Posta elettronica: come calcolare il proprio punteggio Spam

Gioxx  —  18/12/2018 — Leave a comment

Ti sei mai chiesto perché di tanto in tanto può capitare ancora oggi che le tue mail non arrivino a destinazione correttamente? Non sto parlando di problemi tecnici del server di turno, ma di filtri antispam più o meno aggressivi che possono interpretare in maniera differente i contenuti della tua mail, decidendo poi di scartarla se questa dovesse superare un certo punteggio. Questo può variare in base al software antispam utilizzato, ho trovato un articolo abbastanza completo per permetterti di farti un’idea a riguardo (nel caso fossi a digiuno di queste nozioni), lo trovi qui.

Posta elettronica: come calcolare il proprio punteggio Spam

Ciò detto, hai mai provato a calcolare il punteggio Spam di una singola mail da te inviata? No? Neanche io fino a qualche tempo fa, poi ho deciso di farmi un’idea e lanciare un self-test tramite il servizio gratuito messo a disposizione da mail-tester.com. Il funzionamento è estremamente banale: ti viene messo a disposizione un indirizzo di posta elettronica al quale inviare una mail dal tuo account (e dal tuo client preferito), a quel punto tu potrai confermare l’invio, attendere qualche secondo e procedere con la verifica del tuo punteggio, corredato di spiegazioni e consigli di mail-tester per ottenerne -eventualmente- uno migliore.

Ti faccio vedere un esempio basato su una mia mail praticamente vuota (corpo e oggetto di test):

Posta elettronica: come calcolare il proprio punteggio Spam 1

Aver utilizzato un testo così corto nell’oggetto e nel corpo mail mi ha penalizzato abbassando il punteggio (meno testo rispetto a immagini e contenuti caricati dall’esterno, chiaramente sbagliato), ma per il resto è quasi tutto in ordine e un 8 su 10 è certamente un buon motivo per passare indenni i controlli dei software antispam (salvo particolari regole impostate dagli amministratori di sistema). Ora tocca a te, fai un controllo basato sul tuo indirizzo di posta elettronica (quindi relativa configurazione server, record SPF e DKIM) e sul contenuto delle tue mail, potrai toglierti una curiosità e capire se è vera la scusa che ogni tanto qualcuno tira fuori (un po’ come fosse un passaggio nostalgico), quella del “Mi spiace, non ho ricevuto la tua mail” o “Scusa, mi è finita nello spam” ;-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: