Archives For Promo

Non è affatto semplice tornare in console e ricominciare a scrivere. Prima della consueta pausa estiva (ehilà! Bentrovato/a! Passate buone ferie? Già finite, le stai ancora facendo oppure devi ancora partire?) il ritmo era quello giusto, quello di sempre, quello che poi finisce inesorabilmente con il toccare la velocità zero al rientro, perché le cose da recuperare sono tante, anche se vorresti scrivere chilometri di testi e avrei decine di cose di cui parlare.

Ora che ho riepilogato il mio delirio da “voglia di tornare subito in vacanza“, spezzo questa settimana di silenzio con un qualcosa di molto leggero, dedicato a un’esperienza da poco conclusasi con TrenDevice. Per chi non lo conoscesse: si tratta di una società (quindi sito web) che vende iPhone e iPad ricondizionati, e che ne acquista di usati da comuni mortali come me e te. Dato che anche Ilaria è passata al lato oscuro della forza (Android), ho deciso che era arrivato il momento di vendere l’ultimo smartphone Apple rimasto in casa (tranquillo, ho ancora un iPad, e ora scrivo dal MacBook, tanto per dire, quindi fa un respiro profondo).

Di quando ho venduto un iPhone a TrenDevice

iPhone 5S in condizioni da usato, tra le mani di una ragazza che lo ha ereditato già con qualche piccolo graffio (non sul monitor) e un lieve difetto di scocca che non ne ha mai inficiato il corretto funzionamento. Era certamente da rimettere in sesto, ma con un iOS che ancora portava a termine tranquillamente il suo lavoro. Valutazione da sito web con “extra-valutazione” dovuta a un codice promo valido per qualche giorno, 110 euro.

Dato che la valutazione mi stava bene, ho inserito i dettagli per il ritiro (gratuito, a domicilio), poi ho solo dovuto aspettare:

Di quando ho venduto un iPhone su TrenDevice

Mail di rito per riepilogare quanto fatto, telefonata dal supporto di TrenDevice per spiegarmi come imballare al meglio l’oggetto e confermare ancora una volta il ritiro (copie delle bolle di trasporto e fotocopia del documento di identità da allegare, ecc.). Da quando il corriere è passato per il ritiro alla mail di conferma valutazione è passato giusto qualche giorno, con l’extra-valutazione non ho però fortuna, 90€ è la loro contro-offerta, i difetti sono “troppo evidenti“. A quel punto si hanno due vie percorribili: si richiede la spedizione del prodotto così che possa tornare all’ovile (ma queste sono a tuo carico), oppure si accetta la valutazione del tecnico di TrenDevice.

Io ho optato per la seconda strada, perché tutto sommato non avevo più bisogno di quel telefono, e i suoi difetti c’erano eccome. Ho accettato l’offerta direttamente tramite portale, a quel punto ho atteso circa quattro giorni prima di veder comparire il bonifico sul conto corrente (contro i 7 riportati sul sito web).

Posso quindi ritenermi soddisfatto? Sì. Tutto il processo è filato liscio, o quasi. Di certo mi sarebbe piaciuto molto di più mettere le mani sull’equivalente della prima valutazione, ma potevo (e dovevo) aspettarmi qualcosa di meno, perché il cliente tende sempre a chiedere più del dovuto quando deve vendere qualcosa di personale.

Pro e Contro dell’esperienza sono ben isolabili:

  • è comodo perché non si perde tempo. Si valuta in linea di massima il proprio dispositivo (tanto servirà conferma dalla società) e se entrambe le parti sono d’accordo, si procede verso lo step finale (d’altronde il dispositivo è già in mano loro), il pagamento tramite bonifico.
  • Il ritiro del dispositivo è gratuito, ma la spedizione per la restituzione del dispositivo nel caso in cui la contro-offerta di TrenDevice non soddisfi è a tuo carico. Uno a uno, palla al centro.
  • Visto il punto subito qui sopra, direi che occorre farsi bene i conti in tasca prima di richiedere il ritiro dello smartphone (o del tablet). La faccio semplice: se la valutazione è troppo bassa per te, evita di spedire lo smartphone, potrebbe abbassarsi ulteriormente (nell’ordine dei 20€ circa, nda) e quasi certamente non vorrai lasciare loro il dispositivo, quindi andresti a pagare la spedizione di rientro (una decina di euro circa). Sicuro di voler diventare protagonista del detto “tradito e bastonato“? (sì, l’ho addolcito un po’).
  • Il prezzo non può variare (che poi torno a battere nuovamente sullo stesso ferro, me ne rendo conto), funziona diversamente rispetto alla contrattazione tra privati. Non stai pubblicando un annuncio su uno dei numerosi siti web ad-hoc, stai parlando con qualcuno che dovrà necessariamente fare margine su ciò che stai vendendo (per guadagnarci a sua volta). Impossibile quindi pensare a un tira e molla che si incontra in quella via di mezzo che solitamente sta bene ad ambo le parti.

Consiglierei quindi il servizio ad altre persone? Tutto sommato sì, ma ribadisco: occorre fare bene i conti prima di chiedere al carrozzone di partire, perché la destinazione potrebbe non piacere a tutti.

Tu hai già utilizzato questo tipo di servizi in passato? Se sì, a chi ti sei affidato? Ti sei trovato bene? Raccontami qualcosa nell’area commenti, sono curioso di sapere se c’è può fare di meglio (ovviamente dal punto di vista del cliente finale ;-)).

ESC.

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Chi lo ha detto che i coupon valgono solo al supermercato? Siamo circondati di offerte per qualsiasi tipo di servizio, non fa eccezione certo il mondo dell’hosting e della registrazione domini.

Dato che utilizzo GoDaddy per tenere registrati diversi nomi (con gestione DNS) ho trovato e già sfruttato più di una volta il sito web fatwallet.com/GoDaddy-coupons, che mette a disposizione diversi codici di sconto tra i quali è possibile trovare anche quelli del più famoso registrar al mondo.

GoDaddy: sconti e coupon

Bisogna solo avere un po’ di pazienza e cercare (quindi provare) i codici disponibili, solo così si riuscirà a ottenere un buono sconto sulla spesa finale, che male non fa!

Buon acquisto :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Premessa prima di cominciare:

state leggendo un post sponsorizzato. Vi ricordo che le mie recensioni sono oggettive, in nessun modo contenenti baggianate gratuite solo perché qualcuno mi offre il gadget di ultima generazione o investe denaro in questo piccolo blog. Leggete come sempre con fiducia, non mi risparmio per nessuno! ;)

Venerdì 2 gennaio 2009, bentrovati. Oggi voglio tornare a parlare di musica e di un gruppo per me sconosciuto fino alla metà del mese scorso. Angela di GodZ Italia mi ha contattato per propormi l’ascolto in anteprima dell’album dei Fabryka, in uscita nei negozi dal prossimo 20 febbraio.

Chi sono i Fabryka?

Cito direttamente dal materiale informativo che mi è stato inviato:

I Fabryka, formatisi nel 2004 dalla passione per le atmosfere fredde e magiche del sound nord europeo, hanno un suono che unisce musica elettronica ed acustica, melodie malinconiche e romantiche, energia nei bassi e delicatezza negli arrangiamenti. Dall’elettronica tedesca ai suoni rarefatti e dilatati dei ghiacci, dalla musica orchestrale al pop.

Apprezzati dagli addetti ai lavori, nel 2005 vincono il premio “Best live Media” ad ArezzoWave, nel 2006 il “Premio SIAE” per la migliore musica del concorso “Musicultura”, e sempre nello stesso anno il concorso per band emergenti “ Nokia for Music”.

Tutto il resto è disponibile nella pagina MySpace ufficiale del gruppo:

myspace.com/fabryka

Le 14 tracce dell’album & l’EP

  1. INTRO
  2. IN UN MODO SEMPLICE
  3. SE
  4. PASSI DISTRATTI
  5. RAGAZZA DEL 76
  6. FEBBRAIO
  7. ALL’INCROCIO
  8. IL GIOCO
  9. IL TEMPO ALLE ALTRE COSE
  10. CALENDARIO
  11. 6 BREVI STORIE
  12. QUANDO FUORI PIOVE
  13. WONDERLAND
  14. LEGAMI

per un totale di circa 53 minuti di riproduzione (53.21, ndr).

Per questo mese (non ho data precisa sfortunatamente) è prevista l’uscita dell’EP “In un modo semplice“, contenente un “assaggino” della musica dei Fabryka:

  1. IN UN MODO SEMPLICE
  2. IN UN MODO SEMPLICE Rmx by Gleamer
  3. IN UN MODO SEMPLICE Rmx by Houre Yup
  4. IN UN MODO SEMPLICE Rmx by Marco Messina (99 Posse)
  5. WONDERLAND
  6. IL TEMPO DELLE ALTRE COSE

Il video del singolo è già andato in onda su MTV QOOB TV, l’ho trovato e ve lo propongo qui di seguito:

La pagina dei Fabryka nel portale è: qoob.tv/fabryka

Il giudizio

Istantanea, questo il nome scelto per il CD, contiene 14 tracce composte da 11 inediti e 3 pezzi dell’EP che anticiperà l’uscita nei vari negozi di musica. Durante lo scambio di mail con Angela ho pensato che la contrapposizione “Musica Elettronica / Acustica / Dark” potesse essere parecchio interessante. La stessa, gentilissima, mi ha inviato due lavori completamente differenti (del secondo vi parlerò quanto prima) nonostante segua (a suo dire, io ci spero! :P) il mio blog e sappia bene che tipo di musica ascolto (prevalentemente Metal Gotico per chi non lo sapesse, ndr).

Ho ascoltato Istantanea tutto d’un fiato, nonostante l’odioso messaggio “promo” ogni 40 secondi circa ho potuto davvero apprezzare tracce fresche, nuove, godibili nonostante non sia questo il mio genere preferito. Forse qualche mio lettore avrà presente l’ultima realizzazione di CapaRezza: un’unica storia spezzettata in diverse tracce da ascoltare come se fosse un’unica grande favola. Ecco, l’impressione è grosso modo la stessa. Si tratta di un unico grande cammino esplorando situazioni e difficoltà quotidiane, tanta malinconia nascosta dietro testi validi, non ripetitivi, talvolta forse ancora scarni a causa dell’inesperienza del giovane gruppo comunque validissimo al quale auguro di migliorare sempre più.

La voce femminile è Tiziana Felle, un vero e proprio bijoux nel contesto strumentale curato dai restanti 3 del gruppo (Stefano Milella – elettronica, synths, batteria, Agostino Scaranello – basso, effetti e Raffaele Stellacci – piano, rhodes, synths), dolce, mai fastidiosa, mai troppo potente per non rovinare l’atmosfera che le tracce creano.

Tutto sommato bisogna ammettere che questo gruppo barese ha del talento da vendere. Mi piace, mi ha colpito molto positivamente, spero di poterlo scaricare quanto prima direttamente sull’iPod, giusto per averlo sempre in giro con me, magari da affiancare ai Nightwish o gli Evanescence giusto per spezzare un pò ;)

Anche voi volete ascoltare qualche pezzo per valutare la qualità del prodotto? Niente di più semplice. LastFM propone ben 6 tracce complete di cui una scaricabile gratuitamente, tutte facenti parte di Istantanea:

lastfm.it/music/Fabryka/Istantanea

a me non resta che ringraziare Angela, attendere l’uscita ufficiale dell’album, rinnovare l’appuntamento GodZ al prossimo post dove vi parlerò dei “Serpenti“, secondo gruppo –anch’esso emergente e tutto italiano– legato alla casa discografica.

Buon ascolto!

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: