Archives For Anteprima

Nel 99% dei casi mi capita di lavorare file PDF sulla postazione Windows che utilizzo quotidianamente, ma una manciata di giorni fa ho avuto la necessità di estrarre un paio di pagine specifiche da un file PDF ben più complesso. Stavo utilizzando il mio MacBook e non avevo nessun particolare strumento installato a bordo, ho quindi provato un paio di metodi entrambi funzionanti.

macOS: come scomporre rapidamente un PDF

Utilizzare l’Anteprima

  • Tasto destro sul file interessato, Apri conAnteprima, questo ti permetterà di aggirare l’apertura di Adobe Reader (ammesso che tu lo abbia installato, io sì).
  • A questo punto dovrai semplicemente chiedere di mostrare la sidebar dedicata alle miniature (VistaMiniature, oppure ⌥⌘2), selezionare le pagine interessate dalla barra laterale (tieni premuto il CMD ⌘ per selezionarne diverse, come il CTRL in Windows), quindi fare clic con il tasto destro su una delle pagine selezionate e scegliere “Esporta come…“. Il gioco è fatto, indica un nome e tieni PDF come formato di esportazione.

macOS: come scomporre rapidamente un PDF 1

Questo è probabilmente il metodo più semplice e immediato, che non richiede competenze particolari e che –soprattutto– funziona su qualsiasi PC della mela, perché non necessita di programmi terze parti ed è subito disponibile anche a sistema appena installato.

Passare tramite Automator

AutomatorAbbiamo già parlato di Automator, anche se probabilmente non lo ricordi. Anche l’ultima volta (poco più di un anno fa) avevo toccato l’argomento documenti, anche se si parlava di DOCX da trasformare in PDF. Tutto rimane invariato (l’Automator in sé, così come la possibilità di installare dei servizi nel proprio sistema operativo), ovviamente cambia il set di istruzioni.

A tal proposito, ho trovato maledettamente utile un articolo di DocumentSnap che propone esattamente ciò di cui avevo bisogno, permettendo il download del servizio già pronto da installare (per chi non vuole perdere tempo) e la procedura per fare tutto manualmente. Trovi l’articolo all’indirizzo documentsnap.com/how-to-split-pdf-documents-into-single-pages-using-mac-osx. Io, per farla semplice, mi sono limitato a installare il servizio che, by design, permette di effettuare uno split a singola pagina di un PDF più complesso (PDF da 30 pagine? 30 singoli PDF, uno per pagina, ora è più chiaro?). Dai singoli PDF, sarà poi semplice crearne uno solo (sempre tramite l’anteprima, tanto per fare un esempio).

Il servizio è disponibile sul sito web di DocumentSnap, ma ne ho anche salvato una copia sul mio spazio box: app.box.com/s/xu5bgymadyugndp51kc8cjz8x1vtwvls

Scarica il file ZIP e scompattalo, il file workflow è da spostare nel solito posto, ovvero ~/Library/Services, che potrai richiamare nel Finder (via menu a tendina o con la combinazione ⌘⇧G). Una volta fatto, ti basterà fare clic con il tasto destro del mouse su un documento PDF, spostarti in Servizi e selezionare Split PDF:

macOS: come scomporre rapidamente un PDF 2

Due modi per ottenere (più o meno) lo stesso risultato, anche se molto è dettato dalla tua specifica esigenza e questo tipo di work-around potrebbe non bastarti.

Buon lavoro! :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Ti ho già dato qualche consiglio sul resize in batch delle immagini, sia per Windows che OS X (ora macOS). Quello di oggi riguarda proprio macOS Sierra ed è molto semplice, dedicato soprattutto a chi non è abituato a utilizzare Terminale e non vuole passare tramite applicazioni di terze parti.

macOS: cambia la dimensione delle immagini

Una volta aperto un gruppo di immagini in Anteprima (Preview), selezionale tutte dalla colonna laterale (basta un CTRL + A), quindi vai in StrumentiRegola dimensioni. A questo punto potrai modificare le opzioni disponibili e ottenere il risultato inizialmente desiderato.

Ciò non include un’ottimizzazione dell’immagine per il web (nel caso tu la volessi caricare online, magari in WordPress), ma di certo quelle sorgenti snelliranno data la dimensione più contenuta.

Cheers.

Credits: lh.com

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

OS X: formattare un disco in FAT32 direttamente da Terminale 1Ci avete mai pensato? Su Microsoft Windows, questa operazione è banale e viene insegnata già quando si fanno i primi passi. Si può fare un Print Screen di ciò che si vede a monitor (nella maniera più semplice, con una semplice pressione sul giusto pulsante della tastiera), aprire Microsoft Paint e lanciare il comando di Incolla. A quel punto il gioco è fatto, basterà salvare l’immagine nel formato e nella posizione desiderata.

Avete mai avuto la necessità di farlo su OS X? Io si, è semplice, almeno tanto quanto su Microsoft Windows. Copiate la sorgente immagine (print screen, qualcosa di generato da un sito web o da qualsiasi altra sorgente), quindi:

  • avviate “Anteprima” (utilizzando la ricerca Spotlight, magari),
  • fate clic su File, quindi “Nuovo dagli appunti“,

OS X: Salvare un'immagine dagli appunti

  • salvate quindi l’immagine nel formato e nella posizione scelta tramite File / Salva. Non vi resta che scegliere la qualità (se sceglierete JPEG), o magari il filtro da utilizzare (se PDF), ecc.

Potrete ovviamente scegliere di non salvare l’immagine incollata semplicemente uscendo dal programma Anteprima e facendo clic sul pulsante Non salvare.

Il gioco è fatto. Il numero di passaggi resta quasi lo stesso, lo scopo e il risultato certamente si.

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Benvenuti all’angolo delle ovvietà. Si perché se alcuni utilizzatori fieri, guru dell’informatica Made in Cupertino sanno già fare tutto ciò che OS X consente, ce ne sono almeno altri 10 lì fuori che si perdono in bicchieri d’acqua solo perché non sanno che alcune combinazioni di tasti o funzioni nascoste del sistema possono sostituire facilmente applicazioni per Windows (e quindi anche per OS X).

Tutti (forse) conoscete l’anteprima di sistema. Vi basta posizionarvi su un’immagine (visto che di immagini si parla oggi), premere lo spazio e godervi l’anteprima del file. Ma se i file sono tanti e tutti nella stessa cartella? Come è possibile lanciare l’anteprima e navigare il contenuto tramite frecce direzionali (classici avanti e indietro, tanto per dire).

Molto semplice. Una volta nella cartella premete la combinazione Mela + A (per selezionare tutti i file), quindi Mela + Y per lanciare l’anteprima. Questa potrà essere messa a tutto schermo o potreste decidere di aggiungere rapidamente tutte le immagini a iPhoto per una successiva modifica o catalogazione o chissà cos’altro :-)

Zero applicazioni aggiuntive, il sistema viene già in vostro aiuto.

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: