Reboot-Blocker disabilita il riavvio automatico post-Windows Update

| |

Ed è una cosa sbagliata, è bene che sia per te un concetto molto chiaro. Gli aggiornamenti di Windows (e vale la stessa cosa per macOS o Linux) sono per alcuni “un male necessario” e servono a impedire che qualcuno di non autorizzato possa mettere in ginocchio il tuo sistema e i dati contenuti al suo interno. Inutile quindi che io ti dica quanto l’operazione di aggiornamento sia fondamentale e che questa non vada mai tralasciata, rimandata o – peggio – eseguita e lasciata lì a marcire senza un necessario riavvio.

Microsoft infatti ha da tempo (già dalle prime versioni di Windows 10) introdotto il riavvio obbligatorio fuori “dalle ore lavorative“, è un’imposizione certamente fastidiosa ma necessaria per evitare che qualcuno decida di lasciare tutto in sospeso, peggio ancora quando si tratta di server e non di workstation. Reboot-Blocker di Ulrich Decker fa esattamente ciò che non andrebbe fatto, eppure in alcuni specifici e rari casi può tornare utile.

Reboot-Blocker

Reboot-Blocker è un software gratuito che trova spazio nelle pagine del suo sviluppatore all’indirizzo udse.de/reboot-blocker. Occhio: l’intero sito web è in lingua tedesca ma va da sé che non è difficile comprenderlo o – se proprio non ce la dovessi fare – tradurlo in inglese / italiano utilizzando Google Translate o alternative simili.
Quello che lo strumento fa non è nient’altro che modificare lo stato del processo programmato di riavvio che si trova nelle operazioni pianificate di Windows, più precisamente sotto MicrosoftUpdateOrchestrator:

Reboot-Blocker disabilita il riavvio automatico post-Windows Update

Perché non puoi farlo tu direttamente? Perché dovresti usare un account di tipo System per poter disabilitare quell’operazione pianificata (diversamente non ti verrà permesso). Nulla che un psexec non ti permetta di fare pressoché nativamente (lanciandoti un command a livello System), sia chiaro, è solo questione di praticità e velocità: Reboot-Blocker installa un suo servizio che si occupa di tenere a bada l’operazione e cessa di farlo (con conseguente cancellazione del servizio, senza lasciare traccia) nel momento in cui disinstallerai l’applicazione precedentemente installata.

Reboot-Blocker disabilita il riavvio automatico post-Windows Update 1

Ti propone inoltre una serie di possibili modifiche da applicare via Registro di Sistema che sono raccolte nella documentazione di programma all’indirizzo udse.de/reboot-blocker/reboot-blocker-dokumentation (sì, anche questa è in tedesco).

Reboot-Blocker è disponibile – come già detto – gratuitamente, facendo clic qui. In alternativa ne ho salvato una copia sul mio spazio pCloud, a tua disposizione all’indirizzo u.pc.cd/oid7.

#StaySafe

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Reboot-Blocker disabilita il riavvio automatico post-Windows Update 1 GWall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Puoi usare Satispay, PayPal, Buy Me A Coffee o Patreon :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
Subscribe
Notify of
guest

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments