Archives For Junction

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

È strano, è una cosa che faccio abitualmente (e che consiglio) ma senza averne mai parlato qui sul blog. Si tratta di un trucco semplice da mettere in pratica e che -oggi- può tranquillamente sostituire il salvataggio automatico dei dati di Desktop e Documenti su iCloud, soprattutto se hai già un account su Dropbox, giusto per fare un esempio.

macOS: salvare una cartella su Dropbox automaticamente 1

Lo scopo è semplice: voglio che qualsiasi file passi dal Desktop o dalla cartella Documenti del mio MacBook, vada automaticamente a finire su Dropbox, così da poter recuperare quei file da qualsiasi altro dispositivo e dall’interfaccia web, quello che già succede su Windows (avevo parlato del junction per Windows Xp e il mklink per Windows 7 e superiori, già nel 2010). Per poter collegare una cartella all’equivalente su Dropbox, funziona praticamente alla stessa maniera, ti basterà infatti una riga di codice lanciata da Terminale.

Crea e spostati nella cartella di destinazione (es: cd Dropbox/CARTELLABACKUPDESKTOP), quindi lancia un ln -s ~/Desktop/ (nel caso in cui tu voglia clonare la cartella Desktop del tuo sistema operativo, altrimenti ~/Documents/ per la Documenti):

macOS: salvare una cartella su Dropbox automaticamente

La modifica è immediata e partirà così la sincronizzazione dei file già presenti nella cartella sorgente, sulla sua equivalente in Dropbox. Inutile dire che vale per qualsiasi sorgente e quindi destinazione, a prescindere che si tratti di Dropbox o un altro servizio (NAS compreso).

Se hai ancora dubbi in merito, lascia pure un commento in fondo all’articolo! :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Torno ancora una volta sull’argomento Dropbox e la capacità di tenere sotto backup costante i vostri file più preziosi. Stavolta spenderò qualche riga per spiegarvi quanto sia semplice proteggere cartelle che non devono necessariamente far parte della “My Dropbox salvata sulle vostre postazioni.

Drop che?

Vi rinfresco la memoria: ne ho già parlato in questo post. Dropbox è un  software multipiattaforma cloud based che offre un servizio di file hosting e sincronizzazione automatica di file tramite Web. Si basa sul protocollo crittografico SSL ed i file immagazzinati –accessibili tramite password– vengono criptati tramite AES.

Chiunque decida di provarlo e si iscriva tramite questo link riceverà 250 MB in più rispetto a quelli che mette a disposizione Dropbox tramite iscrizione standard:

Backup dei dati salvati fuori dalla cartella My Dropbox

Avete mai sentito parlare di collegamenti simbolici? Ciò che inserirete in una data cartella del vostro disco corrisponderà ad una seconda posizione all’interno dello stesso disco. Se salvate i documenti in “C:Documenti” una cartella “C:Pippo” potrebbe mostrarvi lo stesso identico contenuto e portarvi alla stessa destinazione anche se chiamata in altro modo e presente in diversa posizione rispetto alla prima, grazie ad un collegamento simbolico appositamente creato (date una occhiata a questo documento di Wikipedia).

Il mio test è stato effettuato su Microsoft Windows XP ma un documento contenuto nella wiki di Dropbox spiega i vari metodi da utilizzare anche su Linux e OSX.

Contrariamente alle versioni Vista e 7 di Windows per i quali esiste nativamente l’opzione Mklink da Dos (analizzeremo dopo la sintassi), su XP avrete necessità di utilizzare un piccolo applicativo della Sysinternals: Junction. Una volta scaricato non sarà necessario installarlo, lo si potrà richiamare via Dos da qualsiasi location (per comodità potreste tenerlo comunque in C:WindowsSystem32).

La sintassi è fin troppo semplice, qui un esempio che ho utilizzato sulla mia macchina:

Junction: creazione di un collegamento simbolico - Cliccare per ingrandire

junction “cartella-sorgente” “cartella-destinazione”

Così facendo tutto quello che verrà salvato nella cartella sorgente, in realtà comparirà anche nella cartella-destinazione e viceversa. Il risultato? Presto detto, Dropbox terrà sotto costante backup tutto ciò che inserirete in una delle tue cartelle. Fatica minima e nessuna necessità di modificare la posizione della cartella desiderata spostandola sotto “My Dropbox.

Su Windows Vista e Windows 7 la sintassi cambia e fa uso del comando Mklink (se volete saperne di più, date una occhiata alla scheda nella Technet di Microsoft) con questa modalità:

mklink /D “cartella-sorgente” “cartella-destinazione”

Attenzione: Ricordate (in entrambi i casi) di copiare tutto il contenuto della cartella sorgente all’interno della cartella destinazione che avrete precedentemente creato, prima di creare il collegamento simbolico (altrimenti vi darà errore).

Il gioco è fatto. Se doveste pensare che una semplice stringa lanciata da dos possa mettervi in difficoltà o possa creare problemi alla vostra macchina, potete scaricare e installare un tool grafico che fa quanto sopra riportato in modo totalmente automatico. Trovate maggiori dettagli in questa pagina wiki: wiki.dropbox.com/DropboxAddons/DropboxFolderSync

Buon lavoro! :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: