Creative Muvo 2: piccola e splashproof

| |

È piccola, molto compatta, dal peso davvero contenuto, certificata IP66 (qui trovi una piccola tabella in grado di darti la corrispondenza del grado di protezione IP) e quindi resistente alla polvere e alle ondate (non puoi portarla durante le tue immersioni ma può anche ricevere diversi schizzi d’acqua in piscina o in doccia, mettiamola così ;-)). È Creative Muvo 2, piccolo speaker bluetooth che ti permette di portare sempre con te la musica (nonostante i miei ricordi vadano verso un’altra periferica con lo stesso nome, che possedevo e che mi è piaciuta molto), è una moda scoppiata e non ancora sgonfiata, che offre sempre nuove alternative.

Creative Muvo 2: piccola e splashproof

Ha lo stesso suono di accensione della serie Roar ma non è certo una Roar, giusto per essere subito chiari. Qui si parla di una categoria differente e volutamente inferiore, che offre la possibilità di dare maggiore volume alla propria musica (senza esagerare), in collegamento costante con il proprio smartphone oppure in riproduzione da una scheda microSD grazie alla funzione di lettore Mp3 integrato, con compatibilità estesa anche ai file FLAC, Wav e WMA (non supporta però WMA Pro/Lossless). L’alternativa ultima è il collegamento diretto via USB al portatile o un altro dispositivo che lo permette, così da continuare ad alimentarla e ascoltare contemporaneamente la propria musica.

A proposito di alimentazione: la batteria integrata è da 2200mAh, teoricamente in grado di reggere il lavoro per una decina di ore, ovviamente variabili in base al volume tenuto (più alto è, più sarà necessaria energia, manco a dirlo) e alle condizioni ambientali (così scrivono nella scheda sul sito ufficiale), anche se ancora sto cercando di capire a cosa facciano riferimento :-)

Conferme

Succede come quando vai a prendere una nuova vettura pur rimanendo nella stessa casa automobilistica, ritrovi quelli che per gli altri sono spesso optional, ma che per quella casa automobilistica sono cose date per scontate, come gli alzacristalli elettrici o l’aria condizionata. Si ripropone lo stesso ragionamento anche con Creative. Troverai sempre la possibilità di rispondere alle telefonate tramite il loro speaker, attaccarci un qualsiasi dispositivo che abbia un’uscita per gli auricolari (quindi AUX) evitando l’utilizzo del bluetooth e risparmiando batteria.

Modalità e stato della batteria

Creative Muvo 2 può essere utilizzata per riprodurre musica da diverse fonti, come già detto. Per poter fare switch tra queste, Creative ha inserito un pulsante “M” (Mode) insieme agli altri ai quali siamo generalmente abituati. Secondo istruzioni (verificate) a ciascun led corrisponde la sua modalità: blu per bluetooth, verde per AUX, viola per USB. Il celeste, solitamente non visibile, indica un secondo speaker connesso, così da avere il doppio della potenza.

Premere invece due volte il tasto M (un attimo più velocemente, ma non troppo) ti permetterà di capire lo stato di carica della batteria senza necessità di ulteriori software (per esempio iOS connesso in bluetooth): verde per il range da 100 a 75%, giallo per quello dal 75 al 50%, viola per il 50-25%, rosso per il 25-1%, quando è arrivato sul serio il momento di ricaricare il prodotto (cavo microUSB, incluso nella confezione, e il caricabatterie del proprio smartphone che chiunque ha in casa, un modo come un altro per evitare di metterlo nella scatola, cosa sempre più diffusa). Lo speaker si spegnerà da solo dopo 10 minuti di inattività o mancata connessione a un dispositivo, per evitare di sprecare energia.

Avanti e indietro

Il tasto M è costretto ad avere molteplici scopi, sarebbe stato scomodo e forse complicato mettere una trafila di altri pulsanti sulla parte alta del prodotto. Per questo motivo, cambiare la traccia, cosa apparentemente non possibile, si può fare con una combinazione di tasti. Basterà infatti premere contemporaneamente M + o M - per andare avanti e indietro nella playlist. Basterà premere semplicemente la M per mettere in muto il microfono durante una conversazione telefonica oppure premere il pulsante con l’icona del bluetooth per un paio di secondi per rifiutarla, quella chiamata in arrivo che ti porterebbe alla conversazione evidentemente non gradita (sotto la doccia vorrei vedere te!).

In conclusione

Il prezzo di Creative Muvo 2 è di 80€ (79,99) di listino, che scendono a 70€ (69,99) attualmente in promozione sul sito web ufficiale.

Inauguro un paio di box che fino a oggi non ho mai utilizzato, per cercare di riepilogare più rapidamente perché acquistare (o perché no) un prodotto che mi passa sotto le mani, con la speranza di renderti la vita più semplice (se vuoi evitare di leggere tutto il dettaglio fino a ora):

Creative Muvo 2: piccola e splashproof 1Potrebbe valerne la pena perché

  • La qualità dell’audio è più che accettabile, il basso è sufficientemente profondo e non c’è distorsione se non a volume più che sostenuto, più che normale per cuffie e speaker.
  • Creative Muvo 2 è compatto, leggero e facilmente trasportabile, lo si infila agilmente in borsa e ci si dimentica di averlo, lo si tira fuori quando si ha necessità (se di necessità si può davvero parlare), è sicuramente più comodo di ogni altro speaker avuto fino a oggi.
  • Trovo particolarmente comodo poter controllare Spotify direttamente dallo speaker. Portare Creative Muvo 2 in doccia è un invito a nozze, si può agilmente saltare una traccia non troppo gradita o riascoltarne una appena passata. Di certo c’è che eviterei di rispondere al telefono e dire al tuo capo che non puoi perché sotto la doccia (si chiederebbe perché diamine ti sei portato un vivavoce in quel posto e in quel momento! ;-))

Creative Muvo 2: piccola e splashproof 2Potrebbe non valerne la pena perché

  • Inizio a stufarmi dei prodotti che includono il cavo microUSB ma non il caricabatterie, costringendo all’utilizzo del proprio (solitamente quello dello smartphone o del tablet), solo perché si dà per scontato che ci sia in qualsiasi abitazione o ufficio. D’accordo risparmiare dello spazio nel pacchetto del prodotto (e anche il prezzo dell’accessorio stesso), ma si rischia ormai di arrivare ad avere più prodotti e meno caricabatterie, costringendo l’utente ad acquistarne altri in completa autonomia. Non credo che il prezzo possa impennare poi molto includendolo (considerando che acquistarne uno su Amazon costa meno di 10€).

Buon ascolto :-)

G

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Disclaimer (per un mondo più pulito)

Gli articoli che appartengono al tag "Banco Prova" o "Banco Prova Console" raccontano la mia personale esperienza con prodotti generalmente forniti da chi li realizza. In alcuni casi il prodotto descritto rimane a me, in altri viene restituito. In altri casi ancora sono io ad acquistarlo e decidere di pubblicare un articolo in seguito, solo per il piacere di farlo e di condividere con te le mie opinioni.
Ogni articolo rispetta -come sempre- i miei standard: nessuna marchetta, solo il mio parere, riporto i fatti, a prescindere dal giudizio finale.
Se vuoi leggere le altre recensioni del Banco Prova fai clic qui (o qui per quello "Console").

Prodotto: fornito da Creative, ho potuto tenerlo al termine del test.

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: