Tom Clancy’s The Division 2: Warlords of New York

| |

La quarantena porta con sé tante cose che prima avevi quasi smesso di fare, giocare con gli amici per esempio. Riprendere in mano il titolo che ami, acquistare l’espansione e tuffarti dentro il caos più totale senza la necessità della Zona Nera e dei traditori che tempo fa mi hanno fatto odiare quella porzione di gioco. Tom Clancy’s The Division 2: Warlords of New York è tutto ciò che ti serve (oltre alla buona squadra di supporto) per poterti garantire ore di gioco ricche di adrenalina e pallottole che volano pressoché ovunque.

Tom Clancy's The Division 2: Warlords of New York

The Division 2: Warlords of New York

Riprendere in mano il mio personaggio e svecchiarlo non è stato compito assai facile, ci sto ancora lavorando. Nuova scala livelli fino al 40 e poi – occhio all’eventuale spoiler – si continua a salire senza un reale limite grazie a tutta la serie di novità introdotte da Ubisoft. Il nemico da affrontare è quell’Aaron Keener che negli ultimi aggiornamenti della precedente stagione di The Division 2 era saltato fuori più volte, un agente traditore che si impossessa della zona sud dell’isola di Manhattan fondando i Pacificatori e portando nient’altro che altra confusione e caos in una mappa di gioco che vede un progressivo ristabilizzarsi della civiltà e dei crescenti sforzi medici per debellare il veleno verde protagonista della trama del gioco per la maggior parte del tempo (che ora in tutta onestà passa ancora più in secondo piano di quanto non abbia già fatto in passato con la sfortunata serie legate alle missioni Top Secret, cosa che non mi ha realmente entusiasmato).

4 sono i suoi luogotenenti, ognuno con una specializzazione, con un passato da agente della Divisione alle spalle, con l’evidente cambio di rotta che ti porta a tradire per uno scopo differente da quello comune. È così che parte una vera e propria caccia all’uomo lungo l’intera mappa di New York, 4 aree completamente aperte ed esplorabili che non si sono mai viste prima in gioco e che porteranno alle pedine da abbattere prima di poter arrivare ad Aaron Keener, sono servite circa 10 ore di gioco per poter terminare le vite altrui preservando quella del sottoscritto (tra alti e bassi), complice anche un mezzo reset dei luogotenenti che mi ha costretto a ripetere parte di quelle missioni già fatte. In totale affronterai 5 missioni principali e 8 secondarie (quelle che ti porteranno ad avanzare nella storia, perché a contorno troverai anche molte altre attività collaterali che ti procacceranno nuovi punti esperienza e ricompense).

Tom Clancy's The Division 2: Warlords of New York 20

Alcuni vecchie classi nemiche vengono riproposte lungo l’intero percorso della mappa, troverai infatti Rikers e Purificatori sia in missione che fuori, in esplorazione semplice delle mappa, spesso le fazioni se le daranno di santa ragione e tu potrai anche decidere di lasciar fare e passare avanti nonostante verrai comunque notato e attaccato se qualcuno di loro ti ha sott’occhio. È proprio quest’ultimo dettaglio che aggiunge una nota di pepe ulteriore al titolo, non è capitato (e tutt’ora è così) di rado che ci si ritrovi con nemici sia davanti che alle spalle, con quella capacità di accerchiamento che ti costringerà a fare bene i conti con la tua squadra e le tue abilità che dovranno in qualche maniera farti vendere cara la pelle (e possibilmente portarla integra alla base).

Se da un lato queste possono sembrare belle novità con lo scopo però di renderti la vita difficile, c’è anche un capitolo da aprire e dedicare invece alle notizie realmente buone per il tuo alter ego soldato, 4 nuove abilità ti aspettano (le sbloccherai progressivamente togliendo dai giochi i luogotenenti di Keener) e torna in maniera un po’ nostalgica la bomba appiccicosa con in più una variante incendiaria particolarmente divertente. A questa si aggiungono l’esca ologramma per trarre in inganno i tuoi nemici e la trappola stordente. Cambiano anche le armi e le dotazioni, le specializzazioni aumentano, il sistema di ricalibrazione e di build è stato completamente rivisto e reso un pelo più semplice, anche se continuerai a non capire determinate cose e se maledirai il giorno in cui hai deciso di intraprendere la strada per creare qualcosa che avevi in testa e che in fondo non ti è riuscito (ma te ne sei accorto troppo tardi, pat pat sulla spalla).

È sempre questione di gioco di squadra

Arrivato al livello 40 e messo fine alla carriera da traditore di Keener e dei suoi luogotenenti inizia la tua progressiva scalata fatta di miglioramenti delle tue abilità e delle caratteristiche di un orologio rinnovato per la Divisione. Contrariamente al passato la nuova espansione rivede tutto ciò che riguarda il livellamento e la collaborazione tra agenti di livelli diversi, così come la difficoltà generale della mappa che può essere completamente impostata secondo desiderio tuo o della tua squadra. Se in passato il percorso era grosso modo tracciato perché serviva un determinato livello personaggio per accedere punti della mappa, oggi questa limitazione è stata rimossa e tutti ne abbiamo guadagnato tantissimo, lasciando che sia la propria voglia di sfidarsi a lasciare che si determini cosa e come affrontare. Nel momento in cui si decide di giocare in squadra i livelli vengono accordati tra di loro e i nemici si basano quindi su un equilibrio che viene calcolato per evitare che ci sia sempre il rambo di turno contro quello che non sarebbe capace di far male a una mosca, uno sforzo che Massive ha fatto e che io ho particolarmente apprezzato in tutte le ore di gioco che fino a qui ho messo nel baule.

Le stagioni

Forse il punto cruciale più interessante che permetterà di donare freschezza al titolo in maniera costante. Ogni mese nuove sfide, nuovi nemici di alto livello, luogotenenti e boss finale come successo per Keener, The Division 2: Warlords of New York è evidentemente figlio di una voglia di mantenere il giocatore quanto più possibile davanti al monitor con il suo controller in mano e la necessità di portarsi a casa risultato e loot quanto prima. Tempi ben scanditi, ricompense interessanti che possono essere sbloccate solo scavando a fondo e non lasciando nulla di intentato nella mappa delle due macroaree esplorabili, taglie sempre più sfidanti, a corredo c’è il Season Pass gratuito per la prima stagione che permetterà di impostare il cap massimo del livello di stagione a 100 e che condurrà così a casse d’abiti o d’armi o ancora materiale che potrai utilizzare nel momento che più ritieni opportuno, magari in fase di ricalibrazione dell’arma che intendi portare sempre con te, senza dimenticare classifiche ed evidenti confronti con i membri del proprio clan ma anche con tutti gli altri giocatori del titolo sparsi per il mondo.

È chiaro che il titolo necessità di applicarsi moltissimo e non lasciarsi sfuggire neanche un giorno di attività, cosa pressoché impossibile per chi lavora o conduce altre attività nella settimana feriale, molto più probabile invece che questo periodo possa tornare comodo come nessun altro – si spera – in futuro.

In conclusione

Ciò che posso dirti è che nulla cambia ma tutto cambia. Il motore Snowdrop alla base di The Division 2: Warlords of New York continua a fare lo sporco lavoro che sempre fatto, meritevole di menzione d’onore e con quei costanti miglioramenti che cercano costantemente di sanare eventuali bug lamentati dalla grande comunità di videogiocatori sparsa per il globo. Massive è sempre molto sul pezzo e nonostante qualche inciampo credo abbia dato alla luce già anni fa qualcosa di eccezionale che continua a essere tale oggi. Adoro correre per New York (anche senza la neve) e Washington, ogni dettaglio è riprodotto davvero bene e tutto si lega perfettamente con una serie di effetti sonori più che azzeccati a una colonna sonora che non smette mai di farti compagnia anche se non ci fai caso.

Giocare con la squadra di amici in The Division 2: Warlords of New York è fondamentale tanto quanto lo era per i capitoli precedenti della storia, inutile però dire che puoi decidere di affrontare le tue sfide da solo lasciando che l’intelligenza artificiale bilanci la difficoltà in base alla tua capacità di sopravvivenza e offensiva nei suoi confronti, rendendo in alcuni momenti davvero ostico vedere andare giù anche l’ultimo nemico più robusto. Io credo non ci sia modo di annoiarsi se non quello legato al vedere spesso le stesse ambientazioni in cui il gioco ti mette inevitabilmente al centro per taglie, missioni principali da giocare a livelli differenti di difficoltà e modalità Stagione che deve costringerti a stare dentro tempi ben stabiliti per la conclusione del livello.

Apprezzo inoltre (anche se lo definisco in modo poco carino con gli amici, vista la difficoltà) quella casuale scelta di scatenarti contro una serie di nemici traditori di alto livello tutti insieme quando meno te lo aspetti in tutt’altro tipo di missione, una maniera poco carina per prenderti a sberle in faccia se non sei capace (o fisicamente ti mancano) punti in cui metterti al riparo durante gli attacchi più feroci in attesa del tuo contrattacco. Qualche volta vale davvero la pena farsi in quattro e abbattere il nemico, altre molto meno a causa di un loot evidentemente non ben bilanciato (e spero che la cosa possa cambiare in futuro).

The Division 2 resta uno dei titoli da me preferiti e credo che questo The Division 2: Warlords of New York non deluda le mie aspettative. Sono molto contento dell’acquisto fatto e credo che questi ulteriori soldi finiti nelle casse di Ubisoft possano trovare giustificazione nel divertimento che porta via tante ore di reclusione forzata tra le mura di casa in compagnia (audio) degli amici lontani.

Valutazione finale: 4.5

Tom Clancy's The Division 2: Warlords of New York Expansion| Xbox One - Codice download
Dopo una devastante epidemia, un agente della divisione traditore minaccia New York.; È necessaria la versione base di The Division 2 per poter giocare l'Espansione.
29,99 EUR
Tom Clancy's The Division 2: Warlords of New York Ultimate Edition | Xbox One - Codice download
Dopo una devastante epidemia, un agente della divisione traditore minaccia New York.
79,99 EUR
Tom Clancy's The Division 2: Warlords of New York | Xbox One - Codice download
Dopo una devastante epidemia, un agente della divisione traditore minaccia New York.; Questa edizione include la versione base di The Division 2 e l'espansione.
59,99 EUR
Scontato
Tom Clancy'S The Division 2
−56,18 EUR 14,98 EUR
Scontato
Tom Clancy'S The Division 2
−3,75 EUR 14,99 EUR
The Division 2 - PC
Combatti Per La Sopravvivenza In Un Mondo Post-Apocalittico Mozzafiato; Personaggi Indimenticabili Si Scontrano Con Una Doppia Inarrestabile Minaccia

A tal proposito ti propongo un mix di video (più di una decina di ore già raccolte) che ti portano all’interno dell’azione. Ho dato una spazzatina al canale YouTube del sottoscritto e sto programmando l’uscita di tanti video precedentemente andati live in diretta sul mio canale Mixer. Se vuoi raggiungermi su Xbox Live ti ricordo che la mia gamertag è gioxx85, se vuoi sono sempre disponibile per fare due spari in The Division 2.

×

Disclaimer (per un mondo più pulito)

Gli articoli che appartengono al tag "Banco Prova" o "Banco Prova Console" raccontano la mia personale esperienza con prodotti generalmente forniti da chi li realizza. In alcuni casi il prodotto descritto rimane a me, in altri viene restituito. In altri casi ancora sono io ad acquistarlo e decidere di pubblicare un articolo in seguito, solo per il piacere di farlo e di condividere con te le mie opinioni.
Ogni articolo rispetta -come sempre- i miei standard: nessuna marchetta, solo il mio parere, riporto i fatti, a prescindere dal giudizio finale.

Prodotto: acquistato in autonomia, Ubisoft ha scelto di non fornirmi l'espansione e sembra che non mi fornirà ulteriori titoli in futuro, un vero peccato.

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: