Perché la protezione della propria posta elettronica è così importante?

Gioxx  —  07/06/2019 — Leave a comment

Con la posta elettronica ci lavori, comunichi, ti relazioni con il mondo in maniera rapida e semplice. È uno strumento universalmente riconosciuto e ha già resistito più e più volte a bollettini di morte che lo davano per spacciato, perché allo stato attuale non esiste null’altro che abbia lo stesso valore (e non dirmi che Telegram o WhatsApp possono sostituire facilmente il tutto perché così non è).
Proteggere il proprio dominio e relativo server di posta diventa quindi un obbligo e un dovere morale verso tutti coloro che ricevono email che sembrano essere spedite dal tuo account quando in realtà si tratta di attacchi di phishing e / o comunicazioni di spam che si basano su spoofing di qualsivoglia indirizzo di posta elettronica esistente sulla faccia della Terra, tuo compreso.

Posta elettronica: come calcolare il proprio punteggio Spam

Quello di oggi non è il mio solito articolo, è un rilancio verso un lavoro già esistente, ben fatto, in italiano, alla portata di chiunque. Opera di Emanuele che leggo sempre con piacere, è stato pubblicato lo scorso 28 febbraio. Nulla è cambiato rispetto ad allora, vale tutto, nel frattempo è così che mi sono accorto di essermi perso per strada il record DMARC del dominio principale che utilizzo per ricevere e spedire posta elettronica, ho provveduto a metterlo a posto (grazie Manu!).

Perché la protezione della propria posta elettronica è così importante?

Ti auguro buona lettura: DMARC, SPF e DKIM per proteggere la tua identità.

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: