Microsoft Project xCloud e Xbox Game Streaming

| |

Ciao! Oggi ti parlo di Project xCloud e Xbox Game Streaming, i due servizi Microsoft che permettono di giocare ai tuoi titoli Xbox preferiti con il tuo smartphone e senza la necessità di trovarsi davanti al televisore di casa. Ho chiesto di partecipare all’anteprima di entrambe le cose e sono riuscito a ottenere l’accesso molto rapidamente. Quello che non sapevo fare e che nel frattempo ho imparato in qualche maniera a costruire era un video per descriverti facilmente entrambi i servizi. Impacciato, sicuramente a disagio, io sono quello che adora stare dietro all’obiettivo e mai davanti, quello che non compare mai nelle fotografie e si dilegua quando si tratta di video, quello a cui non piace riascoltare la propria voce nonostante altri dicano che non è affatto male (pagherò tutti voi con giri di birra, promesso).

Sto lavorando un po’ su questo e ho deciso quindi di provare a registrare il “provato“, c’è la mia voce e a tratti anche la mia testa presa di riflesso dal monitor del mio smartphone, accontentati di questo. Il risultato è quello che vedi poco sopra, un video caricato su YouTube che ti racconta l’esperienza diretta con i due servizi di gioco Microsoft. Perdona le ripetizioni, il sembrare totalmente fuori posto, l’emozione gioca brutti scherzi e non tutti possono essere messi a posto con un montaggio video. Per quest’ultima cosa ringrazio Luca per avermi impartito qualche lezione che mi ha permesso di muovere i primi passi con Final Cut. Si può fare di meglio? Assolutamente sì, a partire dall’audio e dal modo di riprendere gli oggetti, imparerò, l’argomento mi piace, questo è certo.

Bando però alle ciance e passiamo a quello che preferisco: scrivere.

Microsoft Project xCloud

Microsoft Project xCloud e Xbox Game Streaming 2

Controller alla mano ed ecco che si parte, è così che inizia il mio video. Il primo dei due a salire sul Banco Prova è proprio xCloud, il progetto che Microsoft ha lanciato per contrastare sul mercato Google Stadia e NVIDIA con il suo Cloud Gaming GeForce. Se il primo dei due non mi ha assolutamente convinto (Google Stadia: lo hai provato? Cosa ne pensi?) del secondo non posso parlarne non avendolo provato. Microsoft ha lanciato poco tempo fa la sperimentazione anche in Italia e fortuna vuole che io sia riuscito ad accedervi. Ho quindi messo in campo il mio Mi 9 con l’applicazione Streaming (Anteprima) e la connessione casalinga in fibra ottica.

I giochi attualmente disponibili tramite il servizio sono più di 50 e comprendono diversi titoli importanti, tutti raccolti nella pagina ufficiale del prodotto alla quale puoi approdare facendo clic qui. Contrariamente a ciò che si pensa, almeno per il momento ti basterà rispettare una serie di condizioni minime per poter partecipare all’esperimento e avviare titoli che in realtà non hai mai posseduto fisicamente o digitalmente prima, è sensato pensare che in futuro questi titoli verranno venduti esattamente come si fa oggi con Stadia e/o che una parte d’essi venga integrata all’interno di un abbonamento alla piattaforma che avrà un costo mensile fisso. Cosa ti serve è presto detto: Android versione 6.0 o successiva, Bluetooth versione 4.0+, un controller Wireless per Xbox che sia compatibile (quindi con un firmware aggiornato che permette di collegarlo a qualcosa che NON sia la console), una clip per renderti la vita più facile (e in questo caso il consiglio è quello di acquistare l’ufficiale proposta da Microsoft stessa, con un paio di alternative che ti lascio qui di seguito), una rete Wi-Fi 5 GHz o una connessione dati per lo smartphone che arrivi almeno a 10 Mbps in download (pressoché tutte se non ci si trova in zone coperte molto male).

Contrariamente a Google Stadia a me Xbox Project xCloud è sembrato nettamente superiore, più reattivo, con ben pochi dubbi sulla fluidità di gioco (e quindi del flusso in streaming) e immediatamente reattivo ai comandi impartiti (sempre che il bluetooth non faccia scherzi, come è capitato durante la mia prova, ma quella è colpa del telefono e non certo di xCloud). Cosa ovviamente è ben distante dall’essere pari a Google Stadia? Chiaro: il monitor su cui stai giocando. Bella forza inviare un flusso streaming che possa soddisfare l’utilizzatore su un monitor da smartphone che di certo non è lontanamente comparabile del PC sulla scrivania, eppure sono certo che le aspettative (adesso alte) possano essere rispettate con un futuro lancio su monitor che non siano quelli del mio telefono cellulare. Se avessi potuto provare la stessa applicazione su iPad ci avrei provato sicuramente più gusto e probabilmente sarei portato a giocare più spesso con la modalità Project xCloud o Xbox Game Streaming, cosa che invece – per quanto mi riguarda – rimarrà relegata a questo test o poco più, almeno per il momento. Sfido io a giocare a un titolo di precisione come può essere un The Division o simili su un monitor così piccolo (e fai conto che io sono tra quelli che odia giocare titoli complessi su smartphone, al massimo mi concedo un Hitman Sniper di tanto in tanto).

Xbox Game Streaming

Microsoft Project xCloud e Xbox Game Streaming 1

Diversa è la questione relativa invece a Xbox Game Streaming (anche se in realtà l’ultima parte descritta poco sopra e relativa al monitor rimane la stessa identica). Qui di Cloud non c’è assolutamente nulla, qui serve solo una buona rete WiFi e il fatto che smartphone e console si trovino sulla medesima rete per potersi vedere e pilotare. Immagina quindi che l’applicazione sperimentale di Microsoft diventi un monitor esterno, una fonte alternativa al televisore al quale hai collegato la console tramite HDMI. Pensa a quando tua moglie tiene in ostaggio il televisore per vedere la sua serie preferita ma i tuoi amici ti vogliono online a giocare con loro e tu non vuoi fare il solito guastafeste.

Xbox Game Streaming è una possibile soluzione per poter continuare a giocare al tuo titolo preferito senza la necessità di tenere impegnato il televisore, un po’ come succede già normalmente con la console di nuova generazione di Nintendo. Vuoi spostarti dalla sala? D’accordo, svaccati come un sudicio facocero in camera e porta con te un controller e la clip per tenerlo insieme al tuo smartphone creando un tutt’uno. Lancia la modalità Xbox Game Streaming ed ecco che il tuo smartphone si collegherà alla tua console mostrandoti sul monitor ciò che in realtà sta inviando via HDMI al televisore. Il controller farà il resto e se hai delle cuffie senza fili il gioco è fatto, potrai lanciarti anche in Live.

Microsoft Project xCloud e Xbox Game Streaming 5

Occhio però: non tutti i titoli sembrano essere già giocabili con questa modalità. Ho provato a lanciare un vecchio Crazy Taxi (titolo Xbox 360 retrocompatibile e installato dallo store Xbox) ottenendo un poco affascinante dito medio da parte della console che non mi ha permesso di portarlo via con me tramite Xbox Game Streaming. Peccato, bisognerebbe provare a lanciare da remoto la mia intera libreria giochi per individuarne altri (ma basandomi su Crazy Taxi probabilmente comincerei da tutti i titoli retrocompatibili). Per il resto non ho potuto notare il benché minimo dubbio, esitazione o “virgola fuori posto“, giocare così funziona molto bene e la media del risultato si abbassa solo a causa della grandezza del monitor, dettaglio che accomuna sia Project xCloud che Xbox Game Streaming inevitabilmente.

In conclusione

Valutazione finale: 4

Impossibile non dire che si tratti di una base di partenza più che valida per entrambe le classi. Project xCloud e Xbox Game Streaming hanno dimostrato grandi potenzialità che si esprimono con pochi dettagli necessari. Il controller lo hai già evidentemente in casa e l’aggiornamento del firmware ti richiederà pochi minuti. Lo smartphone Android è cosa assai comune forse più di quanto non lo sia iPhone, la connessione WiFi a 5 GHz non è più impostazione rara e qui si professa la scuola della doppia rete 2,4 e 5 GHz ormai da molto tempo. Se hai la possibilità di riprodurre l’ambiente di test a casa tua beh, fallo! Ti divertirai sicuramente anche se poco dopo ti ricorderai di quanto è fenomenale giocare con il tuo televisore e il tuo divano, inutile stare qui a raccontarci balle. Di certo c’è che anziché giocare a un noioso titolo ricco di pubblicità sul tuo Android potresti pensare di completare quel livello che hai lasciato a metà quando hai abbandonato la tua console a casa, non credi? ?

Buon divertimento!

#StaySafe

×

Disclaimer (per un mondo più pulito)

Gli articoli che appartengono al tag "Banco Prova" o "Banco Prova Console" raccontano la mia personale esperienza con prodotti generalmente forniti da chi li realizza. In alcuni casi il prodotto descritto rimane a me, in altri viene restituito. In altri casi ancora sono io ad acquistarlo e decidere di pubblicare un articolo in seguito, solo per il piacere di farlo e di condividere con te le mie opinioni.
Ogni articolo rispetta -come sempre- i miei standard: nessuna marchetta, solo il mio parere, riporto i fatti, a prescindere dal giudizio finale.

Prodotto: ho chiesto di partecipare a Xbox Project xCloud non appena ce n'è stata la possibilità in Italia. Nulla di assegnato ufficialmente da PR.

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: