Archives For Nightly

Chi utilizza già Firefox Nightly avrà molto probabilmente notato la novità introdotta con la versione 55.0a1 (2017-05-27), per gli altri si tratta invece di uno sguardo al futuro del browser di casa Mozilla. In maniera del tutto naturale, la possibilità di catturare screenshot senza il sussidio di un componente aggiuntivo di terze parti, è passata da Test Pilot alla versione di produzione del browser.

Logo Mozilla

Di Test Pilot non ne ho ancora parlato, mea culpa, ma ti basti sapere che si tratta di esperimenti che integrano in Firefox funzioni nuove e utili, per tastare il terreno e le reazioni degli utilizzatori che hanno scelto di sperimentare. Una di queste funzioni, entrata in Test Pilot molto tempo fa ormai, sembra essere stata talmente apprezzata da passare “in produzione“, si tratta della cattura screenshot di pagine web (intere o porzioni, poco importa).

Screenshot integrati in arrivo su Firefox 55

Se fino a oggi hai utilizzato un componente aggiuntivo di terze parti (io sto ancora utilizzando Web Clipper : Easy Screenshot), prossimamente (quando la versione Stabile di Firefox toccherà la versione 55) potrai scegliere di appoggiarti direttamente alla funzione integrata da Mozilla, la quale propone una cattura con salvataggio immediato sul nuovo sito web del servizio (screenshots.firefox.com), all’interno del quale avrai un’area tutta tua, nella quale tenere le tue catture e decidere per quanto tempo mantenerle prima di mandarle in cancellazione automatica, e con ulteriore link copiato immediatamente negli appunti (per una facile condivisione):

Tutto il progetto, come da tradizione, è open-source, lo trovi su GitHub. Tutto già sembra funzionare correttamente (ma ricorda che si tratta pur sempre di una novità in beta). Io, almeno per il momento, continuo a tenermi installata anche la mia estensione preferita, perché permette di salvare lo screenshot sul Desktop, con nome stabilito automaticamente e senza necessità di intervenire manualmente, mi torna utile ancora (soprattutto quando mi servono immagini per articoli del blog, ma non solo). Inizierò a utilizzare Firefox Screenshots quando ci sarà bisogno di condividere rapidamente qualcosa online.

Grazie Mozilla! :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Firefox

Con Firefox in versione Nightly, dai un’occhiata “prima del tempo” a ciò che succederà nella versione stabile del browser di Mozilla, prendendoti rischi e pericoli per il tuo profilo e per la stabilità del browser stesso (ogni tanto può capitare che qualcosa si inceppi e venga risolta qualche ora dopo). Quella che è stata da poco introdotta è una di quelle novità “invasive” che potrebbero portare rogne all’utente medio, impattando sui suoi componenti aggiuntivi.

Come saprai, Firefox gira ormai in multiprocesso (wiki.mozilla.org/Electrolysis), permettendoti così di fruire di una navigazione più stabile e che più difficilmente va in crash come un tempo (e ti ricordo che spesso il problema era causato dai plugin, Adobe Flash in primis, e non certo dal browser in sé). Ulteriore novità verso la quale stiamo andando incontro, è la compatibilità con componenti aggiuntivi considerati obsoleti poiché non passati al nuovo standard Web Extensions (wiki.mozilla.org/WebExtensions). Se a questo aggiungi anche un (giusto, nda) impedimento nei confronti del funzionamento di componenti aggiuntivi non compatibili con la modalità multiprocesso, questo è il risultato:

Firefox: estensioni disattivate perché non multiprocesso

Fatta eccezione per Pushbullet, fuori uso nell’immagine ma in seguito aggiornato e nuovamente funzionante, gli altri componenti aggiuntivi sono rimasti KO fino a mio intervento. Questa mossa di Mozilla sta generando una “naturale selezione” che tenderà a pulire quello che è il più vasto catalogo ufficiale messo a disposizione degli utilizzatori del panda rosso, AMO (addons.mozilla.org).

Cosa sta succedendo in Nightly (e che quindi succederà nelle prossime versioni stabili del software) lo spiega direttamente Mozilla, in un articolo disponibile sulla Wiki ufficiale:

The Firefox team is currently focused on vastly improving performance in Firefox 57. Unfortunately, if you have add-ons installed in Nightly that are not WebExtensions, they make performance measurements on Nightly much harder. This is especially true of add-ons that are not multiprocess compatible and use shims.

Trovi maggiori informazioni (l’articolo è a oggi ancora in aggiornamento) all’indirizzo wiki.mozilla.org/Add-ons/ShimsNightly. Forse ti basterà sapere che, per ora, una modifica all’about:config ti permetterà di riportare in vita ciò che è stato automaticamente disattivato. Digita about:config nella barra dell’URL, premi invio e garantisci a Mozilla che farai attenzione a ciò che modificherai ;-)

Ora cerca la voce extensions.allow-non-mpc-extensions, e impostala a true, contrariamente a quanto presente di default (false, per ovvi motivi):

Firefox: estensioni disattivate perché non multiprocesso 1

La modifica è immediata, i componenti aggiuntivi si riattiveranno e –a meno che non abbiano bisogno di un riavvio del browser– saranno nuovamente operativi senza ulteriori operazioni da eseguire.

Cosa puoi fare nel frattempo? Cercare alternative ai componenti aggiuntivi utilizzati fino a oggi. Ti serve software che venga aggiornato e mantenuto nel tempo, in modo da soddisfare quelli che ormai sono i requisiti minimi (o consigliati) imposti da Mozilla, per rimanere al passo con i tempi e andare incontro alla continua evoluzione dettata spesso dalle esigenze degli utilizzatori stessi.

Vale ovviamente una giusta alternativa, quella che consiste nel contattare chi i componenti aggiuntivi li scrive, pregandolo di tenerli aggiornati, cosa che può anche succedere passando per AMO stesso, come per Xmarks (addons.mozilla.org/it/firefox/addon/xmarks-sync/reviews), mantenendo però la calma e tenendo a bada la lingua (o la tastiera, in questi casi). Giusto segnalare un malfunzionamento, ma con i modi corretti (e in inglese, consiglio spassionato). Io ho preferito contattare il supporto di LastPass (che possiede Xmarks) tramite il loro sistema di ticket, segnalando il problema (e ottenendo risposte che mi hanno lasciato intendere che l’helpdesk non conosca poi così tanto bene le varianti ufficiali di Firefox, ma tant’è).

Fai attenzione: con l’arrivo di Firefox 57 questa modifica sarà ufficialmente in produzione, senza riserve (salvo modifiche alla roadmap). Ricordati sempre che il forum di Mozilla Italia è sempre a tua disposizione in caso di problemi.

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

L’averlo fatto per Firefox, lasciava presagire che anche Thunderbird sarebbe andato incontro allo stesso destino: anche il client di posta elettronica di Mozilla da qualche tempo vi permette di selezionare rapidamente il canale di aggiornamento che desiderate!

Con un post di circa un mese fa sul blog ufficiale di Mozilla, gli sviluppatori annunciano Daily, EarlyBird e Beta (già esistente), secondo uno schema ben preciso nato sulla falsa riga di quello di Firefox: people.mozilla.org/~mbanner2/tbdevspecifics.

Come già detto mille altre volte nel nostro forum di supporto, utilizzare tali versioni può andar bene fino a quando ve ne assumete ogni rischio e pericolo. Provare nuove release non ancora ufficiali è sicuramente una buona cosa se siete utenti di medio / alto livello, serve ad aiutarci a segnalare eventuali errori prima che le release stabili vengano dichiarate tali e rese pubbliche, con la possibilità di correggere per tempo gli errori. Nel caso invece in cui non lo foste allora no, non ci fornite alcun aiuto, solitamente lo chiedete e lamentate eventuali perdite di dati in casi estremi, pur sapendo che nonostante la nostra buona volontà non è possibile fare granché per recuperare l’unica copia che avevate della vostra posta elettronica o delle password ;-)

Ho capito, come posso ora passare ad un diverso canale di aggiornamento del client?

Così come a Firefox, anche a Thunderbird basta una semplice chiave di configurazione interna (nell’about:config, ndr) per capire e fornirvi gli aggiornamenti prendendoli direttamente dal canale scelto, funziona già così per stabilire / conoscere quale canale di aggiornamento è attivo sulla propria configurazione.

Thunderbird Update Channel: canale in uso

E’ diverso solo il modo di accedere ai parametri di configurazione, raggiungibili stavolta da Strumenti / Opzioni / Avanzate / Generale, quindi Editor di configurazione. Basterà ora creare una nuova stringa con valore ‘aurora‘, ‘nightly‘, ‘beta‘ o ‘release‘ (riportati anche in questo articolo nella KB di MozillaZine, valgono anche per Thunderbird) e chiamarla ‘app.update.desiredChannel‘, proprio come spiegato nell’articolo dedicato a Firefox.

Fatto ciò, Thunderbird rileverà un nuovo aggiornamento semplicemente andando in Aiuto / Informazioni su Thunderbird, permettendovi inoltre di installarlo a fine download. Occorrerà chiaramente riavviare il client per applicare le modifiche.

Thunderbird Update Channel: aggiornamento rilevato

A questo punto il gioco è fatto, benvenuti sul canale desiderato, quello che si aggiornerà con i suoi tempi e che porterà più o meno instabilità nella vostra vita sul web quotidiana ;-)

Thunderbird Update Channel: benvenuti su Earlybird

Unica precauzione: tenete un backup sempre aggiornato dei vostri dati, non rischiate inutilmente e stupidamente di perderli e, soprattutto, attendete l’uscita delle release finali se pensate di voler installare la versione più aggiornata e instabile di Thunderbird solo per ‘vedere cosa hanno cambiato quelli di Mozilla‘ …

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

In concomitanza con il rilascio delle versioni beta di Firefox 5, era stato introdotto un “channel switcher che permetteva di selezionare rapidamente il canale di aggiornamento direttamente dalla finestra informazioni di Firefox (Aiuto / Informazioni su Firefox).

Questa novità è stata abbattuta prima che venisse tirata fuori ufficialmente con la versione finale di Firefox 5, anche a causa di un sostanzioso quantitativo di utenti inesperti che selezionavano il canale a dir loro migliore, generalmente il Nightly o il nuovo Aurora, meglio spiegato nella pagina ufficiale di Mozilla: mozilla.com/it/firefox/channel, lamentando poi non pochi problemi di stabilità o perdita dati senza alcun preavviso.

Come già detto mille altre volte nel nostro forum di supporto, utilizzare tali versioni può andar bene fino a quando ve ne assumete ogni rischio e pericolo. Provare nuove release non ancora ufficiali è sicuramente una buona cosa se siete utenti di medio / alto livello, serve ad aiutarci a segnalare eventuali errori prima che le release stabili vengano dichiarate tali e rese pubbliche, con la possibilità di correggere per tempo gli errori. Nel caso invece in cui non lo foste allora no, non ci fornite alcun aiuto, solitamente lo chiedete e lamentate eventuali perdite di dati in casi estremi, pur sapendo che nonostante la nostra buona volontà non è possibile fare granché per recuperare l’unica copia che avevate dei segnalibri o delle password ;-)

Ho capito, come posso ora passare ad un diverso canale di aggiornamento del browser?

A Firefox basta una semplice chiave di configurazione interna (nell’about:config, ndr) per capire e fornirvi gli aggiornamenti prendendoli direttamente dal canale scelto, funziona già così per stabilire / conoscere quale canale di aggiornamento è attivo sulla propria configurazione:

Firefox Update Channel: canale in uso

Per modificare questo comportamento, basterà creare una nuova stringa con valore ‘aurora‘, ‘nightly‘, ‘beta‘ o ‘release‘ (riportati anche in questo articolo nella KB di MozillaZine) e chiamarla ‘app.update.desiredChannel‘, ottenendo un risultato simile:

Firefox Update Channel: canale desiderato

Fatto ciò, Firefox rileverà un nuovo aggiornamento semplicemente andando in Aiuto / Informazioni su Firefox, permettendovi inoltre di installarlo a fine download. Occorrerà chiaramente riavviare il browser per applicare le modifiche.

Firefox Update Channel: aggiornamento rilevato

A questo punto il gioco è fatto, benvenuti sul canale desiderato, quello che si aggiornerà con i suoi tempi e che porterà più o meno instabilità nella vostra vita sul web quotidiana ;-)

Firefox Update Channel: benvenuti su Nightly

Unica precauzione: tenete un backup sempre aggiornato dei vostri dati, non rischiate inutilmente e stupidamente di perderli e, soprattutto, attendete l’uscita delle release finali se pensate di voler installare la versione più aggiornata e instabile di Firefox solo per ‘vedere cosa hanno cambiato quelli di Mozilla‘ …

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: