Archives For Apple Quicktime

Offline e senza l’ausilio di siti web che permettono sì di ottenere lo stesso risultato, ma spesso senza curarsi troppo della privacy dei propri video, soprattutto se si tratta di quelli girati da qualche parente sbadato con il cellulare (cambiando verso di ripresa). È per questo motivo che voglio lasciarti qui di seguito qualche semplice istruzione da seguire passo-passo appoggiandoti al player che credo tu abbia a bordo della tua macchina, Videolan (non ce l’hai? Ma sei serio? Scaricalo da qui e installalo).

Ruotare un video utilizzando VLC

Ruotare un video con VLC

Apri il video da ritoccare con Videolan (VLC), spostati ora sotto StrumentiEffetti e filtriEffetti videoGeometria. È qui che potrai ritoccare la rotazione video secondo necessità (prima dovrai spuntare l’opzione Trasformazione). Fai clic su Salva e chiudi la finestra di modifica.

Ruotare un video utilizzando VLC 1

La modifica che hai appena eseguito verrà letta esclusivamente da VLC e non è quindi da considerarsi permanente nel caso tu voglia passare ad altri il video (che probabilmente lo apriranno con un differente programma). Per questo motivo vai su Strumenti Preferenze (da tastiera CTRL + P) e seleziona “Tutto” in basso a sinistra, nel box Mostra le impostazioni (al posto di Semplice). Spostati ora sotto Uscita del flussoFlusso soutTranscodifica e spunta l’opzione sulla destra chiamata “Filtro trasformazione video“, quindi fai clic su Salva.

Ruotare un video utilizzando VLC 4

Ci siamo quasi. Fai clic ora sul menu MediaConverti / Salva…, aggiungi il file video che hai appena modificato e spostati sul menu a tendina in corrispondenza di Converti / Salva, scegliendo con un clic Converti.

Ruotare un video utilizzando VLC 3

Lascia tutto invariato e specifica la cartella di destinazione (con relativo nome del nuovo file), fai clic su Avvia e se necessario sul Play all’interno di VLC (dovrebbe mostrarti uno schermo nero ma con un avanzamento che continua ad andare avanti, è il processo di conversione). Al termine dell’operazione prova ad aprire il video con tutti i programmi che desideri, ognuno di questi dovrebbe vederlo – e mostrarlo – nella maniera corretta e non più in quella errata che aveva in origine.

Rimetti le cose a posto

Quello che tanti articoli disponibili online non dicono è che dopo aver lavorato sulla conversione del tuo video dovrai anche rimettere a posto ciò che hai toccato su VLC. Questo perché – nel caso tu vada ad aprire un differente file video – lo vedrai ruotato alla stessa maniera di quello che hai precedentemente modificato. Per rimettere le cose a posto ti basterà tornare in StrumentiEffetti e filtriEffetti videoGeometria e togliere il segno di spunta dall’opzione Trasformazione. Un clic su Salva e poi Chiudi, il gioco è fatto.

L’alternativa “pappa pronta”

Potrebbe essere Free Video Flip and Rotate, uno strumento che scarichi gratuitamente da dvdvideosoft.com/products/dvd/Free-Video-Flip-and-Rotate.htm e che permette di ruotare il tuo file come meglio credi (ottenendo anche effetto specchio o simili). Lo stesso software ti permette contestualmente di convertire in diverso formato il file video modificato, il tutto con un paio di clic.

Buon fine settimana 🙂

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Con Android spesso è tutto più semplice, non ha particolari restrizioni nei confronti dell’utente finale e si riescono a fare cose che su iOS attualmente non sono consentite (mi viene subito in mente il controllo remoto, tanto per fare un esempio). L’articolo di oggi parla di un prodotto utile per aggirare l’ostacolo della registrazione del monitor, per realizzare tutorial video o catturare sessioni di gioco da poter poi pubblicare su YouTube (argomento che spesso interessa i più giovani).

Si chiama –senza troppa fantasiaiPhone Screen Recorder, e lo sviluppa la AceThinker.

iPhone Screen Recorder di AceThinker

iPhone Screen Recorder sfrutta la tecnologia AirPlay di Apple per farsi trovare da iOS, e ne cattura l’output. Questo vuol dire che, sul monitor del PC, potrai vedere e registrare qualsiasi cosa accada su iPhone o iPad, audio compreso. Al termine della registrazione, otterrai un video con la qualità e il formato precedentemente stabilito. Il programma nasce evidentemente per Windows, ma è disponibile anche per il più recente macOS, quest’ultimo propone però meno opzioni rispetto a quelle disponibili su sistema Microsoft, ed è la versione che ho provato per scrivere l’articolo.

La configurazione del programma è davvero semplice (e già pronto per funzionare subito dopo l’installazione, senza necessità di particolari impostazioni). Ti basterà cercare dispositivi disponibili per la trasmissione AirPlay dal menu basso di iOS e il gioco è fatto, noterai subito l’applicazione in esecuzione:

Fai clic per trasmettere verso il dispositivo di duplicazione, partirà il mirroring del monitor all’interno dell’applicazione lanciata su PC. Potrai mostrare “la diretta” durante una proiezione, registrare un video o catturare facilmente screenshot, tutto a portata di clic, puoi anche scegliere di mettere a tutto schermo ciò che in quel momento stai facendo sul dispositivo. Ho voluto fare un paio di test con due giochi, dato che la società di sviluppo punta molto su questo aspetto.

Ti lascio vedere il risultato finale mettendo a confronto Super Mario Run e Fallout Shelter, due titoli molto diversi tra di loro, anche per lo sfruttamento delle risorse del dispositivo (un iPhone 6 con a bordo iOS aggiornato). A te la (per forza piccola) playlist:

Avrai certamente notato una mancata sincronizzazione (fluida) tra video e audio del primo e sì, non è colpa della conversione YouTube, e dubito possa essere colpa del mio MacBook (perché ho fatto un altro test passando per QuickTime). Quella mancata simbiosi si nota molto meno nella registrazione di Fallout Shelter, eseguita con l’identico hardware e software. Il programma in realtà dà il meglio di sé quando si chiede di registrare la normale attività del sistema, o magari un passo-passo di una qualche applicazione che non sia ludica, lo ritengo un utilissimo braccio destro per realizzare dei tutorial da mettere a disposizione degli utenti (anche in azienda), meno per pensare di mettermi a fare lo Youtuber imprecando e urlando sull’ultimo titolo disponibile in AppStore.

Giusto per completezza, ho registrato e caricato un terzo video, registrato con la versione per Windows che, come anticipato, integra alcune altre opzioni riguardo il formato video (e non solo). Ho selezionato prima un diverso livello del gioco, per poi tornare sul livello 1-1 per replicare la registrazione fatta nel primo video catturato dal MacBook.

iPhone Screen Recorder di AceThinker 3

Se ingrandisci l’immagine (ti basterà selezionarla con un clic), noterai una bassa qualità dell’anteprima, cosa che per fortuna sparisce nella registrazione video ad alta qualità.

La licenza (a oggi, che sto pubblicando l’articolo) costa l’equivalente di poco meno di 30€, e permette di sbloccare completamente l’applicazione che stai già provando (magari) sul tuo PC, permettendoti di registrare video lunghi e senza alcun logo all’interno. Una possibile alternativa di fascia alta è AirServer, che avevo provato con risultati molto soddisfacenti in passato, e che propone una licenza meno costosa (meno della metà di quella di iPhone Screen Recorder, nda), con diversi punti a favore e qualche piccola pecca (baso però il mio giudizio su una versione di qualche tempo fa, che potrebbe quindi essere ulteriormente migliorata), e in realtà corrisponderebbe alla mia scelta se dovesse servirmi un software di cattura monitor di iOS.

Esistono ulteriori alternative? Certamente. Con alcuni altri del “settore” bisogna però scendere a compromessi, quelli che a un cliente pagante non piacciono mai (è un po’ più facile mandare giù la pillola amara quando si sfrutta qualcosa gratuitamente, e neanche in tutti i casi).

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Ieri sera (poco prima della mezzanotte) è stato ufficialmente rilasciato Mozilla Firefox 3.6.4, come riportato da una notizia che ho pubblicato su Mozilla Italia intorno alle 00.15:

mozillaitalia.it/home/2010/06/23/disponibili-firefox-3-6-4-e-firefox-3-5-10

La principale novità di questa release (oltre ad aver corretto circa 226 bug segnalati) è Oopp: Out-of-Process Plugins.

Di cosa si tratta

Descritto scrupolosamente nell’apposito articolo su Mozilla Developer News:

developer.mozilla.org/devnews/index.php/2010/03/03/mozilla-developer-preview-now-available-with-out-of-process-plugins/

Oopp tiene in “sandbox” i plugin installati nel proprio browser (Microsoft Silverlight, Apple Quicktime, Adobe Flash) così da poter continuare a lavorare nel caso in cui qualcuno di questi decida di bloccarsi o crashare. Rispetto al precedente comportamento del browser Mozilla, il processo che tiene in piedi questi software avrà nome di “plugin-container.exe” (prendendo Windows come sistema di riferimento) e momentaneamente non funziona su sistemi Apple.

Caldamente consigliato (manco a dirlo) l’aggiornamento al nuovo Mozilla Firefox 3.6.4. Segnalo inoltre una pagina web nel caso in cui vogliate testare la capacità del nuovo sistema Oopp: FlashCrash (attenzione: si aprirà una pagina che manderà in crash Adobe Flash dopo pochi secondi).

Per supporto, consigli, critiche costruttive e altro ancora vi rimando -come sempre- al nostro forum di supporto:

forum.mozillaitalia.org/index.php?board=2.0

Buon upgrade ;)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: