Wiper filtra i risultati di ricerca di Google facilmente

| |

Quello che alcuni utenti non sanno delle ricerche Google è che si possono filtrare ulteriormente i risultati andando a escludere determinati siti web che non si vuole far saltare fuori. “Parlare con Google” torna utile sia nel motore di ricerca che nella maggior parte dei servizi accessori messi a disposizione dell’utente (Gmail in primis). Il filtro di cui ti parlo è figlio della sintassi -site:contoso.com, dove -site: serve per indicare che qualsiasi dominio specificato di seguito (nel caso dell’esempio contoso.com) dovrà essere escluso dai risultati di ricerca. Un esempio pratico? Eccotelo servito:

Wiper

Wiper nasce dall’idea di poter fare ciò che ti ho appena raccontato partendo da una lista di siti web che tu popolerai secondo la tua specifica esigenza, questi verranno esclusi ogni volta che farai una ricerca tramite Google. La facilitazione si pone tra te e Google per evitare che tu ogni volta debba ricordarti i domini da escludere specificandoli nel campo di ricerca del (quasi) monopolista di Mountain View. Il componente aggiuntivo è disponibile per Mozilla Firefox (niente Google Chrome per il momento):

Wiper
Wiper
Developer: David A
Price: Free

Wiper necessita della sola autorizzazione che gli permette di intervenire sui domini di proprietà Google (modificandone quindi l’aspetto a te mostrato). Una volta installato, il componente aggiuntivo avrà le sembianze di una barra laterale di Firefox, la quale conterrà la lista dei domini che dovranno essere esclusi dalla ricerca. Non importa se ne vorrai escludere uno o dieci, l’importante è ricordarti che così facendo non dovrai più ricordarti di ripetere l’operazione per ogni ricerca, nell’esempio qui di seguito ho reso protagonista il sempre presente Salvatore Aranzulla (ciao Salvo) che è un po’ come il prezzemolo per ogni minestra (c’è sempre e ti si incastra nei denti):

Wiper filtra i risultati di ricerca di Google facilmente 2

Wiper ti mostrerà il risultato del suo intervento a video. La pagina risulterà più snella e le voci relative al sito web bloccato saranno abbattute in favore di una singola riga di avviso riguardante il riferimento alla tua blacklist (così che tu possa in emergenza farci comunque clic sopra e aprire la pagina).

Quando credi di non avere più siti web da inserire in lista potrai tranquillamente chiudere la barra laterale che potrai poi riaprire in qualsiasi momento dal menu VisualizzaBarra lateraleWiper.

In conclusione

Wiper può tornare utile non tanto per escludere dai risultati Salvatore, quanto per eliminare tutti quei siti web, blog e profili “disinteressati che ti raccontano qual è il miglior programma per fare esattamente quello che stai cercando solo per proporre un loro prodotto che alla modica cifra di $inserisciquilacifra (sempre molto variabile, tendente comunque al troppo per ciò che si ottiene) metterà in cattiva luce o secondo piano una marea di software gratuito, spesso Open Source, che in realtà quel lavoro lo svolge eccome. Si tratta di fonti che generalmente si posizionano molto bene su Google e affini ma che si rivelano essere delle trappole che ti fanno solo perdere tempo.

Ultimo dettaglio ma non certo per importanza: Wiper è un progetto ospitato su GitHub, chiunque può contribuire.

#StaySafe

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: