Windows 8: migrazione, tips & tricks

| |

Windows 8Windows 8 è l’ultimo dei sistemi operativi made in Redmond, rilasciato ufficialmente ad ottobre 2012, in lenta espansione su PC casalinghi, portatili ma soprattutto tablet dove ha un po’ più di fondo accelerazione vista l’ottima integrazione e l’interfaccia “ex-metro” a portata di tutti i componenti di una qualsiasi famiglia intenzionata ad acquistare un tablet da tenere sempre vicino al proprio divano!

Ho avuto occasione di testare il sistema durante le “ferie” di Natale, montandolo sulla macchina fissa di casa, precisamente questa (anche se leggermente modificata nel tempo, roba non rilevante comunque). Windows 8 Professional è stato messo a disposizione da Microsoft che ringrazio per la disponibilità e la pazienza che ha con me, ce ne vuole tanta :-)

Upgrade o nuova installazione?

Il mio consiglio (che va a trovare diverse approvazioni tra gli addetti ai lavori e non) è quella di partire con una nuova installazione se e dove possibile. Fare upgrade di una precedente installazione di Windows 7 (nella migliore delle ipotesi) può portare alcuni problemi di stabilità al nuovo sistema. Ho scelto per la prima volta in vita mia di effettuare un upgrade proprio per fare da cavia a questi problemi e tentare così di risolverli. Allo stato attuale sto ancora litigando con crash dell’explorer (l’Esplora Risorse, non lo specifico browser eh) che non sono mai stati così frequenti in Windows 7 (Ultimate nella versione installata a casa, ndr) e degli aggiornamenti di Windows Update che non vanno a buon fine facendo andare sistematicamente in rollback la macchina. Vedremo più avanti questi problemi con relative soluzioni tampone o definitive.

Altra cosa da non sottovalutare sono i tempi di installazione basata proprio sulla precedente presenza di 7. Come anticipato ho voluto provare per la prima volta un upgrade. Tempi di download a parte (dato che non ho utilizzato la versione in DVD) che dipendono molto dalla velocità della vostra linea ADSL / fibra. Contrariamente al 7 pronto in circa 20 minuti (bei ricordi quelli), 8 ha necessità di più tempo soprattutto se si intende tenere applicazioni e dati (che verranno tutti riportati sul nuovo sistema a patto che si arrivi da un Seven, non vale con XP). Dopo qualche riavvio la nuova interfaccia di 8 si presenterà con le sue icone di default pronta per la personalizzazione e la prima integrazione con un account Microsoft (ne parleremo tra qualche riga).

Risorse

Una macchina con Windows 7 a bordo può tranquillamente sopportare un’installazione di Windows 8 senza scherzi in fatto di stabilità e qualità del lavoro. Questa è stata una vera e propria rivoluzione in casa Microsoft all’epoca di Seven, un sistema che ho immediatamente apprezzato e che continuo ad apprezzare per il lavoro in ufficio (e non solo), il degno e unico erede di Windows XP. 8 utilizzerà ciò che gli metterete a disposizione peccando però in un solo dettaglio: la velocità di esecuzione delle applicazioni, copia o spostamento di dati sul disco fisso.

Windows 8: Prestazioni

Se dovesse essere un po’ vecchio (il mio ha qualche anno) la differenza rispetto a Seven sarà sensibile, magari è un’impressione ma posso assicurare che nella mia esperienza di utilizzo 8 ha perso qualche punto rispetto al predecessore.

Nuova interfaccia o Desktop?

Dritti al punto senza passare dal via: la maggior parte delle applicazioni gira nella modalità Desktop. L’interfaccia a “piastrelle” detta “Nuova interfaccia di Windows” (preferivo Metro, ndr) è una piccola rivoluzione preannunciata ma non è pane per denti da PC fissi, è particolarmente adatta all’utilizzo tramite tablet o telefono (vedi Windows Phone, che mi ha molto colpito nella sua prima versione 7). Si tratta comunque di una bella novità che potrebbe risparmiare molte rogne all’utilizzatore medio-basso che non intende mettere mano a tutto quello che c’è dietro le quinte, limitandosi all’utilizzo dei software basilari quali il browser e una suite Office che possa soddisfare le sue esigenze.

Mi sembra un buon compromesso, chi solitamente preferisce il Desktop e l’utilizzo “standard” di ciascuna sua applicazione potrà continuare ad usare “il vecchio Desktop” limitandosi alla nuova interfaccia solo per le ricerche e per richiamare file o applicazioni che una volta popolavano lo Start.

Ecco, appunto, Start?

Si, lo Start è sparito. Al suo posto la maggiore integrazione con tutto quello che gira attorno al mondo Microsoft permetterà tra l’altro di ricercare file, applicazioni, contatti e qualsiasi altra cosa facente parte del vostro mondo. “Poggiate” quindi il vostro puntatore in alto a destra per richiamare i comandi rapidi di 8 e selezionate Ricerca, quindi inserite ciò di cui avete bisogno o navigate tra le vostre applicazioni. Il gioco è già fatto, è più difficile abituarsi che tenere il passo in seguito, il funzionamento è così banale che basta un clic e qualche pulsante sulla tastiera. Un consiglio? Tasto di Windows + F richiamerà immediatamente la Ricerca, è semplice, e non è certo l’unica scorciatoia disponibile (il documento fa riferimento a 7 ma vale anche per 8): windows.microsoft.com/en-US/windows7/Keyboard-shortcuts.

Per gli irriducibili esistono anche diverse soluzioni gratuite o a pagamento per riportare in auge l’amato pulsante, ma dopo averne provate due o tre ho deciso di dare fiducia a quanto deciso da Microsoft e iniziare ad usare la ricerca integrata di sistema, fatelo anche voi, fa meno male di quanto possiate pensare.

Mondo Microsoft

Windows Phone, Windows 8, Office 2013, Xbox, fanno tutti parte del mondo Microsoft che gira attorno all’utente finale. Un mondo fatto di lavoro, gioco, tempo libero, mobilità e massima connessione con tutto e tutti. E’ un mondo del quale faccio parte grazie a Windows, Office e Xbox 360, manca all’appello quel Windows Phone che un po’ per scherzo, un po’ seriamente avevo chiesto a Microsoft stessa per poter sostituire uno dei miei due iPhone (non hanno mai “accettato la sfida” :-D).

Windows 8 Microsoft Office 2013 Windows Phone Xbox 360

Al primo avvio di Windows 8 vi verrà quindi richiesto di trasformare il vostro account locale in uno “integrato” a tutti gli effetti. Potrete decidere di utilizzare l’account Microsoft (Live ID, per intenderci) per salvare ogni impostazione della vostra macchina e replicarla facilmente su una seconda macchina con 8 a bordo. Potrete inoltre condividere in un solo colpo contatti, posta elettronica, messaggistica in generale e punteggi dei vostri giochi preferiti a cavallo tra console, Windows e mobile. L’integrazione la vince su ogni livello e queste funzionalità messe a disposizione da 8 non hanno certo rivali.

In conclusione

Un prezzo assolutamente accettabile ed accessibile, facilità di aggiornamento, apprendimento e utilizzo. Windows 8 ha un sufficiente numero di carte in regola per ritagliarsi la sua fetta di mercato pur non impensierendo particolarmente il suo predecessore che ad essere sincero continua a rimanere il mio preferito. Windows 8 è un buon sistema casalingo (se inteso come PC della famiglia o tablet da portare in giro con se o lasciare vicino al divano per la comoda lettura serale), chi possiede già la versione 7 può scegliere di aggiornare se intende provare queste nuove funzionalità, in caso contrario non perderà niente di irrinunciabile nonostante lo sforzo e la massiccia pubblicità fatta. Non posso e non voglio parlare della sua versione RT dedicata in particolar modo ai tablet / pc basati su ARM perché non ho ancora avuto occasione di “stressare” uno dei nuovi dispositivi realizzati ad hoc.

Sembra un po’ un periodo di transizione in attesa di quello che potrebbe essere il giusto compromesso tra massima accessibilità, integrazione, stabilità e piacere di utilizzo proprio per tutti. Bisognerebbe lasciare la possibilità all’utente di scegliere come utilizzare il sistema installato sulla propria macchina (e questo vuole essere un richiamo per la scelta obbligata del passaggio dalla nuova interfaccia all’avvio della macchina, ndr).

Ho voluto creare in ogni caso una lista di collegamenti che possono tornare utili per chi decide di intraprendere questa nuova avventura, l’ho pubblicata e resa accessibile alla collaborazione su Urli.st: urli.st/c5F.

E ora non resta che risolvere i problemi, fanno parte anche loro del pacchetto e potrebbero dare origine a nuovi interessanti articoli ;-)

In bocca al lupo Microsoft!

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
Subscribe
Notify of
guest

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

11 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments