TIM: disattivare un piano PRIME go per evitare le spese settimanali

Gioxx  —  20/02/2018 — Leave a comment

In un periodo storico particolarmente delicato per TLC e clienti infuriati, per aumenti di prezzo ben poco giustificati (ma ben studiati a tavolino, come fosse un cartello tra operatori di telefonia / internet / tv satellitare, tutto da dimostrare), io faccio parte di quella cerchia di imbecilli che si è lasciata sfuggire una modifica del proprio piano tariffario di base, la quale ha portato nelle casse di TIM ulteriori soldi che avrei volentieri evitato di fargli arrivare.

I piani PRIME go sono quelli che promettono faville e che hanno un costo settimanale di rinnovo, una “sciocchezza” per far parte di un esclusivo club di vantaggi che “anche no“. Ti spiego rapidamente di cosa si tratta, potresti non esserti accorto anche tu della modifica (e non lo faccio certo per accoglierti in quella cerchia di cui parlavo prima!).

TIM: disattivare un piano PrimeGo per evitare le spese settimanali

I fantastici e irrinunciabili vantaggi dei piani PRIME go sono elencati nella pagina tim.it/primego e, nonostante la mia facile ironia da scemo, potrebbero realmente tornare utili a qualcuno, per questo motivo non sempre è male ciò che viene settimanalmente fatto pagare. Io, rispetto a ciò che viene offerto, non ho un ritorno realmente vantaggioso, motivo per il quale ho scelto di cambiare piano base ed evitare di depositare 50 centesimi di euro ogni settimana nelle casse di TIM (oltre quanto già richiesto per rinnovare la mia offerta completa di minuti e traffico dati).

Anche tu puoi variare questo particolare con un paio di clic, ti basta essere registrato sul sito di TIM (così eviti di dover passare da un centro fisico dell’operatore). Le alternative al piano PRIME si chiamano TIM BASE NEW e TIM SEMPLICE, la differenza è ovviamente nei costi. Facendo clic su ogni nome d’offerta approderai sui relativi file PDF che ne elencano caratteristiche e prezzi, scoprendo così che il secondo citato è decisamente più costoso del primo, tenendo come punto saldo il fatto che si tratta di prezzi che si applicano solo nel caso in cui tu vada a sforare dal tuo pacchetto personalizzato (quello che –come già detto prima– comprende già minuti di chiamata, SMS e traffico dati).

Modifica del piano dati

Accedi al sito di TIM e collegati con l’utenza relativa al tuo numero di telefono. Scorrendo la pagina riepilogativa del tuo piano verso il basso, arriverai al box che riporta le informazioni del tuo piano base:

TIM: disattivare un piano PRIME go per evitare le spese settimanali

Facendo clic sul tasto Modifica, accederai al primo di 3 passaggi che costituiscono il cambio tariffa e la conferma a video (arriverà poi un ulteriore SMS di conferma sul tuo smartphone quando l’operazione sarà andata a buon fine, generalmente 24 ore dopo la richiesta sul sito web, nda). Scegli la tua nuova tariffa base e conferma quanto selezionato, fino ad arrivare al terzo passaggio, dove non farai altro che chiudere la finestra (l’alternativa è quella di stampare il contenuto della pagina!).

Salvo errori, l’operazione è terminata, e mi sono servite più righe di testo su questo blog rispetto ai secondi impiegati per fare il cambio e per tornare a mantenere i costi sotto controllo, almeno fino al prossimo cambio contrattuale unilaterale vantaggiosissimo.

×

Attenzione

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: