Archives For AdBlock Plus

Gli utilizzatori di Adblock Plus sono sempre più. Quelli che ne conoscono realmente le opzioni restano però più o meno gli stessi, e questo non è affatto un bene, perché spesso è proprio un’opzione lasciata attiva di default a far sembrare che ci sia un problema nella configurazione di una lista filtri, ultimamente sta succedendo sempre più spesso.

È questo il caso di alcune segnalazioni che riportano siti web ricchi di pubblicità che vengono lasciate visibili a causa dell’opzione “Permetti alcune pubblicità non inopportune” nella schermata principale delle opzioni di Adblock Plus su Firefox (vedi in basso a sinistra, vicino al puntatore del mouse nell’immagine di seguito):

Permettere pubblicità non inopportune

Se l’opzione resta spuntata, le liste filtri possono poco e le pubblicità verranno mostrate, il tutto a insindacabile giudizio di chi Adblock Plus lo realizza e mantiene (su tutti i browser), consiglio a tal proposito la lettura (in inglese) della pagina che parla della specifica funzione: adblockplus.org/acceptable-ads.

Solo togliendo il segno di spunta all’opzione le liste filtri che avete scelto di utilizzare potranno svolgere il loro lavoro fino in fondo.

Ovviamente la stessa impostazione è presente su Google Chrome o su qualsiasi altro browser compatibile con Adblock Plus (seppur cambi la schermata dove trovare le opzioni dell’estensione), quindi il consiglio vale per tutti e per tutti i sistemi operativi.

Provate ora a navigare la stessa pagina di cui vi lamentavate fino a poco fa, è cambiato qualcosa? :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Stai chiedendo supporto alla persona giusta?Ciao, mi chiamo Giovanni e mi occupo di mantenere la lista X Files (e relativi moduli) per Adblock Plus e simili. Si tratta della lista filtri italiana più utilizzata, riconosciuta da Mozilla Italia e disponibile nella pagina delle sottoscrizioni di Adblock Plus. Io non sviluppo Adblock Plus o estensioni simili, non posso curare i problemi del vostro browser (non in privato, ma se utilizzate Mozilla Firefox posso darvi una mano insieme ad altri colleghi tramite il forum di supporto) ma soprattutto non posso dare supporto a liste filtri che non siano le mie.

Il mio indirizzo di posta elettronica è ormai noto e viene contattato da molte persone che chiedono supporto, il problema è che spesso sono persone che non conoscono minimamente quello che faccio e per cosa posso essere loro d’aiuto.

Permettete una domanda?

  • Avete sottoscritto X Files per il vostro browser?
    Se si, aiutatemi ad aiutarvi, sono a vostra disposizione (nei limiti del consentito, ricordatevi che X Files non mi paga certo lo stipendio) ;-)
  • Non sapete di cosa sto parlando? X Files è per voi la fortunata serie televisiva degli anni ’90?
    Probabilmente non sono io la persona adatta a risolvere il vostro problema.
  • Non avete sottoscritto X Files ma vorreste farlo?
    Andate su noads.it, selezionate “Versioni” e fate clic su “Sottoscrivi” in corrispondenza del modulo desiderato. Qui trovate un articolo che spiega come sottoscrivere i moduli manualmente (e qui nello specifico per Google Chrome).
  • Siete invasi da pubblicità e non riuscite a bloccarla in nessuna maniera?
    Date un’occhiata ad un articolo che prova a spiegarvi cosa probabilmente sta succedendo al vostro browser (e più in generale, al vostro sistema). Se per Chrome questo non basta, tentate la via del ripristino come suggerisco qui. Se pensate che i sistemi OS X siano al riparo da possibili infezioni, vi sbagliate di grosso.

Se siete già utilizzatori di Adblock Plus e X Files, qui potete trovare le risposte a domande frequenti e i casi più analizzati, oppure imparare a muovere i primi passi e conoscere i dettagli del progetto dando un’occhiata qui.

Ora potete finalmente capire perché, se vi ho rimandato alla lettura di questo articolo, c’è bisogno di sapere qualcosa in più prima di richiedere supporto privatamente, e ringrazio tutti coloro che mi aiutano a rendere migliore ogni giorno la lista filtri! :-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:
Aggiornamento 14/9/15
Si stanno sviluppando diverse nuove discussioni sull’argomento che diventa così sempre più “caldo”. Tra conferme e passi indietro pare che in Firefox l’opzione di cui vi ho parlato all’interno dell’articolo verrà potenzialmente ignorata, “sovrascrivendo” ciò che l’utente richiede al proprio browser di fare. Vi invito a leggere la discussione nel forum di Mozilla Italia all’indirizzo forum.mozillaitalia.org/index.php?topic=64911.0 e ad intervenire se lo ritenete opportuno. Seguiranno certamente ulteriori sviluppi sulla questione (e quindi anche dell’articolo qui di seguito pubblicato).
Aggiornamento 11/9/15
Come segnalato da Simone nei commenti, pare che questa novità andrà ad impattare Firefox 43 e non più la versione 41. Vi rimando direttamente al commento contenente anche i riferimenti di Bugzilla: gioxx.org/2015/09/07/firefox-estensioni-signed/#comment-2248130207

Qualcuno lo avrà già notato perché la novità riguarda Firefox 40 (già disponibile da qualche giorno ormai) ma soprattutto il 41 (attualmente in Beta) ed il 42 (Developer Edition) che arriveranno sui PC di tutti gli utilizzatori nelle prossime settimane. Firefox non permette più (dalla versione 41) l’installazione di estensioni non firmate.

Firefox: disabilitare il controllo firme degli addon (se necessario) 3

Perché? Perché di mezzo c’è la sicurezza, la vostra, quella degli utilizzatori che troppo spesso vengono ingannati da software di terze parti che non si fanno poi molti problemi ad installare estensioni che caricano pubblicità durante la navigazione (le segnalazioni al mio indirizzo di posta e tramite il sistema di supporto di X Files sono aumentate in maniera vertiginosa). Sia chiaro: non è la necessità di fermare la fantasia e la capacità di una comunità che di estensioni ne scrive decine al giorno, piuttosto la volontà di convincere questi fantastici sviluppatori a pubblicarla su AMO affinché la loro creazione venga controllata e approvata da persone che possono dar loro consigli o chiedere di ritoccare ciò che può mettere in difficoltà il browser (o lasciare qualche porta aperta a ospiti dall’esterno, mai simpatici).

In realtà qualcuno se n’è accorto già diverso tempo fa, proprio perché gli sviluppatori dei componenti aggiuntivi hanno iniziato a correre per arrivare preparati al giro di quella boa sempre più vicina, ed è per questo che probabilmente le vostre estensioni si sono improvvisamente aggiornate in massa. Tutto questo costituisce un ulteriore layer di sicurezza che è importante rispettare affinché si possano dormire sonni più tranquilli e avere così una navigazione maggiormente pulita, d’altronde di pubblicità (lecita) il web ne è già saturo, un po’ come la sopportazione del suo pubblico.

Trovate maggiori informazioni su quanto messo in atto nell’articolo datato 10 febbraio 2015, sul blog di Mozilla Add-ons: blog.mozilla.org/addons/2015/02/10/extension-signing-safer-experience (se volete saperne di più e in italiano potete sempre dare un’occhiata all’apposito articolo localizzato da Mozilla Italia e disponibile su support.mozilla.org/it/kb/add-on-signing-in-firefox).

Disattivare il controllo

Sono certo che se state leggendo questo articolo siete altrettanto consapevoli del fatto che disattivare questo controllo comporta una possibile falla in un sistema pensato per essere più sicuro, avrete i vostri buoni motivi. Io ad esempio ne ho proprio per X Files. Sviluppando la lista sulla versione Developer di Firefox più aggiornata, mi tocca stare al passo con le versioni “Nightly” dell’estensione Adblock Plus, non presenti su AMO e disponibili tramite il sito web dello sviluppatore. Se il controllo è attivo, Firefox rifiuta di terminare l’installazione del file XPI perché non firmato. Come se non bastasse, qualsiasi estensione già installata nel sistema che non possiede una firma validata, verrà disabilitata al successivo avvio del browser:

Firefox: disabilitare il controllo firme degli addon (se necessario) 2

Come fargli abbassare la guardia per poter procedere? Al solito da about:config. L’opzione da andare a modificare è prevedibilmente di tipo booleana e risponde alla ricerca di:

xpinstall.signatures.required

che dovrà passare necessariamente da true a false, per tutto il tempo necessario ai vostri test. Vi ricordo infatti che riportando la voce a true, Firefox andrà a disabilitare automaticamente le estensioni non firmate già dal successivo riavvio del browser, non necessario invece dopo aver ritoccato la voce in about:config perché immediatamente applicato.

Firefox: disabilitare il controllo firme degli addon (se necessario) 1

Occhi sempre ben aperti e fate attenzione a ciò che installate. Da questo punto in poi la colpa non potrà essere certo affibbiata ancora una volta a Mozilla ;-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Sottoscrivere X Files (e moduli aggiuntivi) manualmenteCapita raramente, eppure qualche volte un utente chiede come poter sottoscrivere manualmente X Files per il proprio Adblock Plus (o altra estensione compatibile). L’operazione è banale ed è generalmente automatizzata se si passa dal sito web ufficiale (noads.it), in alternative qui di seguito vi spiego quali sono le operazioni da seguire per arrivare all’obbiettivo in altra maniera.

Innanzi tutto, le liste!

Allo stato attuale realizzo e aggiorno 3 liste filtri per Adblock Plus o qualsiasi suo sostituto equivalente. Questi di seguito sono gli indirizzi diretti alle liste che potrete così visualizzare e valutare voi stessi prima della sottoscrizione:

A questo punto occorrerà solo capire quale browser e quale estensione si sta utilizzando per procedere. Qui di seguito riporto le istruzioni per Firefox e Adblock Plus, ma anche per Google Chrome (e Opera o Internet Explorer dato che questi ultimi utilizzano la stessa interfaccia dell’estensione per Chrome). Ho voluto riportare anche uBlock, da poco approdato ufficialmente su Firefox e che inizia a godere di un bacino di utenza sufficiente per dar loro una mano! ;-)

Adblock Plus (Firefox)

Per sottoscrivere una qualsiasi lista filtri basterà aprire le opzioni di Adblock Plus (“Gestione filtri“, ndr) e fare clic su “Aggiungi sottoscrizione” nella tab “Sottoscrizione di filtri“:

Sottoscrivere X Files (e moduli aggiuntivi) manualmente 1

quindi fare clic su “Altre sottoscrizioni“:

Sottoscrivere X Files (e moduli aggiuntivi) manualmente 2

e aggiungere manualmente i dettagli di X Files (o di un’altra lista a propria scelta):

Sottoscrivere X Files (e moduli aggiuntivi) manualmente 3

Adblock Plus (Chrome e altri browser)

Dalle opzioni di Adblock Plus eliminare le sottoscrizioni proposte e installate di default (tipicamente le EasyList) e togliere il segno di spunta anche in corrispondenza dell’opzione per mostrare pubblicità “non inopportune” (a dire dell’estensione, non certo vostra):

Sottoscrivere X Files (e moduli aggiuntivi) manualmente 4

quindi aggiungere la sottoscrizione facendo clic su “Aggiungi sottoscrizione” e selezionare “Altre sottoscrizioni …“:

Sottoscrivere X Files (e moduli aggiuntivi) manualmente 5

ed a questo punto specificare manualmente i riferimenti di X Files (o qualsiasi altra lista), poi fare clic su “Aggiungi” per confermare:

Sottoscrivere X Files (e moduli aggiuntivi) manualmente 6

uBlock (Firefox)

uBlock propone tutte le liste compatibili sin da subito e voi dovrete semplicemente scegliere quali utilizzare e quali disattivare. Dalle impostazioni dell’estensione spostarsi in “Lista dei filtri” ed eliminare ogni sottoscrizione lasciando esclusivamente “ITA: ABP X Files‎ (dropboxusercontent.com)“:

Sottoscrivere X Files (e moduli aggiuntivi) manualmente 7

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

larry_inv-firefoxIl ricordo di eXtenZilla è ancora vivo nonostante il progetto sia ufficialmente terminato nel 2013 dopo quasi 9 anni di vita. Nato nel 2005 da una costola di Mozilla Italia è servito a fornire a voi tutti componenti aggiuntivi per Firefox (e non solo) in italiano, con un forum di supporto e documentazione sempre aggiornata per cercare di guidarvi passo-passo alla personalizzazione del vostro browser o a collaborare per mettere sul fuoco sempre più carne.

AMO (addons.mozilla.org) è cresciuto tanto nel frattempo, così come altri progetti internazionali che sono in grado di garantire quel lavoro che un tempo era solo di eXtenZilla nella nostra penisola. Negli stessi anni Firefox si è diffuso parecchio e come ogni software ad alta diffusione attrae l’attenzione di sviluppatori (fortunatamente non molti) che vogliono trarne un profitto in maniera poco ortodossa. Sono nate estensioni malevole che aprono finestre pubblicitarie indesiderate o fanno comparire banner all’interno di pagine che in realtà non ne contengono. Sono anni che sviluppo e mantengo liste Adblock e leggo report su report di questo tipo (diciamo che posso vantare una certa esperienza in merito). Ne ho parlato, ne ho scritto (e lo faccio tutt’ora), sfortunatamente però le vittime non accennano a diminuire. Bisogna fare attenzione ragazzi, molta attenzione. Quando installate software gratuiti che promettono di farvi conquistare il mondo a colpi di clic spesso non fate caso a quelle piccole caselle spuntate dove si dice “Accetti di installare anche il componente Ti Metto Pubblicità Ovunque” o cose simili, non le togliete, andate avanti fino alla fine ed ecco servito il problema per il quale poi correre a lamentarsi (è un po’ come mettere volutamente le mani sul fuoco e poi piangere per essersi scottati).

C’è uno strumento utile che ho trovato per puro caso e che spero potrà essere tenuto aggiornato (anche grazie alla collaborazione degli utilizzatori, sia chiaro) per permetterci di essere sempre informati su estensioni potenzialmente dannose per la vostra installazione di Firefox, si chiama Extension Defender e lo trovate su extensiondefender.com.

screenshot-www extensiondefender com 2015-02-02 08-54-04

Sito web minimalista, un database ancora scarno (e in realtà è meglio, basta che non sia per colpa di chi deve mantenerlo), nomi e collegamenti diretti alle estensioni che non dovete installare perché contengono adware o simili. La parte relativa al database di Chrome è decisamente più nutrita e potete fare una nuova segnalazione in maniera decisamente più semplice rispetto a Firefox ma è comunque possibile farcela (un paio di passaggi in più, nulla di che). L’idea è sicuramente valida, la risorsa può e dovrebbe fungere da gateway per la consapevolezza dell’utilizzatore affinché non faccia un errore banale e assolutamente evitabile. Utile anche per capire -una volta diventati vittime- come tirarsi fuori dai guai in autonomia.

Esistono alternative valide che voi sappiate? Se si, non esitate a parlarne nei commenti ;-)

Condividi l'articolo con i tuoi contatti: