Archives For Sticky Notes

Lo scorso maggio ho pubblicato una nuova versione di Sticky Notes Backup & Restore dedicata alla “decima versione” del sistema operativo di casa Microsoft, per la quale è servito mettere mano al codice sorgente poiché bisognava puntare a cartelle diverse (Sticky Notes viene distribuita direttamente da Store Microsoft, nda) e agire su un differente eseguibile. Trovi tutti i dettagli in questo articolo:

Sticky Notes Backup & Restore, ora per Windows 10

Cosa cambia oggi?

Cambia nuovamente qualcosa di relativo all’applicazione che, pur continuando a essere distribuita da Microsoft Store, cambia nome (almeno su Windows 10 1709, ultimo aggiornamento stabile disponibile per il grande pubblico), diventando Microsoft Notes. Anche se questa variazione non sembra influire su quello che tu leggerai tenendo fermo il mouse sull’icona dell’applicazione nella Task Bar, nell’elenco dei processi attivi (quelli che vedi dal Task Manager, nda) lo troverai così dichiarato.

Sticky Notes Backup & Restore 0.2: fix problemi e sovrascrittura file

Ho quindi approfittato del cambiamento per rimettere mano al codice sorgente del batch (pacchettizzato come eseguibile per tua comodità), che ora può chiudere il processo delle Note (ancora una volta, speriamo per un po’ più di tempo!) e –già che c’è– sovrascrivere il precedente salvataggio se decidi di effettuare il tuo backup sempre nella stessa posizione.

Ne ho inoltre approfittato per correggere un piccolo problema relativo alla creazione del file d’archivio in cartelle con nomi particolari, che andava in errore nella precedente versione di Sticky Notes Backup & Restore (quella che probabilmente stai utilizzando adesso), mea culpa per non essermene accorto prima. La nuova versione è già disponibile al solito indirizzo, quindi qui: app.box.com/s/jp06u9k3grk32wbfc6i7a65kobjdcxau. Al solito, tutto gratuito, ma le donazioni sono sempre ben accette.

Next Step

Sto pensando, per una versione futura, di integrare anche la possibilità di pilotarlo da riga di comando permettendoti così di inserirlo tra le schedulazioni di Windows e farlo girare senza che sia più necessario il tuo intervento. Se hai altre idee, utilizza pure l’area commenti per raccontarmele.

Buon lavoro!

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Te lo ricordi quel vecchio articolo riguardante il backup e il restore delle note di Windows? No? Beh, tutto normale dai, roba vecchia :-)

Da qualche tempo (sembrerebbe in concomitanza con l’Anniversary Update del sistema operativo di Redmond) Sticky Notes è diventata un’applicazione ufficialmente disponibile nello Store di Microsoft, puoi quindi toglierla e rimetterla un po’ come ti pare, la scelta è tua. Ciò che cambia è il metodo di tenere il backup (ed effettuare il restore) delle tue note, ho quindi dovuto metterci una pezza.

Sticky Notes Backup & Restore, ora per Windows 10

Sì perché, contrariamente al passato, il nuovo percorso di un’applicazione installata dallo store cambia, motivo per il quale non è più possibile lavorare con il vecchio percorso ancora utilizzato da Windows 7 e 8. La nuova cartella all’interno della quale trovi i file dell’applicazione (e le tue note) è questa:

%LOCALAPPDATA%\Packages\Microsoft.MicrosoftStickyNotes_8wekyb3d8bbwe

Altra modifica è costituita dal fatto che le note non vengono tenute in un solo file facilmente esportabile, ma sparse. Poco male, basta una piccola modifica allo script e dare in pasto quei file a 7Zip, nella sua versione a riga di comando, la più leggera, facilmente trasportabile (o integrabile) e immediata. Il resto delle operazioni rimane sempre lo stesso: si chiude il processo di Sticky Notes, si fa il backup (o il restore) ed ecco servito il risultato, potrai ora riaprire Sticky Notes come nulla fosse mai successo.

Sticky Notes Backup & Restore, ora per Windows 10 2

Puoi scaricare gratuitamente l’applicazione all’indirizzo shortn.cf/StickyNotesBackupRestoreWin10. Il codice è sempre aperto, puoi banalmente scompattare l’eseguibile e vedere com’è fatto, se sei curioso :-)

grazie a: thewindowsclub.com/tips-to-use-format-sticky-notes-in-windows-7

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Non di sola carta è fatto un post-it. Uno dei compagni sui quali si tende a fare più affidamento molto spesso in ufficio è parte integrante del sistema operativo di Microsoft sin dalla sua settima versione. È “Sticky Notes” e può essere richiamato semplicemente cercandolo nel menu di Start. Molti di voi (me compreso) lo utilizzano quotidianamente per tenere a portata di clic una serie di note, appunti, numeri di riferimento e chissà cos’altro. Ma avete mai pensato alla sicurezza di quei “pezzetti di carta virtuale“? Avete mai avuto la necessità di trasferirli su un altro PC o passarli ad un’altra persona?

Sticky Notes Backup & Restore: tieni al sicuro le tue note!

Tutte le vostre note vengono conservate all’interno di un file che si trova nella cartella %AppData% del profilo utente, più precisamente, qui:

%appdata%\Microsoft\Sticky Notes

In teoria la cartella è popolata da un solo file (StickyNotes.snt), Sacro Graal dei vostri appunti. Perso o danneggiato lui, perso tutto. Dato che ho avuto la necessità di spostare le mie note da un PC all’altro, ho pensato di scrivere qualche riga di codice da rendere disponibile a tutti per permettere il backup ed il restore di questo file per evitare possibili errori umani. Si chiama Sticky Notes Backup & Restore ed è disponibile gratuitamente su is.gd/stickynotes.

Tra una modifica e l’altra in beta chiusa, è arrivato alla sua versione 0.4, ora pubblica. Il software permette due sole scelte: il backup o il restore delle note partendo dal file originale o da un vostro backup:

Sticky Notes Backup & Restore: tieni al sicuro le tue note! 1

Entrambe le operazioni faranno comparire a video un popup che vi permetterà di scegliere la destinazione del backup o la sorgente del restore dal quale pescare il file StickyNotes.snt precedentemente salvato. Solo l’operazione di Restore andrà a chiudere in maniera forzata l’applicazione Sticky Notes di Windows se questa risulterà aperta, così che il file delle note sia sovrascrivibile dal vostro backup. Basterà poi avviarlo manualmente al termine dell’operazione e godervi così (nuovamente) le vostre note.

La compatibilità è garantita con Microsoft Windows 7, 8, 8.1 e il nuovo arrivato 10.

Non c’è altro da spiegare (anche perché il codice e il funzionamento sono assolutamente banali). Scaricate l’applicazione, utilizzatela e, nel caso in cui voleste segnalarmi qualcosa, utilizzate l’area commenti a vostra disposizione.

Buon lavoro!

Update

Aggiornamento del 26/9/2016

Se sei alla ricerca dei tasti rapidi per gestire più rapidamente le tue Sticky Notes, ti rimando al thread nel forum di SevenForums, dove troverai le varie scorciatoie disponibili per utilizzare al meglio il tool presente su Windows 7 (e superiori) :-)

Vedi sevenforums.com/tutorials/6281-sticky-notes-change-text-format.html.

 

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: