Archives For LinkedIn

Cerco di macinare, quando posso, feed e newsletter che sono fonti preziose di nuovi spunti, idee, giocattoli e servizi da mettere alla prova. Talvolta in questi si nascondono vere e proprie perle che meritano di essere ulteriormente condivise. Magari riproporrò questa modalità di pubblicazione in futuro, un solo collegamento per un solo tool, come faccio questa volta.

Si chiama CEEV ed è un componente aggiuntivo (sfortunatamente solo per Google Chrome) che ti permette di trasformare il tuo profilo LinkedIn in un CV che puoi stampare o salvare in formato PDF, modificandolo in ogni sua parte.

Da LinkedIn a CV con CEEV

Parte tutto da ceev.io, sito web ufficiale. Puoi scaricare l’estensione dal Chrome Store, oppure usare il badge qui di seguito:

Ceev - Linkedin Resume Creator
Ceev - Linkedin Resume Creator
Developer: ceev.io
Price: Free

Collegati con il tuo account su LinkedIn e lascia lavorare l’estensione, come mostrato in questo video:

Io ci ho provato, e funziona molto bene (e comunque è tutto modificabile prima del salvataggio, quindi puoi mettere le mani ovunque tu voglia) :-)

Da LinkedIN a CV con CEEV 1

Unica pecca: impostando il foglio in A4 e chiedendo di salvare il PDF, ho notato che il risultato occuperà due pagine anziché una come “promesso” dall’anteprima live dell’estensione, dettaglio poco simpatico se ci si tiene al fatto di stare dentro un solo foglio / facciata.

×

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!
Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Da poco acquisito da Microsoft, LinkedIn è il Social Network dedicato ai professionisti del lavoro (almeno secondo una parte dei suoi frequentatori, per altri invece proprio no). Spesso utilizzato come concentratore di contenuti, sta prendendo sempre più piede come strumento di pavoneggiamento di massa, altalenando profili effettivamente invidiabili a quelli che pensano di aver messo in piedi una Corporation solo tramite il proprio account di Facebook. A me non importa chi tu sia su LinkedIn, mi importa che il tuo profilo venga tenuto al sicuro, possibilmente con una verifica in due passaggi, ormai disponibile da tempo anche da queste parti.

Sicurezza: la 2-step verification di LinkedIn 2

La verifica in due passaggi è un argomento a me molto caro, è un ulteriore layer di sicurezza che protegge il tuo account da attacchi e furti di identità che in questi nostri tempi sono sempre più comuni a causa della scarsa attenzione che noi tutti riponiamo verso le nostre password, barriera unica tra un accesso autorizzato e uno che di autorizzato non ha proprio nulla. Personalmente cerco sempre di attivare tutti gli step di sicurezza disponibili per proteggere ogni mio account, in aggiunta al fatto di utilizzare una password sempre diversa per ogni iscrizione (quindi per ogni servizio / sito web) e un database mantenuto aggiornato con tutte le mie credenziali (e ben custodito, possibilmente fuori dalla portata di chiunque).

Per poter attivare la verifica in due passaggi di LinkedIn basta puntare all’URL linkedin.com/psettings/privacy. Da qui ci si sposta nell’area Protezione e si procede con l’attivazione della verifica 2-Step.

Sicurezza: la 2-step verification di LinkedIn

Una volta arrivato il codice di protezione via SMS al tuo numero di cellulare (che dovrà essere quindi specificato all’interno del profilo LinkedIn) ti basterà inserirlo nel box che comparirà a video, così da confermare la propria identità. Una volta fatto, la verifica in due passaggi sarà abilitata, così come confermato a video:

Sicurezza: la 2-step verification di LinkedIn 1

Ciò significa che ogni volta che tenterai di accedere a LinkedIn da una postazione non precedentemente collegata (o sulla quale hai effettuato un Logoff manuale) dovrai attendere la consegna di un nuovo codice di sicurezza sul tuo numero di cellulare, che dovrà accompagnare una immediatamente precedente autenticazione basata (come è normale che sia) sull’accoppiata username / mail di registrazione e password.

Il processo è talmente rapido e banale che è alla portata di tutti, usa 2 minuti del tuo tempo per mettere un po’ più al sicuro il tuo account di LinkedIn. Se proprio ci tieni, ti invito anche a seguire e recuperare gli articoli pubblicati sotto il tag 2-step-verification, cerco sempre di inserirne di nuovi per farti scoprire tutti i servizi che permettono l’autenticazione a due fattori, decisamente più robusta rispetto a quella tradizionale.

Enjoy!

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: