Archives For Vacanze

Lasciato il giusto spazio ai suggerimenti e risorse utili per il tuo Raspberry casalingo (o d’ufficio, chi lo sa) ecco che arriva il riepilogo di una lunga settimana fatta di alcune notizie davvero interessanti, in alcuni casi anche un pelo preoccupanti. Si parla di limitazioni alla privacy (argomento a me molto caro), Netflix, Twitter e anche BlaBlaCar e un suo nuovo modo di vedere il trasporto pubblico su ruota (nuovo rispetto alla mission principale del brand, nda). Passa un weekend rilassante se puoi e resisti, ormai le ferie sono vicine per tutti (soprattutto per quelli che sono costretti ad allontanarsi solo ad agosto!).

Letture per il weekend: 6

Ultime novità

  • I disclaimer legali dentro le email non servono a niente: (ITA) non c’è nessuna legge che imponga di inserirli e nessuna utilità dal punto di vista legale, ma lo fanno comunque in molti (troppi). Il blocco di righe che chiudono tipicamente un’email inviata dall’indirizzo aziendale è uno storico “must-have” insopportabile che spesso supera la quantità di testo utile, quello che si trova nel corpo dell’email. Un’analisi e spiegazione più che completa fornita da ilPost spiega l’inutilità assoluta di questa pratica.
  • Ecco a voi… BlaBlaBus!: (ITA) zitta zitta, quatta quatta, BlaBlaCar salta fuori con una bella novità riguardante il trasporto pubblico su strade italiane ed europee introducendo il servizio BlaBlaBus, risultato dell’acquisizione di Ouibus. Al carpooling si affianca quindi un diretto competitor di FlixBus, con destinazioni importanti e tariffe evidentemente vantaggiose così come dettato dalla missione principale di BlaBlaCar.
  • Twitter cancella i post di odio contro le religioni: (ITA) una nuova policy con relativa stretta sul linguaggio utilizzato è in arrivo sul Social Network caratterizzato dall’azzurro cinguettatore. Arriva lo stop ufficiale a tutto ciò che verrà considerato disumanizzante, odio ingiustificato verso religioni e culture di ogni popolo, risultato di un’indagine condotta che ha portato a ottomila feedback da trenta diversi Paesi.
  • Netflix frena nella crescita di abbonati: competizione e rincari si fanno sentire: (ITA) la crescita della clientela pagante di Netflix è minata non solo dall’aumento di prezzi che ha preso piede in ogni mercato, ma anche da una (sana, nda) concorrenza messa in campo dai suoi diretti competitor. Lo diresti mai che YouTube fa parte di questi? E non sto parlando certo della neonata offerta a pagamento.
  • Vodafone, ecco il modulo per il rimborso della fatturazione a 28 giorni: (ITA) Vodafone mette a disposizione dei clienti al momento privati con contratto casalingo il modulo di richiesta rimborso per la fatturazione errata a 28gg, dedicato a coloro che non hanno accettato (e non vorranno farlo neanche in un futuro prossimo) bonus e scontistiche che vanno in qualche maniera a sostituire la forma di rimborso classica per quanto pagato più del dovuto. Arriveranno anche gli altri operatori?
  • Migliaia di clienti truffati da tre siti e-commerce: sgominata la banda di Cremona: (ITA) lo spot di MaraShopping mi aveva personalmente triturato le scatole per quante volte veniva fatto passare in radio, segno di una pressante campagna marketing che aveva tutta l’intenzione di scolpirti nella testa quel dominio e quel nome, creatura finita nel mirino delle indagini e già oscurata dalla Polizia Postale insieme ad altri siti web che possono essere facilmente reperiti online nei vari approfondimenti. Occhi sempre ben aperti quando si tratta di sconti assurdi e richieste di pagamento “fuori dal normale“.

Privacy e Sicurezza

  • A New Ransomware Is Targeting Network Attached Storage (NAS) Devices: (ENG) un nuovo attacco di tipo Ransomware prende di mira i NAS QNap che – se non correttamente protetti e aggiornati – rischiano di vedersi criptare tutto il contenuto che tale rimarrà fino al pagamento di un riscatto in Bitcoin. Il codice è stato già studiato e sembrano esserci buoni spiragli per ciò che riguarda la decriptazione senza pagare riscatto alcuno, tu puoi però metterti preventivamente al riparo verificando di aver preso ogni precauzione a riguardo.
  • FaceApp: due parole sull’opportunità di inviare dati personali all’applicazione: (ITA) e ci aggiungo anche un pensiero di Andrea (qui: andrea.co/blog/2019/7/18/faceapp-divertente-ma). Entrambi gli articoli riprendono quello che è il mio pensiero, “vittima” impotente di amici che hanno deciso di utilizzare questo “simpatico tool” mettendoci di mezzo fotografie del sottoscritto (e non solo). Non mi piace la loro Privacy Policy, non mi piace che non si faccia mai riferimento al GDPR (nonostante questo sia sempre tanto sottovalutato), non mi fido di chi mi dice che dopo 48 ore tutto è andato a farsi benedire su server dove non ho visibilità alcuna di ciò che accade dietro le quinte. Facebook fa schifo in quanto a privacy degli utenti, ma devo dire che anche FaceApp non se la cava affatto male.
  • Kazakhstan Begins Intercepting HTTPS Internet Traffic Of All Citizens Forcefully: (ENG) la Cina fa scuola, non è certamente una cosa positiva. Citerò le parole di un utente del gruppo di Pillole di Bit su Telegram (una manica di nerd e non che parlano di cose brutte legate a informatica e sicurezza): Chi lo fa, si fa autogol.. Chi non lo fa… Non naviga più dato che lo stato ha il controllo degli ISP. La sostanza è che è stato reso legale e obbligatorio consegnare tutti i dati della propria navigazione a un controllore che nessuno ha mai deciso di eleggere.

Dai un’occhiata anche a …

  • Calcolo proporzioni e riduzione in scala: (ITA) un piccolo tool online che ti permette di calcolare proporzioni e riduzioni in scala nel caso in cui tu stia lavorando con delle immagini (per esempio) e necessiti di fare un ridimensionamento quanto più corretto possibile.
  • Film Marvel, i migliori 10 al 2019: (ITA) una classifica dei 10 migliori film dell’universo cinematografico di Marvel corredati di voti comparsi su Metacritic e Rotten Tomatoes. Su qualcuno di questi probabilmente avrei operato delle modifiche ma poco importa, è bello confrontarsi con altri appassionati del MCU. Ormai gli anni iniziano a diventare tanti così come i piccoli grandi capolavori realizzati dalla grande famiglia capitanata da Kevin Feige, stilare delle classifiche di gradimento è cosa assai normale.

immagine di copertina: unsplash.com / author: Nathan Dumlao
Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Seppur rientrato da qualche giorno ormai, le ferie ti portano ad avere quegli strascichi difficili da scrollarsi di dosso, e la medesima carica di un lombrico che deve scalare l’Everest, senza considerare la gran quantità di posta elettronica e questioni da riprendere in mano dopo l’assenza. Per questo motivo le trasmissioni ufficiali sono rimandate alla prossima settimana, e nell’attesa non posso fare altro che proporti qualche piccola pillola, più semplice da digerire :-)

Quella di oggi in realtà è una nota di Chrome, il browser di Google, il quale si integra ancora più con le notifiche di sistema (nel mio caso Windows 10, ma potrei dirti lo stesso per Linux e macOS) grazie all’utilizzo –oggi– di un flag sperimentale, il quale passerà prossimamente a essere comportamento predefinito di questo software.

Chrome: passare alle notifiche native di sistema (Windows 10)

Per poter abilitare la nuova funzione aggiorna il tuo Chrome all’ultima versione, quindi “visita” l’URL chrome://flags/#enable-native-notifications e modifica la voce del menu a tendina portandola su Enabled.

Chrome: passare alle notifiche native di sistema (Windows 10) 2

La modifica è immediatamente operativa, le notifiche compariranno ora in basso a destra come qualsiasi altra legata al sistema operativo e alle altre applicazioni di terze parti precedentemente integrate. Potrai controllarle direttamente dal gestore notifiche di Windows 10 (e la medesima cosa, come già detto in apertura articolo) potrai farla da Linux o macOS.

Buon proseguimento di giornata! :-)

× Le pillole del Dr.Mario

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!
Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Un post di servizio più che un racconto o un “ehi, Fa La Cosa Giusta 2009 è finita e vi dico com’è andata“, tutto questo verrà in seguito …. promesso! :P

Per chi come me dovesse mettere nero su bianco a proposito di ferie, ponti & week end lunghi e quanto altro ancora possa riguardare l’assenza dall’ufficio, ecco un paio di link che possono tornarvi utili:

# dove trovo un calendario?

Si tratta di un link che riutilizzo ogni anno aggiornandolo nei miei Segnalibri su Firefox. Un calendario con Santi, giorni festivi bene in vista, fasi lunari, numero progressivo della settimana e tanto altro ancora, molto più veloce che andare ad aprire il mio adorato Google Calendar

edilsudmec.it/2000-2010/2009.htm

Inutile dire che variando quel “2009” finale magari con un 2008 o un 2010 tutto funziona correttamente! A questo punto mi chiedo se il gentile responsabile del sito web deciderà di mettere una cartella 2010-2020 prossimamente! :P

# dove trovo le festività italiane e non?

Altro “non-problema” giusto per riuscire a filtrare immediatamente le festività durante l’anno in corso, magari associandogli il giorno della settimana e il dettaglio sul “comandata / non comandata / per tutti o solo per qualcuno“. C’è una pagina web facente parte di un sito web svizzero che svolge magnificamente il suo lavoro:

feiertagskalender.ch/index.php?jahr=2009&geo=3413&klasse=5&hl=it

e, giusto per completezza di informazione, vi dico che pubblica anche le vacanze scolastiche, il calcolo delle ore lavorative nell’anno e tanto altro ancora!

Ecco fatto, quasi certamente questo post tornerà utile al sottoscritto e forse a qualche mio lettore là fuori :)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: