente funzionante: http://www.winsetupfromusb.com/download/winsetupfromusb-1-6-exe/

  • AmRoald

    Grandissimo Giovanni! In decine di risposte in altri forum nessuno mi aveva dato questo consiglio che si è rivelato l’unico di successo. Ora il boot si completa!;-) Grazie ancora!

  • Figurati, uso quell’applicazione da anni con estrema soddisfazione (per creare chiavi da zero o aggiungere immagini a chiavi già preparate prima), devo solo decidermi a scriverci un pezzo sopra :-)

  • AmRoald

    Sarebbe graditissimo!:-)

  • Vinny Boggia

    Ciao Giovanni, visto che “risolvi” provo a descriverti il mio problema. Dispongo di un
    Acer Aspire acquistato nel 2011. Quando l’ho acquistato, dopo averlo ripulito dal bloatware preinstallato, ho usato Trueimage (credo 2012) creando la Secure Zone
    e salvando li una copia del sistema (a mia immagine e somiglianza) in modo da utilizzarla a mo di… setup di fabbrica ogni qualvolta se ne presentasse la necessità. Meno di un mese fa da Microsoft mi arriva la possibilitò di upgrade al Win10 x64. Ok mi dico, prendiamo il caro TrueImage e riportiamo il sistema al … 2011. Dieci minuti e …voilà. Perfetto. Era tutto li ma il software (da me installato) presente nella copia di
    backup non mi garbava più. Piuttosto che disinstallare solo quello, ho usato la copia
    “di fabbrica” di Acer (un’altra partizione nascosta accessibile via boot per riportare il
    tutto al… primo avvio. Fatto ciò, nuovo taglio al bloatware e via con l’installazione del Win10, senza intaccare quanto già presente visto che il setup lo permetteva. Nessun problema tranne qualche ritocco alla parte video Nvidia. Bene, era il momento di ripetere la copia del sistema nella Secure Zone… …. …. =( il “vecchio” TrueImage non era più compatibile !!!! E va bene, sapendo quello che fa e come lo fa… lo ricompro !!! Disinstallata la vecchia versione, installo la nuova 2016, eseguo la copia nella Secure (tengo a precisare che il “nuovo” TI ha interagito perfettamente con le copie precedenti in essa, permettendomi di visualizzare i file etc. etc). Spulciando di quando in quando nella nuova interfaccia mi rendo conto di qualche piccolo miglioria nonchè la possibilità (vista anche prima dell’acquisto) di backuppare sul cloud e bla bla bla.

    E poi ?

    E poi boh ? Da tre gg il programma semplicemente non parte !! Non lo trovo nelle applicazioni in esecuzione se non per il servizio “TIB” tal dei tali e per lo scheduler.
    Non ricevo nemmeno errori di sistema che mi invitino a eseguirlo magari in modalità compatibile (e perchè dovrei visto che al primo avvio TUTTO è filato più che liscio!!!) … Se però dal menu start scelgo uno dei tool (piuttosto che raggiungerlo dal launcher) il singolo programma funziona !!! Ho provato ad eseguire il “repair” ma non ho ottenuto nulla. Ho scritto al supporto fornendo “la stessa versione dei fatti” nonchè tutti i dati compreso il numero di “cleverbridge”. Ho chiesto anche a mia moglie se si fossero fatti vivi… NIENTE. Sinceramente sono deluso più dal loro silenzio che dal mancato funzionamento del programma, che ripeto, ritengo uno dei migliori e che sicuramente uso al 10% delle sue possibilità, ma che evidentemente si inceppa da qualche parte. L’unico sospetto
    che ho riguarda proprio la parte video della mia macchina. Ho da poco aggiornato
    il driver Nvidia (che funziona alla perfezione con altre app) non vorrei che il launcher del programma possa soffrire dell’attuale configurazione dello schermo…

    Avresti qualche idea in merito ?

  • Ciao Vinny. Moltissimi dettagli, bravo e grazie per averli condivisi perché certamente aiutano. Sono onesto: nutro dubbi nei confronti di Windows 10 e delle sue patch di sicurezza. Mi spiego meglio tramite articolo di un sito web che stimo moltissimo e seguo quotidianamente: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=Windows-10-cancella-i-programmi-installati-Quando-puo-accadere_13485 (c’è anche una pubblicazione in inglese su LifeHacker: http://lifehacker.com/windows-10-updates-are-deleting-some-apps-without-notif-1762347989).

    Non vorrei che Acronis 2016 (nella versione da te installata) abbia qualche vicissitudine con il SO, anche perché non ho mai avuto alcun problema con i prodotti Acronis. Certo è che, essendo tu cliente pagante, mi sarei aspettato un maggiore supporto su un caso di richiesta di assistenza.

    Altra cosa: dubito possa trattarsi di una qualche incompatibilità con il driver grafico, un software di questo tipo ignora bellamente quella che è la tua dotazione grafica, si limita semmai a portarsi dietro i driver attualmente installati nel caso tu volessi fare una copia totale del tuo disco per utilizzarla in futuro.

  • Luciano

    Caro Giovanni, voglio innanzitutto ringraziarti per aver condiviso, con tutti noi, le tue conoscenze. Quindi mi appresto a chiederti informazioni riguardo al True Image, software che uso da tantissimo tempo con soddisfazione, riguardo al cd di boot che hai postato e che ho utilizzato sai cosa mi capita? Faccio il backup della partizione e tutto funziona bene, al termine vao a verificare e non trovo il backup!? Poi riparto con il cd-boot di True Image clicco su backup, esco rivado nella partizione, dove lo avevo destinato, e trovo il backup!! E’ proprio necessario fare questo doppio passaggio o, certamente, sbaglio qualcosa? Resto in attesa e ti saluto cordialmente.
    Se vorrai darmi le tue coordinate, ti chiedo l’amicizia su Facebook.

  • Ciao Luciano, il tuo sistema operativo è configurato per mostrare file nascosti o di sistema? Spesso ho visto che le immagini TIB si nascondono agli “occhi” di Windows, basta semplicemente farle saltare fuori. In alternativa potresti provare a salvare il backup su un dispositivo esterno (chiave USB o disco USB) e verificare che in questo caso tu ne abbia visibilità.
    Di che coordinate parli nella tua ultima riga di commento?

  • Ciao Giovanni e grazie per lo spendido articolo… ho provato una iso più vecchia.. flash su USB.. si avvia ma ci sono degli errori nel rendering dello schermo.. in pratica come se la scheda video del mio dell inspiron 15r non venisse riconosciuta bene… ho trovato il tuo articolo e l’ho provato ma ancora niente… stesso comportamento.. hai consigli in merito?
    e poi altra domanda.. nel caso di più partizioni (tipo uefi, recovery, cazzivaridiwindows) copia tutto?
    grazie fin da ora

  • Ciao Davide. Le partizioni vengono copiate tutte, soprattutto con le ultime versioni di Acronis (segue il flusso delle novità, a prescindere dal sistema operativo alla base). Per quanto riguarda il rendering video non saprei aiutarti, mai capitato, probabilmente bisognerebbe porre la domanda (o verificare che non sia stata già posta) sul forum di Acronis.

  • Gianni Rossi

    Salve Giovanni. Complimenti per l’ottimo articolo e link per scaricare Acronis True Image 2016 in formato ISO, e per tanto vorrei farti una domanda su questo programma. Ho appena acquistato 1 PC nuovo con il SO di Win 10 Home su di 1 SSD da 256 Gb + 1 HD da 1 TB. Attualmente il SO di Win 10, mi tiene circa 50 Gb su SSD, e vorrei fare una copia di recupero del SO con Acronis True Image 2016, da mettere su di 1 chiavetta USB 3.0 da 64 Gb. E’ possibile copiare tutto il SO di Win 10 installato su SSD (completo di driver e configurazioni), su di 1 chiavetta USB da 64 Gb, da tenere come unita’ di recupero del SO?

  • Certamente, l’importante è che il sistema sia attualmente solo (senza i programmi, che ovviamente farebbero crescere la sua occupazione disco) e che la quantità di dati contenuta nel tuo SSD sia inferiore a 64 GB (limite spazio della tua chiavetta USB).

  • Dionigi

    Ciao Giovanni. Ho scaricato la iso del true image 2016 e ho fatto il ripristino di una immagine creata in precedenza con la versione 11.5. Nel fare tale operazione mi compare un messaggio che mi dice che non e’ possibile completare il ripristino e poi mi butta fuori. S.O. e’ Win 7 Pro su Lenovo all-in-one.
    Mi dai qualche indicazione ?

  • Ciao Dionigi. Io non conoscevo la versione Backup & Recovery ma solo True Image (che usiamo anche in ufficio grazie alle licenze business). Posso immaginare che i prodotti vengano volutamente tenuti separati, magari sbagliando. Sarebbe opportuno chiedere informazioni sul forum di supporto di Acronis, giusto per capire se un backup effettuato con una diversa versione del tool, può essere ripristinato con l’immagine ISO live del True Image.

  • JK

    Ciao Giovanni

    Prima di tutto ti ringrazio dell’ISO
    mi hai fatto un regalo regalone

    In secondo luogo vorrei sottolineare che
    il software di creazione da te consigliato (WinSetupFromUSB)
    è rifiutato dai miei sistemi di protezione che mi dicono contenga un malaware :-(

    don’t panic

    sfrugugliando in internet ho trovato Rufus 2.12
    (http://downloads.pcauthority.com.au/article/27712-rufus)

    dopo un paio di prove
    chiavetta creata su XP e provata di Win 7 Pro
    tutto ha funzionato a meraviglia e Acronis è partito regolarmente

    Uniche accortezze: [almeno per me, ma potrebbe essere il caso di tanti]
    – Scegliere MBR con UEFI
    – scegliere la modalità DD [con la modalità ISO non funziona]

    Grazie ancora :-) :-) :-)

  • JK

    ops…
    l’autenticazione mediante diquis non funziona

  • Ciao JK, WinSetupFromUSB è il classico falso positivo, non contiene alcun malware:

    Conosco ovviamente Rufus e se ne è parlato in altri articoli del blog (uno esce proprio in questi giorni) e anche nei commenti. Grazie mille per i suggerimenti di utilizzo e per la condivisione della tua esperienza (sono cose che possono sempre tornare utili).

    Per l’autenticazione Disqus non saprei cosa dirti, io ho provato adesso e ha effettuato il login correttamente! :-D

  • JK

    Ciao Giovanni
    ok per il falso positivo
    [non ho provato con gli antivirus in linea]
    mi sono fidato dei miei :-(

    ora provo dopo aver fatto il login a diqus :-)