SONY WH-1000XM4: si può migliorare il prodotto migliore?

| |

Le alternative esistono anche se poche: o decidi di stravolgere completamente un prodotto e ne cambi il DNA rischiando davvero di fallire, oppure cerchi di intervenire lì dove potrebbe esserci quella minima soglia di miglioramento che non può giustificare un salto tra due generazioni vicine ma che sono certo possa fare molto contento un cliente che sceglie questo tipo di prodotto. Sony mi ha permesso ancora una volta di trascorrere il breve riposo natalizio con la nuova generazione delle cuffie a cancellazione di rumore per antonomasia, le giovani WH-1000XM4.

Sony WH-1000XM4

Le Sony WH-1000XM4 hanno fatto il loro debutto sul mercato dopo i traguardi raggiunti con le WH-1000XM3 che erano uscite assolutamente vittoriose dalla recensione che avevo dedicato loro lo scorso anno, quel risultato ha lasciato quel vuoto da shopping dentro di me a tal punto da volermele regalare proprio per natale 2020 (mentre stavano per arrivami le M4 in prova). Inevitabile il confronto tra i due prodotti e davvero poco semplice andare a individuare le sottili differenze che possano giustificare un salto generazionale così ravvicinato tra i due prodotti.

Con una base così buona è maledettamente difficoltoso innovare, bisogna quindi andare a ritoccare alcuni particolari che – grazie anche al feedback degli utenti – possano conferire alla nuova arrivata quella finta giustificazione tipica da scena moglie-marito quando arrivano a casa le WH-1000XM4 dopo aver già preso le M3 (no, scherzo, la moglie mi caccerebbe di casa a quel punto! :-)).

Costruzione e maggiore spazio

Non posso ricominciare tutto da capo, non è conveniente né per me che scrivo, né per te che stai leggendo. Prenditi qualche minuto di tempo per recuperare la mia recensione delle M3 e parti da lì per comprendere in cosa le WH-1000XM4 sono migliorate, credo sia il miglior compromesso per chi è già abituale lettore di questo blog e ha già bene in mente cosa sono state per me le WH-1000XM3.

SONY WH-1000XM4: si può migliorare il miglior prodotto?

Partiamo quindi dalla costruzione, fedele replica a occhio poco clinico di quanto già fatto in passato. Le WH-1000XM4 differiscono infatti per un dettaglio riguardante il padiglione ora più largo per ospitare meglio il tuo orecchio e cercare di fare meno pressione sulla testa grazie a un archetto rivisto, un po’ più largo nel suo arrotondamento, che integra un cuscinetto più sottile e che quindi risulterà meno fastidioso da utilizzare anche per lunghe ore davanti al monitor o magari stesi sul divano mentre stai facendoti trasportare da un buon libro.

Il fatto di lasciare più spazio al tuo orecchio si traduce anche in minor calore generato, ti assicuro che persone come me potranno solo ringraziare questo sensatissimo quanto “poco costoso” (in termini di fatica in ricerca e sviluppo) ritocco. Sì perché questo non è forse un problema per il test condotto nei mesi invernali, lo è certamente quando si vuole utilizzare il prodotto nell’arco del caldo trimestre (se non più) estivo.

Voce, cancellazione del rumore e profilo

Nulla di quanto fatto in passato con le WH-1000XM3 manca nella nuova generazione WH-1000XM4, si parte quindi con la consapevolezza di aver già raggiunto ottimi risultati per ciò che riguarda la qualità musicale anche connessi in Bluetooth alla sorgente (cosa affatto semplice e scontata, se si parla con un audiofilo vero si viene anche tacciati di eresia pura).

La fedeltà musicale rispetto alla traccia in esecuzione c’è tutta, i bassi rispondono all’appello ma non sono mai aggressivi (non lo sono mai realmente stati nella gamma 1000X), piuttosto profondi e avvolgenti, le scale medio alte sono certamente precise e non tagliano in malo modo ciò che si ascolta, pulire ciò che ci circonda in maniera attiva fa sì che le WH-1000XM4 assolvano pienamente al loro compito senza per questo danneggiare la musica in riproduzione, è come se non ci si accorgesse di nulla, eppure già solo indossare queste cuffie inizierà a isolarti dal resto del mondo affinché tu possa condividere quella silenziosa pace con te stesso e ciò che vuoi realmente far arrivare alle tue orecchie.

Se hai necessità di ritoccare ciò che Sony ha pensato come profilo base potrai sempre scaricare, installare e configurare al meglio l’applicazione Sony | Headphones Connect come già proposto in passato:

Potrai usare l’applicazione anche per cambiare il comportamento delle cuffie nei confronti degli assistenti vocali come Google Assistant o Alexa, configurare il 360 Reality Audio (senz’altro consigliata è inoltre l’analisi dell’orecchio se deciderai di dare una possibilità a questa tecnologia).

Sempre grazie all’applicazione potrai anche attivare o disattivare la funzione che ti permette di collegare le WH-1000XM4 a due dispositivi contemporaneamente, novità rispetto alla precedente WH-1000XM3 che non offre questa possibilità; ottimizzare il suono su base gusti personale (ci sono già dei profili a disposizione da poter scegliere), ottimizzare la pressione atmosferica e il comportamento di quest’ultima in base alle posizioni tracciate e conosciute.

Altro dettaglio non trascurabile, che ho trovato particolarmente comodo sulle WH-1000XM4, è il sensore di prossimità interno al padiglione sinistro che permetterà alle cuffie di fermare automaticamente la riproduzione musicale non appena le sfilerai dalle orecchie. Una sciccherìa? Ne sono pienamente convinto e consapevole, eppure è un passaggio in meno che mi viene richiesto se so che dovrò temporaneamente togliere le cuffie, questo esula dalla possibilità di appoggiare la mano sul padiglione destro per permettermi di parlare con qualcuno senza che io debba togliere le WH-1000XM4 dalla testa.

E a tal proposito …

Speak-to-Chat

SONY WH-1000XM4: si può migliorare il prodotto migliore? 16

Forse è questa la novità che ho più apprezzato in assoluto rispetto alla precedente generazione. Le WH-1000XM4 interrompono la riproduzione musicale e passano in modalità “Ambient” non appena comincerai a parlare con qualcuno. Se fino a poco tempo fa toccava mettere la mano sul padiglione destro (le gestures funzionano ancora in maniera meravigliosa, non mi sarei aspettato nulla di diverso rispetto alle WH-1000XM3 e – in generale – al passato della gamma), oggi non dovrai neanche più farlo.

Parla, non ti serve fare altro, le WH-1000XM4 lo capiranno e passeranno quindi all’amplificazione “trasparente” di ciò che ti circonda, porteranno nelle tue orecchie tutto ciò che i microfoni capteranno, ti permetteranno così di sentire e farti sentire come se le cuffie non ci fossero più, il tutto senza mai muoverle dalla testa. La funzione si attiva esclusivamente quando comincerai a parlare tu, se qualcuno ti parlerà non interverranno in alcuna maniera, comportamento perfetto se ci si vuole isolare da tutto e tutti.

Occhio però “alla mezzanotte e alla carovana di Cenerentola“: la funzione si attiva e ti lascia 30 secondi di tempo per essere utilizzata, poi tornerai a isolarti da ciò che ti circonda e la musica riprenderà a fluire nelle tue orecchie. Quei 30 secondi possono diventare anche meno con un semplice tocco sul padiglione destro che farà tornare tutto al suo posto, capiterà invece anche il contrario, ovvero quella volta che parlerai con qualcuno per poco più di 30 secondi e ti servirà quindi – necessariamente – mettere la mano sul padiglione destro fino a quando lo riterrai opportuno.

WH-1000XM4 in conclusione

Devo abbandonare le WH-1000XM3 in favore delle WH-1000XM4? No.

SONY WH-1000XM4: si può migliorare il prodotto migliore? 17

Un po’ improbabile però dirti che le WH-1000XM4 non siano delle cuffie che vanno a migliorare quanto già di ottimo potesse offrire questo segmento e a questo prezzo. Non si può parlare di marche e modelli più blasonati quando si ragiona in questi termini dove Sony la fa evidentemente da padrone già da molto tempo, non c’è confronto. Le WH-1000XM4 funzionano davvero molto bene e integrano quel paio di novità certamente stimolanti e interessanti che possono tornare utili in più occasioni, non possono (e non vogliono, a mio parere) però mettersi a confronto con la generazione subito precedente, avrebbe poco senso. Il divario c’è nel momento in cui si parla delle WH-1000XM2 (per dire), più che giustificato.

Mi mancheranno quelle funzioni come lo Speak-to-Chat o il sensore di prossimità quando tornerò a utilizzare quotidianamente le WH-1000XM3? Certamente sì, ma non a tal punto da indurmi a fare la pazzia di ridare dentro le M3 e prendere le M4, almeno spero.

Valutazione finale: 5

Vale lo stesso consiglio dato l’ultima volta. Per accaparrarti le WH-1000XM4 dovrai spendere poco meno di 400€, puoi risparmiare qualche soldino, scendere di un gradino neanche tanto alto e puntare sulle WH-1000XM3 spendendo invece poco meno di 250€, un risparmio sensibile che ti mette davanti a un bivio che ti farà ragionare per il tempo necessario, si cade certamente in piedi.

Grazie ancora una volta a Sony per la collaborazione, a te lascio spazio nell’area commenti per dubbi o ulteriori informazioni in merito, io intanto mi preparo all’amara separazione (come al solito!).

#StaySafe

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Disclaimer (per un mondo più pulito)

Gli articoli che appartengono al tag "Banco Prova" o "Banco Prova Console" raccontano la mia personale esperienza con prodotti generalmente forniti da chi li realizza. In alcuni casi il prodotto descritto rimane a me, in altri viene restituito. In altri casi ancora sono io ad acquistarlo e decidere di pubblicare un articolo in seguito, solo per il piacere di farlo e di condividere con te le mie opinioni.
Ogni articolo rispetta -come sempre- i miei standard: nessuna marchetta, solo il mio parere, riporto i fatti, a prescindere dal giudizio finale.
Se vuoi leggere le altre recensioni del Banco Prova fai clic qui (o qui per quello "Console").

Prodotto: fornito da Sony. Dovrà tornare all'ovile al termine dei test e conseguente pubblicazione di questo articolo (sfortunatamente!).

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: