Gestione degli appunti su Windows e macOS

| |

Non negarlo: gestire gli appunti su Windows e macOS a colpi di CTRL+C/V (con l’equivalente +C/V su macOS) può diventare talvolta snervante quando hai necessità di copiare più testi o immagini e finisci inesorabilmente per appoggiarti a editor di testo su cui fare ponte per multipli passaggi. Se su Windows la questione si è risolta molto semplicemente grazie alle novità introdotte da Windows 10 1809 e il suo tasto Windows + V, su macOS la storia cambia. Ti aiuto a fare chiarezza.

Windows Clipboard

Avevo letto un articolo di Windows Central all’epoca dell’uscita sul mercato, Windows 10 1809 ha introdotto l’area appunti arricchita di steroidi: windowscentral.com/how-use-new-clipboard-windows-10-october-2018-update. Una semplice pressione sulla combinazione da tastiera (tasto Windows + V) ed ecco che ti comparirà il popup sul quale confermare la volontà di attivazione della nuova funzionalità. Da questo momento in poi, sappi che la funzione del CTRL + C rimarrà assolutamente invariata, per incollare potrai invece usare il CTRL + V (incolla l’ultimo dato copiato) o tasto Windows + V (questo ti permetterà di dare un’occhiata all’area appunti estesa e potrai scegliere cosa incollare).

Comodo, moltissimo, ho iniziato a usarlo sin dall’introduzione nel Sistema Operativo ultimo di Microsoft e mi trovo molto bene. Diciamo che non sento il bisogno concreto di cercare un’alternativa per una differente gestione.

Le alternative su macOS

Su macOS la storia cambia. Non c’è niente che assomigli a quanto fatto sul competitor di Redmond, non nativamente intendo. Abbandonata però la strada maestra, ecco che saltano fuori come funghi i possibili software di terza parte che possono sopperire la mancanza e darti la possibilità di gestire al meglio la tua area appunti. Ti posso fare l’esempio di Clipy o di Flycut, entrambi progetti Open Source disponibili su GitHub.

Clipy (clipy-app.com) arriva dal Sol Levante e mi ricorda tanto la gestione di Clipping all’interno di Firefox, organizzata quindi per cartelle e capace di rimanere organizzata esattamente come la intendi tu, molto orientata all’utilizzo ripetuto di termini, codici o altri dati che tiri fuori dal cilindro spesso per qualsivoglia motivo. L’ho provata, non mi è piaciuta più di tanto (ma questo non vuol dire che non meriti attenzione e un test da parte tua), sono passato a Flycut che poi è quella che ho deciso di tenere installata sul mio MacBook.

Anche Flycut è figlia di un progetto completamente aperto e pubblicato su GitHub, tu puoi scaricarla per comodità da AppStore:

Una volta avviata e tenuta tra le icone della barra dei menu di macOS questa andrà a catturare la pressione da tastiera della combinazione Shift ⌘ V, un tasto in più rispetto al normale ⌘ V a cui si è abituati. Così facendo, senza smettere di tenere premuto lo Shift ⌘, sarà possibile utilizzare le frecce direzionali per navigare all’interno della cronologia dei dati copiati, potrai incollare ciò che ti serve lasciando la presa quando sei arrivato sulla voce desiderata (molla ora lo Shift ⌘!). Il gioco è fatto, semplice e immediato, è ciò che cercavo ed è davvero comodo, una soluzione che ti consiglio per avere così un’area appunti più intelligente su entrambi i sistemi operativi.

Se hai suggerimenti – come sempre – sappi che l’area commenti è a tua totale disposizione ?


immagine di copertina: unsplash.com / author: Sticker Mule

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: