Un’occhiata a DuckDuckGo Privacy Essentials

Gioxx  —  01/03/2018 — Leave a comment

Installata circa un mese fa (in occasione della pubblicazione di un articolo ad-hoc sul blog ufficiale), DuckDuckGo Privacy Essentials è la nuova estensione del noto motore di ricerca, realizzata per cercare di arginare la sempre crescente quota di tracciatori della propria navigazione. Si tratta di quei simpatici (si fa per dire) script e cookie che tengono d’occhio i tuoi spostamenti, le tue preferenze, le tue scelte, per cercare di proporti contenuti che possano stuzzicare la tua curiosità, prodotti di cui potresti aver bisogno prima di sapere di averne reale necessità.

Un'occhiata a DuckDuckGo Privacy Essentials

Un componente aggiuntivo che porterà con sé una sua icona (che all’occhio ti fornirà un dato importante riguardo il grado di privacy offerto dal sito web visitato, nda), molte informazioni importanti e la modifica del motore di ricerca predefinito, anche se questa potrebbe essere considerata una mossa sleale e poco simpatica, perché non è detto che io non voglia continuare a usare il mio preferito da un giorno all’altro.

Per poter approdare sul mobile, al posto del componente aggiuntivo, viene suggerito l’uso del browser alternativo sviluppato da DuckDuckGo e che integra già le sue soluzioni di privacy.

Lascia che te ne parli un po’, tirando fuori pro e contro di una soluzione che costa poca fatica all’utente (in termini di configurazione) e permette di dormire sonni un po’ più tranquilli rispetto alla semplice navigazione anonima (vedi spreadprivacy.com/is-private-browsing-really-private).

Grado di privacy

È l’icona che DuckDuckGo Privacy Essentials ti mostra nella barra principale del tuo browser, il colpo d’occhio per capire da che lato gioca il sito web che stai visitando, se dal tuo (cercando di tutelare la tua privacy) oppure dall’opposto (svendendola un tanto al chilogrammo). Più è alto il grado, più sarai tutelato durante la tua visita.

Un'occhiata a DuckDuckGo Privacy Essentials 1

Viene da sé che visitare un sito web legato a DuckDuckGo ti porterà a vedere un grado A, mentre questo blog (a causa dei pulsanti social e le statistiche legate a Google Analytics) scende alla lettera C (ed è un attimo che tornano in mente i bei -?- tempi della scuola e del “signora, il ragazzo è bravo ma non si applica”), per poi essere portato a B grazie ai blocchi imposti dal componente aggiuntivo stesso:

DuckDuckGo Privacy Essentials forzerà qualsiasi sito web a mostrare i suoi contenuti in HTTPS (se disponibile), così da rimediare alla possibile svista (voluta o non) di chi quel sito web l’ha sviluppato e preferisce ancora tenerti su HTTP (per qualsivoglia motivo). Nella tendina dei dettagli dell’estensione potrai inoltre trovare riferimenti ai tracker utilizzati (Twitter / Facebook / Google+ e soci), e potrai decidere se attivare o meno l’aiuto che il componente aggiuntivo può darti bloccando la raccolta dati che quei tracker portano, è ciò che puoi attivare o disattivare con lo switch su Site Privacy Protection.

Un'occhiata a DuckDuckGo Privacy Essentials 7

Disattivando lo switch, il sito web che stai visitando finirà direttamente nella Whitelist del componente aggiuntivo. La Whitelist può essere popolata anche manualmente (se lo preferisci), puoi farlo semplicemente facendo clic sulla voce “Manage Whitelist” della tendina del grado privacy.

Tutto funzionante?

Affatto. Molto probabilmente noterai dei siti web lenti nel caricamento o che non si aprono affatto. Ciò è causato dalla quantità di tracciatori e script al loro interno, roba che per quel povero grado di privacy non esiste una scala negativa sufficientemente capiente, e ti toccherà quindi fare un paio di mosse:

  • spegnere temporaneamente la Site Privacy Protection (così il sito web verrà incluso in Whitelist).
  • Segnalare l’anomalia al supporto di DuckDuckGo per un’analisi più approfondita e relativa modifica al comportamento del componente aggiuntivo. Puoi farlo facendo clic sulla voce “Report Broken Site” nella tendina del grado privacy. Per il momento sembra non esistere un modulo già preconfigurato nel componente aggiuntivo, ti toccherà quindi mandare una mail pre-compilata nella quale inserire i tuoi dettagli.

Ho un esempio da farti? Assolutamente sì, e non credo ce ne sia da vantarsene. Si tratta di una incompatibilità con il sito di Fastweb (fastweb.it), a oggi contenente una quota di tracker imbarazzante (46) e un grado di privacy D.

Motore di ricerca predefinito

DuckDuckGo Privacy Essentials imposta l’omonimo motore di ricerca come predefinito. Puoi facilmente correggere il tiro andando nelle preferenze del tuo browser e rimettendo a posto la relativa voce, il componente aggiuntivo eviterà di andare a modificare nuovamente quella voce (a meno che tu non vada a disattivare e riattivare il componente stesso, simulando una reinstallazione). Su Firefox, per esempio, troverai questa situazione:

Un'occhiata a DuckDuckGo Privacy Essentials 8

Un clic sul menu a tendina e potrai tornare a quello che sei sempre stato abituato a utilizzare.

Questo non ti impedisce di intraprendere comunque un paio di strade per mantenere la possibilità di ricercare ciò che ti interessa su DuckDuckGo (parlo sempre di Firefox, ma con Chrome in parte le cose restano le stesse):

  • dovresti trovare DuckDuckGo tra i “Motori di ricerca in un clic“, assegnagli una parola chiave così da poterlo facilmente richiamare dalla barra dell’URL (come ti ho già ben spiegato in un articolo di qualche tempo fa). Io ho scelto per lui un poco fantasioso ddgo che funziona perfettamente.

Un'occhiata a DuckDuckGo Privacy Essentials 9

  • Il componente aggiuntivo porta con sé una casella di ricerca che genererà risultati su DuckDuckGo.com, aperti in una nuova scheda. Ti basta fare clic sull’icona del grado di privacy nella barra del tuo browser, posizionarti e chiedere.

Download

Se intendi dare un’occhiata a DuckDuckGo Privacy Essentials passando dal tuo PC e dal browser che sei solito utilizzare, puoi installare il componente aggiuntivo per Mozilla Firefox e Google Chrome, ma anche per Safari (se preferisci il browser nativo di macOS):

DuckDuckGo Privacy Essentials
DuckDuckGo Privacy Essentials
Developer: DuckDuckGo
Price: Free

Qui per Safari: safari-extensions.apple.com/details/?id=com.duckduckgo.safari-HKE973VLUW

In alternativa, come già anticipato, potrai scaricare il browser completo su Android e iOS:

DuckDuckGo Privacy Browser
DuckDuckGo Privacy Browser
Developer: DuckDuckGo
Price: Free
DuckDuckGo Privacy Browser
DuckDuckGo Privacy Browser

Fammi sapere cosa ne pensi e se trovi delle difficoltà nella navigazione come successo a me. Sono certo che il progetto possa crescere e migliorare molto, aiutandoti a tenere più riservati i tuoi dati, senza troppa fatica.

×

Attenzione

Questo post è stato scritto più di 5 mesi fa, potrebbe non essere aggiornato. Per qualsiasi dubbio ti invito a lasciare un commento per chiedere ulteriori informazioni! :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: