Tag Archive - In Evidenza

ASUS Ai Charger: carica iPhone, iPad e iPod dalla porta USB del tuo PC

Ne hanno ormai parlato tutti ma è giusto spendere un paio di ulteriori parole su un ottimo software che sto utilizzando già da un mesetto circa (prima che scoppiasse la moda sul web, ndr) e che viene rilasciato gratuitamente per tutti: ASUS Ai Charger.

Il problema

Il problema √® semplice ed √® conosciuto. Per ricaricare l’iPad in teoria la porta USB 2.0 (o pi√Ļ vecchia) di un PC potrebbe non bastare, questa eroga infatti un solo Ampere contrariamente ai 2.1 / 2.4 richiesti dall’iPad (non Mini, ndr), come specificato all’interno di questo articolo della KB di Apple: support.apple.com/kb/HT4060?viewlocale=it_IT&locale=it_IT.

Il risultato √® l’iPad “Non in carica” come in immagine, nonostante in realt√† questo riesca a caricarsi mentre non viene utilizzato seppur in maniera molto lenta:

La soluzione

Questa piccolissima utility gratuita aggira il problema e permette di caricare anche l’iPad. Andr√† scaricata (event.asus.com/mb/2010/ai_charger) e installata, servir√† un riavvio del PC per renderla operativa.

Asus iCharger: Icona nella TrayNon c’√® nulla da modificare o configurare, se vedete l’icona del software nella tray potrete collegare l’iPad con il solito cavo e apprezzare il risultato :-)

Firefox: Adobe Flash va in crash quando il portatile non è alimentato

The FlashLo tenete aggiornato, lo tenete curato, sempre allineato, mai qualcosa fuori posto, eppure il vostro Adobe Flash non perderà occasione per tradirvi e andare in crash nel momento meno opportuno, soprattutto quando si utilizza la versione plugin per Firefox.

L’ho notato giusto ieri sera con il portatile non alimentato mentre navigavo su pagine ricche di embed Flash come non ci fosse un domani (no, non un sito porno, prevedibili!). Qualche secondo di attesa, qualcun altro di sofferenza ed ecco arrivare puntuale la schermata di richiesta blocco plugin con conseguente crash. Inutile aggiornare la pagina, il problema apparentemente non si risolve. Per veder tornare a posto la situazione sar√† necessario collegare il portatile ad una fonte di alimentazione quindi seguire il consiglio di questa pagina: forums.adobe.com/thread/891337, ed in particolare quello relativo all’accelerazione hardware con Flash.

Per la cronaca: non c’entra nulla quella proposta da Firefox, sar√† necessario disattivare anche quella specifica di Adobe. Per farlo baster√† andare alla pagina helpx.adobe.com/flash-player/kb/find-version-flash-player.html#main_Find_Flash_Player_version_typ… e fare clic con il tasto destro in corrispondenza del secondo embed Flash, quello che riepiloga i dati di installazione, quindi scegliere Impostazioni, ecco servita l’accelerazione hardware da disabilitare:

Occorrer√† riavviare il browser per rendere effettive le modifiche, in seguito non dovrebbe pi√Ļ essere necessario prendere il portatile e lanciarlo dalla finestra mentre si continua ad imprecare pesantemente contro un software nato male e che “dovrebbe morire¬†ancora peggio” (cit.).

Buona navigazione!

Rimuovere i pulsanti di Spegnimento o Riavvio macchina su Windows 7

ShutdownUn computer remoto, la necessit√† di far sparire all’utente i pulsanti di spegnimento e riavvio della macchina e qualche minuto libero: la ricetta perfetta per l’articolo di stamattina (e intanto buongiorno a tutti).

Il caso √® semplice: nel caso in cui la persona non abbia fisicamente accesso alla macchina (nel mio caso una virtuale, ndr) l’andare a cliccare per sbaglio il pulsante “Arresta” o “Riavvia il sistema” causa il fermo del lavoro e la necessit√† di avvisare chi a quella macchina pu√≤ accederei in diversa maniera (via console, ndr). Per risolvere basta nascondere i pulsanti e magari richiamare lo spegnimento o il riavvio macchina da riga di comando, sempre funzionante.

Se si √® amministratori di quella macchina (o dell’intero dominio) baster√† dalla propria seguire una semplice procedura.

Da Start selezionare Esegui quindi digitare “mmc” e premere invio. Dalla console vuota che comparir√† a video occorrer√† aggiungere uno Snap-In (dal menu File, ndr) scegliendo il “Group Policy Object Editor“.

Una volta confermata la scelta comparirà la finestra dove andare a specificare se si tratta della macchina locale o remota tramite il bottone Browse (sul sistema in italiano sarà Sfoglia), ovviamente in questo specifico caso sarà la seconda (della quale ho specificato direttamente il nome essendo risolto da DNS interno):

L’opera √® a met√†, ora baster√† navigare in User Configuration / Administrative Templates / Start Menu and Taskbar quindi modificare il valore di “Remove and prevent access to the Shut Down, Restart, Sleep, and Hibernate commands” in Enabled (in italiano: Configurazione utente / Modelli amministrativi / Menu Start e barra delle applicazioni / Rimuovi e impedisci accesso ai comandi Arresta il sistema, ecc.)

La modifica √® immediata. Sfortunatamente non √® possibile selezionare i pulsanti da far sparire, in un colpo solo verr√† rimosso tutto quello che non corrisponde al semplice “Disconnetti“.

Ancora una volta ringrazio il forum di riferimento Microsoft per l’ottimo suggerimento sullo Snap-in da remoto spiegato nella prima parte dell’articolo, qui il thread.

E’ morto Google Reader, evviva Google Reader!

Google ReaderForse la bastardata pi√Ļ grande che Google potesse fare a chi quotidianamente utilizza (tra poco “utilizzava”) il suo feed reader per tenersi aggiornato su tutto ci√≤ che gli interessa prendendo le informazioni dagli RSS pubblici. D’altronde lo strumento √® di Google e lo ha sempre offerto gratuitamente ai suoi utenti, pu√≤ fare un’azione simile senza neanche chiedere permesso, limitandosi (come successo) ad avvisare la popolazione di internet quale gesto di cortesia.

La notizia (pubblicata nel blog di Google Reader) ha gi√† fatto il giro del mondo e della blogosfera, ho voluto aspettare almeno un po’ per pubblicare un consiglio, una transizione verso un differente strumento che possa in qualche modo andare a sanare la falla che si creer√† definitivamente dal prossimo primo luglio.

Per chi volesse farsi un’idea a pi√Ļ ampio spettro posso consigliare la lettura di qualche valido articolo: lifehacker.com/5990456/google-reader-is-getting-shut-down-here-are-the-best-alternatives, fogliata.net/alternative-google-reader o ancora ispazio.net/400209/google-reader-cessera-di-funzionare-dall1-luglio-ecco-quali-potrebbero-essere-le-migliori-alternative.

Giusto per farvi un’idea di dove spinge la massa: replacereader.com

Per quel che mi riguarda nessuno attualmente √® in grado di arrivare al livello di Google Reader, gli ultimi anni lo hanno visto come protagonista indiscusso della lettura in differita e mi auguro davvero che Google possa tornare sui suoi passi leggendo le centinaia di proteste e firme raccolte per una petizione che vuole fermare la chiusura inaspettata (magari annunciata da molti che tengono spesso d’occhio Google ma non per la gente comune che ha sempre utilizzato il servizio).

Feedly

La mia personalissima scelta √® ricaduta su Feedly, servizio di lettura RSS online tramite interfaccia web / estensione di Firefox e client per iOS che ho installato su iPhone e iPad. Si basa per il momento sulle API di Google Reader, presto migrer√† sulle proprie per continuare ad offrire il servizio nonostante l’abbandono della nave da parte del capitano Big G.

Iscrizione e “migrazione dati” per il momento sono semplicissimi e non richiedono di portare fuori i propri dati tramite Takeout (in ogni caso fatelo, non fa mai male). Baster√† infatti collegarsi con il proprio account Google, autorizzare Feedly a gestire i dati di Reader e attendere che termini (quasi immediatamente, ndr) l’importazione dei feed. Toccher√† poi a voi selezionare uno stile pi√Ļ adatto al vostro utilizzo, eventuali servizi di sharing collegati e cos√¨ via. Il risultato? Presto detto, le abitudini sono dure a morire:

Potete conoscere tutte le impostazioni e i tasti rapidi da tastiera consultando questo articolo chiaramente scritto ad hoc dai ragazzi di Feedly: blog.feedly.com/2013/03/14/tips-for-google-reader-users-migrating-to-feedly.

E’ fuori di dubbio che Feedly sia un servizio migliorabile e che possa imparare molto dal grande competitor sulla via del tramonto, √® per questo che lo staff sembra voler dare voce a tutti gli utenti vecchi e nuovi attraverso il forum e l’area suggerimenti: feedly.uservoice.com/forums/192636-suggestions, potete investire qualche minuto del vostro tempo per votare proposte gi√† fatte o suggerirne di nuove altrettanto valide ;-)

iOS

Interfaccia molto pulita e buona la lettura, valide le gesture (banali ma funzionanti, ndr). Potete scaricare l’applicazione gratuita da iTunes Store universale per iPhone e iPad all’indirizzo itunes.apple.com/it/app/feedly/id396069556, entrate e collegatevi con il vostro account Google, il resto verr√† da se.

Baster√† toccare una notizia o un’area dal menu di sinistra per saltare al contenuto desiderato, sfogliare gli articoli come fossero pagine di un libro per passare al successivo documento e cos√¨ via. Tutte opzioni modificabili tramite le preferenze del programma che vi consiglio di visitare per personalizzarle il pi√Ļ possibile, allo stato attuale per√≤ sono disponibili solo in lingua inglese (presumibilmente i ragazzi di feedly localizzeranno l’applicazione e il sito quanto prima visti tutti i nuovi utenti registrati).

La pecca pi√Ļ grande

Contrariamente a Google Reader, Feedly non √® una vera applicazione web accessibile da qualunque postazione. Sar√† infatti necessario installare un componente aggiuntivo per poter gestire le proprie iscrizioni e la lettura dal sito web del produttore. Se la persona non ha modo di installare alcunch√© sulla sua macchina e sul suo browser √® automaticamente fermo al punto di partenza, allo stesso modo viene a mancare la possibilit√† di accesso universale dalle varie piattaforme non coperte da applicazione o da componente aggiuntivo che riducono di molto l’accessibilit√† al servizio.

Una pecca che immagino verr√† presto presa in considerazione per poter essere risolta. Altre piccolezze e differenze da Google Reader esistono solo perch√© il nostro occhio e il nostro mouse sono abituati all’utilizzo, cosa che lentamente cambier√† utilizzando un diverso servizio, ne sono certo.

In conclusione

Una buona alternativa da tenere d’occhio e alla quale dare fiducia, perch√© anche se in cuor mio spero che Google torni sui suoi passi √® giusto dare una possibilit√† ai competitor che fino ad ora si sarebbero sognati una tale attenzione.

Mondo SSD: clonazione dei dati per la migrazione dal vecchio al nuovo disco fisso

bx_MigrazioneSSD

Da quando ho cambiato disco fisso nel mio portatile di lavoro ho anche cambiato “vita“. Tutto pi√Ļ veloce, pi√Ļ immediato, pi√Ļ sopportabile quando si ha a che fare con molti programmi aperte e la continua necessit√† di accedere a dati nel disco.

Il processo di spostamento dei dati dal vecchio disco SATA meccanico a quello a stato solido √® stato estremamente semplice e sicuro, √® un’operazione che spesso spaventa senza un preciso motivo perch√© si tende a pensare che i propri dati verranno persi. Dato per√≤ che avete in mano sia il vecchio che il nuovo disco questo pensiero dovrebbe automaticamente sparire, a meno di non gettare a terra l’attuale disco con tanta violenza e voglia di saltargli addosso per vendicarsi di tutte quelle volte che avete atteso i suoi comodi.

Preparazione al salto

Il vecchio disco ancora montato nel portatile (o nel PC fisso, perch√© no), una culla esterna collegata alla macchina in USB3 o e-Sata (o anche solo USB2) nella quale inserire il nuovo disco vergine o un box esterno che svolga lo stesso compito, l’importante √® avere collegato entrambi i dischi alla stessa macchina contemporaneamente. Infine un Acronis che parta da CD o chiave che possa fare da mediatore dei dati tra le due parti, vi ho gi√† parlato poco tempo fa di questo software.

Riavviate la macchina facendola partire con Acronis True Image e selezionate la voce relativa alla clonazione dei dati. Potrebbe leggermente cambiare in base alla versione di CD (quindi di Acronis) utilizzata, ma tutto sommato il senso √® sempre lo stesso (Clone Disk, ndr). Una volta confermata la sorgente e la destinazione dalla quale (e dove poi) copiare i dati fate partire il processo e portate pazienza, il tempo che impiegher√† l’operazione √® dettato dalla velocit√† di trasferimento dal primo al secondo disco, soprattutto per quello che riguarda il tipo di collegamento del secondo (in e-Sata ha impiegato poco meno di 20 minuti!):

A processo terminato potrete smontare il vecchio disco e montare il nuovo come nulla fosse, avviando Windows questo funzioner√† perfettamente, forse riconoscendo la presenza di un hardware differente (a me √® capitato con l’utility di protezione disco di Intel, ndr) ma √® un’operazione banale che verr√† gestita automaticamente dal sistema e che potrebbe richiedere -nel peggiore dei casi- un riavvio della macchina.

Il risultato sar√† immediatamente chiaro ai vostri occhi, un benchmark delle prestazioni disco vi chiarir√† forse pi√Ļ le idee, la mia scelta √® ricaduta su un Corsair Force 3 SSD da 240GB, questo √® quanto:


Platform = Windows
 Version =
 Sub Version = Service Pack 1
 CPU = Intel(R) Core(TM) i5 CPU       M 520  @ 2.40GHz
 CPUArchitecture = X86
 Memory = 3509 MB
 Vendor = Corsair
 Model = Force 3 SSD
 Revision = 5.02
 Serial Number = 21029740000041596083
 Interface = RAID
 Cylinders = 29185
 Tracks/cylinder = 255
 Sectors/track = 63
 Bytes/sector = 512
 Capacity = 240054796800 (Bytes) = 223 (Gb)
 position   0.0 GB, speed    118.3 MB/s, seek time  0.858
 position   1.7 GB, speed    113.1 MB/s, seek time  1.107
 position   3.5 GB, speed    111.4 MB/s, seek time  1.133
 position   5.2 GB, speed    106.2 MB/s, seek time  1.114
 position   7.0 GB, speed    112.8 MB/s, seek time  1.050
 position   8.7 GB, speed    111.6 MB/s, seek time  1.160
 position  10.5 GB, speed    120.2 MB/s, seek time  1.133
 position  12.2 GB, speed    112.6 MB/s, seek time  1.027
 position  14.0 GB, speed    112.7 MB/s, seek time  1.027
 position  15.7 GB, speed    115.5 MB/s, seek time  1.030
 position  17.5 GB, speed    105.3 MB/s, seek time  1.047
 position  19.2 GB, speed    120.3 MB/s, seek time  1.067
 position  21.0 GB, speed    110.7 MB/s, seek time  0.966
 position  22.7 GB, speed    107.5 MB/s, seek time  0.959
 position  24.5 GB, speed    106.7 MB/s, seek time  1.203
 position  26.2 GB, speed    107.9 MB/s, seek time  1.052
 position  27.9 GB, speed    106.0 MB/s, seek time  0.956
 position  29.7 GB, speed    107.3 MB/s, seek time  0.831
 position  31.4 GB, speed    106.2 MB/s, seek time  0.820
 position  33.2 GB, speed    110.3 MB/s, seek time  1.020
 position  34.9 GB, speed    106.5 MB/s, seek time  1.036
 position  36.7 GB, speed    108.1 MB/s, seek time  1.119
 position  38.4 GB, speed    106.7 MB/s, seek time  1.084
 position  40.2 GB, speed    101.5 MB/s, seek time  1.088
 position  41.9 GB, speed    105.6 MB/s, seek time  1.162
 position  43.7 GB, speed    104.4 MB/s, seek time  1.129
 position  45.4 GB, speed    100.7 MB/s, seek time  1.088
 position  47.2 GB, speed    105.8 MB/s, seek time  1.134
 position  48.9 GB, speed    102.0 MB/s, seek time  1.150
 position  50.6 GB, speed    101.2 MB/s, seek time  1.010
 position  52.4 GB, speed    102.6 MB/s, seek time  1.089
 position  54.1 GB, speed     99.9 MB/s, seek time  1.075
 position  55.9 GB, speed    106.6 MB/s, seek time  0.969
 position  57.6 GB, speed    105.2 MB/s, seek time  1.118
 position  59.4 GB, speed    106.2 MB/s, seek time  1.049
 position  61.1 GB, speed    114.5 MB/s, seek time  0.760
 position  62.9 GB, speed    114.2 MB/s, seek time  1.082
 position  64.6 GB, speed    116.8 MB/s, seek time  1.077
 position  66.4 GB, speed    115.3 MB/s, seek time  1.008
 position  68.1 GB, speed    109.8 MB/s, seek time  1.023
 position  69.9 GB, speed    109.5 MB/s, seek time  0.863
 position  71.6 GB, speed    116.1 MB/s, seek time  0.995
 position  73.4 GB, speed    118.3 MB/s, seek time  1.111
 position  75.1 GB, speed    131.7 MB/s, seek time  0.766
 position  76.8 GB, speed    125.0 MB/s, seek time  0.827
 position  78.6 GB, speed    109.2 MB/s, seek time  1.024
 position  80.3 GB, speed    102.3 MB/s, seek time  1.086
 position  82.1 GB, speed    101.0 MB/s, seek time  1.185
 position  83.8 GB, speed    119.8 MB/s, seek time  1.071
 position  85.6 GB, speed    107.6 MB/s, seek time  0.798
 position  87.3 GB, speed    100.0 MB/s, seek time  1.420
 position  89.1 GB, speed    101.2 MB/s, seek time  1.059
 position  90.8 GB, speed    108.4 MB/s, seek time  1.116
 position  92.6 GB, speed    115.2 MB/s, seek time  1.062
 position  94.3 GB, speed    114.0 MB/s, seek time  1.061
 position  96.1 GB, speed    100.2 MB/s, seek time  1.042
 position  97.8 GB, speed    107.8 MB/s, seek time  1.067
 position  99.6 GB, speed    101.2 MB/s, seek time  1.053
 position 101.3 GB, speed    105.4 MB/s, seek time  0.983
 position 103.0 GB, speed    118.8 MB/s, seek time  0.850
 position 104.8 GB, speed    100.9 MB/s, seek time  1.050
 position 106.5 GB, speed    120.3 MB/s, seek time  1.189
 position 108.3 GB, speed    118.2 MB/s, seek time  1.246
 position 110.0 GB, speed    113.5 MB/s, seek time  1.097
 position 111.8 GB, speed    118.7 MB/s, seek time  0.905
 position 113.5 GB, speed    131.8 MB/s, seek time  0.759
 position 115.3 GB, speed    131.8 MB/s, seek time  0.712
 position 117.0 GB, speed    125.8 MB/s, seek time  0.888
 position 118.8 GB, speed    132.3 MB/s, seek time  0.992
 position 120.5 GB, speed    132.5 MB/s, seek time  1.067
 position 122.3 GB, speed    131.6 MB/s, seek time  0.784
 position 124.0 GB, speed    131.3 MB/s, seek time  0.860
 position 125.7 GB, speed    127.2 MB/s, seek time  0.856
 position 127.5 GB, speed    134.3 MB/s, seek time  0.861
 position 129.2 GB, speed    128.1 MB/s, seek time  0.574
 position 131.0 GB, speed    130.8 MB/s, seek time  0.855
 position 132.7 GB, speed    134.4 MB/s, seek time  0.750
 position 134.5 GB, speed    127.6 MB/s, seek time  0.798
 position 136.2 GB, speed    130.6 MB/s, seek time  0.774
 position 138.0 GB, speed    136.3 MB/s, seek time  0.817
 position 139.7 GB, speed    129.9 MB/s, seek time  0.765
 position 141.5 GB, speed    126.2 MB/s, seek time  0.962
 position 143.2 GB, speed    132.2 MB/s, seek time  1.110
 position 145.0 GB, speed    135.9 MB/s, seek time  0.864
 position 146.7 GB, speed    131.6 MB/s, seek time  0.883
 position 148.5 GB, speed    130.2 MB/s, seek time  0.809
 position 150.2 GB, speed    133.3 MB/s, seek time  0.828
 position 151.9 GB, speed    131.4 MB/s, seek time  0.588
 position 153.7 GB, speed    126.2 MB/s, seek time  0.840
 position 155.4 GB, speed    129.2 MB/s, seek time  1.035
 position 157.2 GB, speed    127.6 MB/s, seek time  0.900
 position 158.9 GB, speed    133.2 MB/s, seek time  0.843
 position 160.7 GB, speed    130.7 MB/s, seek time  0.650
 position 162.4 GB, speed    134.9 MB/s, seek time  0.772
 position 164.2 GB, speed    128.6 MB/s, seek time  0.691
 position 165.9 GB, speed    126.1 MB/s, seek time  0.814
 position 167.7 GB, speed    129.6 MB/s, seek time  0.993
 position 169.4 GB, speed    131.0 MB/s, seek time  0.716
 position 171.2 GB, speed    135.7 MB/s, seek time  0.773
 position 172.9 GB, speed    131.3 MB/s, seek time  0.853
 position 174.7 GB, speed    143.5 MB/s, seek time  0.832
 position 176.4 GB, speed    138.3 MB/s, seek time  0.633
 position 178.1 GB, speed    126.4 MB/s, seek time  0.905
 position 179.9 GB, speed    131.2 MB/s, seek time  0.807
 position 181.6 GB, speed    132.5 MB/s, seek time  0.753
 position 183.4 GB, speed    127.1 MB/s, seek time  1.029
 position 185.1 GB, speed    130.8 MB/s, seek time  0.893
 position 186.9 GB, speed    130.2 MB/s, seek time  0.888
 position 188.6 GB, speed    130.8 MB/s, seek time  0.749
 position 190.4 GB, speed    128.4 MB/s, seek time  0.804
 position 192.1 GB, speed    133.2 MB/s, seek time  0.899
 position 193.9 GB, speed    145.1 MB/s, seek time  0.923
 position 195.6 GB, speed    129.2 MB/s, seek time  0.879
 position 197.4 GB, speed    132.7 MB/s, seek time  0.783
 position 199.1 GB, speed    133.2 MB/s, seek time  0.930
 position 200.8 GB, speed    132.1 MB/s, seek time  0.793
 position 202.6 GB, speed    131.5 MB/s, seek time  0.779
 position 204.3 GB, speed    132.2 MB/s, seek time  0.792
 position 206.1 GB, speed    134.6 MB/s, seek time  0.850
 position 207.8 GB, speed    131.0 MB/s, seek time  0.861
 position 209.6 GB, speed    131.8 MB/s, seek time  0.767
 position 211.3 GB, speed    136.2 MB/s, seek time  0.787
 position 213.1 GB, speed    129.6 MB/s, seek time  0.934
 position 214.8 GB, speed    125.6 MB/s, seek time  0.833
 position 216.6 GB, speed    129.7 MB/s, seek time  0.821
 position 218.3 GB, speed    130.4 MB/s, seek time  0.763
 position 220.1 GB, speed    131.8 MB/s, seek time  0.836
 position 221.8 GB, speed    132.2 MB/s, seek time  0.757
 ReadPerSecondAvg: 119.239 MB/s
RandomSeekTimeAvg:  0.938 ms

Non riuscirei a tornare al vecchio disco per nulla al mondo, farete presto l’abitudine alla novit√† e non vi accontenterete di meno pretendendo sempre la stabilit√† e la rapidit√† che avete appena guadagnato con un investimento pi√Ļ che giustificato.

Effetti collaterali

Come ogni medaglia anche questa ha una seconda faccia e potreste incorrere in alcuni effetti collaterali. Nessun dato perso, solo un paio di seccature che appunto qui:

  • iTunes: ho dovuto autorizzare nuovamente la macchina ad effettuare il download dei dati (musica e applicazioni) con il mio account. Cambiando Hardware-ID √® evidente che il software di Apple abbia voluto far pesare la cosa, problema risolto in meno di un minuto;
  • FlashFXP (client FTP): ha perso il codice di registrazione che avevo precedentemente immesso ed attivato. Ho cercato nuovamente la chiave nella mia posta elettronica, copiata e incollata nel box apposito, il programma √® tornato a funzionare perfettamente. Problema risolto in meno di due minuti.

Due (e sottolineo due) soli problemi su un intero sistema ricco di personalizzazioni e applicazioni, risolti entrambi in meno di cinque minuti, pensate possa essere sufficientemente sopportabile per voi? :-)

Buon lavoro!

Page 6 of 34« First...«45678»...Last »