Creative Airwave HD

| |

Era da tanto che non tornavo a scrivere due articoli in due giorni da queste parti e devo ammettere che un po’ mi mancava, ultimamente si parla molto più di videogiochi e sono quasi del tutto preso da un nuovo progetto del quale non posso sfortunatamente anticiparvi granché (ma potete facilmente intuire qualcosa se mi conoscete e sapete di cosa mi occupo quasi quotidianamente). La prova di oggi riguarda un prodotto audio, argomento gradito e già trattato anche in passato sempre su questi lidi.

Creative Airwave HD 1

A metà tra gli anni ’50 (per la sua particolare estetica) e i giorni nostri Creative ha realizzato un oggetto molto diffuso e molto richiesto ma con qualche piccolo particolare che potrebbe fargli guadagnare punti in più rispetto ai competitor: si tratta del nuovo Creative Airwave HD, che potete vedere nell’immagine qui fianco ;-)

Si, è un altoparlante e si, sfrutta la tecnologia Bluetooth ma anche NFC, contrariamente a molte altre aziende che non lo fanno perché danno per scontata la grande diffusione dei cellulari di casa Apple o di terze parti che non siano Google e compagni. Inoltre è disponibile un ingresso AUX sulla parte posteriore del prodotto per consentire la riproduzione (prioritaria se attiva) anche da sorgenti che non possiedono nessuna delle due connettività citate poco fa. Piccola, compatta, ben realizzata, offre una buona qualità del suono e possiede una batteria integrata che la rende trasportabile e utilizzabile anche nel caso in cui non abbiate una presa di corrente a disposizione nei dintorni della vostra destinazione :-)

A proposito di batteria, non è una cosa molto comune per questo tipo di gadget e il piccolo alimentatore all’interno della scatola con spinotto MicroUSB vi permetterà di collegarla alla corrente elettrica per ricaricarla o -più semplicemente- per lasciarla attaccata “a vita” se volete. La sua autonomia raggiunge le 7 ore di riproduzione continua secondo quanto dichiarato dal produttore. Dopo aver fatto un ciclo di carica completo e utilizzando il prodotto sporadicamente (messo in camera giusto per sentire la radio o qualche canzone in streaming da Spotify via iPhone) ho notato che quelle 7 ore si estendono facilmente arrivando a 8 o 9 nel migliore dei casi, molto dipende anche dal volume medio che decidete di mantenere, va bene essere performante e di qualità ma per i miracoli penso si stiano ancora attrezzando anche in Creative! ;-)

Per non perderlo di vista, lo stato della batteria viene passato tramite Bluetooth / NFC direttamente al dispositivo sorgente così da permettervi di vederlo in tempo reale così come in immagine:

Creative Airwave HD 2

Come potrete notare di fianco al logo “Bluetooth” compare il disegno della batteria che vi indicherà il suo livello di carica, riuscirete così a capire facilmente quando arriva il momento del pit-stop. Altro punto a vantaggio è la rapidità di connessione: una volta acceso l’altoparlante (e accoppiato per la prima volta con il vostro / i vostri dispositivi) noterete un’ottima velocità in fase di collegamento. Potrete quindi dare pressoché immediatamente inizio alle danze e godervi la vostra musica. Ho volutamente parlato di dispositivi perché Creative Airwave HD consente di sfruttare la tecnologia Multipoint della stessa azienda, potrete quindi collegare fino a due dispositivi Bluetooth ma occhio: i brani vengono riprodotti uno dopo l’altro, da una sola sorgente per volta.

Ah si, prima che dimentichi, dato che non ci si può far mancare nulla, l’altoparlante contiene anche un piccolo ma potete microfono che vi permetterà così di trasformarlo in un kit vivavoce per poter lasciare il vostro telefono a distanza e parlare senza la necessità di tenerlo poggiato al volto o collegare gli auricolari. Ecco si, non è da sottovalutare neanche questo, soprattutto se -contrariamente a me- decidete di poggiare l’altoparlante sulla scrivania.

In conclusione

Si, ci siamo, ho provato diversi prodotti simili e mi sono sempre trovato molto bene. Creative Airwave HD è un buon compromesso tra la qualità, il costo (per la cronaca: si parla di € 129 circa sul sito ufficiale Creative ma si trova facilmente anche a meno) e la trasportabilità che ne fa un prodotto equilibrato e potenzialmente molto utile per chi non può rinunciare alla propria musica “senza fissa dimora” ma con quella scrivania sempre a disposizione, fa molto ragazzo a metà tra ufficio e camera di casa :-)

Disponibile in diversi colori (ho quello rosso, molto molto carino!) lo trovate corredato di alimentatore e manuale (peccato per il cavo AUX, sarebbe stato un ulteriore tocco di finezza).

L'articolo potrebbe non essere aggiornato

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Disclaimer (per un mondo più pulito)

Gli articoli che appartengono al tag "Banco Prova" o "Banco Prova Console" raccontano la mia personale esperienza con prodotti generalmente forniti da chi li realizza. In alcuni casi il prodotto descritto rimane a me, in altri viene restituito. In altri casi ancora sono io ad acquistarlo e decidere di pubblicare un articolo in seguito, solo per il piacere di farlo e di condividere con te le mie opinioni.
Ogni articolo rispetta -come sempre- i miei standard: nessuna marchetta, solo il mio parere, riporto i fatti, a prescindere dal giudizio finale.
Se vuoi leggere le altre recensioni del Banco Prova fai clic qui (o qui per quello "Console").

Prodotto: fornito da Creative, ho potuto tenerlo al termine del test.

Gioxx's Wall

Se hai correzioni o suggerimenti puoi lasciare un commento nell'apposita area qui di seguito o contattarmi privatamente.
Ti è piaciuto l'articolo? Offrimi un caffè! Satispay / PayPal / Buy Me A Coffee / Patreon

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: