Firefox (e Chrome): snellire l’uso della RAM

Gioxx  —  03/01/2020 — Leave a comment

Il mondo del lavoro (e non solo) di oggi è browser-centrico, fai mente locale e capirai da solo che è così. Meno software che ha bisogno di installazione sul PC in uso e più servizi liberamente accessibili via web, così da poter essere sfruttati da PC fissi, laptop e mobile (smartphone, tablet). Per questo motivo è fondamentale che la postazione utilizzata abbia una buona quantità di memoria (RAM) e un browser affidabile, sicuro e sempre al passo con i tempi. questo però nella maggior parte dei casi vuol dire abuso di quella memoria causato da plugin, componenti aggiuntivi e necessità spicciole dei siti web visitati. Come affrontare il problema? La risposta c’è già, sospendere le schede inutilizzate è sicuramente un punto chiave che spesso rappresenta una svolta.

Memoria RAM

Photo by Liam Briese

Sospensione del lavoro

Non è argomento nuovo, basta fare un giro su Google con i giusti termini di ricerca per scoprire che la sospensione delle schede di Firefox (ma anche di Chrome) è cosa nota ai più, che ci si sta lavorando già da tempo e che in parte funziona sotto al cofano senza neanche che tu te ne accorga, il comportamento però è poco invasivo, lascia forse troppo spazio all’utente finale che può riattivare tutto ciò che aveva lasciato aperto l’ultima volta e rendere inutili gli sforzi profusi dal software di Mozilla o Google per tutelare la RAM del dispositivo utilizzato. In particolare su Firefox esiste l’about:memory che permette manualmente di liberare la memoria recuperandola da schede inutilizzate che verranno così sospese fino a successivo utilizzo, ma ancora una volta si parla di un gesto manuale che dubito possa venire in mente a tutti.

La soluzione adottata su Firefox si chiama Total Suspender (con un paio di alternative possibili, una di queste è quella che sto attualmente utilizzando), su Chrome invece The Great Suspender.

Total Suspender, Auto Discard Tab e Tab Suspender

Total Suspender
Total Suspender
Developer: k5md
Price: Free

Semplice, completa ed efficace, Total Suspender è stata per molto tempo la mia scelta principale per Firefox. Permette di dimenticarsi di tutte le schede aperte (ne ho circa una sessantina nella finestra principale di lavoro di Firefox Nightly) e focalizzare l’attenzione solo su quelle attive, con conseguente risparmio di RAM, permettendo a Firefox di essere più reattivo e stabile. Il popup opzioni del componente aggiuntivo è molto semplice da utilizzare e permette di pilotare il suo comportamento nei confronti di ogni singola scheda.

Avevo letto di Total Suspender su gizmodo.com/why-your-web-browser-is-running-slowly-and-how-to-fix-i-1839293978/amp, poi ho deciso di fare ulteriori ricerche e test prima di passare a una delle sue alternative.

Le alternative si chiamano Auto Tab Discard e Tab Suspender. Il primo è ospitato da add0n.com e ha codice sorgente e bug tracking completo su GitHub (github.com/rNeomy/auto-tab-discard), il secondo è totalmente ospitato da GitHub (github.com/Hau-Hau/firefox-tab-suspender) e ufficialmente – almeno per il momento – è ancora dichiarato come sperimentale (qui trovi la roadmap completa Trello con le voci in fase di valutazione e/o sviluppo).

Auto Tab Discard
Auto Tab Discard
Developer: Richard Neomy
Price: Free

Auto Tab Discard è l’attuale componente aggiuntivo che utilizzo per la sospensione schede del mio Firefox e non fa altro che tenere il conto del tempo passato, dell’inattività di una scheda e di tue specifiche volontà, richiamando quando necessario il comando di sospensione già previsto e integrato nel codice (del browser) da Mozilla. Questo si traduce in minore consumo di memoria e maggiori prestazioni del software di navigazione, il tutto gestito senza il minimo intervento, con possibilità di non interrompere mai il lavoro di una scheda bloccata (pinned tabs) o di una che sta eseguendo un flusso audio-video (pensa a YouTube e simili). Così come Total Suspender anche Auto Tab Discard può gestire domini per i quali non dovrà mai attivare sospensione (comodo magari per quegli applicativi che in caso di sospensione della scheda non funzionano a dovere) ma non solo. Vai a curiosare tra le sue opzioni, sono davvero molte e tutte comode per specifici scopi.

Quando una scheda viene disattivata la sua Favicon (non sai di cosa sto parlando?) perde colore e viene proposto un pallino grigio subito davanti per permetterti di capire molto rapidamente che quella scheda è attualmente “a riposo“, in attesa di essere risvegliata.

Tab Suspender
Tab Suspender
Developer: Michalewicz Piotr
Price: Free

Progetto sperimentale e in fase di crescita (di strada ancora da fare ce n’è sicuramente) è invece Tab Suspender, lavoro ispirato a The Great Suspender per Google Chrome (di cui ti parlo tra qualche riga) e dal quale trae evidentemente modo di intervenire e di interfacciarsi con l’utilizzatore. La base è certamente buona e già funzionante, mancano però alcune opzioni fondamentali e la possibilità di avere a disposizione un popup di controllo da richiamare tramite clic del mouse e presenza sulla barra dell’URL. Il progetto – come anticipato – è Open Source e necessita dell’aiuto di tutti i programmatori interessati, magari dagli un’occhiata se ne hai le competenze! 🙂

Firefox (e Chrome): snellire l'uso della RAM 6

The Great Suspender

The Great Suspender
The Great Suspender
Developer: suspensionlabs
Price: Free

È il componente aggiuntivo per Google Chrome, lo trasforma in quello che non è mai stato in vita sua: un browser non più esoso di risorse (e se hai mai utilizzato il browser di Google sai benissimo di cosa sto parlando, discorso che vale per Windows e macOS). The Great Suspender ha tutto il necessario per permetterti di controllare il comportamento delle schede attive / inattive e liberare così la memoria RAM quando possibile, in maniera trasparente, tu fai la prima configurazione e poi ti dimentichi della sua esistenza, ciò che potrai fare sarà esclusivamente quel paio di clic che serviranno a sospendere manualmente una scheda che hai risvegliato per sbaglio selezionandola.

Favicon leggermente ombrate per dare immediato feedback visivo e farti capire che si tratta di schede in attesa del risveglio, uno sfondo della scheda modificato per ottenere la minima occupazione possibile anche della cache, Session Management che ti permette anche di tornare indietro nel tempo e recuperare schede magari chiuse per sbaglio (molto utile!), opzioni (così come viste su alcuni dei componenti aggiuntivi per Firefox) che ti permettono di ignorare schede che stanno eseguendo un flusso audio-video o all’interno delle quali ci sono moduli compilati ma non ancora trasmessi / salvati.

È certamente un lavoro molto ben eseguito e talvolta arricchito di ulteriori opzioni che potrebbero tornare utili all’utente finale. The Great Suspender è uno di quei pochi ma solidi “must-have” da avere sempre a portata di clic sul proprio profilo Chrome.

Ora facci caso, apri il Task Manager di Microsoft Windows o il Monitoraggio Risorse di macOS, quanta RAM in meno stanno consumando i tuoi soliti browser?

Firefox (e Chrome): snellire l'uso della RAM 10

Se hai ulteriori suggerimenti da condividere o vuoi conoscere dettagli in più in merito all’articolo, lascia un commento qui sotto! 🙂👋

Gioxx's Wall Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon
Condividi l'articolo con i tuoi contatti: