Archives For Microsoft PowerPoint

×

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Capita, perché capita, fidati, che una singola applicazione di Microsoft Office su macOS decida di morire lungo la strada, accasciandosi lì per terra e decidendo che “no, lasciami qui, va pure avanti da solo“. Contrariamente a Windows, dove hai il C2R a poter risolvere queste seccanti faccende legate alla disinstallazione e reinstallazione singola del pacchetto interessato (puoi in alternativa scegliere di effettuare un ripristino rapido da Pannello di Controllo), su macOS la storia diventa ancora più facile grazie alla possibile cancellazione dell’applicazione (singola, richiamata dall’ovvio ⌘⌫) seguita poi dall’installazione del PKG dedicato.

Microsoft Office per Mac: reinstallare un'applicazione specifica

Per la cancellazione non credo servano altre parole: ti basterà andare in Applicazioni e buttare via l’eseguibile interessato. Per recuperarne uno nuovo devi invece passare per la pagina ufficiale di Microsoft all’indirizzo docs.microsoft.com/it-it/officeupdates/update-history-office-for-mac, dalla quale (scorrendola leggermente verso il basso) potrai prelevare i pacchetti installanti (PKG) per l’aggiornamento o installazione completa del prodotto che ti serve in quel momento specifico, che si tratti di Word o Excel, passando da Outlook. Puoi in alternativa, sempre dalla stessa, recuperare anche la “Famiglia di prodotti Office (tutte le applicazioni)“.

All’interno della stessa pagina troverai anche aggiornamenti più recenti per altre applicazioni Mac da Microsoft (Microsoft AutoUpdate o Desktop Remoto sono solo due esempi). Ricordati che, prima di installare un PKG scaricato, occorre eliminare l’applicazione che stai per rimettere in sesto, diversamente continuerai a ottenere errori a video.

Buon lavoro.

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
×

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Un simpaticissimo bug di Outlook che impedisce il salvataggio contemporaneo di più allegati su unità di rete (se ne parla qui, qui e anche in un documento con un work-around che scatenerebbe un “Grazie al …” di chiunque, anche del più sprovveduto) mi ha portato a un collegamento ben più importante e certamente da tenere d’occhio sul sito di supporto Office, contenente ogni bug ancora aperto ed eventuali work-around suggeriti dagli sviluppatori.

Disinstallazione Office 365 (2016): OffScrub16 e OffScrubc2r

La pagina è questa: support.office.com/en-gb/article/Fixes-or-workarounds-for-recent-issues-in-Outlook-for-Windows-ecf61305-f84f-4e13-bb73-95a214ac1230 (il mio collegamento ti riporterà all’originale in inglese, se vuoi la traduzione italiana fai clic qui) e –come tu stesso potrai notareriporta i problemi ancora in lavorazione (quindi noti) nel corso dei vari rilasci che riguardano Outlook, con dettagli importanti e possibilità di consultare le pagine contenenti le informazioni di risoluzione (temporanee o definitive). Nella colonna di sinistra potrai inoltre scegliere di visualizzare il medesimo tipo di pagina, riferita però a un diverso prodotto della suite Office.

Bug conosciuti dei prodotti Office, dove trovarli

Non so tu, ma io ho questa pagina attualmente salvata tra i collegamenti d’ufficio che tornano facilmente utili quando si ha a che fare con una gran mole di utenti (ma vale anche per la singola installazione di casa tua, o dei tuoi genitori).

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Non ne ho parlato poi molto perché l’upgrade dell’utenza business è previsto per febbraio del prossimo anno (senza forzare la mano, senza la necessità di andare a modificare quel file XML per scaricare direttamente la nuova versione), ma dato che molti di voi sono già passati alla nuova versione di Microsoft Office (me compreso, almeno sul Macbook) è giusto mettere in evidenza qualche elemento che può certamente tornare utile per documentarvi e utilizzare al meglio l’ultima versione della suite di Redmond adatta a tutti, per lavoro o semplicemente per passione.

Office 2016: prima di partire e primi passi con ...

Office 2016 ripropone il parco programmi di punta di Microsoft (Word, Excel, PowerPoint, Outlook, OneNote, ecc.) e può essere utilizzato con o senza sottoscrizione Office 365 (che utilizzo abitualmente in ufficio, ma anche a casa, dove licenzio i miei prodotti direttamente tramite l’indirizzo di posta elettronica anziché il classico Product Key fornito dal vendor). La stessa Microsoft propone una serie di documenti introduttivi che permettono anche ai neofiti di imparare a muovere i primi passi. Qui di seguito ve li propongo già organizzati, in italiano, liberamente accessibili.

Office 2016

Microsoft ha creato nuove versioni di Word, Excel, PowerPoint, Outlook e OneNote per i PC Windows. Scaricare queste guide introduttive gratuite per una spiegazione di base delle caratteristiche di ognuna di queste app.

Per una descrizione più dettagliata, vedere Caratteristiche nuove e migliorate di Office 2016.

La pagina che raccoglie tutti i riferimenti è disponibile per tutti a questo indirizzo. Qui di seguito raccolgo i collegamenti diretti alle guide (in PDF e in italiano) dei singoli software:

  • Word 2016
  • Excel 2016
  • PowerPoint 2016
  • Outlook 2016
  • OneNote 2016

Di ogni guida ne esiste una relativa versione caricata su Sway.com, ma quelle versioni sono in inglese, quindi evito di inserire i link diretti (li trovate nella pagina riepilogativa).

Office 2016: prima di partire, primi passi con ...

Office 2016 per Mac (OS X)

La pagina che raccoglie tutti i riferimenti è disponibile per tutti a questo indirizzo. Qui di seguito raccolgo i collegamenti diretti alle guide (in PDF e in italiano) dei singoli software:

Vale quanto detto per le versioni Sway di prima.

Office 2016 Mobile

Forse è la versione per la quale c’è meno bisogno di una guida, ma la riporto per completezza. La pagina che raccoglie tutti i riferimenti è disponibile per tutti a questo indirizzo. Qui di seguito raccolgo i collegamenti diretti alle guide (in PDF e in italiano) dei singoli software:

Scarica ora il PDF relativo a Word Mobile

Microsoft Word
Microsoft Word
Price: Free+
Microsoft Word
Microsoft Word
Price: Free+

Scarica ora il PDF relativo a Excel Mobile

Microsoft Excel
Microsoft Excel
Price: Free+
Microsoft Excel
Microsoft Excel
Price: Free+

Scarica ora il PDF relativo a PowerPoint Mobile

Microsoft PowerPoint
Microsoft PowerPoint
Microsoft PowerPoint
Microsoft PowerPoint

Scarica ora il PDF relativo a OneNote Mobile

Microsoft OneNote
Microsoft OneNote
Price: Free
OneNote
OneNote
Price: Free

Non sono ancora state caricate le versioni Sway dei documenti riportati poco sopra. Avrete poi notato che Outlook stavolta non fa parte del gruppo, vi ricordo infatti che esiste la variante OWA disponibile per iOS (iPhone e iPad) e Outlook per Android, trovate un documento di riferimento (ufficiale Microsoft) facendo clic qui, di seguito invece i riferimenti diretti alle applicazioni:

OWA for iPhone
OWA for iPhone
Price: Free
OWA for iPad
OWA for iPad
Price: Free
Microsoft Outlook
Microsoft Outlook
Price: Free

Mi sembra che ci sia tutto. Ora avete tutto il necessario per muovere i primi passi con il vostro nuovo Office 2016.

Buon divertimento :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
×

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Mi sono dimenticato di conservare uno screenshot del problema sul PC dell’utente che lo ha lamentato ma di certo non potrete fare a meno di sorridere quando PowerPoint vi chiederà di salvare il vostro lavoro perché in pericolo a causa di instabilità del programma stesso, manco fosse un anziano signore con problemi di deambulazione (e questo no, non fa solitamente sorridere perché sia chiaro).

In realtà l’anomalia c’è sul serio e nasce dalla vostra presentazione all’interno della quale ci sono probabilmente elementi che mettono in difficoltà il programma di Microsoft. Magari caricamenti di dati da più fonti all’interno della rete casalinga o aziendale o chissà cosa.

Si risolve facilmente. Basterà infatti lanciare PowerPoint in modalità provvisoria (vi basterà tenere premuto il CTRL sulla tastiera mentre si fa doppio clic sull’icona di PowerPoint per lanciarlo da Desktop o singolo clic nel caso in si voglia utilizzare la voce nel menu di Start) e ricopiare i contenuti della presentazione originale all’interno di un nuovo progetto, come suggerito nel forum di Microsoft: social.technet.microsoft.com/Forums/office/en-US/93cef5fc-7cf6-449b-b570-1af0afd72121/unstable-error-?forum=officeitpro

Quel particolare nella frase di risoluzione “Some of our customers solve the issue by deleting and Excel inserted pie chart. Just check if it helps you.” è maledettamente veritiero, anche nel caso del mio utente la colpa era di alcuni elementi che venivano caricati da fogli Excel sulla rete aziendale. Una volta copiati e incollati come immagini il problema non si è più ripresentato.

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

E’ una di quelle notizie che non sai mai come prendere. Se da un lato sono molto contento che finalmente Microsoft sia riuscita a portare sui dispositivi portatili più grandi della mela le sue applicazioni più importanti (vi ricordo infatti che per iPhone l’applicazione Office 365 era già disponibile da tempo, ndr), dall’altro ho paura perché si aprono scenari per ulteriori problemi (e di conseguenza test, diagnosi, soluzioni o work-around) per il supporto utenti, soprattutto in questo periodo di migrazione per la mia azienda proprio verso Office 365 e tutto ciò che lo circonda. Vediamone gli aspetti positivi, benvenuto Office!

C’è una pagina dedicata su App Store ed è possibile scaricare (come potete vedere dall’immagine qui sopra) Microsoft Word, Excel e PowerPoint oltre che OneNote (già disponibile da tempo su iOS, arrivato da poco -e pure limitato, nda- su OS X): search.itunes.apple.com/WebObjects/MZContentLink.woa/wa/link?mt=8&path=apps%2Fmicrosoftoffice

Giusto per capirci: le applicazioni sono gratuite e permettono la sola visualizzazione dei documenti creati con la suite Office. Chi ha invece un abbonamento Office 365 potrà collegarsi con il proprio account sbloccando di fatto la possibilità di modificare e creare nuovi documenti direttamente da iPad, aiutando noi tutti ad allontanarci più facilmente dal portatile senza la paura di non avere accesso alle applicazioni generalmente più utilizzate per il proprio business. Se poi avete già scaricato altre applicazioni del mondo Office sul vostro iPad e siete già connessi all’account Office 365, questo verrà “ereditato” dalle nuove applicazioni che di fatto non chiederanno alcun dettaglio collegandosi direttamente al proprio mondo (Sharepoint, OneDrive, ecc.), decisamente comodo!

Con uno schermo come quello dell’iPad lavorare sui propri documenti è abbastanza semplice e funziona piuttosto bene (macro complesse di Excel a parte, ndr), è un appoggio più che valido anche se è difficile considerarlo un vero sostituto, di certo c’è che l’esperienza di utilizzo di può facilmente inserire tra quella di un PC vero e proprio ed un Surface (che tutto sommato è molto simile). Il tutto è disponibile anche per i dispositivi Android, proverò su quello del mio vecchio appena possibile, o magari farò qualche test sulla macchina virtuale ad-hoc.

Bello, bravi, finalmente! :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: