Archives For Screenshot

Che tu lo faccia di mestiere o semplicemente “quell’unica volta che mi è servito e che forse non più mi servirà“, ti sarà capitato almeno una volta nella vita di dover catturare una sequenza a monitor, un movimento, un comportamento strano di un’applicazione o chissà cos’altro, niente di più banale e semplice del “fare un video a ciò che accade sul mio Desktop“. Ci sono una quantità non meglio definita di applicazioni che possono soddisfare questa tua esigenza, ma un paio ormai da tempo mi fanno compagnia rispettivamente su Windows e su macOS, entrambe gratuite, entrambe Open Source e disponibili su GitHub, si tratta di Captura e Kap.

Cattura video gratuita su Windows e macOS: Captura e Kap

Captura (Windows)

Il primo dei due programmi è pensato e sviluppato per Microsoft Windows, si chiama Captura, è disponibile all’indirizzo mathewsachin.github.io/Captura e l’URL del repository GitHub è github.com/MathewSachin/Captura. Si basa su Microsoft .Net 4.6.1 già presente sull’ultimo nato di casa Redmond (Windows 10), facilmente recuperabile e installabile su Windows 7 o 8 (microsoft.com/it-IT/download/details.aspx?id=49982).

Il programma è disponibile in versione Installer ma anche Portable per un utilizzo immediato senza necessità di diritti amministrativi; propone da qualche tempo una riga di comando per chi vuole scavalcare l’interfaccia grafica, anche se ancora in beta (vedi mathewsachin.github.io/Captura/cmdline). Captura è un software parecchio completo che ti permette di registrare sequenze video o catturare più semplici screenshot, il tutto integrando anche fonti audio e ulteriori video (pensa a una sequenza di gioco mentre la webcam ti inquadra, cosa che ormai è di moda nelle riprese di gameplay). Può essere pilotato tramite hotkey da tastiera e creare GIF se le preferisci rispetto al file video codificato con FFmpeg (mano santa sull’occupazione del file di output). Puoi modificare ogni aspetto della registrazione e puoi limitarla a qualsiasi porzione del tuo monitor, è diventato in poco tempo uno di quei software “mai più senza” che tengo a portata di clic su Dropbox e su penna USB quando mi serve poterlo utilizzare in giro e non su una delle mie macchine.

Kap (macOS)

È un po’ a causa di Capture che ho cercato una buona alternativa su macOS. Sia chiaro, QuickTime fa un ottimo lavoro è vero, ma è pesante e non è di così immediato utilizzo come un utente si aspetta (senza contare sulle personalizzazioni e sui parametri che si possono toccare). Ho continuato a mantenere casa base su GitHub e ho dato un’occhiata ai progetti che vedono la mela di Cupertino come protagonista, è così che sono arrivato a Kap. Esiste solo per macOS, dal sito web minimale (getkap.co) e dal repository GitHub che puoi raggiungere all’indirizzo github.com/wulkano/kap, “An open-source screen recorder built with web technology“.

Sto usando la doppia versione (stabile e beta) in attesa che la 3.0 diventi cosa ufficiale. Kap come Capture permette di catturare sequenze video ma non screenshot (per quelli bastano i comandi rapidi da tastiera su macOS, vedi macOS: modificare la posizione di salvataggio degli screenshot). Di comodo ha la selezione intelligente dell’applicazione in uso (per capirci: potresti dirgli di catturare la finestra del browser oppure quella del gioco specifico), non ha invece l’integrazione con ulteriori input video come la webcam, ha però quello audio (cattura da microfono o dai suoni di sistema, per esempio). Anche in Kap puoi impostare i frame per secondo e –cosa alla quale non molti pensano– chiedere di mettere il tuo PC in modalità DND (Do Not Disturb), così che non ti arrivino notifiche fastidiose durante la registrazione del video, puoi anche nascondere le icone del tuo Desktop (così da migliorare la tua privacy) e mettere bene in evidenza i clic che andrai a eseguire a video, così da poterli più facilmente mostrare al pubblico.

L’ulteriore cosa carina di Kap è la possibilità di integrarsi con plugin che ne aumentano le capacità. C’è quello che ti permette il caricamento diretto su spazio Amazon S3 o di usare banalmente la tua area appunti, passando per l’upload diretto su Dropbox o Imgur (condividendo la cattura come file GIF anziché video puro).

In conclusione

Software assolutamente maturi e validi che possono tornarti molto utili in caso di necessità. Spero che i suggerimenti siano di tuo gradimento e ti invito a lasciare un commento per raccontarmi la tua esperienza o per portare a conoscenza mia (e degli altri lettori) ulteriori proposte tanto valide quanto queste se non di più :-)

Buon lavoro!


immagine di copertina: unsplash.com / author: Rubén Menárguez

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Lo sviluppo di Firefox (prevalentemente in versione Nightly, che arriverà poi in rilascio stabile dopo qualche settimana) è un continuo fermento di novità dovute a esperimenti o richieste che finalmente entrano in porto e vengono rese disponibili dopo insistenti richieste della comunità, è un po’ quel campo di battaglia dove tutto è ammesso e che non è detto che permetta a tutto di passare allo step successivo. In seguito al precedente articolo (Firefox Nightly: un paio di novità in arrivo) ci sono un paio di ulteriori novità in arrivo di cui possiamo certamente parlare (in parte già rilasciate a chi usa Nightly), e che andranno sicuramente a colpire l’utenza intera nel futuro prossimo del browser libero di casa Mozilla. Nel frattempo, se non te ne fossi accorto, la versione stabile di Firefox è arrivata alla 65 (vedi: twitter.com/Gioxx/status/1090275327299993600).

Firefox: Addio agli screenshot, benvenuto nuovo about:config!

Addio a Firefox Screenshot

Decisamente annunciato e facente parte dello shutdown del progetto Test Pilot (vedi: blog.mozilla.org/press-it/2019/01/15/levoluzione-nella-cultura-della-sperimentazione-di-firefox-un-grazie-dal-programma-test-pilot), Firefox Screenshot si avvicina al pensionamento. Non si tratta della funzione integrata all’interno del browser, quella continuerà a funzionare (con le riparazioni del caso), bensì il sito web che ospita oggi le catture schermo degli utenti che hanno deciso di salvare un’immagine e caricarla sui server di Mozilla, senza crearne una copia locale. Un colpo di forbice secco con il passato, al quale porre attenzione se si intende conservare qualcosa di precedentemente “bloccato nel tempo“, ti conviene farlo quanto prima per evitare brutti scherzi tra qualche settimana.

Nel frattempo puoi già modificare il comportamento della funzione di cattura schermata integrata in Firefox, per evitare che tu possa ancora caricare delle immagini online e dimenticarti di salvarne una copia sul tuo disco locale. Per farlo ti basterà passare dall’about:config e ritoccare un parametro della configurazione del tuo browser, per la precisione si tratta di extensions.screenshots.upload-disabled:

Firefox: Addio agli screenshot, benvenuto nuovo about:config! 2

La modifica è immediata e il risultato sarà grosso modo questo:

Firefox: Addio agli screenshot, benvenuto nuovo about:config! 3

Una svecchiata all’about:config

Calma e gesso, nessun drago è stato maltrattato durante questi esperimenti e il rinnovamento dei locali. L’about:config è una di quelle pietre miliari di Firefox che tutti gli utilizzatori hanno visto almeno una volta nella vita, a tratti abusato da chi non sa esattamente dove mettere le mani una volta aperto il cofano, è la stanza dei bottoni in grado di modificare ogni comportamento del prodotto Mozilla (ne beneficia anche Thunderbird, ma non solo). Sembra che qualcuno abbia ben pensato di prendere scopa, paletta, straccio e sgrassatore, dando un aspetto ben più lindo e giovane a ciò che ha sempre funzionato con il minimo sforzo estetico.

In attesa che l’aggiornamento raggiunga anche le altre versioni di Firefox oltre la Nightly, oggi puoi già dare un’occhiata a cosa accadrà nel prossimo futuro puntando il browser all’indirizzo chrome://browser/content/aboutconfig/aboutconfig.html (solo da Firefox Nightly, nda) e accettando di trovarti faccia a faccia con i draghi della stanza dei bottoni, è qui che tutto comincia, ancora una volta.

 

Il sistema è certamente più ordinato e semplice da utilizzare, anche se può rallentare un pelo sulle configurazioni hardware più datate. Non preoccuparti però, non costituisce attualmente la visualizzazione predefinita e anche quando lo sarà, Mozilla manterrà per qualche tempo la possibilità di passare dalla “via vecchia“, richiamandola tramite l’indirizzo chrome://global/content/config.xul.


crediti: techdows.com/2019/01/the-firefox-new-about-config-page-built-on-html-looks-so-cool-on-nightly.html

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Momento fisima gentilmente offerto dalla proprietà del blog: per un Desktop più pulito, bisogna smettere di farci finire dentro tutti gli screenshot catturati tramite le classiche combinazioni tasti di macOS. Una di quelle ossessioni stupide, lo ammetto, ma una semplice modifica rimette tutto al suo posto e la cosa mi piace assai.

macOS: modificare la posizione di salvataggio degli screenshot

Come catturare uno screenshot su macOS è cosa assai nota, e nulla è cambiato rispetto ai tempi di Mac OS X, ma se ancora tu dovessi avere dei dubbi in merito beh, ti rimando direttamente a take-a-screenshot.org/mac.html.

Ora, l’argomento della pillola di oggi è diversa. Sì perché uno screenshot catturato da combinazione di tastiera (e non da Terminale, per esempio), prevede che questo venga salvato sul Desktop del tuo utente. Questa cosa è deleteria per chi però adora vedere il Desktop libero e gli screenshot in una di quelle cartelle che –come da tradizionale script di Mission Impossible– si autodistruggerà tra pochi secondi.

La soluzione esiste ed è talmente banale da fare il giro doppio e attestarsi tra le assolute genialità in una sola mossa, e arriva da un utente che ha commentato un articolo di Lifehacker: lifehacker.com/1823807283

In breve: apri Terminale e digita al suo interno il comando:

defaults write com.apple.screencapture location /Users/gioxx/Downloads/scr

Che -neanche a dirlo- dovrà essere differente nel tuo caso perché di certo non sarai “gioxx” sul tuo Mac e probabilmente non desideri il mio stesso identico posizionamento (cartella scr all’interno della cartella Downloads). Puoi copiare e incollare la prima parte di comando (fino a location, nda), quindi trascinare la cartella all’interno della quale desideri far finire i tuoi screenshot all’interno di Terminale. macOS dovrebbe trascrivere la posizione di quella cartella traducendola con il suo percorso sul disco locale.

macOS: modificare la posizione di salvataggio degli screenshot 1

Premi ora invio, salvo errori palesi la modifica andrà a buon fine e ti comparirà una nuova riga di Terminale libera. Lancia ora un killall SystemUIServer per applicare la modifica e prova a catturare un nuovo screenshot, dovrebbe finire nella cartella che hai scelto tu.

Per tornare indietro

Nulla di più semplice. Ripeti quanto fatto per cambiare cartella, ma trascina quella della Scrivania subito dopo location. In pratica dovresti ottenere qualcosa di simile:

defaults write com.apple.screencapture location /Users/gioxx/Desktop

Al posto di “gioxx” ci sarà il tuo utente (ma va?). A quel punto dovrai nuovamente lanciare un killall SystemUIServer per applicare la modifica.


immagine di copertina: unsplash.com / author: Oliver Shou

×

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!
Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Chi utilizza già Firefox Nightly avrà molto probabilmente notato la novità introdotta con la versione 55.0a1 (2017-05-27), per gli altri si tratta invece di uno sguardo al futuro del browser di casa Mozilla. In maniera del tutto naturale, la possibilità di catturare screenshot senza il sussidio di un componente aggiuntivo di terze parti, è passata da Test Pilot alla versione di produzione del browser.

Logo Mozilla

Di Test Pilot non ne ho ancora parlato, mea culpa, ma ti basti sapere che si tratta di esperimenti che integrano in Firefox funzioni nuove e utili, per tastare il terreno e le reazioni degli utilizzatori che hanno scelto di sperimentare. Una di queste funzioni, entrata in Test Pilot molto tempo fa ormai, sembra essere stata talmente apprezzata da passare “in produzione“, si tratta della cattura screenshot di pagine web (intere o porzioni, poco importa).

Screenshot integrati in arrivo su Firefox 55

Se fino a oggi hai utilizzato un componente aggiuntivo di terze parti (io sto ancora utilizzando Web Clipper : Easy Screenshot), prossimamente (quando la versione Stabile di Firefox toccherà la versione 55) potrai scegliere di appoggiarti direttamente alla funzione integrata da Mozilla, la quale propone una cattura con salvataggio immediato sul nuovo sito web del servizio (screenshots.firefox.com), all’interno del quale avrai un’area tutta tua, nella quale tenere le tue catture e decidere per quanto tempo mantenerle prima di mandarle in cancellazione automatica, e con ulteriore link copiato immediatamente negli appunti (per una facile condivisione):

Tutto il progetto, come da tradizione, è open-source, lo trovi su GitHub. Tutto già sembra funzionare correttamente (ma ricorda che si tratta pur sempre di una novità in beta). Io, almeno per il momento, continuo a tenermi installata anche la mia estensione preferita, perché permette di salvare lo screenshot sul Desktop, con nome stabilito automaticamente e senza necessità di intervenire manualmente, mi torna utile ancora (soprattutto quando mi servono immagini per articoli del blog, ma non solo). Inizierò a utilizzare Firefox Screenshots quando ci sarà bisogno di condividere rapidamente qualcosa online.

Grazie Mozilla! :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

È uno strumento che ormai utilizzo da un pezzo, ma non credo di avertelo mai suggerito. Si tratta di un sito web che cattura in una sola mossa uno screenshot di un video YouTube da te scelto.

Di default, lo strumento mette a disposizione l’immagine di copertina scelta da chi il video l’ha caricato, ma suggerisce altre possibilità qualità e tempi di cattura dell’immagine. In seguito all’ultimo aggiornamento del sito web (rilasciato diverso tempo fa) è stato introdotto un player attraverso il quale riprodurre il video, fermarlo nell’esatto momento desiderato e scattare una fotografia da poter eventualmente riutilizzare.

Catturare screenshot dai video YouTube

Lo trovi all’indirizzo youtubescreenshot.com e funziona piuttosto bene. In passato utilizzavo componenti aggiuntivi di Firefox (esistono anche per Chrome, nda) ai quali ho facilmente rinunciato. Inoltre posso evitare di dover mettere a tutto schermo il video e ritagliare il frame che mi interessa con la mia applicazione di cattura predefinita (utilizzo una vecchia versione di WinSnap gratuita, non ho sentito mai il bisogno di cambiare anche se ultimamente mi ha colpito positivamente una versione portable di Lightscreen).

Buon fine settimana! :-)

×

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!
Condividi l'articolo con i tuoi contatti: